AZ Gun
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 
Remington 1911-R1

PROCEDURA DI MONTAGGIO DELLE PISTOLE 1911

Nella prima parte di questa guida abbiamo analizzato lo smontaggio. E' arrivata l'ora di rimontare la nostra pistola tipo 1911, leggendo la seconda parte della guida.
Nel precedente articolo ho spiegato nei dettagli lo smontaggio completo di una pistola modello 1911. Qualcuno di voi potrebbe chiedersi, a che serve smontare completamente, pezzo per pezzo la pistola. Semplice, a pulirla a fondo. Ma è veramente necessario? La gente non smonta pezzo per pezzo le proprie Beretta o Glock, eppure funzionano per anni senza problemi. Nel caso della 1911 uno smontaggio completo e una pulizia approfondita, di tanto in tanto è però necessaria. Soprattutto dopo aver acquistato un'arma usata.

Personalmente adoro la 1911, lo avrete capito. Così mi capita di parlarne appena si presenta l'occasione. Al poligono che frequento, moltissimi sono soddisfattissimi delle loro 1911. Alcuni però lamentano inceppamenti frequenti. Mi è capitato anche di vederne qualcuna personalmente. Per fortuna non sono tantissimi, ma si tratta sempre di armi acquistate usate, che hanno qualche anno sulle spalle, e che non sono mai state smontate e pulite a fondo. Magari i vecchi proprietari non le hanno usate granché, ma anche da ferme le molle perdono la loro elasticità, e lo sporco non perfettamente rimosso attecchisce, e altro se ne accumula.

Alcuni pensano che la 1911 sia semplicemente lo stato dell'arte delle pistole semiautomatiche, e che sia perfetta così come è. Questo ovviamente non può essere vero. Anche a me piace la 1911 così come è, oppure giusto con qualche particolare più moderno, che non ne modifichi il funzionamento e lo lasci così come le aveva progettato Browning. Ma questo non significa dimenticare che la 1911 ha più di 100 anni. Quando Browning la progettò non esisteva nulla di simile da prendere come modello. Così è stata proprio la 1911 ad essere presa come modello dagli altri, per parecchio tempo. Forse è difficile da crederlo, vista la profonda differenza tra le due armi, ma la Glock ha un ciclo di sparo che è praticamente lo stesso della vecchia 1911. Solo che dalla 1911 alla Glock molta strada è stata percorsa, e a dire il vero molta strada è stata percorsa anche dalla Glock ad oggi. Però le cose fatte bene durano, così continuiamo ad usare le 1911, le CZ 75, le Glock e le Beretta 92/98 FS, anche se molti hanno tentato di produrre delle alternative più moderne che potessero scalzarle dal loro ipotetico trono. Immagino che lo stesso Browning oggi modificherebbe alcune parti della sua pistola. Già lo aveva parzialmente fatto quando progettò la HP35. E' più che probabile che non troverei lo stesso gusto nel possedere una 1911 talmente stravolta da non potersi più definire una "vera" 1911, ma questo non significa non riconoscere che un'arma progettata più di 100 anni fa, qualche difettuccio possa anche averlo.

Qualcuno potrebbe obbiettare che la 1911 è stata creata come arma di servizio per l'esercito degli Stati Uniti. Come tale la pistola doveva avere tra caratteristiche principali; affidabilità, affidabilità e affidabilità. In effetti la pistola costruita su specifiche e tolleranze militari funziona benissimo, e spara tutte le volte che si preme il grilletto. Ma le 1911 commerciali sono costruite con tolleranze più strette, e per funzionare sempre alla perfezione, devono semplicemente essere curate un po' di più, e le molle, soprattutto quella di recupero, devono essere sostituite ad intervalli regolari. La pena per la mancata manutenzione dell'arma è quella di vedere di tanto in tanto il bossolo sparato piantarsi in mezzo alla finestra di espulsione con la bocca all'insù. Se succede niente drammi è solo arrivata l'ora di uno smontaggio e della sostituzione di qualche molla.
MANUTENZIONE E CURA
Di seguito riporto una tabella indicativa sugli interventi di manutenzione e di sostituzione delle molle, ricavata da diversi libretti di istruzioni di pistole tipo 1911 di differenti marche.

Smontaggio da campo, pulizia e lubrificazione. Ogni 3-500 colpi in piombo, oppure ogni 5-700 colpi utilizzando palle blindate. Per le pistola destinate al porto, almeno una volta al mese. Personalmente la eseguo dopo ogni sessione di tiro al poligono, anche se difficilmente esplodo più di 50 colpi.

Smontaggio completo, pulizia approfondita e lubrificazione. Ogni 5000 colpi, oppure ogni 3 mesi.

Sostituzione della molla di recupero. Ogni 2-3000 colpi. Oppure quando iniziano a verificarsi problemi di alimentazione e di espulsione. A seconda del produttore l'intervallo di utilizzo consigliato prima della sostituzione è differente. La cifra indicata si riferisce a una .45 ACP con canna da 5" (Government model). Pistole più piccole necessitano sostituzioni più frequenti. La frequenza della sostituzione varia anche al variare del calibro.

Sostituzione molla del percussore. Ogni 5000 colpi. Spesso la molla del percussore è venduta in bundle con quella di recupero, per cui si può tranquillamente anticiparne la sostituzione e sostituirla assieme alla molla di recupero.

Sostituzione molla a lamina. Ogni 10000 colpi.

Sostituzione molla del cane. Ogni 20-25000 colpi.

Sostituzione estrattore. Quando i bordi dell’unghia diventano usurati o non riesce a mantenere la tensione.

Sostituzione slide-stop, piastrina fermo del percussore, percussore, estrattore, molla o tubo dei pistoncini. Queste piccole parti vanno ispezionate regolarmente e sostituite se danneggiate o incrinate.

Quando si acquista un'arma usata. Controllo dell'arma (eseguire il test riportato nell'articolo relativo allo smontaggio), Smontaggio completo, pulizia approfondita, analisi delle parti, sostituzione di tutte le molle per ripristinarne il corretto libraggio e lubrificazione.

Per una Government model, ovvero una 1911 calibro .45 ACP con canna da 5", la molla di recupero standard è di 16 libbre. Gli esperti consigliano un range di peso che va dalla 15 alle 18,5 libbre. Se dopo la sostituzione della molla, la pistola dovesse avere problemi a bloccare il carrello in apertura a fine colpi, utilizzare una molla di libraggio leggermente inferiore. La mainspring, la molla del cane, standard è di 23 libbre. Alcune case montano di serie molle da 21 libbre. E' sconsigliabile scendere al di sotto delle 19 libbre. Le molle del percussore e la molla a lamina non hanno generalmente un'indicazione del peso. In commercio si trovano molle a lamina standard o alleggerite, mentre le molle del percussore vengono indicate come standard o di peso maggiorato. In genere montare una molla al percussore di peso superiore, non determina malfunzionamenti.
Remington 1911-R1
Un bel 49/50 ottenuto sparando a due mani senza appoggio alla distanza di 15 metri. 4 colpi si toccano tra di loro e sono tutti dentro al 10. Peccato per il quinto colpo finito un po' fuori. Questa bella rosata è stata finalmente ottenuta mirando al centro del bersaglio. A forza di limare il mirino, sono riuscito ad ottimizzare la linea di mira della pistola.
IL RIMONTAGGIO DELLA PISTOLA
Colt 1911 e varianti- esploso
L'esploso delle parti.
L'immagine è visualizzata con una risoluzione inferiore all'originale
e potrebbe risultare non sufficientemente chiara.
Per una corretta visualizzazione cliccare sull'immagine.
Per prima cosa prendiamo il carrello, e inseriamo l'estrattore all'interno della sua sede, fino in fondo. Quindi inseriamo il pistoncino della sicura automatica al percussore, completo della sua molla, all'interno del loro alloggiamento. Ovviamente le pistole più vecchie non hanno la sicura automatica al percussore, per cui il rimontaggio è ancora più semplice. Dovremo spingere l'unghia dell'estrattore all'indietro, per fare entrare il pistoncino, e una volta correttamente inserito, dovremo premere la testa dell'estrattore per bloccarlo all'interno.
Remington 1911-R1
Inseriamo l'estrattore all'interno del foro nel carrello.
Adesso prendiamo il percussore e mettiamo la sua punta all'interno della molla. Per inserirli all'interno del loro foro nel carrello, la sicura al percussore ci è d'intralcio. E' necessario utilizzare un cacciaspine, o il manico di un pennellino, per tenere premuta la sicura mentre inseriamo il percussore fino in fondo, al suo posto.
Remington 1911-R1
L'inserimento del percussore e della sua molla, dopo aver messo al suo posto il pistoncino della sicura automatica e la relativa molla.
Una volta inserito prendiamo un altro cacciaspine, oppure un altro pennellino, e spingiamo il percussore fino in fondo nel foro. La punta del percussore dovrà protrudere dalla faccia della culatta di qualche millimetro. Quindi rilasciamo il pistoncino della sicura, e subito dopo il percussore. Se abbiamo fatto tutto bene, il percussore rimarrà bloccato in questa posizione.
Remington 1911-R1
Il pistoncino della sicura automatica è utile per bloccare il percussore in posizione avanzata.
Prendiamo il blocco del percussore, ed inseriamo la piastrina nel suo alloggiamento. Potrebbe essere necessario premere la testa dell'estrattore, oppure spingerlo fuori premendo sull'unghia, per fare entrare la piastrina di blocco del percussore.
Remington 1911-R1
Con il percussore bloccato è semplice inserire la piastrina ferma percussore nella sua sede.
Una volta entrato premete il pistoncino della sicura automatica al percussore, in modo da svincolarlo. Il percussore scatterà all'indietro, e la sua testa si andrà ad inserire all'interno del foro sulla piastrina.

Se la vostra è un'arma vecchio tipo, o militare, priva di sicurezza automatica, occorrerà semplicemente premere il percussore all'interno della sua sede con un cacciaspine, mentre si spinge la piastrina all'interno della sua gola. Una volta entrata, rilasciare il cacciaspine, e premere la piastrina fino in fondo, fino a quando la testa del percussore non entrerà all'interno del foro.
Remington 1911-R1
Premendo il bottone della sicura automatica, il percussore torna al suo posto.
Il carrello è completamente rimontato. Ora passiamo al fusto.

Per prima cosa prendiamo il pulsante di rilascio del caricatore, e rimettiamo al suo interno la molla e il perno con la testa a forma di vite. Ruotiamo la vite in senso antiorario per bloccare il pezzo usando un cacciavite a lama piccolo.
Remington 1911-R1
Il rimontaggio del pulsante di sblocco del caricatore.
A questo punto prendiamo il grilletto, ed inseriamo all'interno della sua sede, facendo passare la staffa ad arco all'interno delle gole del fusto. Il grilletto si inserisce da entrambe le parti, per cui bisogna fare attenzione a metterlo nel modo giusto. Prendete la base finale della staffa, quella piatta. Il lato che va verso l'alto è quello tagliato. Una volta inserito il grilletto, mettiamo il pulsante di rilascio del caricatore all'interno della sua sede, e tenendo il pulsante leggermente premuto, ruotiamo la vite ad intaglio, in senso orario, sempre utilizzando il cacciavite a lama.
Remington 1911-R1
Prima si inserisce il grilletto e poi si rimette al suo posto il pulsante di rilascio del caricatore
Adesso arriva una delle fasi più delicate. Inseriamo il disconnettore e il controcane uno all'interno dell'altro nella posizione che dovrebbero assumere quando sono montati dentro la pistola. La paletta piatta e rettangolare del disconnettore va appoggiata alla staffa del grilletto, mentre la testa si inserisce nel foro. La punta del controcane va in alto, mentre in basso vanno le sua parti squadrate che si appoggiano alla parte posteriore della paletta del disconnettore. Il disegno successivo mostra come devono essere inseriti all'interno del fusto. Di solito si riesce ad inserirli a mano, ma se avete le dita grosse, è forse meglio inserire prima il disconnettore e poi appoggiare su di esso il controcane, aiutandovi ogni volta con una pinzetta.
Remington 1911-R1
Ecco come vanno inseriti il disconnettore e il controcane dentro al fusto
Remington 1911-R1
Disconnettore e controcane vanno montati nel giusto verso.
Ora, prendete il perno ed inseritelo nel foro. Se avete fatto tutto bene dovrebbe entrare. Al limite dovrete muovere un po' i pezzi appena inseriti. Non fatelo arrivare fino in fondo. Guardate dentro alla pistola, lasciate la sua punta a filo del controcane. Se la pistola ha la sicura automatica, dovremmo inserire una delle due leve della sicura. Se invece non c'è la sicura, potete inserire il perno fino in fondo. Tutta la difficoltà nel rimontare queste pistole sta nella presenza della sicura al percussore.
Remington 1911-R1
Se la pistola è una serie 80, non inserite il perno completamente. Dovrete ancora posizionare una delle due leve della sicura automatica.
Prendete la più piccola delle due leve della sicura automatica. Va inserita in modo che la parte sporgente più piccola sia rivolta verso il tiratore, e la punta più lunga, verso il basso. Potete usare le pinze, se avete le dita grosse. Si tratta di appoggiare la parte tondeggiante, quella dove c'è il foro, sopra al controcane, e poi muoverla, e contemporaneamente premere leggermente sul perno per farlo entrare. Tenete la pistola con il lato destro rivolto verso l'alto. L'attrito non dovrebbe in ogni caso far cadere il perno, ma trattenetelo leggermente con un dito. Una volta appoggiata la sicura, il perno non potrà avanzare dentro al foro. Muovete la levetta fino a quando il perno non troverà il foro, ed entrerà completamente. Ci vuole un po' di pratica, per farlo bene, le prime volte temo che ci impazzirete un po' dietro. Ma non è nulla che non si possa fare con un minimo di pazienza.
Remington 1911-R1
La punta più corta della prima leva della sicura automatica deve essere rivolta verso di noi. La punta più lunga, verso il basso.
Adesso inserite la leva della sicura più grande dentro al suo alloggiamento che si trova nella parte superiore del fusto. C'è una fessura della giusta dimensione davanti all'allogiamento del cane, dovete solo metterl dentro, con il lato "diritto" rivolto verso l'alto. Fate attenzione che la levetta più piccola sia posizionata nel modo giusto. Le due leve si devono posizionare come mostrato nel disegno.
Remington 1911-R1
La posizione reciproca delle due leve della sicura automatica al percussore.
Remington 1911-R1
La seconda leva della sicura automatica va semplicemente lasciata cadere all'interno del suo alloggiamento.
Ora inseriamo il cane e il relativo perno, che tratterrà anche la seconda leva della sicura automatica.
Remington 1911-R1
Il foro del cane va allineato al foro sul fusto, e quindi si inserisce il perno.
  Seguente

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
Beretta M9A3
Air Arms TX 200
Pulizia Pistole
NIKKO STIRLING NIGHTEATER 6-24x44
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
COMMENTI
Non si trattano argomenti riguardanti la caccia, neppure la caccia ai nocivi con armi ad aria compressa. Per questi argomenti esistono siti appositi, che li trattano in maniera seria e competente.
Non si trattano argmenti riguardo il potenziamento illegale di armi di libera vendita. Per cortesia non lasciate messaggi su questi argomenti o su altre pratiche illegali in Italia.
I messaggi riguardanti argomenti illegali o non graditi, verranno rimossi senza dare alcuna spiegazione.
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.

Commenti

Alessandro
22 Nov 2015, 12:23
Grazie molte, fa piacere sapere di essere stato utile.

Saluti
Alessandro
Omero
22 Nov 2015, 12:18
Complimenti vivissimi per l'ottimo sito dove traspare professionalitą e competenza.Ho trovato informazioni per me, d'importante spessore e utilitą.Grazie.Omero.
*Nome:
Email:
Notifica di nuovi commenti a questo articolo
Nascondi la mia email
*Commento:
 
 
Powered by Scriptsmill Comments Script
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.
 
 
Cliccate sul titolo dell'articolo, oppure cliccate sulla fotografia per aprire la pagina che contiene una breve spiegazione sul contenuto degli articoli. Una volta aperto il link, è sufficiente cliccare sul riquadro “Scarica con il Browser”, e alla fine del download troverete il file nella cartella “Download” di Windows o nella cartella predefinita del vostro sistema operativo.
Buona lettura.
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z