AirGun Zeta
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 

WEIHRAUCH HW977: LA PROVA

Finalmente si spara! Ecco la prova sul campo della stupenda Weihrauch HW997, depotenziata di libera vendita per il mercato italiano. Nonostante il taglio della potenza, un'arma del genere regala emozioni e belle sorprese, anche a distanze elevate.
La carabina si è rivelata molto precisa e divertente. La sua personalità è decisa; il rinculo avvertibile, ma, anziché disturbare, rende il tiro piuttosto piacevole. Le reazioni sono decisamente "maschie", ma assolutamente controllabili. Le rosate ben raccolte. Il colpo sulla spalla da una bella sensazione di potenza, ma risulta piacevole solo se non influisce sul risultato, come in questo caso. Il meglio di se, la carabina lo esprime quando è utilizzata in posizione di tiro stabile. La specializzazione di questa arma è il field target. Questo si traduce in una bilanciamento molto centrale, ideale per chi spara in posizione libera da field target. In questa posizione, la carabina viene appoggiata all'incavo del gomito sinistro, il quale, a sua volta poggia sul ginocchio sinistro. Il tiratore è seduto con le ginocchia ritirate verso il corpo, quindi, il gomito del braccio destro si appoggia sul ginocchio destro. Una carabina troppo appruata creerebbe al tiratore problemi di equilibrio. La HW 977, con la sua canna corta diventa l'ideale per realizzare con successo questa posizione che da problemi a molti. E' una posizione, che se ben realizzata permette una stabilità paragonabile a quella di un rest. Inoltre si tratta di una tecnica di tiro che permette di ottenere la massima precisione senza essere schiavi di tavolini o appoggi vari. Il peso importante dell'arma, in questo caso, diventa un vantaggio, perché consente di gestire meglio le reazioni. Il montecarlo alto, invece, lo trovo un po' di impiccio. In questa maniera risulta naturale ottenere rosate che da 25 metri stanno tutte all'interno di una moneta da 1 euro. Il plinking diventa "estremo"; i tappini dell'acqua minerale sono i bersagli preferiti dalla distanza di 50 metri. La carabina è piuttosto potente, forse troppo per essere una depo. A 50 metri è ancora abbastanza potente da trapassare il fondo di un barattolo o di una scatoletta di tonno. Per sparare all'imbracciata, invece, occorre un po' di allenamento, soprattutto per riuscire a gestire il peso. C'è da dire che l'ottimo bilanciamento rende la carabina molto gestibile anche sparando in piedi e senza appoggio. Inoltre, il poggiaguancia alto, che trovavo scomodo sparando da seduto, diventa adesso un prerzioso alleato. Con un po' di allenamento, è possibile far saltare il classico tappino da ben 30 metri con molta facilità. Si tratta insomma di una carabina che stupisce; piuttosto impegnativa, perlomeno all'inizio, ma, dopo un po' di allenamento diventa facile. Il rumore non è certo secco come quello della HW 30S, che ha una corsa del pistone decisamente più corta, ma in ogni caso non si notano strani rumori di sferragliamento o vibrazioni della molla. Il caricamento è decisamente fluido, mentre i meccanismi scattano con assoluta precisione. Lo sparo rissente un po' dell'azione "lunga" ma è comunque deciso. Si tratta di un'arma in grado di regalare grandi soddisfazioni anche così come esce dalla scatola, senza cercare a tutti i costi di eseguire accuratizzazioni o personalizzazioni. La carabina va benissimo così come viene venduta, ma essendo considerata la "Regina" dei campi di field target, la HW 977 può contare su una nutrita serie di estimatori e di conseguenza moltissimi preparatori si sono cimentati nell'impresa di migliorare questa già ottima carabina. Risulta quindi facile trovare un preparatore in grado di trasformare la HW977 da "ottima" a "semplicemente fantastica".
Confezione Weihrauch HW 977
Una serie di rosate ottenute da 10, 15 e 20 metri su bersagli C10. Questo tipo di bersaglio è piuttosto piccolo, come potete ben immaginare. Il "nero" è poco più grande di una moneta da 2 €.
Confezione Weihrauch HW 977
Un paio di rosate ottenute da 20 metri. Man mano che si continua a sparare, le rosate si restringono. Queste fotografie le ho scattate quando la carabina era nuova. Adesso, un risultato del genere lo reputerei piuttosto mediocre.
Weihrauch HW 977
25 metri. La rosata è stretta, anche se non troppo centrata.
Calcio Weihrauch HW 977
30 metri, sempre con i JSB Exact, sempre da seduto.
Grilletto Weihrauch HW 977
Ancora da 30 metri, una rosata più larga ma ben centrata.
Volata Weihrauch HW 977
40 metri sono veramente molti per una depotenziata.
Leva di caricamento  Weihrauch HW 977
50 metri sono proprio fuori limite per una carabina depotenziata. Io ci ho provato lo stesso; ecco il risultato.
Cilindro Weihrauch HW 977
Una dimostrazione di potenza. Il tappo a corona forato dagli JSB Exact, anche se "solo" da 15 metri
Inserimento pallino Weihrauch HW 977
Il tappo del barattolo sforacchiato dagli JSB Exact da 50 metri
Transfer port  Weihrauch HW 977
Ecco la sorte toccata alla scatolina di tonno, bersagliata sempre da 50 metri sempre con i JSB Exact.
Lo scatto è il famoso Rekord, che rappresenta tutt'ora il top, per quanto riguarda il campo delle springer. Risulta ottimo, fluido e leggero, nel caso siate abituati ad usare altre carabine. Se però avete già avuto modo di provare una Weihrauch, non potrete fare a meno di notare quanto, lo scatto della HW 977, sia in realtà lungo e leggermente ruvido. La colpa è delle regolazioni di fabbrica. Lo scatto è stato tarato per essere poco sensibile, probabilmente a causa della grande potenza della versione full dell'arma. Per regolarlo al meglio occorre toglliere il ponticello ed agire sulla piccola vite tipo "torx" posizionata davanti al grilletto. Una misurazione empirica del peso di scatto, indica che, alla fine delle regolazioni, lo scatto della HW977 è diventato uguale a quello della HW 30S. In pratica, invece, il grilletto della HW 30S da sempre la sensazione di essere più morbido. Ad incidere su questa sensazione sono le reazioni dell'arma dopo lo sparo. Montando un kit di elaborazione per l'arma, infatti, l'impressione che ho avuto è stata quella di avere uno scatto più leggero. Una volta regolato lo scatto secondo i nostri gusti, la carabina diventa veramente perfetta.
Scatto Rekord
Il pacchetto di scatto Rekord è concepito come una scatola un lamiera che contiene tutti i meccanismi. E' lo stesso per tutti i modelli di springer Weihrauch.
Schema scatto Rekord
Lo schema di funzionamento della scatto “Rekord” La vite di regolazione a vista, regola la tensione di una piccola molla, determinando la pesantezza dello scatto. Avvitando la vite, la molla viene compressa e lo scatto diventa più duro; svitandola otterremo uno scatto più morbido. La vite più piccola a sinistra, determina il punto di scatto; avvitandola si solleva la leva 3b (rossa), facendo abbassare il suo lato opposto, determinando così una minore escursione necessaria a far partire il colpo. L'escursione necessaria alla partenza del colpo, è determinata dalla superficie di ingaggio tra la leva 2 e la leva 3b. In figura è stata evidenziata con un cerchio. Per ridurre la corsa del primo tempo, invece, occorre piegare lo scontro in lamiera presente davanti al grilletto. La vite anteriore, quella che regola il secondo tempo, contrariamente a quanto si vede in figura, è di tipo "Torx numero 8". La vite posteriore, nella realtà, ha dimensioni maggiori.
Regolazione scatto Rekord
La regolazione dello scatto Rekord, avviene tramite un normale cacciavite a lama per quanto riguarda il peso, e un cacciavite Torx numero 8 per la sensibilità.
Dopo qualche mese di uso intenso della carabina, ho voluto provare a montare un kit di elaborazione realizzato su misura in maniera artigianale. Si tratta di un kit formato da una molla perfettamente intestata e lucidata, guidamolla e top-hat ammortizzato in ottone lucidato, e camiciatura. Il montaggio del kit non ha cambiato il carattere della carabina, ma, ne ha solo esaltato le qualità. Va detto prima di tutto, che, almeno nel mio caso l'energia erogata dall'arma è leggermente diminuita, perché, chi realizza queste elaborazioni è sempre ben attento al limite di energia imposto dalla legge. Molti montano questi kit, anche per aumentare l'energia di carabine nate piuttosto fiacche. Non è certo il caso di questa Weihrauch HW 977, che di serie è veramente molto esuberante. La carabina ha adesso reazioni maggiormente controllabili. Il tutto si traduce in rosate più strette, ma soprattutto più facili da ottenere. Sparando all'imbracciata senza appoggio, si notano molto i benefici di una meccanica più serrata, in quanto una reazioni più controllabile è meno stancante per il braccio di chi spara.
Culatta Weihrauch HW 977
25 metri in appoggio anteriore, dopo il montaggio del kit.
Culatta Weihrauch HW 977
Questa rosata è invece stata ottenuta sparando da seduto sempre da 25 metri. Sovrapponendo una monetina da 1 centesimo, si coprono completamentei fori.

La HW 977 tiene fede alla propria fama di "Regina" delle springer. Si tratta di un prodotto potente e preciso, che è anche possibile migliorare e personalizzare nei modi più svariati. E' di sicuro una carabina esigente, magari non immediatamente fruibile da parte di un neofita, ma che, con un minimo di allemamento è in grado di dare ottime soddisfazioni a qualunque tipo di tiratore; quello che acquista la carabina e la tiene così com'è, utilizzandola solo ed esclusivamente per il plinking, fino ad arrivare a coloro che desiderino acquistare un'arma solo come base di partenza, per elaborarla e personalizzarla in ogni maniera possibile, fino ad ottenere un sofisticato strumento da gara. Per quanto mi riguarda, la "Regina" HW977 va ad integrarsi alla perfezione con la "Principessa" HW 30S che già possiedo. Con queste due carabine non c'é nient''altro che si possa chiedere nel mondo delle Springer.

Alessandro (2009)

Culatta Weihrauch HW 977
Culatta Weihrauch HW 977

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
Ricarica con Kit Lee Turret Press
Cybergun KWC Mini Uzi
Smontaggio Tanfoglio Limited Custom
WEIHRAUCH HW30S
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
COMMENTI
Non si trattano argomenti riguardanti la caccia, neppure la caccia ai nocivi con armi ad aria compressa. Per questi argomenti esistono siti appositi, che li trattano in maniera seria e competente.
Non si trattano argmenti riguardo il potenziamento illegale di armi di libera vendita. Per cortesia non lasciate messaggi su questi argomenti o su altre pratiche illegali in Italia.
I messaggi riguardanti argomenti illegali o non graditi, verranno rimossi senza dare alcuna spiegazione.
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.

Commenti

Alessandro
26 Giu 2016, 15:39
Non credo che la HW 98 sia importata, almeno non come depotenziata. Potrei sbagliarmi, perché un tempo le depotenziate erano catalogate, ora non più. La scelta quindi si riduce alla sola HW 977 la quale è un'ottima carabina, tea le migliori depotenziate in commercio.

Ciao
Alessandro
Matia
25 Giu 2016, 14:46
Buona sera Alessandro e a tutti coloro che seguono il tuo forum.
Sono in fase d'acquisto, ma indeciso, tra le depotenziate Weirauch HW997 e HW98; personalmente non ho la possibilità di recarmi presso più armerie al vaglio di pareri e quindi chiedo a te.
Vedendo il servizio qui sopra mi sono molto ispirato e probabilmente la differenza sarà puramente estetica, chissà!
Se possibile gradirei avere un tuo parere per capire gli eventuali pro e contro a confronto.
Grazie e complimenti!
Alessandro
01 Nov 2015, 13:03
Innanzitutto va specificato che è esattamente il contrario. Quella che chiami "Full" è quella normale, ovvero l'arma che il produttore vende in tutto il mondo a coloro che hanno un titolo valido di acquisto, in Italia tipicamente il porto d'armi. Mentre quella che tu chiami normale è una versione appositamente prodotta al costruttore per il mercato italiano, che prevede la possibilità di acquistare e detenere armi ad aria compressa a capacità offensiva ridotta, a chiunque abbia compiuto 18 anni di età, senza che possieda il porto d'armi.

Specificato questo appare evidente che nessun armiere venderà mai un'arma "vera" (o comunque considerata tale dalla legge) a chi non ha porto d'armi. Per cui puoi stare tranquillo, l'armiere ti venderà sicuramente quella a potenza ridotta. La differenza sta appunto nella potenza, che nel modello normale è maggiore rispetto al modello di libera vendita.

Inoltre, ma questo vale solo ed esclusivamente per la HW 977, il modello full (normale) ha la canna più lunga rispetto al modello depotenziato (di libera vendita).

Per tutte le altre armi ad aria compressa le armi di libera vendita sono riconoscibili sono ed esclusivamente dalla presenza di punzoni previsti dalla legge. Per il resto, i modelli a piena potenza e quelli depotenziati di libera vendita sono identici alla vista, e occorre sparare per rendersi conto della differenza.

ciao
Alessandro
Flavio
01 Nov 2015, 10:07
Ciao scusa io vorrei acquistare una hw 977 ma che differenza c'è tra una full e una normale????
E poi come fai a riconoscerle???
Lanma
29 Apr 2015, 19:30
Ho imparato a sparare.
Lo stesso giorno che ho cambiato l'ottica ho imparato a sparare.
Mi è costata quanto la carabina, ma sembra che la spesa sia stata necessaria per imparare a sparare.
Saluti a tutti
Alessandro
31 Mar 2015, 08:14
Mi pare che ne abbiamo discusso fino alla nausea. La spiegazione sarebbe anche banale, ti ho già raccontato a grandi linee come si muove la carabina, ma tanto non sei ricettivo su questi argomenti. Ti fai troppi problemi, impara a sparare con quello che hai senza modificare nulla.

Ciao
Alessandro
Lanma
31 Mar 2015, 07:30
Tre giorni fa ho arretrato la posizione del cannocchiale nell'intento di migliorare la posizione della testa nella mira. In pratica ho arretrato l'ottica di 2 cm. (un buco dieto - cioè quello centrale-).
Già ritarare l'ottica è stata una impresa, ma alla fine con i colpi a forchetta mi sono ritenuto soddisfatto.
Purtroppo alle prove ho avuto risultati deludenti quanto stupefacenti: non c'è stata una volta che sia riuscito a prendere il centro ! Come se una forza invisibile deviasse i colpi a destra, a sinistra, sopra, sotto, ma al centro mai, neppure per sbaglio !
Senza allungarla tanto ho riportato l'ottica in avanti e sono arrivati immediatamente i buchi sul centro uno dietro l'altro.
La riflessione è che evidentemente il peso dell'ottica (7/800 gr.) influenza in modo determinante la mira anche soltanto con uno spostamento di due-tre centimetri avanti o dietro
Ho provato a vedere se c'erano delle spiegazioni del fenomeno, ma non ho trovato nulla. Eppure il fatto è della massima importanza.
Di certo c'è un deterioramento della mira arretrando i pesi. Immagino che un corrispondente deterioramento ci sia avanzandoli molto. Bisognerebbe provare, ma io ho finito i fori di fermo.
Mi sapresti dire qualosa in merito ?
Lanma
14 Mar 2015, 18:29
Leggo ora la tua, ma già ho smontato due volte (la seconda volta per togliere una rondella aggiunta da me che non consentiva di far armare lo scatto). Lo smontaggio era diretto a verificare i soliti innesti della molla (del kit nuovo) che secondo me erano la causa degli errori dei tiri.
Infatti nonostante le estremità fossero accordate, sia il top da un lato che la base del guidamolla dall'altra non erano perpendocolari alla molla (nè paralleli tra loro). Così di nuovo con cacciaviti, lima e pinze ho fatto in modo che l'ultima spira avvolgesse almeno 3/4 della circonferenza del top o del guidamolla in modo che la spinta fosse uniforme e non avvenisse da un lato e inoltre che gli estremi fossero paralleli (giusto per specificare, le parti finali della spire le ho limate dalla parte di sotto, cioè quella che tocca la penultima spira, al fine di creare distanza con quest'ultima).
Rimontato, alla prova la carabina è tornata precisa (almeno per me) su 36 colpi, a 18 m., 33 coprono o toccano il centro di 5 mm.). Devo pensare a questo punto che se ci sarà nuovamente un degrado nei tiri questo dovrà ancora imputarsi alla molla e magari al fatto che non è temprata bene e si deforma.
Tu dici bene sulla tecnica di tiro, però la frustrazione di vedere i colpi andare a vanvera e senza che tu te ne possa dare una ragione dove la metti ? e sei sicuro che dipenda dalla tecnica di tiro ? e perchè, se fosse così, dopo i vari rimontaggi ed aggiustamenti con la stessa tecnica di tiro prendo il centro ? Dici che bisogna migliorare ed allenarsi e che ci vuole tempo. Giustissimo, ma se lo strumento è difettoso che verifiche di miglioramento puoi fare ? A che serve la respirazione, l'appoggio, la concentrazione, il rilassamento, la parallasse, la presa, la leggerezza sul grilletto se poi la molla va sbattendo e fa vibrare in modo anomalo la carabina e ti manda i tiri fuori ?
Indubbiamente facendo tiri su distanze lunghe la tecnica è imprescindibile, ma il presupposto è sempre lo strumento che deve essere affidabile e sicuro, cioè preciso. Del resto se ho comprato questa carabina è stato proprio per avere uno strumento preciso, altrimenti con la stessa spesa di carabine andanti ne avrei potute comprare 4, più una soltanto col kit.
In ogni caso non voglio apparire permaloso o presuntuoso, specie con te per quanto ti stimo leggendoti. Le mie sono soltanto precisazioni per verificare i miglioramenti da apportare all'arma e riflessioni quasi di carattere esistenziale sul modo di tirare (cioè pensi .... ho strappato, mi sono mosso, ho serrato troppo con la sinistra, ho appoggiato troppo sul petto ecc.ec, e poi ti accorgi che il difetto sta da tutt'altra parte e ci vuole tantissimo per capirlo perchè non lo metti in conto).
Ciao
L
Alessandro
14 Mar 2015, 09:38
Scusa, ma il problema te l'ho detto quale è: devi imparare a sparare. Non si impara in un mese. Io sono più di 10 anni che sparo abbastanza regolarmente, e ancora devo imparare!

E' ovvio che la carabina con un kit spara meglio, ma io sconsiglio sempre di montarlo, se non prima di avere le idee chiare sulla tecnica di tiro. Perché ci sono passato pure io, si smonta, si mette a posto, poi la prima volta che la carabina spara male si rismonta, si mette a posto, poi sembra andare bene, poi va male, poi forse sembrava meglio prima, poi di nuovo spara bene, poi di nuovo male... non si finisce più!

Lasciala così come è, e concentrati sulla tecnica di tiro.

Però scusami, hai tolto il guidamolla e il top-hat dalla molla? Dovrebbe essere una cosa da evitare assolutamente.

ciao
Alessandro
Lanma
13 Mar 2015, 22:29
Dopo la modifica ed il netto miglioramento e diverse centinaia di colpi, ho iniziato ad avvertire un deterioramento dei risultati: sono arrivati colpi fuori del tutto inaspettatamente.
Così mi sono deciso a rismontare per controllare.
Sporcizia e polvere di limatura varia non c'erano, però quando ho tirato fuori la nuova molla ho visto che le intestature erano storte. Messi il top e il guidamolla i piani non erano paralleli. Le intestature o non erano fatte originariamente con precisione, oppure si sono deteriorate.
Con cacciaviti, pinze lima e carta abrasiva alla fine ho migliorato le intestature fino a rendere il top e il guidamolla paralleli e la molla ben dritta.
Rilubrifinato e rimontato tutto,già dai primi colpi la carabina si comporta di nuovo egregiamente: là dove miro arriva il colpo, magari mezzo centimetro fuori, ma ora non arriva più ai 2 cm. di distanza dal centro come prima dello smontaggio.
Questo mi porta a dire che le intestature della molla sono molto importanti e decisive in fatto di precisione.
Alessandro
13 Mar 2015, 10:41
La molla tranciata influisce poco, e comunque è ad oggi il sistema di depotenziamento meglio riuscito, escludendo quello della Air Arms, che però è piuttosto oneroso. Le tolleranze di fabbrica non riuscirebbero a garantire un ciclo di sparo costante come quello di un kit. Se tu avessi acquistato una Gamo, che avresti detto?

Con un kit è tutto più semplice, con una PCP sarebbe ancora più facile fare centro. Però semplice non è detto sia meglio. Il fatto che la carabina sia più facile da gestire non significa che non si commettano gli errori. Solo che sono meno visibili sul bersaglio. E quindi più difficili da correggere.

La canna è sempre la stessa, il pallino pure, la distanza di 18 metri non è tale da raggiungere il limite critico della parabola del pallino, per cui la maggiore costanza velocitaria ottenuta con il kit è tutto sommato ben poco influente a "soli" 18 metri. Il kit rende solo più facile sparare, ma la precisione intrinseca della carabina resta la stessa.

ciao
Alessandro
Lanma
12 Mar 2015, 21:16
Non avevo visto la tua risposta perchè prima ero fuori e poi è arrivato il kit nuovo e sono stato preso dai lavori e dalle prove.
Ti ringrazio ancora per quanto mi hai suggerito.
Nel frattempo ho fatto ancora un'altra serie e il risultato mi conferma della bontà della innovazione (su 41 colpi 39 sono in un diametro di 13 mm. e 15 dentro il centro da 5 mm.).
Più che la bontà dell'innovazione sto rimuginando che si tratta di un vero e proprio difetto di fabbricazione della carabina con la molla tranciata in quel modo pedestre su un attrezzo tutto sommato abbastanza costoso e destinato a clienti che pagando quei (tanti) soldi non si meritano un simile trattamento.
Sto seriamente pensando di fare causa alla Weihraush.
Più ci penso e più mi convinco.
Comunque grazie
Ciao
L
Lanma
12 Mar 2015, 18:20
Per completezza, poichè non potevo restistere, ho fatto di testa mia ed ho comprato un Kit di elaborazione.
Oggi è arrivato e l'ho montato.
Dopo i tiri di prova per centrare di nuovo l'ottica, ho fatto una serie: la metà dei colpi tocca o è al centro (mouche) gli altri tutti nella rosata del centro. Quando traguardo l'obiettivo il colpo poi arriva nel range di movimento della mira, mai oltre (come avveniva prima).
L'apertura della carabina è stata facile, mentre è stato ostico rimettere i perni dello scatto (come dicevi tu). All'interno la molla in dotazione era tagliata e non accordata, anche se sembra appena accennato uno smussamento che però non so se fatto in fabbrica (ma non credo) piuttosto che dall'usura.
Ora allo sparo l'orecchio non sente rumore di ferraglia, il rumore della sparo è più secco e soffocato. Soprattutto i colpi sembra che vadano secondo la mira piuttosto che a casaccio.
A mio avviso l'inconveniente era determinato dal fatto che per depotenziare la carabina i tedeschi hanno semplicemente tagliato di netto la molla originaria, che, senza raccordo/intestazione, ad ogni sparo inesca movimenti di contorsione varia che danneggiano il tiro.
Ci sarebbe da fare una class action contro la fabbricante ....
Alessandro
12 Mar 2015, 09:44
Puoi sicuramente provare a fare una camiciatura, anche se non credo che tu abbia raggiunto il limite di precisione della carabina.

Quello che provi è normale. Quando premi il grilletto, la carabina non spara, ma semplicemente il pistone si sgancia. In virtù del peso del pistone, la carabina si muove all'indietro per reazione e per il fatto che è appoggiata da qualche parte sul calcio, il rinculo all'indietro provoca un rilevamento verso l'alto. Il rilevamento dipende dal punto di appoggio, cambiando il punto di appoggio cambia il rilevamento.

Quindi il pistone accumulando pressione davanti a se, rallenta fino a fermarsi quando è praticamente a fondo corsa. In virtù di questa decelerazione, la carabina viene spinta in avanti, quindi si ferma, e subisce un rilevamento al contrario, quindi si abbassa.

A questo punto la pressione fa schizzare il pallino lungo la canna, e il pistone all'indietro. La carabina subisce una ulteriore spinta in avanti e contemporaneamente si abbassa.

Dopo un certo lasso di tempo, durante il quele il pallino a percorso 10-15 cm della canna, il flusso di aria si stabilizza e il pistone ricomincia ad avanzare, spingendo il pallino, in avanti sulla canna. Per contro la carabina si muove leggermente all'indietro, e ovviamente si alza, impercettilmente.

Alla fine il pallino esce dalla volata, e il pistone privo di carico accelera e colpisce il fondo del cilindro, e di nuovo la carabina si sposta leggermente all'indietro.

Il quell'attimo che passa dal momento in cui hai premuto il grilletto, la carabina si è mossa all'indietro, si è fermata, si è mossa di nuovo e si è di nuovo fermata. E ogni volta la canna ha fatto su e giù. Inoltre lo steso movimento del pallino all'interno della canna ha indotto una vibrazione armonica.

E' ovvio che la cosa ti sembra casuale ma non lo è. Se tu rimani troppo in punteria, la muscolatura soffre, inizia a tremare, e dopo la sgancio muovi la carabina. Se respiri durante lo scatto muovi la carabina. Se muovi la carabina in quel tempuscolo, anche se non te ne accorgi, crei una reazione a catena che moltiplica questo movimento. L'arte sta nel lasciare sfogare le naturali reazioni dell'arma, sempre alla stessa maniera e senza aggiungere nessun movimento in più.

ciao
Alessandro
Lanma
11 Mar 2015, 10:08
Sto provando e riprovando (18 m. sulle mani appoggiate):
un colpo su 5 è un muoche
4 colpi su 5 sono in rosata.
Però non riesco a spiegarmi gli errori e riesco a spiegarmi poco i successi. Ho fatto tutte le prove empiriche per ripetere i centri o gli errori, ma non ricavo alcuna regola. Per dirne una orribile ho provato a tamburellare sul grilletto ogni volta che il crocicchio si ferma sul centro del bersaglio, a volte il colpo parte al primo colpetto, altre volte parte al 3°, 6° e oltre. Ebbene i centri sono stati decisamente migliori rispetto alla media (anche i mouche).
Anche la cura nella mira: i colpi migliori arrivano se il puntamento è immediato. Si è certi di un fuori rosa se la mira dura troppo tempo.
Tutto questo mi porta a pensare che gli errori non dipendono dal mio modo di sparare (che sarà pure pessimo, ma i centri ci sono), ma dal range di precisione della carabina.
Dici che non sia il caso di provare una ottimizzazione della molla ? Magari una camiciatura ?
A126893
07 Mar 2015, 12:30
O il cronografo su Android non è molto affidabile, o hai sbagliato a settarlo. La carabina supera i 7 joule. Se il pallino viaggiasse veramente a 100 m/s, con il peso che ha, a 18 metri non ti basterebbe l'alzo.

Le lattine dei diabolo sono molto dure, è molto difficile riuscire a forarle. Prova con il fondo di un comune barattolo, usando i JSB Exact.

ciao
Alessandro
Lanma
06 Mar 2015, 08:15
Grazie ancora per i preziosi consigli che cercherò di mettere in pratica.
Altro problema: al cronografo scaricato sull'android la potenza della carabina si attesta sui 2,5 Joule (c.a. 100 m/s) ed a volte anche meno.... Empiricamente con i Diabolo Fiels a 10 metri il coperchio della scatola degli Exact non viene forato.
Alessandro
05 Mar 2015, 15:36
E' più probabile che sia cinese. Ma anche se fosse un cannocchiale da Soft-air, la HW 977 depo non lo rompe, e neppure fa spostare il reticolo. Però il reticolo potrebbe spostarsi quando muovi la ghiera dello zoom, nelle ottiche molto economiche succede. La regolazione della parallasse c'è, è la messa a fuoco.

Sarebbe meglio sparare a 12x, nel senso che metti a fuoco i bersaglio a 24x, e poi passi a 12x per sparare. E non tocchi più niente, non muovi lo zoom o cose così. Cercare di tenere fermo il reticolo sul bersaglio è una di quelle cose che inducono a strappare, nel senso che induce a "cogliere l'attimo", e premere il grilletto con decisione. Oppure a irrigidirsi troppo per cercare di annullare l'inevitabile tremolio del reticolo.

A 12x il reticolo sembra muoversi meno ed è più facile. Lo scatto va fatto gradualmente. Il colpo deve sorprendere, come se a sparare fosse qualcun altro. Se al momento dello sparo il reticolo fosse leggermente spostato, poco importa, il colpo finirà poco fuori, ma se si da il colpo di dito nel tentativo di sparare quando c'è l'allineamento, la carabina si sposta, e il colpo finisce inesorabilmente fuori di molto. Se ci si irrigidisce, e si tiene l'arma con troppa forza, il sistema muscolare simpatico, fa aumentare la forza con cui si preme il grilletto e di nuovo l'arma si sposta e si strappa.

Dopo lo scatto è buona norma restare qualche secondo in punteria, senza fare nulla.

Come ti ho detto, dimenticati il centro del bersaglio. Il tuo scopo adesso è quello di stare dentro il centimetro di rosata, a 18 metri. Un buon trucco è quello di decentrare la rosata, in modo da puntare in un punto pulito. Molti tiratori di precisione, azzerano l'ottica per mirare alla base del centro del bersaglio e colpire il centro. Così mirano in un punto "pulito". Altri mirano alle tangenti del cerchio più grande, altri all'angolo del riquadro del bersaglio.

Di tanto in tanto concediti qualche sbarattolata perché se no diventa un lavoro. Anzi lo è, e va preso con calma e tranquillità.

ciao
Lanma
05 Mar 2015, 09:54
Il residuato russo (6-24x50 -pare non abbia nome-) ha la ghiera di messa a fuoco ant., le 2 torrette di regolaz., la ghiera dello zoom, la torretta per l'illuminazione del reticolo (mil.dot) e il correttore diottrico. Non ha una ghiera di reg. della parallasse.
Io comunque nel cortile ho 18 m. di campo e sparo sempre con questa base (e sempre a 24x)
Alessandro
05 Mar 2015, 08:31
Il residuato russo non lo rompi neppure a martellate. Ti stai cimentando in quella che è in assoluto la disciplina più complicata del tiro con le armi da sparo. Il bench rest. E l'aria compressa a molla complica ulteriormente le cose. Ci sono tante cose da imparare che non hai ancora ben chiare. C'è gente ci studia per anni.

1. Non devi fare centro. Devi rimpicciolire le rosate. Spari poi giri in bersaglio e misuri la rosata, ovunque essa si trovi. L'obbiettivo a 20 metri è arrivare a 1 cm tra il centro dei fori. 25 metri sarebbero l'ideale. Dai 10 click a destra e 10 in alto e mira al centro. La rosata sarà spostata in alto a destra, ma non verrai distratto dai fori quando miri. Scordati del centro.

2. Il reticolo non si sposta, ma l'ottica ha il correttore di parallasse? Perché se no stiamo parlando di nulla.

Ciao
Alessandro
Lanma
04 Mar 2015, 22:51
Non sono in grado di filettare questo pezzo. Penso che lo dovrò lasciare così.
Ho terminato i Superdome e gli Exact e sono passato al Diabolo Field. Da 18 m. tutti e 36 colpi nella rosa di 28 mm., ma centri scarsissimi (1) ...
Mi è venuto il dubbio che non possa essere che il reticolo dell'ottica si sposti. E di qui il quesito: come si può essere sicuri che il reticolo non si sposti ? Se un colpo va fuori dipende dalla mano, dal fucile o dall'ottica ?
Nel frattempo la mia afflizione è stata mitigata dall'aver scoperto e scaricata l'applicazione Android "Chrono Connect", che pare funzioni (d'altra parte non è difficile teoricamente ricavare dal tempo tra lo sparo e l'arrivo del colpo la velocità e poi tutto il resto, basta impostare i valori). Te lo segnalo anche per far cosa gradita ai tuoi affezionati lettori.
Ma dimmi dell'ottica....
Alessandro
03 Mar 2015, 19:58
Si, molti bloccano quel pezzo. Per me ha poca influenza sul tiro. il calcio comunque non entra in contatto con la canna, e sembra ben bloccato una vota strette le viti Probabilmente quel pezzo serve a bilanciare eventuali problemi di simmetria del calcio. Chi lo blocca, prima lo incolla, poi monta il calcio in modo che il pezzo si posizioni, aspetta che la colla si asciughi, quindi toglie il calcio, fora e filetta.

ciao
Alessandro
Lanma
03 Mar 2015, 18:46
devo aggiungere che ho appena smontato il calcio e sto notando che il pezzo di ferro a "U", sul quale vanno ad avvitarsi le viti sul lato del legno,si muove e non è bloccato alla canna. Ne deduco che la canna si può muovere rispetto al calcio e che la solidarietà tra calciatura e canna è data soltanto dalla aderenza tra legno e ferro (diciamo canna), oltre che per le viti del ponticello.
Non mi pare una cosa normale o logica ....
Lanma
02 Mar 2015, 17:16
Grazie ancora per la disponibilità e la pazienza.
Finalmente ho provato come mi hai detto tu, poggiando la carabina sulla mano sinistra a sua volta appoggiata su un supporto: sono rimasto sorpreso per il miglioramento: su 72 colpi ben 41 sono in un centro del diametro di 1 cm. (da 18 m.). Certo non è il massimo, ma almeno ora è meno scorbutica di prima e ci si riesce un po' a ragionare.
Certo, se devo dire la verità, non era quello che mi aspettavo quando sono andato a comprarla, ma mi ci sto affezionando. Purtroppo io sono fatto così: più le cose sono strane e più mi affascinano....
Scusa infine una curiosità marginale; con che prodotto tolgo dall'acciaio i segni delle ditate, oltre che con un panno ? ci vuole un olio ?
Alessandro
02 Mar 2015, 11:49
Sono i problemi tipici di chi si cimenta con il tiro di precisione, bench rest, con armi ad aria compressa e a fuoco. La difficoltà è ripetere sempre lo stesso identico tiro ogni volta. Quando dici che l'errore è sempre nello stesso 'verso' la spiegazione è semplice. Hai cambiato qualche cosa nella tua impostazione al tiro e da quel momento in poi i colpi finiscono in un altro punto e continuano a finire in quel punto fino a quando non cambi qualcos'altro. Si supera con l'esperienza.

A parte l'ovvio, l'assenza di vento e una certa selezione dei pallini, almeno visiva per scartare quelli un po' ammaccato, per avere rosate concentrate e possibilmente nello stesso punto devi appoggiare l'arma nello stesso punto, assumere sempre la stessa postura, ed infine scattare senza strappi e sempre alla stessa maniera. Gli errori più grossolani sono dovuti allo scatto. Inizialmente ho trovato giovamento a non toccare la carabina con la mano, ma solo tirare il grilletto con il dito. Poi con il tempo ho iniziato a toccare l'impugnatura e addirittura a stringerla anche se molto delicatamente. Un altro errore secondo me è quello di sottovalutare la corretta taratura della parallasse dell'ottica e cambiare posizione della testa quando si passa da un bersaglio all'altro.

Ciao
Alessandro
Lanma
01 Mar 2015, 19:27
Sì. Ti sto leggendo avidamente da 5 giorni. Ho fatto delle prove (m.18 in appoggio, bersaglio cerchi mm.28, pallini Exact Heavy 0,547) ed ho tentato dai risultati di tirare fuori delle regole (2 colpi per bersaglio con serie da 6). La cosa strana (e la dico perchè è inspiegabile) è che quasi tutti i colpi sono ambedue dallo stesso lato, nel senso che mai sono a "forchetta" sul centro. Di centri ne ho fatti diversi, ma ogni volta, inspiegabilmente seguono dei colpi fuori la tolleranza, ovvero sul margine del cerchio più che sul centro del bersaglio. Ho provato con appoggio su sacchetto di sabbia, appoggiando in equilibrio la carabina su una cimetta tesa di traverso, su cuscino gonfiabile e sempre provando con calcio tenuto leggero oppure ben fermo.
I risultati sono incostanti: dopo un paio di centri arrivano 2 colpi a margine, poi dei colpi migliori: per ogni tipo di prova non riesco a evincere una regola.
Ho provato a cambiare pallino ed ho potuto apprezzare che con alcuni (Barracuda e Superpoint - sono i più pesanti-) non c'è sintonia.
Poi ho provato i Supermome 0,54 gr. ed ho cominciato ad infilare centri su centri, ma poi sono venuti colpi a margine anche con questi.
La sintesi finale è che non si può stabile una regola.
Ho pure ipotizzato che il reticolo del cannocchiale si sposti, ma questo non avveniva con la pistola con cui l'ho usato e d'altra parte si tratta di un residuato russo che sembra di tutto rispetto.
Non resta che imputare la carabina e naturalmente le enormi vibrazioni che si creano: possibile che nel terzo millennio per uno strumento di precisione (decisamente costoso) ci si debba affidare ad una molla ballerina, pure non intestata da un lato ?
Alessandro
27 Feb 2015, 08:34
Consigli ne trovi tantissimi, anche qui. C'è un articolo sul tiro in appoggio che puoi leggere. Intanto hai capito che il materiale è importante, ad esempio i pallini, ma se spari in appoggio anche il rest e il tavolo. Devi curare lo scatto e la respirazione, la tecnica di tiro in generale. Le cose da capire vanno più nel verso della sensibilità che del nozionismo, per cui l'esperienza diretta è la più importante. Non correre a comprare roba, kit o altro. Ti riempiresti solo di cose inutili e peggio, anche di cose utili ma che non sapresti utilizzare.

La carabina non è adatta all'imbracciata. L'ideale sarebbe un tiro stile Fiel Target, da seduto. Anche l'appoggio non è il massimo, con la carabina di serie, perché tende un po' a ruotare. Ma non modificarla, nella speranza che sparerai meglio.

Inizierei tenendo la carabina e apponggiando i gomiti al tavolo, oppure con un appoggio ma tenendo sotto la mano, più che un appoggio puro, tipo bench rest, che mecessita di tecniche sofisticate, e il rest va curato. Se invece tieni la carabina con il tuoi corpo, eviti una complicazione, almeno all'inizio, e ti concentri sul resto.

La sabbia di fiume andrebbe cotta dentro una vecchia pentola per togliere l'umidità, ma se vuoi continuare a vivere in pace in casa non te lo consiglio. Più che la sciarpina in seta userei qualcosa di più morbido, tipo asciugamano o vecchio maglione arrotolato.

Insomma, un po' alla volta, come in tutte le cose. L'ideale sarebbe stato iniziare con una carabina leggera a canna basculante all'imbracciata.

Ciao
Alessandro
Lanco
26 Feb 2015, 18:22
Grazie della pronta risposta.
Stavo appunto provando altri pallini (Exact 0,547 gr.)con risultati decisamente migliori. Diciamo che, ricollimata l'ottica, a 12 m. ho rosate in una moneta da 1 €.. Però con carabina in equilibrio su sacchetto di sabbia con sopra (ormai ex) pigiama di seta e minimo intervento mio se non sul gruppo grilletto e relativa presa (leggera leggera). Sì un po' sfioro anche il calcio, ma roba di poco.
Non so che succedererebbe se provassi all'imbracciata ....
Comunque sono naturalmente ben accetti altri consigli e suggerimenti.
Grazie ancora. Ciao a tutti
Alessandro
26 Feb 2015, 14:31
Mi pare che i tuoi giudizi siano un po' affrettati, forse non è colpa della carabina. Non puoi pretendere di diventare un campione dopo aver sparato 80 colpi. Come non basta allineare la croce dell'ottica per colpire il bersaglio. E poi i pallini... è un po' come mettere gasolio dentro una Ferrari.

Ciao
Alessandro
Lanma
26 Feb 2015, 12:58
Purtroppo l'ho presa anch'io la 977.
Un'afflizione: il peso enorme el'imprecisione.
Ho sperato che fosse il primo rodaggio, ma dopo i primi 80 colpi non è migliorato nulla! ho provato a tenerla ben ferma, con risultati disastrosi. Ho provato a tenerla leggera, con risultati meno cattivi, ma del tutto insoddisfacenti (dopo lo sparo la croce di mira si allinea con il punto di impatto, ma non c'è verso di ottenere che il punto di impatto corrisponda al punto di mira). Per la statistica uso dei Gamo Pro Huntyer da 0,49 gr.. Da 12 metri in appoggio la rosata è di circa 10 cm. In imbracciata con quel peso i risultati sono disastrosi.
Le cause intuite da me sono che l'arma vibra troppo.
Che debba subito passare al C5 ?
Come si fa a decantare tanto una carabina con questi standard ?
Mi potete dare qualche suggerimento ? Grazie e saluti
Mauro
09 Feb 2015, 13:31
Grazie Alessandro per il tuo tempestivo riscontro, ti confermo che l'ottica è specifica AIR e ti assicuro che appena acquistata con la HW 77 ero più che soddisfatto ... provo a dare la colpa alla mia vista ma sicuramente alla mia inesperienza ... visto che tale ottica possiede la regolazione del parallasse ma onestamente e sinceramente è un tabù non saprei da dove iniziare. Se gentilmente mi dai qualche dritta ... ti chiedo inoltre quale potrebbe essere a tuo avviso l'ottica migliore da utilizzare, marca, modello, ecc. Grazie per la tua cortese collaborazione.
Alessandro
08 Feb 2015, 21:05
Occorrebbe capire se il problema è l'ottica. Un'ottica di tipo AIR, in grado di resistere al rinculo di un'arma ad aria compressa, con fattore di ingrandimento da 3 a 9 e correttore di parallasse, costa una 60ina di euro, e rende sicuramente molto in fatto di precisione. A prescindere dal fatto che il problema sia l'ottica, si tratta di un piccolo investimento che andrebbe fatto.

Ciao,
Alessandro
Mauro
08 Feb 2015, 19:29
Possiedo una HW 77 non depotenziata con ottica BSA 4x32, di recente non riesco più ad avere delle rosate soddisfacenti a 20 mt. Ho fatto varie prove e diversi tentativi e quando mi sembra che sia tutto ok ... ecco che i tiri successivi iniziano a fare i capricci. Mi consigliate un'ottica magari più grande visto che anche la mia vista peggiora ogni anno ... Vi ringrazio per l'attenzione
Ranieri
19 Gen 2015, 22:45
Grazie della collaborazione! Buona giornata!
Alessandro
19 Gen 2015, 19:37
La velocità del pallino non è un parametro fisso. Occorre sapere il peso del pallino. La carabina eroga all'incirca 18 joule. Neppure l'energia è un parametro fisso, ma all'incirca il valore è quello.

Un pallino che pesa 0,30 grammi raggiungerà una velocità di 346 m/s, mentre un pallino da 0,70 grammi raggiungerà solo 226 m/s.

ciao
Alessandro
Ranieri
19 Gen 2015, 00:04
Buongiorno,per mia curiosità, una carabina wh 977 full, quanti m/s riesce a fare? Grazie.
Guido
15 Gen 2015, 20:16
tranquillo,
ringrazio Te!
Guido.
Alessandro
15 Gen 2015, 14:58
Certo, scusa volevo risponderti ma deve essermi passato di mente. Comunque hai risolto da solo. Scusa ancora.

Ciao
Alessandro
Guido
15 Gen 2015, 13:27
...cercando in questo bellissimo sito, ho trovato le istruzioni per spessorare l'ottica con i cartoncini sagomati, proposta e ideata da Alessandro...e così ho fatto.
in questo modo ho recuperato circa 5 giri completi di alzo che mi garantiscono il tiro ai 50 metri...che stamane ho provato con rosate raggruppate in 10 cm...
quindi ringrazio ancora per la grande competenza che viene espressa dall'autore e l'aiuto che ne deriva.
Bene, ora non resta che sparare e...migliorare!
un saluto!
Guido.
Guido
12 Gen 2015, 20:58
intendo:
per tirare "decentemente" con la 977 alla distanza dei 50 mt.
grazie ancora.
Guido
12 Gen 2015, 20:50
Buonasera e innanzi tutto 10 e lode per tutto quello che si può imparare leggendo su questo blog. Ci vuole tempo, competenza e tanta passione, BRAVO!
Vengo alla domanda:
Ho appena acquistato una 977 depo nuovissima e bellissima, e un ottica Blauoptik 6x24x56.
in appoggio fino a 25 metri, i JBS entrano tutti in 50 centesimi con l'alzo dell'ottica quasi al massimo( in effetti mancano ancora 4 giri completi, ma negli ultimi due non c'è nessun incremento...vabbè...
il problema nasce quando allungo il tiro, in effetti ai 50 metri non serve più nemmeno usare il 4 pallino più in basso del mil dot che costantemente rimango 30 cm sotto il centro con una rosata di 10 cm...mi pare una parabola davvero notevole, quindi nemmeno tanto un problema di insufficiente alzo dell'ottica...ma la carabina proprio non ce la fa, credo sia il suo limite...
(Preciso che arrivo dal tiro con la balestra da 225 libbre. dove con le mie frecce da 621 grani prendevo una anguria a 100 metri...)
che mi dici, devo passare ad una full e il porto d'armi per arrivare decentemente a quella distanza?
ancora complimenti e grazie molte per l'attenzione.
Guido

Alessandro
06 Dic 2014, 19:31
Mi scuso perché non avevo visto questi ultimi due messaggi.

L'intestatura della molla fai da te nasconde in effetti delle insidie. I più attenti consigliano di di utilizzare una pinza autobloccante sulla spira successiva a quella da intestare, per bloccare il flusso di calore. Il calore si propaga anche alla pinza, che ha una massa maggiore di quella della molla, almeno, dovrebbe essere quello il funzionamento.

Mi pare di aver letto che ultimamente, la Weihrauch utilizzi molle intestate sulle su carabine depo.

------------

Se ruotando le torrette il punto di impatto dei colpi non cambia, allora è certo che l'ottica è difettosa.

Per il Field Target devi certamente seguire sicuramente i consigli che trovi su ariacompressa.org, perché sono scritti da chi il Field Target lo pratica.

ciao
Alessandro
ciao
luca
01 Dic 2014, 22:11
ho appena portato a casa la HW 977 depo con ottica blau optik 4-12x44 montata dall'armiere. Le prove di taratura dell'ottica non sortiscono nessun cambiamento, le rosate sono sempre spostate nello stesso punto indipendentemente dalle regolazioni sulle torrette.
Cosa mi consigli?
Per il Field Target, oltre a cambiare l'ottica, mi consigli un montaggio particolare dell'ottica, mi riferisco ai consigli contenuti nel manuale apparso sul sito aria.compressa.org
Grazie anticipatamente.
Luca
Andrea
24 Nov 2014, 17:21
Ciao Alessandro, sono un felice possessore di una HW77 KT, e riprendendo il fatto che alla Weihrauch siano nettamente contrari a montare molle intestate sulle loro carabine, mi sono ricordato di un amico che mi ha detto che l'intestatura della molla, specie quella "fai da te", può in qualche modo compromettere la struttura molecolare del materiale di cui si compone la stessa molla, chiarendo che il riscaldamento non omogeneo (solo le teste)che subisce la molla provocherebbe una disomogeneità della distribuzione molecolare che porterebbero (a breve termine) a snervatura e/o provocare micro lesioni. Che ne pensi? In fondo alla Weihrauch l'operazione di intestatura, in un processo di tipo industriale, non dovrebbe essere un onere alquanto gravoso, visto anche i prezzi di praticati.

Ciao un grazie anticipato per la risposta e soprattutto alla competenza, al tempo e all'impegno dedicato per la cura di questo sito.
Alessandro
25 Ott 2014, 18:28
Metti prima il feltrino e poi il pallino. Meglio se testa piatta. Non puoi sparare solo il feltrino, perché è come sparare a vuoto, rischi di danneggiare la guarnizione del pistone.

ciao
Alessandro
piero
25 Ott 2014, 10:50
grazie! il pallino deve spingere il feltrino o viceversa? scusa la profonda ignoranza..... finora sparavo solo il feltrino...... e faceva uno strano gas....
Alessandro
24 Ott 2014, 18:05
Si, il feltrino sparalo, a fine sessione. Ovviamente non da solo ma sempre assieme ad un pallino.

Come pallini, direi che i JSB Heavy, assieme ai Barracuda Match sono l'ideale. Il 4,5 mm si destabilizza molto, e le energie troppo elevate fanno perdere precisione. Ci vuole un pallino pesante. Ovviamente questa è solo teoria, poi nella realtà andrebbero fatte delle prove. In balistica non c'è nulla di scontato.

La diminuzione di precisione passando da 25 a 50 metri 3 ovvia. Come minimo devi aspettarti rosatebdi dimensioni doppie. Però tenendo conto che il pallino ha una forma ben poco aerodinamica e che la traiettoria è una parabola, quindi una funzione quadratica, sarebbe lecito aspettarsi un aumento teorico della rosata di almeno 3 volte se non addirittura 4, tenendo conto del fatto che il pallino viene esposto ad elementi di disturbo, tipo il vento, per una distanza doppia. Il che significa che se fai rosate di 1 cm a 25 metri, devi aspettarti rosate di almeno 3 o 4 cm a 50 metri.

E comunque quando cambi distanza di tiro devi in qualche modo ricominciare da zero. Il tiro è insieme tecnica e "magia". Quando cambi devi ritrovare la giusta magia.

Ciao
Alessandro
piero
24 Ott 2014, 17:12
mi permetto di chiedere un consiglio per la full hw977, sono passato da 25 mt a 50 (per restarci) e noto che la precisione è molto minore, a 25 usavo gli exact heavy 4,52, forse con un pallino più leggero aumento la velocità e la precisione? forse provo i 4,51? che pallino ti senti di consigliare a 50 mt per questa carabina? altra domanda, so che sto approfittando ma è utile a tutti: tu spareresti a fine sessione un pallino di stoppa per tenere la canna pulita?
Alessandro
10 Ago 2014, 14:53
Se si tratta della versione a piena potenza, si il C5 migliora nettamente le rosate a 50 metri. Per la depo 50 metri sono troppi anche per il C5, temo. Di sicuro il C5 aiuta, ma il problema della scarsa velocità del pallino rimane.

Le revisioni non credo proprio che siano previste. Non ci sono parti soggette a revisione, come ad esempio il serbatoio di una PCP. Se la carabina presenta problemi durante i due anni di garanzia, ne dovrebbe rispondere direttamente l'armiere, anche perché le armi non si possono spedire così alla leggera. Fino a quando l'arma funziona regolarmente non occorre fare nulla. Se poi si rompe, o la si ripara da se, acquistando i pezzi di ricambio, o la si porta da un armiere.

Ciao
Alessandro
maurizio
10 Ago 2014, 14:30
Buongiorno,
desidero sapere se effettivamente il montaggio di un kit C5 sulla Hw 977 porta ad una migliore precisione a 50 mt., oppure se il gioco non vale la candela. Inoltre, vorrei sapere se la normale assistenza per le revisioni della carabina la presta direttamente la Bignami, o se la stessa deve essere inviata su a Mellrichstadt.
Grazie Alessandro in anticipo.
Alessandro
08 Mag 2014, 14:05
Non capisco. Spari a 68 metri usando il mil-dot, ma allora perché non lo usi anche per sparare a 25 metri?

Se è una full i colpi finiranno ben sopra a dove miri con il centro della croce. Usa i dot che stanno sopra la croce fino a quando non colpisci il bersaglio. E poi usi sempre quel dot.
Arturo
08 Mag 2014, 13:15
Esatto. Faccio riferimento al reticolo mil-dot.
Alessandro
07 Mag 2014, 21:56
Fammi capire, spari a 68 metri con la stessa ottica tarata a 10 metri senza toccare nulla?
Arturo
07 Mag 2014, 20:49
In effetti il bersaglio è di circa 8 cm e la mia carabina è una full.
Oggi riprovo. Anche a me sembra stranissimo, specialmente in appoggio.
Calcola che puntualmente, al primo colpo in appoggio, riusciamo a centrare ai 68 metri (telemetrati), un bersaglio di 1,5 centimetri. Premetto che sulla carabina è montato il Kit C5.
Saluti
Alessandro
07 Mag 2014, 18:45
Secondo Chairgun da 10 a 25 metri i JSB Exact Heavy a 7,5 joule dovrebbero avere una caduta di 2,5 cm circa. Quindi direi che il bersaglio dovresti colpirlo, a meno che non si tratti di un bersaglio molto piccolo. Questo non lo specifichi, ma immagino che se il bersaglio è un cartoncino, dovresti bucarlo 3 dita sotto al centro. Se invece spari ad un tappo di bottiglia, allora è normale non colpirlo.

La prima cosa è che i JSB Exact Heavy sono troppo pesanti, e potrebbero creare problemi alla molla. Hai un cronografo?

La seconda cosa che mi viene in mente è che tirare a 25 metri è molto diverso che tirare a 10. Non c'è proporzionalità, nel senso che si potrebbe pensare che se fai una rosata di 1 cm a 10 metri dovresti fare una rosata di 2,5 cm a 25 metri. Ecco non è così. Tanto per fare un esempio, con la mia nuova carabinetta economica, metto tutti i colpi nello stesso foro, a 10 metri, ma a 25 il bersaglio lo colpisco a casaccio, quando lo colpisco. I problemi si moltiplicano in maniera esponenziale al variare della distanza. Sei sicuro che i colpi finiscano tutti in basso?

ciao
Alessandro
Arturo
07 Mag 2014, 14:20
Gentile Alessandro, nel complimentarmi ancora per il tuo operato a favore di tutti gli appassionati della materia, colgo l'occasione per chiedere un tuo autorevole parere.
Ieri sera ho tirato in comodo appoggio (cuscino imbottito), con la mia fida HW977 e con munizionamento JSB Exact Eavy 4,52 , ad un bersaglio di circa 8 cm di diametro, posto a circa 25 metri di distanza. La traiettoria ha avuto un angolo di sparo discendente di circa 45° e purtroppo, per due volte su due, ho mancato il bersaglio. Ti premetto che l'ottica è tarata alla perfezione (Nikko Stirling Gameking) tanto da permettermi, alla distanza di 10 metri, di tirare con la massima precisione, ai numeretti stampati sui bersagli di cartoncino che inserisco sulla botola di metallo, quando sparo nel mio garage. Che questi due "fallimenti" siano frutto del fatto che io abbia mirato al centro del bersaglio, senza calcolare la parabola discendente del pellett? Potrebbe essere così influente alla distanza di soli 25 metri?
Grazie per la consulenza.
Cordiali saluti.
Arturo
Alessandro
12 Mar 2014, 16:12
L'ottica era una Royal 6-24x56.
Ciao
Denis
11 Mar 2014, 17:39
salve volevo sapere che ottica monta questa 977
Alessandro
17 Ott 2013, 19:47
No, direi che la logica non dice che 4,52 è più grande di 4,5. Lo dice la matematica, ma non lo dice la fisica. E siccome i mm sono unità di misura fisiche, la fisica vale più della matematica.

4,52 è sicuramente più grande di 4,50, ma non è necessariamente detto che 4,52 sia maggiore di 4,5 mm, quando si parla di misure. Sembra la stessa cosa ma non lo è. 4,52 è una misurazione più accurata in quanto è fatta con 3 cifre significative, mentre 4,5 ne ha solo due ed è quindi più approssimata. Se sulla scatola trovi solo la dicitura 4,5 mm toricamente il diametro vero potrebbe essere anche 4,54 mm oppure 4,45, o molto più probabilmente una mescolanza di diversi diametri compresi tra questi due estremi. Se trovi specificato 4,52, 4,51, 4,50 o 4,49, significa che i pallini sono "selezionati" in maniera più accurata, e i loro diametri reali si discostano di meno dal valore dichiarato.

Alcuni pallini di scarsa qualità, calibro 4,5 mm, neppure entrano nella canna, il loro diametro è di sicuro più grande di 4,52 mm. Altri, nella stessa scatola, invece letteralmente cascano dentro la canna, in questo caso il loro diametro è sicuramente inferiore a 4,52 mm. Mentre i pallini 4,52 mm nella stessa scatola sono tutti uguali, o comunque è difficile accorgersi della differenza tra uno e l'altro quando si infilano in canna.

Poi ovviamente non è sempre detto che il fabbricante scriva la verità sulla scatola o nella pubblicità.

ciao
Alessandro
domenico
16 Ott 2013, 09:02
ciao a tutti una certezza, la logica dovrebe essere il numero più alto ma per certezza dato che si parla di calabro --il-cal.4.52 è più grande del cal.4.5?-grazie.
Alessandro
13 Mag 2013, 17:08
Il calcio della HW 977 full è identico a quello della depo, con le zigrinature sui pannelli. Riguardo ai modelli importati ti conviene chiedere a Bignami, contattabile direttamente sul suo sito. Con il fatto che non esiste più il Catalogo Nazionale, ormai non vedo perché rimanere ancorati ai vecchi modelli. Per quanto riguarda l'aria compressa, a piena potenza, a parte i pochissimi modelli a raffica, ormai le armerie possono importare e vendere qualunque cosa. Solo le armi da fuoco, e quelle di libera vendita, devono passare attraverso il Banco Nazionale.

Riguardo alla scelta del calibro, ti dico che il 4,5 mm teoricamente non va bene per distanze oltre i 50 metri. Ma a 50 puoi fare rosate dignitose, e spingersi a 60 metri non mi pare impossibile. Il 5,5 mm sarebbe più indicato, ma vuole potenze maggiori. Secondo me, ma non posso assicurartelo con certezza, 50 o 60 metri sono del tutto fattibili con una Weihrauch in calibro 5,5 mm. Io stesso ho spesso sparato a 50 metri con le depotenziate, con risultati apprezzabili.

L'equazione mentale è questa: maggiore potenza = maggiore gittata = minore precisione (a volte anche tanto, a volte poco).

Puoi comprare una Diana da 25-26 joule, e non riuscire neppure a capire dove vanno i colpi, oppure prendere una Weihrauch e colpire il bersaglio sempre, ma senza distruggerlo. Non sono affatto imparziale, ho le mie idee in fatto di armi precise, ben fatte e che diano il massimo piacere di possederle e utilizzarle. Molti non sono daccordo. Per alcuni la carabina springer è la Diana, potente, brutale nelle reazioni, che imprime al proiettile molta forza di impatto. Un po' meno precisa.

ciao
Alessandro
Fabio
12 Mag 2013, 23:37
Buon giorno Alessandro,
grazie dei tuoi consigli, come sempre molto preziosi, soprattutto imparziali e da vero tecnico. Molti dei miei dubbi li ho sciolti, ma qualche velo di indecisione aleggia ancora in me prima di procedere alla scelta definitiva.
Sono orientato ovviamente sulla tedesca weihrauch (full power)ma sono indeciso su alcuni modelli perchè ognuno di loro ha una sua caratteristica che mi attrae.
Il punto è questo: HW 977 "full power" in 4,5 (domanda: ma la zigrinatura sull'astina in questa versione è presente ??? perchè a me piace molto) oppure HW 77 "full power" sempre in 4,5 (perchè se manca la zigrinatura sulla 977 allora sono identiche,a parte la differenza di altezza del montecarlo, ma almeno non si vede quella differenza tra la canna e l'astina di caricamento presente nella 977 visto che da noi la 97K full non c'è) oppure come giustamente mi hai fatto notare nella tua ultima risposta, visto che inizialmente ero orientato su un .22, una HW 80 K "full power" in 5,5 che pare sia un pelino più appropriata per questo calibro ????? (per caso mi sai dire se la HW 80K con canna corta si trova regolarmente in Italia?).
Sono sicuro che con la tua risposta riuscirò a fugare ogni dubbio e mi farà correre dritto dritto in armeria !!!!!
Ringrazio anticipatamente e saluto.
Alessandro
08 Mag 2013, 18:48
Io ho esigenze e esperienze molto differenti dalla tua. Ricomprerei quella che ho, perché mi soddisfa molto. Se volessi spendere di meno, molto meno, prenderei una Weihrauch HW 77K, che come prestazioni si equivale alla mia. Perché alla fine, la mia idea è che è più divertente colpirlo, il bersaglio.

Intanto, però, il tiro teso, nessuna lo ha, perché non sono armi da fuoco, tipo la .22 LR. In ogni caso l'energia è poca. Con una PCP da oltre 40 joule, il 5,5 mm diventa veramente preciso e distruttivo.

Premesso che 20 joule siano pochi per il 5,5 joule, cosa che a me non ha mai convinto, mi viene in mente solo la Diana 52, come carabina di pregio. Però se tutti poi montano il kit Maccari, vuole dire che così come esce dalla scatola non è poi così perfetta come alcuni dicono. Diana, 350 Magnum, 460 e 52. Quasi tutti quelli che le hanno le devono modificare. Pochissimi le adorano, ma temo che i loro giudizi un po' troppo offuscati dalla partigianeria. La maggior parte alla fine le danno via.

Altre carabine ultra potenti, come la turche Hatsan, necessitano sempre di una messa a punto. Se te la senti, non costano molto e tirano forte.

Personalmente ho trovato interessanti le Magtech con il pistone caricato a gas. Ne ho provata una di recente, in 5,5 e raggruppava molto bene. A livello di sparo, secondo me, non serve modificare nulla. Lo scatto è terribile, lunghissimo duro e "plasticoso", ma ti dirò, è sempre meglio del tanto rinomato T06 della Diana. Credo che in 5,5 prenderei quella, se proprio mi venisse la fregola, e volessi spendere poco. Però lo scatto è tremendo.

Alla fine, secondo me, sempre lì si va a finire. Se vuoi una carabina a molla bella, consisente, ben rifinita, che spari bene, e che ti dia il massimo piacere quando premi il grilletto, allora devi comprare una Weihrauch. Che poi 18-20 joule siano pochi per il 5,5 mm, lo dicono i soliti "esperti" di tutto e niente. Gli inglesi, ad esempio, le Weihrauch in .22 le comprano, eccome. A loro piace la HW 80, che dovrebbe essere un pelo più potente. Siccome gli inglesi di carabine ad aria compressa ne sanno parecchio, facci un pensiero.

ciao
Alessandro
Fabio
08 Mag 2013, 00:04
Alessandro buona sera,
purtroppo non ho ancora le idee chiare perchè non riesco a trovare una carabina full che soddisfi le mie richieste. Vorrei una full power(legno) in calibro 5,5 per un tiro utile (teso)almeno fino a 50/60 mt.Puoi darmi un consiglio: se dovessi entrare in una armeria cosa chiederesti e soprattutto cosa acquisteresti (in base anche alla tua epserienza)??
Alessandro
22 Apr 2013, 07:06
Non ho la 977 da 20 joule. Ho una'ltra carabina da 20 joule in calibro 4,5 mm. Quella che vedi in questa pagina è la depo da 7,5 joule. La full no l'ho presa perché la ritengo esteticamente orribile. Le due carabine, anche se hanno lo stesso nome, sono diverse, e anche l'occhio vuole la sua parte.

Il 5,5 secondo me va benone anche a potenze più normali. Ho recentemente provato la Magtech di un amico in 5,5, con il pistone a gas. Non credo sia potentissima, ma spara molto bene. Stessa cosa per la Diana 52 in 5,5 che ho trovato ottima. Piuttosto il problema di queste carabine è quello di trovare un cannocchiale adatto, che non si rompa e che non costringa a montare gli attacchi ammortizzati.

Riguardo alla HW 977, bisogna chiedere a Bignami. Siccome il catalogo non c'é più, formalmente, Bignami potrebbe importare la "vera" HW 97K, invece di farsi fare quell'obrobrio della HW 977. Però bisogna sentire loro.

ciao
Alessandro
Fabio
21 Apr 2013, 20:09
Ciao Alessandro, grazie per il tuo consiglio, ma devo chiarire altri piccoli dettagli: Tu personalmente per sparare all'aperto senza fare troppo rumore hai preso una HW 977 4,5 mm da 20 joule, e ti trovi molto bene in quanto è precisa a 50 metri (provata al poligono). Siccome io vorrei sfruttare un pò di più la potenza distruttiva tipica della calibro 5,5 cosa ne pensi? Fino a che distanza secondo te possiamo ancora parlare di tiro teso e quindi di tiro utile? Ancora non sono riuscito a capire se in Italia si commercializza la HW 977 Full in cal. 5,5 .......
Alessandro
10 Apr 2013, 07:38
In effetti non so se la HW 977 in calibro 5,5 è importata. Qualcuno mi dice di si, ma sul sito di Bignami continua a nn esserci. In ogni caso c'é la HW 77K, che è equivalente. Riguardo la rumore, ovviamente maggiore è l'energia, e maggiore è il rumore. Una HW 97 a piena potenza si assesta sui 18-19 joule, che in calibro 5,5 mm diventano 200 m/s o giù di lì. Rumore ne fa "poco", è più il "botto" meccanico, che però lo sente prarticamente solo il tiratore. La Diana 350 Magnum è più potente, quindi farà maggiore rumore, ma non credo che arrivi al "bang" supersonico, almeno non in calibro 5,5 mm. Usando un pallino di 1 grammo, valore del tutto plausibile per un 5,5 mm, servono 60 joule per superare la barriera del suono.

Non ho esperienza di Diana 350 Magnum. L'aveva un amico, che in genere spara meglio di me, e l'ha venduta subito, perché secondo lui era inutilizzabile. Diciamo che probabilmente è un'arma che va saputa gestire. Non so, io personalmente per sparare all'aperto senza fare troppo rumore ho preso una 4,5 mm da 20 joule, e mi trovo molto bene. E' precisa a 50 metri (provata al poligono è come la CZ 452 in 22 LR come precisione, almeno nelle mie mani) e per me questo basta. Il 5,5 mm è più distruttivo, ma necessita anche di potenze maggiori, e quindi fa un rumore maggiore.
Fabio
08 Apr 2013, 20:08
Ciao Alessandro,
ho un dubbio amletico: sono indeciso nell'acquisto tra una HW 977 "full" in cal.5,5 e una Diana 350 Magnum "full"in cal.5,5.La differenza di potenza in termini di Joule tra le due si traduce anche in una differenza di dB di rumore sviluppati all'aperto? Vorrei esercitarmi in campagna (tiro utile sui 50-60 mt) in un terreno privato chiuso (non aperto al pubblico), ma comunque non vorrei fare troppo "casino"!!! Siamo a livello di una calibro .22 LR con il classico "bang sonoro" che accompagna lo sparo o decisamente al disotto visto che con queste full si possono superare la velocità del suono?
Ed ancora posso affermare di essere un amante del legno e meccanica fatta ad hoc .... quindi ripudio decisamente plastichette varie ed altri componenti "fragili" specie quando si tratta di un'arma.
Ma in Italia la HW977 "full" in 5,5 si trova?
Ringrazio anticipatamente per la cortese risposta.
Francesco
31 Mar 2013, 08:58
Grazie Allesandro buona pasqua
sei stato di aiuto.faro come mi hai consigliato.
grazie ancora
Alessandro
30 Mar 2013, 09:23
No, non puoi farlo. Devi per forza vendere la carabina a modesta capacità offensiva e comprare quella a piena potenza. Quando, e se, farai il porto d'armi sarai sicuramente più informato, ma per ora ti basti sapere che non si possono modificare delle "non armi" per farle diventare "armi", neppure con il porto d'armi. Anzi, avere il porto d'armi diventa un'aggravante, oltre ad esporti a maggiori controlli.

Quindi devi valutare, nella spesa, anche il fatto di dover comprare la carabina nuova.

In ogni caso le HW 977 / 77 a piena potenza arrivano a 18 juole. Più che sufficienti per divertirti a 50 metri, usando un pallino pesante tipo Barracuda match o JSB Exact Heavy. Forse montando un kit potrebbero spuntare qualcosa di più, ma non arrivano certo a 30 joule. E in ogni caso con maggiore potenza avresti il problema di trovare un pallino abbastanza pesante da sfruttarla (con precisione intendo), a meno di non passare al calibro 5,5 mm.

ciao
Francesco
30 Mar 2013, 06:58
ciao Allesandro ho aquistato la hw977 weihrauch sono sodisfatto molto bella e precisa ho deciso di fare il porto d'armi
per avere piu potenza visto che voglio arrivare a 50 metri senza problemi e possibile modificare la HW977 depo 7.5 joule e portarla a 30 joule se si puo , cosa devo fare, si intende che faro la mofifica quando avro il porto d'armi il motivo e per no spendre ai soldi che non ho per un'altra carabina.Grazie
Alessandro
07 Mar 2013, 19:03
Dal calcio. Quello nuovo è più moderno, simile a quello della HW 977, forse leggemente più squadrato nel poggiaguancia, ed è ambidestro.

La vecchia versione ha un calcio più classico, e non è ambidestro, nel senso che ha la guancia rialzata solo dal lato sinistro, mentre dal lato destro è più piatta, come tutte le "vecchie" Weihrauch.

Dienticavo, se proprio ti piace la HW 977, la versione T, con in calcio con l'impugnatura a pistola, è anch'essa ambidestra. La versione in legno costa di più di quella normale, ma la versione sintetica costa meno. A me non piace, ma mi è capitato di provarne una, e devo dire che l'impugnatura è veramente molto comoda.

ciao
Luigi
07 Mar 2013, 10:33
Grazie della risposta. Ma il nuovo modello della hw77k da cosa si riconosce, dalle mire al truglo?
Un saluto Luigi.
Alessandro
06 Mar 2013, 19:31
In effetti il calcio della HW 977 è vagamente destro. Nel senso cha ha impungatura e montecarlo adatti ai destri, ma sporgono leggermente. Probabilmente un mancino non avrebbe grossi problemi ad usarla, ma io non sono mancino, quindi non ho idea della difficoltà.

La HW 77k ha il calcio simmetrico ed è un'ottima alternativa. Mi riferisco a quella nuova, con il calcio più moderno. La carabina è la stessa, stessa meccanica, stesso peso e stessa lunghezza totale. L'unica differwenza alla fine sono le mire, e la canna che non ha il (secondo me brutto) tromboncino. A me personalmente piace di più la HW 77k nuova, ma è questione di gusti.

ciao
Alessandro
Luigi
06 Mar 2013, 15:07
Caro Alessandro, complimenti per la competenza e la passione, ti scrivo per un consiglio. Vorrei comprare la HW977 depotenziata ma ho un dubbio in quanto la carabina la dovrebbe usare anche mio figlio il quale essendo mancino potrebbe incontrare qualche difficoltà con la mira. Non vorrei comprare un fucile adatto solo a me e non a lui. Credi che il calcio con il montecarlo a sinistra consenta di tirare anche ai tiratori mancini? L'alternativa sarebbe la HW77 che pare abbia il montecarlo simmetrico. Ringraziandoti anticipatamente ti invio i migliori saluti. Luigi.
Alessandro
18 Gen 2013, 20:48
A mio parere le Nikko Stirling sono boune ottiche, soprattutto in relazione al prezzo. La 3-9x44 è più che sufficiente per il tiro di precisione al poligono. Ingrandimenti superiori sono utili nella pratica del field target.

Per centrare l'ottica puoi leggere questa guida:

http://airgunz.altervista.org/Centratura_ottica/Centratura_ottica.php

E' un po' troppo specialistica che è alla prima esperienza con l'ottica. Tutto quello che devi fare all'inizio è montare l'ottica in maniera più possibile diritta. Poi piazzare un bersaglio grande ad una distanza abbastanza vicina, diciamo 10 metri, e sparare. A seconda di dove colpisci, occorre regolare la mira, agendo sulle torrette, fino a quando non si colpisce il centro del bersaglio. La taratura è meglio eseguirla appoggiandosi ad un bancone, su un supporto morbido, come ad esempio un cuscino. Una volta colpito il centro, l'ottica è tarata per quella distanza. Solo per quella distanza, cambiando la distanza va ritarata, ma il ritocco è di solito piccolo, se ri rimane tra i 10 e i 20 metri, e comunque riguarda solo l'alzo. Ovviamente la taratura andrà nuovamente eseguita anche nel caso si cambiasse marca e modello di pallino.

ciao
Alessandro
Stefano
17 Gen 2013, 17:40
Ciao a tutti, seguendo i consigli di questo ottimo sito, mi "avete costretto" ad acquistare una HW977 T calcio in polimero, corredata da ottica Nikko Stirling Diamond 3-9x42.
Sarei desideroso di conoscere i pareri su questa ottica, se idonea al tiro statico in poligono, e dove poter trovare un'ottima guida per la regolazione dell'ottica sulle carabine.
GRAZIE.
Aldo
25 Dic 2012, 10:17
Grazie delle risposte molto chiare e precise.
buone Feste a Te ed a tutti i lettori
Alessandro
23 Dic 2012, 18:25
Weihrauch non produce carabine molto potenti. Il suo punto di forza sono precisione, affidabilità e robustezza. Una carabina a molla Weihrauch, si attesta su energie tra i 13 joule della HW 35, ai 21-22 joule della HW 80. Le HW 100, carabina PCP, stanno tra i 30 joule della 4,5 mm e i 35 della 5,5 mm.

Le Diana hanno sempre avuto la fama di carabine molto potenti, sempre parlando di springer, ma ultimanente sono state superate da altre marche, come ad sempio la Turca Hatsan, che produce armi che superano i 30 joule, arrivando a toccare i 40 nei modelli più estremi.

C'è da considerare che nelle carabine a molla, la potenza non va daccordo con la precisione, e soprattutto con la facilità d'uso. Caricarle è veramente faticoso. Mantre le PCP sono realisticamente utilizzabili, in maniera "privata", fino a 40-45 joule.

Le carabine tipo PCP, quelle con il serbatoio, possono raggiungere energie ragguardevoli, paragonabili a quelle di un .22 LR. Esistono armi coereane che sparano proiettili in calibro .50 (12,2 mm) in grado di uccidere selvaggina molto grossa, tipo cinghiali o anche animali più grandi. Non vengono importate in Italia, in quanto sarebbero inutili, perché vietate per la caccia.

Puoi vederne qualcuna qui:

http://www.youtube.com/watch?v=6Gj4eWPwaiU

http://www.youtube.com/watch?v=oqSykrICtUQ

In Italia si possono trovare le Daystate, che così ad occhio e croce dovrebbero essere le più potenti importate nel nostro paese. Si tratta più che altro di una curiosità per chi desidera armi fuori dal comune, lussuose e costose. Impensabile utilizzarle al di fuori di un poligono di tiro. A quel punto un normale calibro .22 LR offre maggiore potenza e versatilità visto che non occorre portarsi dietro la bombola, che costa un terzo, o anche meno, e che ha costi di gestione comunque bassi.

La Daystate Airwolf, ad esempio, in calibro 5,5 mm sviluppa 80 joule. Si tratta probabilmente dell'arma più potente, che si possa acquistare in Italia, restando nella piena gestibilità. I pallini in calibro 5,5 mm si trovano con relativa facilità, e la scelta di tipi è ampia, anche se per gestire al meglio queste energie, la scelta si limita solo ad un paio di tipi, particolarmente pesanti. Mi è capitato di provarla ed è eccezionale. Ma per usarla ci vogliono la cuffie, o quasi.

La versione in calibro 6,35 mm arriva a 108 joule. Trovare i pallini in 6,35 mm è già più difficile, ma si trovano.

La nuova Wolverine 303, in calibro .303 (7,62 mm) arriva a 135 joule. I proiettili costano più che i calibro .22 LR.

La scelta c'é, anche in Italia, basta avere qualche migliaio di euro da spendere.

Però a questo punto cosa c'é di meglio di una bella ed economica calibro .22LR, con sopra un'ottica da 200 euro? Persino una Anschutz in .22 LR costa meno di una Daystate. Una CZ 452 costa 1/5. In questo caso la scelta è ancora più ampia.

ciao e Auguri.
Cristian
23 Dic 2012, 14:18
Ciao Alessandro,
Sono nuovo di queste discussioni vedo che tu hai citato una carabina con 100 joule mi sapresti dire qual'è perché io vorrei prendere una weihrauch a piena potenza ma non penso arrivi fino a 100 joule oppure mi sbaglio ? Grazie mille
Arturo
23 Dic 2012, 12:59
Ad Alessandro e a tutti gli amici del forum tantissimi auguri di buon Natale.
Arturo
Alessandro
23 Dic 2012, 10:39
Io sceglierei la K. Teoricamente, in un'arma di tipo springer, il pallino accelera solo per i primi 15 cm di canna, dopo di ché la velocità si stabilizza, quindi la canna più lunga non serve a migliorare le prestazioni. Sempre a livello teorico, la canna corta fa diminuire il tempo in cui il pallino sta in canna, e questo migliora la precisione. Infatti la tendenza attuale, anche nelle armi da gara è quella di accorciare la canna. Tradotto nella realtà, però direi che canna corta o lunga è la stessa cosa.

La canan lunga consente di montare il mirino più avanti, quindi allunga la linea di mira, nel caso si utilizzino le mire. Se si usa l'ottica è indifferente.

La canna corta migliora, e non di poco il bilanciamento, e riduce anche il peso. Ed è questo il motivo principale per cui sceglierei la versione a canna corta.

Il calibro. La HW 77 eroga in media 18 joule, il che significa che in calibro 5,5 la velocità è piuttosto bassa. Gli esperti indicano in almeno 24 joule il minimo per il 5,5 mm. In realtà, se conti di utilizzare le mire metalliche, diventa impensabile tirare a più di 25/30 metri, e comunque a bersaglio piuttosto grandi, come ad esempio barattoli. Certo, per il plinking e il barattoling, il 5,5 dà più soddisfazioni. Montando un'ottica e volendo tirare ad almeno 50 metri, probabilmente è preferibile scegliere il classico 4,5 mm, che spunta velocità e precisione migliori.
Aldo
23 Dic 2012, 10:20
Alessandro buongiorno, ho intenzione di acquistare una carabina Weihrauch piena potenza, sono indeciso tra la versione HW77 e la HW77K ed anche sul calibro 4,5 o 5,5, alcuni amici mi hanno detto detto che il calibro 5,5 è più preciso, mentre sulla lunghezza della canna non mi hanno saputo dare spiegazioni. Puoi cortesemente spiegarmi quali sono i vantaggi\svantaggi di entrambe le cose?
grazie, Aldo
Arturo
03 Dic 2012, 14:21
Grazie, sei stato chiarissimo come sempre. Vorrei tanto conoscere l'argomento come lo conosci tu. Complimenti e grazie di nuovo.
Alessandro
02 Dic 2012, 16:49
Visto che la usi tutti i giorni, se la carabina si fosse danneggiata te ne saresti accorto. Di solito si potrebbe piegare la leva stessa o più probabilmente la leva di rinvio, quella che si collega al cilindro. Di conseguenza il cilindro potrebbe scorrere disassato con conseguenti sfregamenti, e chiusura difficoltosa. Se non l'hai notato vuol dire che non è successo. Meglio così.

Per quanto riguarda i tiri inclinati, entra in gioco "l'angolo di sito", anche se credo sia più probabile che il tuo sia solo un problema di postura, che secondo me sulle springer incide maggiormente. Cambiando l'appoggio alla spalla e il modo di tenere l'arma, il punto di impatto varia. In ogni caso, l'angolo di sito tiene conto del fatto che durante il tiro inclinato il proiettile è sottoposto alla forza di gravità relativa non all'intera distanza percorsa, ma solo alla sua componente orizzontale. In pratica se il tiro è inclinato bisogna mirare come se il bersaglio fosse più vicino. La regola matematica è semplice: si moltiplica la distanza reale del bersaglio per il coseno dell'angolo di inclinazione. In commercio esistono dei piccoli aggeggi detti "inclinometri" che misurano l'inclinazione del tiro. Ad esempio, se l'angolo è di 10 gradi, e il bersaglio è a 50 metri, bisogna dare un alzo di "soli" 49 metri. Se l'angolo è di 20 gradi, la distanza di tiro equivale a 47 metri, mentre con un angolo di 30 gradi bisogna mirare come se si stesse tirando a 43 metri. Con un angolo di 60 grandi, ovvero sparando molto in basso, o in molto alto, la distanza realtiva diventa di soli 25 metri. Se ne parla un po' qui:

http://airgunz.altervista.org/Carlo5/Inclinometro.php

Riguardo alla temperatura, non saprei di preciso, almeno non ancora. Diciamo che in linea di massima, con le mie depotenziate, il freddo fa aumentare l'energia cinetica. E' abbastanza comprensibile, con il caldo l'aria è più rarefatta, e quindi nel cilindro ne entra meno. C'è da dire che per lo stesso motivo il pallino durante il volo dovrebbe incontrare maggiore resistenza dell'aria con il freddo. Il risultato è che con le mie depo non devo mai cambiare la taratura di massima al variare delle stagioni, nonostante il cronografo indichi che in inverno le springer sono più potenti.

Però mi sembra che riguardo alla full, succeda l'esatto contrario. Probabilmente entra in gioco in maniera maggiore l'effetto diesel, che in estate è più consistente. Ma siccome ho una sola arma di questo tipo, e non posso certo fare prove stagionali, lasciando inalterata l'arma, non posso essere sicuro di quello che ho detto. Certamente con la mia ProSport ho notato un calo consistente delle prestazioni tra estate e inverno, ma che questo calo sia dovuto al freddo è ancora da vedere. La pioggia poi rappresenta una variabile in più, così come l'umidità. Il pallino che impatta sulle goccioline viene sicuramente rallentato e deviato.

ciao
Arturo
02 Dic 2012, 16:09
Gentile Alessandro, avrei un sacco di cose da domandarti ma non so davvero da dove cominciare. Ho la HW977 full con kit C5 e non potendo frequentare assiduamente il poligono, almeno una volta al giorno tiro a bersagli occasionali (ma sempre in massima sicurezza). Solitamente il mio range di tiro si attesta intorno ai 50-70 metri in cui l'HW rimane ancora molto precisa. Purtroppo giorni fa, per la prima volta in tanti mesi, mentre la caricavo mi è scappata da mano la barra di caricamento che è andata ad impattare violentemente sotto la canna della carabina. Cosa pensi sia potuto succedere? Uso costantemente i JSB Heavy 4,52 che mi danno grandissimi risultati di perforazione e precisione ma noto che sparando in maniera declinata di qualche grado e sempre in appoggio, sono costretto, a quelle distanze, ad usare il milliradiante superiore dell'ottica, mentre orizzontalmente non ho problemi e neppure quando sparo in appoggio inclinato usando il terzo milliradiante al di sotto dello zero dell'ottica. Altra domanda: come influisce la temperatura sul tiro? Ieri ho tirato a 65 metri mentre pioveva a dirotto e il pallino non ha mancato il centro ma non era freddo come oggi. Grazie molte.
Arturo
Alessandro
22 Ago 2012, 07:07
La Hw 977 non è altro che la versione senza mire della HW 77. La HW 77 e la HW 977 sono meccanicacmente identiche in tutto e per tutto. La versione corta, la HW 77K ha le stesse dimensioni della HW 977, ha le mire, ed è esteticamente molto simile, anche meglio, a mio parere, da quando monta il nuovo calcio ambidestro. Esiste anche in versione sintetica con lo stesso calcio Thumbhole (brutto, ma bisogna provarlo per rendersi conto d quanto è comodo nel tiro) della HW 977.

La HW 50S è a mio avviso la carabina ideale per iniziare. E' una carabina a canna pieghevole, ed è piuttosto leggera, facuile da utilizzare anche all'imbracciata. Di solito la HW 977 / 77 si usa o in appoggio anteriore o in posizione da field target, che non sono tecniche di tiro adatte a chi inizia o a chi proviene dalla caccia o dal tiro a volo, e comunauiq necessitano di un'ottica. Di solito chi inizia tende a sparare in piedi e all'imbracciata, e utilizzando la HW 977 bisogna avere dei bei muscoli per farlo.

La differenza di prezzo tra una HW 50S e una HW 977 è dovuta alla diversa meccanica, e alle prestazioni, che in Italia sono ridotte, ma che paghiamo per intero. Il calcio è in entrambi i casi in faggio, e le bruniture e rifiniture sono le stesse. Lo scatto e molti particolari sono gli stessi. La precisione e la potenza sono le stesse.

La molla è tagliata e non intestata. Inutile lamentarsi, alla Weihrauch fanno così. E fino a quando non esisteranno sul mercato italiano della libera vendita, carabine che sparano meglio, e non ne esistono (a perte la Air Arms TX200 ma costa il doppio), non vedo perché alla Weihrauch dovrebbero cambiare metodi produttivi. Si tratta di un particolare un po' troppo sopravvalutato a cui viene dato troppo risalto per spaventare gli eventuali acquirenti. E' proprio il taglio della molla che rende le Weihrach depotenziate molto migliori delle altre. A livello di full power la differenza non è così netta e gli altri marchi sono all'incirca allo stesso livello di Weihrauch, alcuni anche meglio. Il mercato italiano comunque offre un sacco di alternative, ad esempio, la Gamo non trancia le molle delle sue carabine depotenziate.
Massimo
22 Ago 2012, 02:40
Gentile Alessandro ,
le scrivo in quanto sono intenzionato ad acquistare la mia prima carabina depo.
Il fattore peso non è un problema e quindi la scelta da subito era caduta sulla HW977. ma ahimè mi rendo conto che tra carabina e ottica il costo sarebbe un po troppo elevato....
e allora leggo un po sul suo sito che lei consiglia vivamente la hw50...oddio , forse un po meno carina esteticamente della 977 , ma le prestazioni ???
Sono sicuro della qualità di base di Weihrauch , ma quanto differenzia realmente in prestazioni la hw 50 dalla 977 ???
anche la 50 è stata depotenziata con il taglio molla ? e soprattutto esiste un kit per migliorare la hw 50 così come esiste quello della 977 ( sempre depo , si intende )
La qualità dei legni è uguale o la 977 monta legni più pregiati ?? ( nella qualità , non solo nelle finiture )

Pendo dalle sue labbra , la prossima mossa è l'acquisto !

La ringrazio anticipatamente per la risposta che vorrà darmi.
Alessandro
15 Ago 2012, 20:32
"tiri di precisione sui 20\30 metri, field target e magari un po' di pliking da 50 metri" e basta?
A perte gli scherzi, è praticamente qualunque cosa si possa fare con un'arma ad aria compressa. Purtroppo una vera e propria combinazione carabina/ottica universale non esiste.

Quindi partiamo dal Field Target. E' uno sport, se preso seriamente è impegnativo, e preso poco seriamente non ha tanto senso. Se intendi praticarlo è giusto preparare la carabina per fare quello. Ma prima è bene sapere dove e se è possibile praticarlo. Quindi io mi informerei bene se ci sono campi e associazioni di Field Target nelle vicinanze, e andare a vedere di persona, prima di fare ogni acquisto. Se lo trovi, è lapalissiano, chiedi direttamente a loro, cosa e dove comprare. E' molto probabile che prima ti facciano provare le loro armi e che ti insegnino i primi rudimenti.

Diciamo che invece non trovi nelle vicinanze un campo di Field Target, nessuno a cui chiedere consiglio, ma che non vuoi toglierti la possibilità eventualmente di praticarlo in un futuro. Quindi vuoi prendere carabina e ottica adatte al field target, ma da usare temporaneamente per tiro di precisione e per il plinking. Di solito, chi vuole spendere poco, si affida a ebay. L'ottica che va per la maggiore è la Zos 10-40x50 SF dal costo di circa 100 euro. Ne ho vista una, non particolarmente luminosa, ma intanto il 40x serve solo per valutare le distanze, poi si spara con ingrandimenti inferiori.

Un'otticona enorme. Carabina e ottica assieme superano di un po' i 5 chili e arrivano quasi ai 6 chili, con attacchi e vari accessori. Diciamo che con una carabina del genere il plinking più che un divertimento spensierato diventa una tortura. Per il tiro di precisione in appoggio la carabina pesante va invece benone, anche se chi pratica il tiro di precisione preferisce cannocchiali con ingrandimenti inferiori ma di migliore qualità ottica.

Anche in questo caso le neonate specialità di air bench rest che si praticano nei vari poligoni prevedono ingrandimenti massimi di 6,5x, quindi se ti venisse voglia di gareggiare dovresti andare a vedere di persona. Ma se non vuoi gareggiare non ci sono limitazioni di ingrandimento.

Poi ovviamente la cosa più importante. Se non hai mai sparato devi imparare a sparare bene! Cosa non sempre scontata in tempi brevi, e soprattutto, se inizi con un'arma che pesa 5 chili e mezzo potrebbe essere un problema.

Insomma, secondo me dipende tutto dalla possibilità o meno di praticare il Filed Target. Se trovi il posto, e l'associazione, gli amici che troverai ti guideranno passo passo, allora una HW 977 con un'otticona è un'obbligo. Ma se vuoi (o devi) iniziare da solo, io mi orienterei su qualcosa di meno impegnativo. Se proprio ti piace la HW 977 (io prenderei una HW 50S come prima carabina), almeno abbinagli un'ottica più leggera.

Una 6-24x44 è abbastanza universale, permette eventualmente di iniziare la pratica del Field Target, e non pesa eccessivamente. Io lascerei perdere la Nikko Gameking, non ne parlano affatto bene. Ti consiglio una BSA SWF 6-24x44 (intorno ai 170 euro) oppure una Hawke Varmint 6-24x44 (219 euro di listino, ma io l'ho pagata 175). La Hawke, sebbene forse migliore della BSA, mette a fuoco a 15 yarde, quindi non va proprio bene per il field target. Poi acquistare l'ottica presso qualunque armeria italiana che fa vendite on-line, che la abbia in catalogo. Acquistare su ebay all'estero può essere conveniente, ma un po' più rischioso.

Come attacchi ti consiglio gli Sportsmatch, di misura e altezza adeguata all'ottica che monterai. Quelli li puoi comprare su ebay, ma il risparmio non sarà certo notevole. Li trovi anche nelle armerie italiane.

ciao
Alessandro
Paolo
14 Ago 2012, 23:09
Buonasera Alessandro,
volevo un consiglio da qualcuno che di carabine se ne intende, visto che io sono praticamente un neofita di questo mondo.
Nei prossimi giorni avrei intenzione di acquistare una hw 977t di libera vendita, ma non ho la più pallida idea di che ottica montare...
Siccome non vorrei spendere troppo (massimo 150 euro) mi stavo orientando sulle Nikko Stirling, però non saprei di che "potenza" prenderla. Non vorrei ritrovarmi con qualcosa che finirei per non sfruttare, o viceversa prendere qualcosa di troppo blando.
Io userei la carabina essenzialmente per divertimento personale: tiri di precisione sui 20\30 metri, field target e magari un po' di pliking da 50 metri. Lei cosa mi consiglia? La serie Gameking della Nikko Stirling la conosce? Mi stavo orientando su quella, tipo il modello da 6-24x44, che mi sembra avere un buon prezzo (forse anche troppo, per questo sono un po' dubbioso sulla sua qualità).
Se può consigliarmi le sarei veramente grato! (ha anche qualche sito da consigliare per l'acquisto dell'ottica?)

Ah, se può indirizzarmi anche verso gli attacchi adatti...

Grazie,
Paolo
Alessandro
07 Ago 2012, 21:32
Della molla delle Weihrauch se ne parla. Su questo stesso sito puoi vederne un paio:

http://airgunz.altervista.org/HW30S/smontaggio_HW30S_pag2.php

http://airgunz.altervista.org/HW977/HW977_smontaggio_3.php

Un'immagine vale più di 100 parole; troncata di netto, e poi leggermente aggiustata.

Ne parlano da tutte le parti.
Ma soprattutto ne hanno parlato molto nel portale www.ariacompressa.org, i quali hanno chiesto di sottoscrivere agli iscritti una lettera a Mr. Weihrauch affinche iniziasse a montare molle ben intestate sulle carabine (giustamente dico io). La risposta è stata un bel no secco. D'altro canto le Weihrauch sono le migliori carabine a molla presenti sul mercato delle libere italiane, e la loro bontà la si deve proprio al sistema di depotenziamento utilizzato, rozzo, molto rozzo, ma efficace.

ciao
Luca
07 Ago 2012, 10:56
Buongiorno, giusto per mia curiosità personale, volevo capire se il 'taglio della molla' della hw 977 risulta ben fatto oppure se la molla non è perfettamente piana nella parte finale. Vista la qualità dell'arma mi aspetterei una risposta positiva, ma non ho trovato nulla in rete a riguardo.
Grazie per l'attenzione e per l'ottimo materiale presente sul sito.
Alessandro
29 Giu 2012, 16:50
Dal punto di vista meccanico e della componentistica interna, la HW 977 (HW 97K nel resto del mondo) e la Hw 77 sono identiche. Cambia il calcio, che nella HW 77 ha il montecarlo più basso per adattarsi meglio all'uso delle mire metalliche e la lunghezza della canna, oltre alla presenza delle mire. La HW 977 è dotata di una terminale di volata e di canna corta. Per quanto riguarda la HW 77, la versione HW 77K è da preferire, soprattutto in versione depotenziata, in quanto in una carabina a molla, la canna più è corta e meglio è. Nonostante quello che pensano molti, 15 cm di canna sono sufficienti a far raggiungere al diabolo la massima velocità. Una canna corta fa diminuire il tempo totale con cui il pallino la percorre, e visto che la velocità del proiettile è relativamente lenta, un tempo di canna breve si traduce in una maggiore precisione. La Hw 977 ha la canna ancora più corta della HW 77K, avendo il terminale di volata vuoto.

Inoltre la HW 77K è più leggera e bilanciata della 77. Utilizzando le mire tradizionali una canna lunga potrebbe essere vantaggiosa per allungare la linea di mira, ma in ogni caso la 77K ha una linea di mira già sufficientemente lunga perché sfrutta anche la scina di attacco dell'ottica.

Recentemente è uscita la nuova versione della HW 77 / 77K con il calcio nuovo, più squadrato e moderno, e la versione con il calcio sintetico nero thumbhole.

Sicuramente se dovessi scegliere io, prenderei la HW 77k con il calcio nuovo.

ciao
Alessandro
Marco
29 Giu 2012, 09:38
Buon giorno, ieri sono stato in armeria per toccare con mano la Hw 977 ma purtroppo non ne avevano esposte. Mi hanno però consigliato ( visto che a me piace sparare con le tacche di mira) di acquistare la HW 77. In versione depo hanno le stesse prestazioni o la 977 è il top e la 77 mezzo gradino sotto? Leggevo che la 77 ha anche la versione K a canna più corta, attendo tuoi consigli su cosa acquistare. Grazie e complimenti per il sito.
Alessandro
24 Giu 2012, 13:11
Non occorre fare nulla di particolare, fino a quando la carabina spara bene ed è efficiente. Smontandola si perde la garanzia, quindi gli eventuali problemi seri è meglio farli riscolvere all'armiere. Di tanto in tanto, molto di rado se si utilizzzano pallini di qualità, è preferibile dare una pulita alla canna. Ci sono sezioni apposite del sito che spiegano come fare.

ciao
Alessandro
Marco
23 Giu 2012, 21:03
Buona sera, possiedo una Hw 30S e sono pienamente sottisfatto della carabina, a 30 mt senza ottica fa saltare alla grande i tappi di bottiglia, è precisissima. La possiedo da circa 6 mesi ma non so se va fatta manutenzione. Queste carabine hanno bisogno di "tagliando" o si può continuare ad usarle senza nessun intervento a parte oliatura parti esterne?
Grazie, ciao.
Alessandro
01 Giu 2012, 19:56
Bene, non avevo capito che l'avevi presa nuova, in questo caso hai fatto benissimo a riportarla in armeria, è sempre la cosa migliore. Può accadere che si rompa la guarnizione anche da nuova. La Weihrauch funziona benissimo, non occorre smontarla o metterci le mani se non te la senti.

ciao
Renzo
01 Giu 2012, 19:48
Grazie per la tua risposta tempestiva e precisa: siccome non mi fido a eseguire di persona lo smontaggio oggi l'ho portata in un'armeria degna di questo nome e dopo averla smontata hanno trovato proprio la guarzione da te menzionata rotta. Pensa che la carabina l'avevo presa nuova 1 mese e mezzo fa..
Ora mi sembra un'altro pianeta davvero :)
Grazie x il consiglio e in bocca al lupo per questo ottimo sito.
Alessandro
01 Giu 2012, 07:38
Se l'hai comprata usata può essere necessario cambiare molla e guarnizione del pistone. In genere la HW 977, così come esce dalla scatola supera i 7,5 joule ed è più potente della TX200. Però per essere sicuri che la tua carabina abbia perso smalto, occorrerebbe un cronografo. Potrebbe essere semplicemente un questione di pallini. Queste carabine funzionano al meglio con i JSB Exact, mentre con altri pallini potrebbero in effetti essere fiacche.

Per prima cosa io controllerei la guarnizione della tranfer port, quella che sta dietro al cilindro scorrevole. Carica il pallino e cospargi la zona di borotalco, quindi spara. Se vedi lo sbuffo uscire dalla culatta, significa che c'é perdita d'aria, quindi dovrai sostituire perlomeno quella guarnizione.

Una volta verificato quello, puoi procedere all'acquisto di molla e guarnizione del pistone nuove e sostituirle. Per farlo devi smontare la carabina. Puoi seguire le istruzioni che trovi sul mio sito. Come grasso usa solo ed esclusivamente grasso al bisolfuro di molibdeno di marca CFG, che è quello he garantisce le prestazioni migliori. Se invece vuoi subito montare un kit, ti consiglio il C5 che vende Ferraioli. Non che gli altri non vadano bene, ma questo l'ho montato personalmente e posso assicurarti che è ottimo. Gli altri invece non li ho mai provati, quindi non ti saprei dire se siano meglio o peggio.

Per quanto riguarda smontaggi, rimontaggi e kit vari, consiglio di iscriversi al forum http://www.airgunsitaly.it/ amministrato dalla stessa persona che costruisce i kit per le HW 977.

ciao
Renzo
31 Mag 2012, 17:50
Ciao Alessandro, e complimenti per il tuo blog veramente interessante.
Sono un neofita e da circa un mese ho acquistato la mia prima carabina Weihrauch hw977, contemporaneamente un mio amico si è comprato una air arms tx200 e cimentandosi assieme al tiro al classico cartoncino-bersaglio mi sono reso conto che la mia hw risulta notevolmente più fiacca di quella dell'amico. Il personaggio che me l'ha venduta dice che oltre i 15 metri non si possono avere pretese ma leggendo i tuoi test capisco che qualche pretesa in più potrei averla... ho visto dei kit per ottimizzare la carabina ma non saprei come procedere, io vorrei solamente tutti i miei 7,5 joules :)
francesco
24 Mag 2012, 20:07
grazie per la tempestiva risposta e soprattutto del prezioso consiglio accettato al volo visto che non ho molta conoscenza in materia guardando in rete si vedono tante cose la mia stessa hw 977 l ho aquistato dopo aver letto alcuni commenti sulle sue preztazionali doti e rapporto qualita prezzo a dire il vero era piu una curiosita che un esigenza quindi molto megio cosi. ancora grazie e vivissimi complimenti per le preziose delucidazioni che ho trovato nel forum saluti
Alessandro
24 Mag 2012, 16:21
Le strade percorribili sono due:

Prendere il porto d'armi e con quello acquistare un'arma ad aria compressa da 16, 20, 30, 50 o 100 joule, come fanno tutti gli appassionati che non vogliano correre rischi con la legge.

Oppure vivere nell'illegalità e nella clandestinità, il che significa fare le cose di nascosto. Si perché magari non ci si pensa, ma internet è un luogo pubblico. Di sicuro non troverà nessun sito internet pubblico che le darà consigli su come commettere un reato di grave rilevanza penale.

saluti
francesco
24 Mag 2012, 14:12
egr. alessandro mi affido alla sua conoscenza sono un felice possessore di una hw 977 depo avrei intenzione di incrementare un po di potenza ho dato uno sguardo un po in rete e ho trovato una molla de armeria ratti di un costo di 32 euri poi ne ho vista una da ferraioli a 18 euri ora la mia domanda e questa nn per risparmiare 1 quale la differenza tra le 2? sostituendo soltanto la molla ho un sostanziale incremento do potenza? oppure per arrivare ai 16j ho bisognio di un kit completo? nella attesa di una sua la ringrazio anticipatamente e le porgo i miei cari saluti.
Alessandro
20 Feb 2012, 20:34
Mah, ti dirò, è tanto che non ce la facciano pagare di più per il tempo che ci vuole a tranciare la molla.

Mah speriamo almeno che con la fine del catalogo importino anche la versione corta a piena potenza, la canna lunga a me personalmente non piace. Misteri del mercato italiano.

ciao
enzo
20 Feb 2012, 12:17
capisco che per ovvi motivi di possesso non tutti possiamo avere la possibilità di una full,come me ma si rimane sempre più soddisfatti della propia carabina comprata anche se la sorella minore non tradisce la pura razza,penso comunque che ci dovrebbe essere almeno una piccola differenza di costo tra luna, e l'altra,voi cosa ne pensate? saluti Enzo.
Alessandro
03 Dic 2011, 20:30
Dipende da quanto vuoi spendere. La HW 977 è piuttosto pesante, personalmente sceglierei, e ho scelto un'ottica leggera, con campana da 44 mm. Fino a 25 metri una 4-12x può andare, se non hai esigenze di field target. 6-24x è l'ideale per stimare le distanze e non avere un'ottica pesante. Una 4-16x un buon compromesso. Ottima qualità e prezzo contenuto, relativamente contenuto, tra i 200 e i 400 euro sono le Hawke o le Konus. Tra i 100 e i 200 Euro consiglio le Nikko Stirling Gold Crown o Nighteater, ma ce ne son anche altre valive, tipo blauoptik. La qualità è solo discreta, ma vanno benone.

ciao
luca
03 Dic 2011, 12:41
ciao a tutti,mi dareste un consiglio per ottica migliore per hw977 distanza 10-25 metri.ciao grazie
Alessandro
09 Set 2011, 19:53
Spostato su:

http://airgunz.altervista.org/CatalogoNazionale4/Stoeger_X5.php
lino
09 Set 2011, 19:12
ho comprato una stoeger x5.
posso migliorarla?
la meccanica delle carabine sono tutte uguali?
grazie.
Roberto
15 Giu 2011, 22:16
Grazie mille Sig. Alessandro! Sapevo che la mia domanda fosse un pò "complessa". La ringrazio per la sua cortesia e serietà!
Alessandro
15 Giu 2011, 20:31
Per me è difficile dare indicazioni sulle otttiche, perché in questo campo sono inesperto al massimo, e non esistono indicazioni precise, soprattutto se si ha un limite di spesa. Fattori come luminosità e nitidezza possono essere soggettivi. Poi esistono due scuole di pensiero; c'é chi vuole grandi fattori di ingrandimento rinunciando alal qualità, e che si accontenta di ingrandimenti bassi ma vuole un'ottica di gran marca. Dipende in lrga parte dall'uso. Io, che ho sempre voluto spendere poco su quesot accessorio, più che altro per inesperienza, mi sono sempre trovato bene con il bistrattato marchio Nikko Stirling. Sono ottiche economiche, e in questa fascia di prezzo non andrei oltre il fattore di ingrandimento 24. Parlamo bene della Blauoptik 6,5-24x44.

Volendo spendere un po' di più, ma senza andare su marchi blasonoati da oltre 1000 €, ci sono i mardchi Konus E Hawke che vanno per la maggiore.

Giusto per farsi un'idea dei prezzi.

http://www.dominoguns.it/gunshop/?p=p_67&sName=hawke-sport-optics

http://www.bolognesi.net/negozio/category.php?id_category=7

In questa pagina ci sono anche i Leupold citati da lei, ma direi che la fascia di prezzo è oltre portata.

Rinunciando a qualcosa, ingrandimenti o torrette alte, si può pensare anche di arrivare a Konus e Hawke.

Per una carabina a piena potenza è preferibile scegliere un'ottica con reticolo inciso, e magare prevedere l'uso di un attacco ammortizzato, anche se la Weihrauch è piuttosto tranquilla come reazioni, visto i prezzi delle ottiche, forse è meglio preservarle meglio che si può.

Ripeto, io però per incompetenza ho sempre mirato a spendere poco, proprio perché non ho elementi per valutare acquisti più importanti che potrebbero poi rivelarsi errati. Diciamo che le ottiche economiche il loro lavoro lo fanno, ma niente di più.
Roberto
15 Giu 2011, 19:13
Milano, mercoledì 15 giugno 2011
Buona sera Sig. Alessandro, La disturbo nuovamente per chiderLe quale ottica potrei montare sulla Veihrauch Hw 977 full. Ho visto alcune marche (Leupold,Meopta, Nikon) e il mio budget è di 250 massimissimo 280 Euro. La ringrazio sin da ora per i Suoi ottimi e saggi consigli! Buona serata
Alessandro
27 Apr 2011, 07:10
Per quanto ricordo è per full. Lo puoi montare mantenendo la molla depotenziata. Mi pare che lo vendessero anche già con la molla per depotenziate, ma non so se intestata e lucidata. Prova a chiedere direttamente a chi lo vende.

ciao
Damiano
26 Apr 2011, 22:03
Mentre del kit v-mach che ne pensi?
Damiano
25 Apr 2011, 16:00
Gentilissimo Alessandro,
girando in rete lo avevo adocchiato tempo fa, ora mi hai dato un bella conferma.
Alessandro
24 Apr 2011, 20:15
Io ho montato questo:

http://www.ferraioli.com/catalogo/1303-kit-c5-hw-977-77-depo.asp

lo ritengo ottimo.

ciao
Damiano
24 Apr 2011, 17:05
Ciao Alessandro, ci sta in commercio un kit depo per l'hw 977 depo (magari per migliorarne leprestazioni)? Mi potresti dare un sito dove reperirlo. Grazie
Roberto
21 Apr 2011, 12:56
Grazie mille Sig. Alessandro! Consigli precisi, puntuali e utilissimi!! Grazie!
Alessandro
20 Apr 2011, 13:51
Le preferenze sono un fatto molto personale. Una PCP è potente, siamo oltre i 30 J, e in calibro .22 diventa divertente fino a 100 metri. Alcune, come la Air Arms S400/S410 sono silenziosissime, perché hanno un silenziatore integrato nella canna.

Le Springer sono meno potenti e meno precise, ma non dipendono da fonti esterne di alimentazione. Io mi orienterei su una HW 977, oppure sulla TX 200 o ProSport, con un occhio rivolto alla rumorosità, se si intende utilizzarla in una proprietà privata, per non allarmare vicini e passanti.

saluti
Roberto
19 Apr 2011, 22:48
Salve Sig. Alessandro, grazie per la cortese e sollecita risposta! Ha ragione ho omesso un pò di cose...mi scusi! Prenderei una carabina "full"...Per quanto riguarda l'uso in spazi privati anche io ho letto le normative ma sono scritte in modo tale da dire tutto e il contrario di tutto!!! Forse converrebbe, prima di comprarla, andare ad informarsi direttamente dalla polizia o da un avvocato! Dopo quest'ultima delucidazione quale carabina mi consiglierebbe? Grazie mille e complimenti! Distinti saluti
Alessandro
19 Apr 2011, 21:45
Dalla domanda non si capisce se la vuoi prendere in versione full con il porto d'armi (non so se si possano usare in proprietà privata, non l'h mai capito) o depo. Depo, non ho dubbi, la TX 200, se te la senti di spendere quella cifra, è sensazionale, la migliore carabina ad aria compressa mai avuta o provata. A livello di full, la Diana 54 è la più potente, ma dicono un po' incontrollabile. HW 977 e TX 200 hanno tra i 16 e i 20 J a seconda dela versione, e sono più accurate. Io ci metterei anche la Prosport, una versione della TX 200 con canna corta e leva di carica a scomparsa, che esiste solo in versione full.

Le armi a gas CO2 sebbene divertenti sono giocattoli o quasi. Le armi PCP sono potentissime e divertenti. Necessitano di un sistema di ricarica, ovvero una bombola da sub, soprattutto per le versioni full, che sparano giusto 20 o 30 colpi a seconda della potenza.

La preferenza dipende in gran parte dal gusto personale. Io preferisco le carabine a molla, per via della totale indipendenza da sistemi di ricarica esterni.
Roberto
19 Apr 2011, 19:09
Buon giorno Sig. Alessandro,mi sono "imbattuto" in questo sito e da quell che scrive ho notato la Sua esperienza e professionalità. Premetto che vado al poligono di tiro per sparare con pistola e carabina .22.
Vorrei chiederLe un consiglio: avendo io il porto d'armi e volendo prendere una carabina per divertirmi al poligono di tiro e e nella mia proprietà RECINTATA, quale arma potrei prendere?Mi sono guardato un pò in giro e mi sono piaciute le carabine: Diana F54, WEIHRAUCH HW 977-t e AIR ARMS TX200. secondo Lei è meglio (più divertente) una carbina mono colpo o a gas? La ringrazio per la Sua cortese attenzione.
Alessandro
30 Mar 2011, 17:27
HW 977 per tutta la vita. Le Diana a canna fissa sono carabine dalla potenza bruta, depotenziate perdono di senso. Reazioni un po' violente, e scatto di qualità inferiore (pare che comunque il nuovo T06 non sia all'altezza del Rekord).
Paolo
30 Mar 2011, 14:58
Ciao Ale. Mi trovo nella situazione che , almeno un volta ci si trovano tutti . Devo comprare una carabina e devo scegliere tra hw977 e diana 460 magnum , entrambe depotenziate , cosa mi consigli?Grazie da Paolo
Alessandro
13 Mar 2011, 17:29
La risposta è semplice; una qualunque Weihrauch, esclusa la HW 577. Se la vuoi al limite dei 7,5 Joule, escluderei anche la 30S, che si assesta intorno ai 6 J (per il resto è più che ottima), quindi prenderei in considerazione dalla HW 50S (mi raccomando il modello "S" si riconosce solo per la grossa vite dietro al grilletto) in su. La seclta la dovrai fare in base alla spesa che vuoi sostenere, ma sarebbe comunque meglio riuscire a vederne e imbracciarne qualcuna in armeria, anche perché peso e bilanciamento variano molto a seconda del modello.

L'alternativa è una Diana, lasciando perdere i modelli 46/460. Io preferisco le Weihrauch, ma le Diana sono ottime carabine di qualità e di sicuro ad acquistarne una non ci si pente.

Oppure, volendo spendere una cifra folle (690 € di listino), Air Arms TX200 che comunque è meno potente di Weihrauch e Diana.

ciao
maurizio
13 Mar 2011, 08:59
g.mo ale ti disturbo perchè sono nella confusione totale e mi spiego da circa deu mesi desidero acquistare una carabina ad aria compressa per divertimi al tiro nella mia proprietà ma pur avendo avuto modo di avere a che fare con le armi nn ho mai avuto a che fare con l'aria compressa ora la mia domanda desidero acquistare una carabina che abbia questi requisiti affidabilità nel tempo precisione e potenza molto vicina ai 7,5 j certo di una tua cortese e gradita risposta porgo i miei più affettuosi saluti
Alessandro
19 Feb 2011, 07:52
Penso proprio che non riesca a rompere una bottiglia a 50 metri. Diciamo 20.
Usando il cannocchiale è sufficiente ruotare la torretta dell'alzo, si può mirare sempre al centro della croce, qualunque a distanza. In ogni caso a 50 metri la caduta è molto accentuata.

ciao
Francesco
18 Feb 2011, 23:04
ciao alessandro ma è davvero cosi potente questa carabina in versione depotenziata.. riesce a rompere una bottiglia in vetro di birra a 50 metri??
bisogna mirare molto in alto per colpire a questa distanza un bersaglio piccolo?
grazie
Alessandro
22 Gen 2011, 20:05
Ha la molla tagliata.
Mick
22 Gen 2011, 19:40
Alessandro, ma questa carabina che tipo di depoteziamento ha? i fori sul pistone ?
Mick
22 Gen 2011, 08:42
Ah! bene.. opto per la Gold allora..
Grazie mille Alessandro sei un maestro!
Alessandro
22 Gen 2011, 07:53
Il prezzo è simile, ma la Gold Crown è una linea più curata. Diciamo che non penso ci sia molta differenza come qualità a livello ottico, ma la Gold Crown ha delle belle torrette alte digitabili e graduate, cosa che manca sulla Gameking. Io ho una Gold Crown 4-12x42 e ti assicuro che è un'ottimo prodotto, molto chiara e luminosa. A meno che tu non voglia praticare il field target, nel qual caso forse sarebbe meglio avere più ingrandimenti, ma non conosco la Gameking, non so se è all'altezza, ma temo di no comunque. Quindi io andrei sulla Gold Crown.

Il mildot è un tipo di reticolo. Ovviamente saprai, visto che compri l'ottica, che la mira si prende sovrapponedo il bersaglio alla croce del reticolo, cioè due linee ortogonali che attraversamno la lente. La croce è al centro, ovviamente. Nel mildot, lungo le due linee sono segnati dei puntini, ad una distanza predefinita (adesso non so di preciso, ma c'é una regola, che individua la distanza di tiro dei puntini). Questi puntini servono a correggere la mira senza toccare la torretta dell'alzo, o della deriva in caso di vento. Ad esempio se hai tarato il tiro a 15 metri, a 25 metri dovrai mirare non al centro della croce, ma al primo o al secondo punto sotto di essa. Trovi delle buone indicazioni sull'articolo di Fabio riguardante la BSA XL Tactical

http://airgunz.altervista.org/Fabio_Sniper70/BSA_XL_Tactical_Full_3.php

ciao
MIck
21 Gen 2011, 20:11
Ciao Alessandro, che ottica mi consigli per la weihrauch hw977

1) Nikko Stirling Gameking 4-16x44 AO Mil-Dot

oppure..

2)Nikko Stirling Gold Crown 4-12x42 AO Mil-Dot

Come ingrandimenti preferirei oscillare fra questi, ma quale delle due secondo te in termini di qualità è migliore? che cosa è il mil dot?
Alessandro
05 Mag 2010, 18:51
Se non vuoi spendere molto, e desideri una buona carabina per un utilizzo prettamente ludico, ti consiglio di orientarti sui modelli HW 30S o HW 50S da scegliere a seconda della corporatura. A queste io abbinerei un'ottica Nikko Stirling Gold Crown AirKing 4-12x42. Si tratta di un cannocchiale dalla buone caratteristiche e soprattutto utilizzabile in qualunque condizione di luce e che permette sempre una facile acquisizione del bersaglio. In ogni caso è difficile mettere un'ottica più grande su una carabina a canna basculante. In questa maniera con 300-350 € totali si acquista un'ottimo attrezzo, che non avrebbe nulla da invidiare alle Weihrauch più rinomate. Anzi, il modello 30S, per ovvi motivi, ha persino lo scatto più leggero rispetto agli altri.

Se si monta una molla a piena potenza su un modello depotenziato si trasforma la carabina in un'arma comune da sparo. Si tratta di un reato penale molto grave, di quelli che ci consentono di saggiare di persona la bontà del nostro sistema giuridico.

In ogni caso, confrontando le (poche) rosate che si trovano su internet sui tiri a lunga distanza, direi che fino a 30 metri un modello depotenziato e una a piena potenza si equivalgono. Oltre ovviamente vince la full, ma ne vale la pena?
federico
04 Mag 2010, 22:47
ciao sono neofita ma ho sempre avuto la passione delle armi girando su internet ho letto le tue pagine riguardanti le weihrauch hw30s e la hw977 e avendo finalmente qualche soldo da spendere mi sono detto " compriamoci sta carabina depotenziata al massimo me la rivendo se non mi prende bene" ho girato tutte le armerie delle marche e nessuna ha la weihrauch solo gamo e diana cmq ne ho trovata una che volendo le ordina secondo te io che non ho sparato mai con una 977 in mano mi ci diverto o è troppo seria? o magari x me và bene una 30s che tralaltro costa anche la metà e poi che pallini mi consigli di prendere (sempre jsb ovviamente) ma 4.50 4.51 o 4.52? considera che io dietro casa al massimo ho 40 metri di spazio scarsi e che ottica ci metto? non vorrei spendere 500 euro x una cosa che vai a vedere alla fine manco riesco ad usare
ultima cosa
se compro la molla sul sito della 977hw non depotenziata e la metto su quella depotenziata cosa accade?^^ scusa il disturbo quando poi rispondi ciao
federico
Alessandro
07 Mar 2010, 21:34
Differiscono solo ed esclusivamente per la molla, che nella versione "depo" è tagliata, anche male purtroppo. Sicuramente un po' sbrigativi ... nonostante questo le Weihrauch sono considerate le migliori carabine, anche depotenziate.
Il miglior metodo di depotenziamento seconfdo me è quello della Air Arms TX200, che consiste nell'allungamento della coda del pistone, in modo da ridurre la corsa, quindi il volume e la spinta dell'aria. Ma il prezzo è alto.
Paolo
03 Mar 2010, 21:33
ciao alessandro.sapresti dirmi la differenza sostanziale per quanto riguarda la meccanica tra l'hw977 libera e l'hw977 full??
Alessandro
01 Mar 2010, 21:33
La versione a piena potenza fa ottime rosate a 50 metri. 100 metri in ogni caso sono troppi, perché il limite è il diabolo da 4,5 mm, non la potenza della carabina. A 100 metri ci arriva, ma con scarsa precisione.
martino
01 Mar 2010, 21:31
penso ke una hw977 full power sarebbe in grado di fare molto di piu.. si ci potrebbe sparare anke a 100m
Alessandro
09 Nov 2009, 21:31
La scatoletta di tonno è stata bucata dalla HW 977 "depo" da 50 metri. Nella foto ci sono 3 buchi, uno al centro, nella parte blu, sotto la marchio, e due sopra dai quali si intravede il filo che è dietro. In realtà, a bucare la scatoletta, ci riesce anche la piccola HW 30S, che non arriva ai 6 Joule. La versione "full", che ha tra i 14-16 Joule (quindi il doppio) farebbe dei buchi molto più piccoli e netti, senza fare ammaccature.
Enrico
07 Nov 2009, 21:31
ciao.. una cosa.. la versione in piena potenza della hw 977.. da 50 metri avrebbe forato la scatoletta di tonno o anche quella gli farebbe solo un'ammaccatura?? è per capire la differenza di potenza tra le due
*Nome:
Email:
Notifica di nuovi commenti a questo articolo
Nascondi la mia email
*Commento:
 
 
Powered by Scriptsmill Comments Script
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z