AirGun Zeta
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 
I SEGRETI DELLO SCATTO REKORD
Parte 5. LA REGOLAZIONE DEL PESO DI SCATTO
Premessa
L'argomento riguardante le regolazioni risulta essere piuttosto delicato da affrontare. Ognuno ha la propria ricetta e le proprie idee. Tutte le informazioni che ho utilizzato per realizzare questa guida, le ho verificate smontando lo scatto Rekord e giocherellando con le diverse regolazioni, sia a vuoto che con la carabina montata. Per comodità ho eseguito queste sperimentazioni con la HW 30S, la quale ha in ogni caso uno scatto più leggero e reattivo rispetto a quello della HW 977, per merito del sistema motore più piccolo. LEGGETE QUANTO HO SCRITTO CON SPIRITO CRITICO. Considerate questo articolo come un insieme di appunti e idee, ricavate da sperimentazioni del tutto personali. Io stesso potrei in futuro cambiare alcune delle idee e delle convinzioni che mi sono fatto durante queste piccole sperimentazioni. Spero in ogni caso che questi miei appunti possano servire anche a voi, per capire meglio il funzionamento della vostra carabina. Solo il bersaglio dirà poi se quello che abbiamo fatto è stato giusto o sbagliato. Per prima cosa, però, occorre sgombrare la propria mente dalla falsa convinzione che “più è leggero e meglio è”, non è sempre così, ed è questo pregiudizio che spesso ci impedisce di trovare la giusta regolazione.
I segreti dello scatto Rekord
Lo scatto Rekord può essere regolato agendo su due viti. Una normale a taglio per regolare il peso, e un grano Torx 8 per regolare la corsa il punto di sgancio.
Regolazione del peso di scatto
Il peso di scatto si regola agendo per mezzo di un normale cacciavite sulla vite 5. È possibile far passare un cacciavite direttamente dal foro presente sul ponticello. Alla Weihrauch evidentemente non amano molto andare per il sottile; siccome la vite di regolazione è sottoposta alle vibrazioni causate dallo sparo, hanno piegato il lamierino su cui si avvita, per evitare che possa muoversi. Utilizzando un cacciavite adeguato e facendo molta attenzione è possibile eseguire un minimo di regolazione, ma è molto più facile rovinare l'intaglio della vite e non ottenere nulla. Se avete intenzione di fare numerose prove di regolazione è preferibile togliere il ponticello e raddrizzare il lamierino con una pinza. Meglio ancora separare il pacchetto di scatto dal resto della meccanica, prima di raddrizzarlo, per evitare di far danno calciatura e brunitura. Date le vibrazioni a cui è sottoposta una springer durante lo sparo, per evitare che la vite possa svitarsi da sola, creando spiacevoli incidenti, al termine delle regolazioni, è preferibile bloccare la vite con del frenafiletti, oppure piegare nuovamente il lamierino.
I segreti dello scatto Rekord
Per ruotare liberamente la vite di regolazione è necessario raddrizzare il lamierino sul quale è avvitata.
Questa vite ha il compito di caricare più o meno la molla 7, la quale determina una resistenza alla rotazione in senso antiorario della leva 3b. Detta in parole più semplici rappresenta un peso aggiuntivo alla forza necessaria a scattare.

Il peso di scatto è la forza minima da applicare al grilletto per far partire il colpo, ed è dato dalla somma della forza necessaria a svincolare il pistone dalla catena di scatto e dalla forza di opposizione creata dalla molla di ritorno del grilletto (in questo caso la molla 7).

Fondamentale capire che questa molla, e la relativa vite che la comprime, serve a far funzionare correttamente lo scatto, e che AUMENTA IL PESO DI SCATTO. La vite non serve a diminuire il peso di scatto, come erroneamente pensano molti. Potete paragonarla alla zavorra che si mette su un' auto da corsa. Se un'auto pesa 700 kg, e viene portata a 1000 Kg tramite l'applicazione di una zavorra di 300 Kg, posso affermare che "ho aumentato il peso dell'auto" e che "la zavorra serve ad aumentare il peso dell'auto”. Poi se mi rendo conto che 1000 Kg sono troppi, e che l'auto funzionerebbe meglio se ne pesasse 900, posso sicuramente togliere 100 Kg di zavorra. Quindi posso certamente affermare che "ho diminuito il peso dell'auto" ma non posso assolutamente dire che "la zavorra serve a diminuire il peso dell'auto". Infatti una volta che ho tolto tutta la zavorra, il peso dell'auto è quello che è, e non posso più diminuirlo. Alla stessa maniera vi posso assicurare che continuare a svitare quella benedetta vite fino a perderla non serve a nulla; ad un certo punto il peso di scatto è quello che è, e non calerà ulteriormente.

Mettetevi il cuore in pace; questo peso aggiuntivo c'è e serve che ci sia. E' solo grazie a questa resistenza elastica aggiuntiva che lo scatto funziona a dovere. Se non ci fosse quella molla, la leva 3b raggiungerebbe la corretta posizione di aggancio solo per forza di gravità, e una inclinazione verso l'alto dell'arma non la farebbe agganciare o peggio potrebbe causare uno scatto involontario.

Lo scatto Rekord funziona al meglio quando il suo peso è sufficiente a far tornare indietro il grilletto con movimento elastico, quando togliamo il dito.

Ma una volta che ho diminuito questa forza di contrasto al minimo indispensabile a far movimentare correttamente la leva 3b, perché mai dovrei continuare ad aggiungere altro peso?

Un ulteriore aumento del peso può comunque servire a contrastare un fenomeno detto “collasso del retroscatto”. Quando premiamo il grilletto per sparare, dobbiamo fare una certa forza con il dito. Nel momento esatto in cui avviene lo sgancio, questa forza si riduce drasticamente, ovvero “collassa” improvvisamente sotto la forza del dito. A questo punto il dito continua a premere il grilletto e "strappa”, ovvero finisce per far muovere l'arma, proprio nel momento più delicato.

Per ridurre questo fenomeno al minimo ci sono due strade; la prima, ovviamente è quella di ridurre il peso di scatto. Uno scatto morbido e ben progettato permette di ridurre la forza da applicare al grilletto, e nel momento in cui questa verrà a mancare, lo strappo del dito sarà minore.

La seconda via è quella di aumentare la resistenza offerta dal grilletto al dito subito dopo lo scatto. Le armi da tiro più sofisticate montano un dispositivo detto "Trigger-Stop”. Noi però non l'abbiamo; abbiamo solo questa vite con la quale giocherellare. Siccome la forza offerta dalla molla, a differenza di quella provocata dall'attrito delle superfici di scatto, non si annulla nell'attimo immediatamente successivo allo sgancio, aumentare questo peso potrebbe portare beneficio, creando un certo equilibrio tra "prima e dopo", ed evitare, o perlomeno ridurre, indesiderati strappi.

Ognuno deve quindi tarare questa vite a seconda della propria sensibilità. Ma se avete la sensazione di strappare subito dopo lo sparo, provate ad avvitare quella vite, anziché svitarla, potrebbe aiutare. E così facendo non si corre il rischio di impallinarsi o impallinare qualcuno per errore.

I segreti dello scatto Rekord
1. Per aumentare il peso di scatto occorre ruotare la vite 5 in senso orario.

2. Se lo scatto è troppo duro, strappare è più facile. Il braccio su cui agisce la molla 7 è piuttosto corto, quindi è difficile aumentare troppo il peso di scatto.

I segreti dello scatto Rekord
1. Per ridurre il peso di scatto occorre ruotare la vite 5 in senso antiorario.

2. Se scarichiamo troppo la molla 7, questa non poggerà più sulla sua sede ricavata sula leva 3b. Inutile a questo punto continuare a svitare la vite.

3. L'aggancio del pistone è comunque garantito dall'inserimento della sicura.

4. La leva 3b è in grado di muoversi liberamente.

5. Se svitiamo troppo la vite di regolazione, lo scatto funzionerà solo per forza di gravità. In questo caso, con la carabina orizzontale, la forza di gravità spinge il grilletto nella giusta posizione. Togliendo la sicura, la carabina funzionerà regolarmente, solo che la molla 7 non produrrà nessuna resistenza. Il grilletto risulterà ciondolante nella sua sede, e il collasso del restroscatto risulterà amplificato.

I segreti dello scatto Rekord
1. Una situazione piuttosto comune: quando carichiamo la carabina la incliniamo verso l'alto. Il grilletto si sposta verso il basso spinto dalla forza di gravità.

2. La molla 7 non essendo caricata, non impedisce alla leva 3a/3b di posizionarsi in posizione di sparo.

3. La sicura regge tutto. Se levassimo la sicura con la carabina ancora inclinata verso l'alto, molto probabilmente questa sparerà da sola. Dipende da quanto è inclinata. E se togliessimo per errore la sicura durante il caricamento?

Ecco invece cosa succede durante le fasi di caricamento, con l'Anti Bear Trap attivato.

I segreti dello scatto Rekord
1. L'Anti Bear Trap impedisce alla leva 3a di muoversi, e di fatto blocca il grilletto, in modo da impedirne una involontaria pressione durante la fase di caricamento, cioè quando abbiamo le dita dentro la culatta (c'è da spiegare il significato di “anti Bear trap”?).

2. Questa sicura non impedisce però alla leva 3b di muoversi liberamente. Ancora una volta la sua posizione dipende solo ed esclusivamente dalla forza di gravità. Se a questo punto togliessimo la sicura per errore mentre carichiamo l'arma, questa scatterebbe immediatamente.

Per come è fatta la leva, l'inclinazione da dare all'arma per spostare la leva 3b in posizione di sparo, dovrebbe essere molto elevata. Ma c'è un'altra questione; siamo sicuri che la anti bear trap entri sempre in funzione? In effetti questa sicurezza automatica è nascosta e non possiamo essere sicuri al 100% che funzioni sempre e comunque.

Tre sono le cose che possiamo fare per garantirci la massima sicurezza; tenere la leva di caricamento con una mano mentre con l'altra inseriamo il pallinio in canna. Tenere le mani lontane dalla sicura (se usiamo una mano per tenere la leva d'armamento, questo punto viene da se). Assicurarci che il peso della molla 7 non sia stato eliminato completamente, e che la molla movimenti regolarmente la leva 3b. In questa maniera avremo ben tre sicurezze su cui fare pieno affidamento; la leva tenuta con la mano, la sicura inserita, e lo scatto regolarmente agganciato. Se funziona anche la Anti Bear Trap, tanto meglio, ma non possiamo certo verificarlo ogni volta che carichiamo.

I segreti dello scatto Rekord
Una delle condizioni peggiori; il grilletto manca completamente di elasticità, tanto che una volta annullato il secondo tempo, rimane ciondolante all'interno dl grilletto.

1. Annullando il primo tempo, la leva 3a/3b ruota in senso antiorario.

2. La molla 7 non entra in funzione, l'abbiamo scaricata troppo. Continuare ad alleggerirla non serve a nulla.

3. Se a questo punto rinunciamo a sparare, la leva 3b non ritorna in posizione originaria, perché la molla 7 non la spinge verso l'alto. Il grilletto ciondola senza vita. La leva 3a segue il grilletto, mentre la leva 3b rimane dové, ovvero ad un soffio dalla sgancio. Tutto questo senza alcuna sicura inserita. Sembra bello? Movimentare, spostare o appoggiare da qualche parte la carabina in queste condizioni è potenzialmente molto pericoloso. Se la carabina spara da sola, non possiamo essere sicuri che non ci sia nessuno davanti ad essa, quando succede.

In ogni caso si tratta di una molla molto corta, di solo 5 spire, e rigida, che lavora molto vicino al fulcro della leva su cui agisce. Se svitiamo la vite di 2 o 3 giri, la molla non agirà più sullo scatto, e il grilletto rimarrà, morto, privo di vita all'interno del ponticello. Questa è praticamente la condizione in cui tutti la regolano la prima volta che mettono mano allo scatto, salvo poi riavvitarla di un paio di giri non appena si rendono conto che con il grilletto in quelle condizioni le rosate si allargano.

Alessandro (2010)


Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
La storia della Beretta 92 FS
Bersagli da stampare
Colt Competition Pistol
Kalibrgun Cricket
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
COMMENTI
Non si trattano argomenti riguardanti la caccia, neppure la caccia ai nocivi con armi ad aria compressa. Per questi argomenti esistono siti appositi, che li trattano in maniera seria e competente.
Non si trattano argmenti riguardo il potenziamento illegale di armi di libera vendita. Per cortesia non lasciate messaggi su questi argomenti o su altre pratiche illegali in Italia.
I messaggi riguardanti argomenti illegali o non graditi, verranno rimossi senza dare alcuna spiegazione.
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.

Commenti

Antonio
03 Mar 2011, 08:16
Ok grazie mille
Antonio
03 Mar 2011, 08:16
Ok grazie mille
Alessandro
03 Mar 2011, 06:54
Guardando il vitone dietro al grilletto, si vede che avvitato su una lamiera. Anche ad occhio si nota che la lamiera piegata su un angolo, bisogna semplicemente prendere un paio di pinze e raddrizzare quella lamiera.
Antonio
02 Mar 2011, 21:50
Ciao quando dici di raddrizzare il lamierino cosa intendi precisamente? Non sono sicuro di aver capito bene come si fa...
Antonio
02 Mar 2011, 21:50
Ciao quando dici di raddrizzare il lamierino cosa intendi precisamente? Non sono sicuro di aver capito bene come si fa...
*Nome:
Email:
Notifica di nuovi commenti a questo articolo
Nascondi la mia email
*Commento:
 
 
Powered by Scriptsmill Comments Script
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z