AirGun Zeta
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 
I SEGRETI DELLO SCATTO REKORD
Parte 1. IL FUNZIONAMENTO
Il pacchetto di scatto denominato "Rekord" come probabilmente anche i sassi ormai sapranno, è quello che equipaggia le carabine ad aria compressa Weihrauch. Si tratta per molti dello stato dell'arte dei sistemi si scatto per carabine a molla. Lo scatto di una carabina a molla deve sopportare il carico di un pistone mosso da una molla compressa. Per questo motivo difficilmente si potrannno avere scatti di pochi grammi su carabine come queste, sebbene in passato sino state costruite diverse ottime carabine a molla di tipo match, dotate di scatti leggerissimi. Al momento la Weihrauch si sta mettendo sempre più in luce nel mondo delle springers proprio a causa della bontà del proprio sistema di scatto, sufficientemente leggero e sensibile, il meglio che c'è oggi per un uso amatoriale. In questo articolo mi ripropongo di descrivere il funzionamento del Rekord nei minimi particolari. Per farlo mi aiuterò con numerose fotografie e disegni.
I segreti dello scatto Rekord
Lo scatto Rekord separato dall'arma. Come si vede, i vari leveraggi sono contenuti tutti all'interno di uno scatolato di lamiera. Quando si smonta l'arma si può rimuovere in maniera semplice, senza rischiare di perdere molle o levette. A fianco del pacchetto di scatto ho messo la sicura con la relativa molla, che sono parti esterne allo scatto. Nel punto indicato dal cacciaspine, agisce l'Anti Bear Trap, la sicura automatica che blocca il grilletto quando la culatta è aperta.

Meccanicamente lo scatto delle nostre carabine ad aria compressa si può dividere in scatto diretto o in scatto a 2 tempi. Sempre dal punto di vista meccanico andrebbero citati, lo scatto con “stecher”, rarissimo nelle armi ad aria compressa, oppure il classico scatto che movimenta un cane, interno od esterno che sia, in singola o doppia azione, abbastanza comune nelle armi a CO2 o PCP multishot. Diciamo che per il momento le varianti non ci interessano, e concentreremo solo sul tipo di scatto diretto o a 2 tempi. Nello scatto a due tempi è presente una precorsa, detta primo tempo, concluso il quale si raggiunge un punto fermo, ben definito e distinguibile, il quale stabilisce l'entrata del secondo tempo, oltrepassata la quale si ha la corsa del secondo tempo e quindi lo sgancio. Si tratta di un sistema nato in ambiente militare, che consente maggiore sicurezza e consapevolezza nel tiro. Per poter scattare, il tiratore, dopo aver ingaggiato il bersaglio, deve appoggiare il dito sul grilletto e premerlo leggermente fino ad arrivare al punto di entrata del secondo tempo. Questa operazione è detta “annullamento del primo tempo”. L'allineamento finale al bersaglio avviene con il dito appoggiato al grilletto, cioè con il primo tempo annullato. Quando il bersaglio è ben allineato, il tiratore completa l'azione aumentando la forza sul grilletto. Lo scatto diretto, nato per il tiro di precisione, ha invece la fase di sgancio del cane che inizia immediatamente, non appena iniziamo a premere il grilletto. In questo caso, il tiratore allinea l'arma al bersaglio senza toccare il grilletto, e non appena è pronto a sparare appoggia il dito sul grilletto e preme fino alla partenza del colpo. Con il tempo lo scatto in due tempi ha preso il sopravvento rispetto allo scatto diretto, anche in ambito sportivo. I moderni scatti sportivi e da gara, in ogni caso, permettono di trasformare uno scatto un due tempi in uno scatto diretto, semplicemente agendo sulle regolazioni. Ovviamente non è possibile il contrario, ovvero regolare uno scatto diretto in modo da farlo diventare in due tempi. Uno scatto in due tempi completamente regolabile è detto “real two stage trigger”. In realtà o scatto Rekord, come vedremo, non appartiene di diritto a questa categoria, perché permette la regolazione, oltre al peso di scatto, della sola entrata del secondo tempo. In maniera indiretta è possibile anche regolare la corsa del primo tempo.

I segreti dello scatto Rekord
Il Rekord completamente smontato, con tutte le sue viti e le molle.
I segreti dello scatto Rekord
Gli stessi pezzi visti dal lato opposto (sinistro).
LO SCHEMA DI FUNZIONAMENTO
I segreti dello scatto Rekord

1. Leva demoltiplicatrice (leva 1)
2. Leva demoltiplicatrice (leva 2)
3a. Leva di sgancio sdoppiata (leva 3a)
3b. Leva di sgancio (leva 3b)
4. Grilletto o leva di scatto (leva 4)
5. Vite di regolazione peso di scatto
6. Vite di regolazione punto di scatto
7. Molla di peso sgancio.
8. Molla leva 1
9. Molla leva 2
10. Ingaggio primo tempo
11. Ingaggio secondo tempo
12. Lamierino su cui si avvita la regolazione del peso.
13. Lamierino fine corsa anteriore del grilletto
14. Scatolato esterno in lamiera
15. Spina passante appoggio molle 8 e 9
16. Spina passante rotazione leve 3a 3b
17. Spina passante rotazione grilletto
18. Spina passante rotazione leva 2
19. Cilindro passante rotazione leva 1, alloggiamento spina di bloccaggio
20. Cilindro alloggiamento spina di bloccaggio, appoggio molla 9
21. Finestra
22. sicura
23. Coda del pistone
24. Anti Bear Trap
25. Bulloncino fissaggio ponticello.

I segreti dello scatto Rekord
La posizione delle varie leve all'interno dello scatolato.

I SEGRETI DELLO SCATTO REKORD
Parte 2. IL CARICAMENTO
I segreti dello scatto Rekord
1. All'apertura della leva d'armamento, l'Anti Bear Trap, nei modelli dove è presente, si muove per bloccare la leva 3a. Il grilletto non si può muovere.

2. La leva 2 scorre all'interno della gola della sicura. La sicura è spinta dalla sua molla, ma è impossibilitata a muoversi proprio per la presenza della leva 2.

Notare come la leva 3b risulta comunque in grado di ruotare nel solo senso antiorario. Affinché lo scatto funzioni, la leva 3b, spinta dalla molla 7, deve interferire con la rotazione della leva 2, durante la procedura di caricamento. Se si riduce eccessivamente il carico della molla 7, l'aggancio dello scatto potrebbe non avvenire, soprattutto quando la carabina è inclinata verso l'alto, condizione piuttosto usuale, in quanto il peso del grilletto stesso sposterebbe le leve 3a/3b in posizione di sgancio. In questi casi lo sparo avviene autonomamente non appena sganciata la sicura.

I segreti dello scatto Rekord
1. La coda del pistone inizia a spingere la leva 1, la quale ruota per posizionarsi in maniera corretta per l'aggancio. I denti della coda e della leva 1 si incastrano, tra loro mentre la parte finale della leva 1 si muove in direzione del dente appuntito della leva
I segreti dello scatto Rekord
1 e 2. Mentre la coda del pistone prosegue la sua corsa a ritroso, la leva 1 ingaggia il dente della leva 2, e la fa ruotare in senso orario. La parte superiore della leva 2 va a posizionarsi sopra alla punta della leva 1, mentre la punta inferiore della leva 2 si svincola dalla leva 3b.

3. La leva 2, ruotando per portarsi in posizione comprime leggermente la leva 3b. Questo è normale, in quanto è l'interferenza tra le due leve che andrà a formare il vero e proprio aggancio dello scatto. Senza la spinta della molla 7, lo scatto non aggancerebbe. Tutte e tre le molle presenti nello scatto si oppongono al moto delle rispettive leve

L'unica leva che non si muove durante il ciclo di carica è la leva 3a, che è anche l'unica a non essere spinta da una molla. Questa leva è spinta verso l'alto dal grilletto e verso il basso dalla leva 3b, che si muove al suo interno. Nei modelli in cui l'Anti Bear Trap è assente, la leva 3a e di conseguenza il grilletto, a causa del disimpegno della leva 3b è libera di muoversi leggermente. Si dovrebbe notare un leggero saltino del grilletto al momento dell'aggancio.

I segreti dello scatto Rekord

1. Sotto la spinta continua della coda del pistone, si supera il punto di aggancio. Le leve 3b e 2 si separano e la leva 3b torna al suo posto in appoggio sulla vite di regolazione del punto di sgancio. La leva 2 continuando a ruotare svincola la sicura. Il diametro maggiore del perno passante che forma la sicura va riempire lo spazio occupato dalla leva 2, che in questa maniera non può più tornare al suo posto.

2. La leva 3b assume la corretta posizione grazie alla spinta spinta dalla molla 7. Se svitassimo la vite 5 in modo che la molla 7 non vada in appoggio sulla leva 3b, l'aggancio dello scatto avverrebbe solo grazie alla forza di gravità, e la carabina sparerebbe non appena iniziassimo ad inclinarla verso l'alto. Una volta trovata la posizione minima che permetta l'aggancio, continuare a svitare la vite 5 non servirebbe a nulla, se non a rendere insicura l'arma. La molla 7 fornisce un peso aggiuntivo allo scatto, pensatela come se fosse una sorta di “zavorra”. Una volta tolta tutta, il peso rimane quello che è in origine, e non si può diminuire ulteriormente. Ma di questo parlerò in seguito.

I segreti dello scatto Rekord
1. La coda del pistone torna in posizione agganciandosi alla leva 1.

2. Durante l'operazione di inserimento del diabolo in canna la Anti Bear Trap è regolarmente inserita e il pericolo di involontarie pressioni sul grilletto è scongiurato. Meglio però fare affidamento sulla SICURA vera e propria, perché la Anti Bear Trap non è visibile dall'esterno e quindi non è possibile controllare il suo corretto inserimento.
A CULATTA COMPLETAMENTE CHIUSA la Anti Bear Trap si disimpegna dalla leva 3a. A questo punto il grilletto è libero di muoversi.

3. La sicura passante continua ad impegnare la leva 2. Quando la sicura è inserita il meccanismo di scatto è bloccato e non c'è possibilità di farlo scattare. Per operare in condizioni di MASSIMA SICUREZZA occorre sincerarsi che la sicura SIA REGOLARMENTE INSERITA, prima di caricare il diabolo nella culatta. Inserire il diabolo in canna è un'operazione potenzialmente MOLTO PERICOLOSA. NON INSERITE MAI IL DIABOLO IN CANNA SE LA SICURA NON E' INSERITA. Ne va dell'incolumità delle vostre dita.

I segreti dello scatto Rekord
1. Premendo con il dito il perno della sicura la leva 2 rientra nel recesso della gola della sicura stessa, svincolandosi

2. La leva 2 si appoggia sulla leva 3b. A questo punto l'arma è pronta a scattare. La corsa del grilletto ha il compito di annullare questa piccola interferenza tra la leva 2 e la leva 3b.

Alessandro (2010)


Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
La storia della Colt 1911
Air Arms TX 200
Smontaggio Glock
WEIHRAUCH HW 977
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z