AirGun Zeta
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 

Dianawerk 52/54 T01Full Power

L'M24 dell'aria compressa
Alla riscoperta di una "vecchia" Diana 52/54, fatta come una volta. Potenza e precisione made in Germany.

Testo e foto a cura di Luciano (Covi62)
Covi62
Dianawerk 52/54 T01Full Power
Era un po' che non mi facevo vivo... forse perché non avevo modo di procurarmi altre armi AC... forse perché impegnato nell'ultima avventura (in realtà è una passione vecchia come la musica & il volo, che, a differenza di questa e a similitudine di altre, non ha trovato 'sviluppi' positivi.. oddìo, pensandoci, non che quasi dieci anni di armeria & caccia-pesca mi abbiano ahimè dato tanto ...anzi... molti rompimenti di cogli@ni e poche briciole...) che pare stia andando in porto dopo varie tribolazioni, coi risultati che solo Dio saprà, la pubblicazione – a costo zero – di un mio libro (un po' di pubblicità a chi potrebbe interessare il genere...) http://www.arduinosacco.it/product.php?id_product=1205
https://www.facebook.com/ifalchisulmare?fref=ts
dopo la triste avventura di Masterpiece , non vista praticamente da nessuno... (un po' di pubblicità via...)
In realtà ho anche visto visto che il buon Ale sul sito è decisamente "virato" anche verso armi più impegnative (... tra cui anche a combustione) e mi sono detto: perché no? ☺
Quindi tornerò ad annoiarvi con qualche altro articoletto di quanto (eh!) ancora mi è rimasto in rastrelliera, tra cui una splendida Diana 52/54 full che tutti conoscono ma in pochi ne scrivono.
O meglio si.
"Pesante, imprecisa, da accuratizzare, bla bla..."
E' vero, forse sui soliti siti anglofili, più permissivi nel fatto di legislazione & armi, si trova tutto. O quasi.
E vediamo se riesco a tirar fuori un pochino di quel quasi…
PRESENTAZIONE
In negozio le Diana erano di casa... che si vendessero o meno...
Di fatto, insieme al marchio Weihrauch, Dianawerk fa rima con aria compressa, e permettetemi un piccolo assioma risaputo...

Weihrauch = precisione
Dianawerk = potenza… SOLO?
Dianawerk 52/54 T01Full Power
In effetti la mia vecchia Diana (ha ventanni++ ma… li dimostra??) al poligono delle Cascine ai tempi che fu fermava il cronografo sui 320m/s con diaboli da 0,57 e se so fare ancora i conti circa 29J di energia cinetica, (anche se all'epoca io ero innamorato delle "corte" e dei 'pepper'... ma questa è un'altra storia...) quindi potenza & distanza senz'altro, ma precisione?
Lo vedremo... E senza scomodare il sig. Thomas J. Maccari, i suoi kit ☺ ed i vari scatti T05 e T06 di recente applicazione...
VANTAGGI
Perché una full AC carbine quando all'epoca (già il settore era in pesante recessione) vendevo quasi esclusivamente Cometa depo e Soft Air??
Beh, della 50 canna fissa e side lever, mi innamorai già ragazzo quando andavo a portar via quaglie ai capannoni dei Luna Park (una volta non c'erano né playstation né internet e ci si divertiva così... ☺ ) che poi mio padre mi 'fregava' sistematicamente per allenare il cane...
Il levarsi lo sfizio, in seguito, da adulto & vaccinato, mi è sembrato quasi doveroso, ancor prima d'aprire negozio specie-specifico ☺
Dianawerk 52/54 T01Full Power
Dianawerk 52/54 T01Full Power
Parlando della 52/54 si parla dell'M24 dell'aria compressa (chi non sa cos'è s'informi), della più potente carabina springer sul mercato, senza nulla togliere alla concorrenti più o meno blasonate (vedi Hw977 tra l'altro sensibilmente più anemica come potenza) un'oggetto capace con una decente 4x20 tarata ad arte, di stecchire un grosso nocivo a più di 100 passi in cima ad una grondaia o su di un pancale marcio.
Dove stavo all'epoca, ne era pieno purtroppo, vuoi gli anni, vuoi la fabbrica di televisori abbandonata (allora non c'erano gli extracomunitari ad appropriarsi di ogni 'discarica'...) Tra 'uova' nei vasi in terrazza e 'ospiti' nelle cantine e garage confinanti - tra l'altro quest'ultimi molto aggressivi e mordaci - e la latitanza delle USL dell'epoca, non trovai meglio che farmi 'giustizia & ordine' da solo (poi spalleggiato dai condomini dell'epoca che spesso rimuovevano le 'prove'...)
Trovato il proiettile giusto è pure silenziosa anche se non è una depo certamente (non sparate un diabolo da pistola leggerino che il 'botto' supersonico è assicurato...)
In pratica all'epoca fu una scelta quasi dovuta...
Ma basta scrivere storie più o meno simpatiche... se volete leggerne una compratevi il mio "I falchi sul mare" ☺ ... e torniamo a noi.
Dianawerk 52/54 T01Full Power
LO SCATTO T01
All'epoca c'era quello. E tutt'oggi per come me lo sono regolato, mi trovo pure bene. Fondamentalmente ha sempre avuto le due viti, la prima per la regolazione della corsa, l'altra per il peso o durezza che dir si voglia... (si noti nella foto davanti al gruppo di scatto uno dei due splendidi ammortizzatori di rinculo – o meglio "recoil absorber" -)
Apro una parentesi: pur essendo bancata come una 52 la mia di fatto può essere considerata a tutti gli effetti come una 54. Infatti i "recoil absorber" sono tipici componenti di quest'ultima - componenti che migliorano secondo me le caratteristiche di precisione dell'arma, smorzandone le caratteristiche comunque sensibili di rinculo del gruppo molla pistone -
Covi62
Dianawerk 52/54 T01Full Power
Ma torniamo allo scatto: in realtà la corsa della prima vite influenza pesantemente la seconda e viceversa , per cui è necessario farsi una serie di prove empiriche sinchè uno si 'sente' a casa sua (smanettoni, attenzione alla mia nota sopra, eh?)
Personalmente suggerisco di usare una goccia di loctite come frenafiletti una volta trovata la posizione.
Il grilletto è in polimero, che però ha il vantaggio di non perdere brunitura a chi ha problemi di sudorazione. Oltretutto se vedete la foto il mio sembra nuovo. E altroché se lo ho usato...
Dianawerk 52/54 T01Full Power
Il mio scatto è pulito e definito, come tutte le mie armi che sono riuscito a sistemarmi (rima!), con pochissima corsa. Del resto se inserisco l'indice nel rest vuol dire che voglio sparare. E più rapido e netto è lo sgancio e per me meglio è. Non l'ho mai misurato ma direi appena piu duro di un revolver S&W in singola azione (forse un po' di più circa un kg). E per la 'ciofeca frettolosa' di tiratore che sono, per me è preciso come un Record.
Covi62
Dianawerk 52/54 T01Full Power
CARICAMENTO
Signori bando alle anemìe. Il side lever è bellissimo, non ha qualsivoglia giochi (almeno nella mia) accoppiamenti perfetti, ma vuol forza. La cremagliera antiritorno impedisce una chiusura accidentale (... ma de chè... è una Diana mica una Norconia☺) Caricato il diabolo sulla classico invito conico, basta premere l'antiritorno (foto) e far scorrere la transfert port col pollice, tanto il leveraggio scorre liscio liscio a chiudere.
Dianawerk 52/54 T01Full Power
La sicura del T01 è sulla culatta posteriore: efficace e proprio a portata di pollice... Occhio a premerlo inavvertitamente, anche se ci vuole energia ed è netto senza esitazioni, non 'sfila' tipo passante Weihrauch.
Dianawerk 52/54 T01Full Power
QUALITA'
Che dire: il legno usato sulla mia mi sembra fosse del faggio con piccole puntinature chiare e cmq bello massiccio e soprattutto zigrinato, che fa presa nell'imbracciata (foto) Il mio, dopo ventanni++ d'uso è sempre bello e nuovo. Il calcio ha la solita gomma che aiuta ma invero non serve (la mia Diana è dotata di recoil absorber che attutisce il rinculo dandogli precisione & affidabilità).
Dianawerk 52/54 T01Full Power
A proposito.
Se una springer depo, per aver precisione, non va 'fissata' su un cavalletto rigido o su un corpo solido qualsiasi, per la 52/54 questo diventa un must... servirebbe solo ad annullare il lavoro dei recoil absorber rendendo impreciso ogni qualsiasi tiro. Io come supporto per 'il cannone' suggerisco solo e soltanto il proprio braccio/gomito...
Le bruniture e finiture ovviamente, sono il massimo (tocca e ritocca, non va mai via, non opacizza etc etc.) Un velo d'olio per lucidare l'esterno del pistone (transfert port) che tende un po' a rigarsi nella finestra col tempo E' insomma la solita makkina teteska, ja?
Dianawerk 52/54 T01Full Power
Ottime le mire metalliche a tacca aggiustabile generosamente in brandeggio ed elevazione con scatti quasi micrometrici e mirino a slitta regolabile sul vivo di volata
Dianawerk 52/54 T01Full Power
  Seguente
 

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
1911 Consigli e Divieti
Bersagli da stampare
NightHigh Custom Hi-Power
L'ottica sotto la lente
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
COMMENTI
Non si trattano argomenti riguardanti la caccia, neppure la caccia ai nocivi con armi ad aria compressa. Per questi argomenti esistono siti appositi, che li trattano in maniera seria e competente.
Non si trattano argmenti riguardo il potenziamento illegale di armi di libera vendita. Per cortesia non lasciate messaggi su questi argomenti o su altre pratiche illegali in Italia.
I messaggi riguardanti argomenti illegali o non graditi, verranno rimossi senza dare alcuna spiegazione.
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.

Commenti

Nessun commento finora
*Nome:
Email:
Notifica di nuovi commenti a questo articolo
Nascondi la mia email
*Commento:
 
 
Powered by Scriptsmill Comments Script
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.
 
 
Cliccate sul titolo dell'articolo, oppure cliccate sulla fotografia per aprire la pagina che contiene una breve spiegazione sul contenuto degli articoli. Una volta aperto il link, è sufficiente cliccare sul riquadro “Scarica con il Browser”, e alla fine del download troverete il file nella cartella “Download” di Windows o nella cartella predefinita del vostro sistema operativo.
Buona lettura.
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z