AZ Gun
 
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 

COME IMPUGNARE CORRETTAMENTE LA PISTOLA E IL REVOLVER

Esistono diversi siti dedicati alle armi che spiegano il corretto maneggio, la posizione di tiro e anche come impugnare l'arma. L'appassionato di armi da fuoco in genere conosce la maniera di impugnare e sparare correttamente con la sua pistola. Ma quasi nessun sito di armi ad aria compressa, dedica pagine alle corrette tecniche per manipolare ed impugnare la pistola. E così ho pensato di scrivere questa piccola guida, anche solo per aiutarvi a fare bella figura quando fate i vostri video su internet.
Precedente  
In genere i TSN non insegnano il maneggio del revolver, per il quale è necessaria una tecnica un po' differente, rispetto alla pistola semiautomatica. Come vedremo in seguito usando un revolver la presa con i pollici alti, rivolti in avanti e aderenti al corpo dell'arma, non è consigliabile. Quello che cambia sono anche, e soprattutto le modalità che si utilizzano per scaricare e ricaricare l'arma.
Impugnare la pistola
La presa con i pollici rivolti verso il basso è la più utilizzata con il revolver, soprattutto sparando in doppia azione. Chi ha le mani grandi, potrebbe trovare comodo tenere i pollici contro lo scudo del tamburo.
Impugnare la pistola
Per aprire il tamburo occorre fasciare il revolver con la mano sinistra, in modo che la guardia del grilletto poggi sul palmo. Quindi azionare il chiavistello con il pollice della mano destra, e spingere il tamburo all'infuori con le due dita centrali (medio e anulare) della mano sinistra.
Impugnare la pistola
Rovesciare il revolver mentre si preme il perno dell'espulsore per espellere i bossoli spenti.
Impugnare la pistola
Infine puntare la rivoltella verso il basso e caricare i proiettili. Per velocizzare l'operazione si può usare un carichino, ma se si carica un proiettile alla volta, si possono usare le due dita mediane della mano sinistra per ruotare il tamburo per esporre la camera libera successiva.
COME NON SI IMPUGNANO PISTOLA E REVOLVER
Il manuale del perfetto tiratore dice che per il tiro di precisione, lento e mirato, il grilletto va premuto con la parte mediana della terza falange dell'indice (falangetta). Per il tiro rapido, invece, è preferibile utilizzare l'incavo tra la seconda e la terza falange. Solamente le pistole espressamente concepite per il tiro a segno accademico, sono dotate di impugnature personalizzabili di differenti misure, e leve dello scatto regolabili nel senso della distanza (trigger reach) e in angolazione. Le comuni pistole e revolver non permettono una personalizzazione così ampia, per cui, occorrerà trovare ogni volta il giusto modo di premere il grilletto, privilegiando però, la giusta impugnatura. Un po' di allenamento in bianco ci permetterà in breve tempo di comprendere quale è il modo giusto di premere il grilletto, senza strappare durante la trazione. Se proprio il grilletto non fosse raggiungibile in maniera adeguata, senza compromettere la corretta impugnatura, allora è il caso di sostituire la pistola con una più adatta alla nostra mano.
Impugnare la pistola
A volte le pistole bifilari moderne hanno impugnature importanti. In doppia azione è preferibile premere il grilletto con la punta del dito, piuttosto che impugnare l'arma in maniera inadeguata. In questo caso, si sta cercando di premere il grilletto di una Beretta 98 FS, in doppia azione, con l'intersezione tra la seconda e la terza falange dell'indice, allo scopo di aumentare la forza di trazione. Ma la distanza del grilletto è eccessiva, per cui l'asse della canna non cade esattamente sull'asse del braccio della mano che impugna la pistola. La pressione del grilletto porterà sicuramente ad una rotazione del polso, per cui ben difficilmente riusciremo a colpire il bersaglio. Inoltre il rinculo non verrà correttamente assobito dal polso, la pistola subirà una torsione laterale, e l'impugnatura si scomporrà ulteriormente, costringendoci a riposizionare la pistola sul palmo della mano subito dopo il tiro. Sarà impossibile esplodere un secondo colpo in tempi brevi.
Alcuni impugnano il revolver in una maniera particolare: il pollice della mano debole va ad incrociare la mano forte, e gira intorno al cane. Si tratta di un modo di impugnare utilizzato soprattutto con revolver piccoli, perché aumenta la forza della presa. Molti esperti, in ogni caso sono pronti a censurarlo ugualmente. Se si prende l'abitudine di impugnare l'arma in questo modo, potremmo per errore impugnare allo stesso modo anche una semiautomatica. Il carrello durante la sua corsa retrograda, potrebbe ferirci il pollice.
Impugnare la pistola
Questa impugnatura, con il pollice della mano debole che "gira" intorno alla mano forte, è ammessa con il revolver. Molti esperti la sconsigliano comunque.
Impugnare la pistola
Se si impugna in questa maniera una semiautomatica, si rischia di farsi veramente male.
Anche impugnare il revolver con i pollici distesi, come si farebbe con una semiautomatica, è una pratica da censurare. I pollici appoggiati contro il tamburo potrebbero interferire con la sua corretta rotazione. Ma potrebbe accadere qualcosa di molto peggio. Nei revolver, oltre alla vampa di bocca, esiste anche una vampa che fuoriesce dal cylinder gap, ovvero da quel piccolo spazio vuoto tra la faccia anteriore del tamburo e la canna. Da quel punto escono pericolosissime fiammate e residui di combustione ad alta pressione. Appoggiare il pollice accanto al cylinder gap equivale in pratica ad appoggiare il dito a fianco della volata. Se avete dita lunghe, oppure la cattiva abitudine di tenere ancorato l'indica della mano debole al ponticello della pistola, è facile che il pollice vada a finire proprio accanto allo spazio che c'é tra il tamburo e la canna. Con le terribili conseguenze del caso.
Impugnare la pistola
Alla stessa maniera non si può utilizzare l'impugnatura della semiautomatica, su un revolver. I due pollici distesi potrebbero interferire con la rotazione del tamburo. Inoltre, fatto ben più grave, il pollice disteso in avanti è pericolosamente vicino al cylinder gap, indicato dalla freccia. E' da li che esce parte della vampa dello sparo.
Alcuni tiratori hanno difficoltà a tenere il pollice sopra la sicura manuale della pistola semiautomatica. Se questa leva ha superfici particolarmente spigolose, o taglianti, potrebbe essere piuttosto scomodo o doloroso, sparare tanti colpi in queste condizioni. Però tenere i pollici distesi sotto la linea ideale della leva della sicura, oppure a contatto con la leva dello hold-open, è una pratica poco corretta. La forza del rinculo potrebbe spingere le dita a sollevare o ad abbassare queste leve. Potremmo ritrovarci con l'arma in sicura durante il fuoco, oppure con il carrello aperto anche se il caricatore non è ancora vuoto, o più probabilmente con la pistola ancora chiusa anche se i colpi sono terminati. In questo caso, il pollice della mano debole, va premuto con forza sopra al pollice della mano forte, per impedire che possa muoversi durante il rinculo.
Impugnare la pistola
Il pollice sotto la sicura, potrebbe causarne l'involontario azionamento durante lo sparo.
A partire dagli anni '80, sono spuntati, su quasi tutte le pistole semiautomatiche, i cosiddetti "rest" sul ponticello. Si tratta della parte anteriore della guardia del grilletto, che assume una forma diritta e squadrata, per favorire l'appoggio del dito indice della mano debole. A volte il rest è zigrinato, altre volte ha addirittura la forma di uncino. Con il tempo si è capito che questa abitudine porta facilmente a strappare il colpo. Per non parlare del fatto che queste parti angolate possono creare impiccio durante l'estrazione e il corretto posizionamento della mano debole sull'impugnatura. Per questo motivo moltissime delle armi più moderne sono tornate al classico ponticello arrotondato, che personalmente giudico anche più elegante. E' sconsigliato quindi fare i "fighi" e uncinare la parte anteriore del ponticello a guardia del grilletto, con il dito indice della mano debole. Qualcuno potrebbe obbiettare che è così che, il pluripremiato campione mondiale di tiro dinamico, Erik Grauffel, impugna la sua Tanfoglio. E' vero, ma prima di iniziare a correre, forse sarebbe meglio imparare a camminare.
Impugnare la pistola
Via quel dito indice dalla guardia del grilletto!
Internet poi è un vero spasso, riguardo al modo di impugnare le pistole. Non in tutti i paesi del mondo è obbligatorio superre un corso di maneggio delle armi, per accedere a pistole e revolver a fuoco. Molti video mostrano principianti che impugnano per la prima volta potenti pistole di grosso calibro, sotto la guida di amici e parenti burloni. Spesso questi personaggi si fanno male, perché non hanno impugnato l'arma nella maniera corretta. Il più delle volte, i tiratori pasticcioni, stringono tra le mani innocue pistole a CO2 o soft-air. In questo caso, impugnare correttamente l'arma non è strettamente necessario per la precisione e la velocità di ripetizione dei colpi, ma insomma, se si deve "recitare" un ruolo anche i dettagli sono importanti.
Impugnare la pistola
Questo modo di impugnare è detto "tea cup" (tazza da te). Non da alcun vantaggio in termini di precisione di tiro, neppure se utilizzato con un'arma ad aria compressa. Una vera pistola di grosso calibro, sarebbe ben poco controllabile.
Impugnare la pistola
Prima che venisse sdoganata l'impugnatura a due mani, molti impugnavano così i revolver, al fine di tentare di contrastarne il rinculo. Non da nessun vantaggio, anzi se viene utilizzata troppa forza, potrebbe indurre un maggiore tremolio della mano che impugna l'arma.
Impugnare la pistola
La mia preferita! L'ho potuta ammirare in diversi film e telefilm, specialmente inglesi, ma anche su alcuni siti internet che parlano di repliche soft-air.
Impugnare la pistola
Molti impugnano pistole a CO2 o ad aria compressa, tenendole con la mano debole come se fossero carabine. Non solo non da alcun vantaggio, ma è pericoloso. Forse un pallino da 6 mm di plastica soft-air è abbastanza innocuo, ma un diabolo di piombo, o un BB da 4,5 mm in acciaio, sparato contro un dito a bruciapelo, fa un bel buco. E' capitato a più di uno di impallinarsi un dito, perché ha messo inavvertitamente il dito davanti alla bocca dell'arma senza accorgersene. Inutile dire che fare una cosa del genere con un'arma da fuoco, specie un revolver, avrebbe ben peggiori conseguenze.
Alessandro (2014)

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
Colt Combat Elite
Air Arms TX 200
Aggiustiamo la mira
WEIHRAUCH HW 977
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z