AZ Gun
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 
Glock 17 Gen4

SMONTAGGIO COMPLETO GLOCK 17

La guida dettagliata allo smontaggio della Glock 17 Gen 4, corredata di fotografie per ogni singolo passaggio.
Smontaggio Glock

E' la pistola più iconica ventunesimo secolo, e nonostante sia in commercio da oltre trent'anni, la Glock continua ad essere considerata una delle più moderne armi corte disponibili oggi sul mercato. Declinata in innumerevoli calibri e dimensioni, ha saputo elevare al rango di oggetto di culto un prodotto che in realtà è estremamente industrializzato e serializzato. Vediamo adesso nel dettaglio come è fatta la Glock, smontandola pezzo per pezzo.

Smontaggio Glock

E' necessario procurarsi un po' di materiale come ausilio allo smontaggio. Non troppo per la verità. E' preferibile operare su un tavolo sgombro, utilizzando un vecchio asciugamano come base, per evitare che i pezzi più piccoli possano rimbalzare sul tavolo e cadere a terra. Inoltre, sempre come mia preferenza personale, utilizzo una vaschetta, all’interno della quale andrò a mettere i vari pezzi man mano che li separo dal corpo dell'arma. Per il resto la pistola si smonta tutta mediante l'ausilio di un semplice cacciaspine da 2 mm. Al posto del cacciaspine preferisco utilizzare l'utensile fornito in dotazione con l'arma per la sostituzione dei dorsalini intercambiabili. E' di plastica e non si rischia di rigare le spine o il fusto, nel caso ci sfugga di mano. Utilizzando quest'ultimo, il cacciaspine è superfluo, e può essere sostituito da un comune cacciavite a taglio di dimensioni adeguate. Utilizzo anche un paio di lamelle di plastica, per lo smontaggio del caricatore. Si possono ricavare ritagliando una qualunque confezione di plastica, sufficientemente rigida.

Smontaggio Glock

Per prima cosa rimuoviamo il caricatore dalla pistola agendo sull'apposito comando. Se il caricatore fosse carico, provvederemo a rimuovere tutti i proiettili.

Smontaggio Glock

Quindi scarichiamo la pistola, o accertiamoci che sia scarica, indietreggiando il carrello, e contemporaneamente, con il pollice della mano destra che impugna la pistola, sollevando la leva dello hold-open, in modo che il carrello possa rimanere bloccato in chiusura.

Smontaggio Glock

Questo ci permetterà di verificare la camera di cartuccia, e l'interno della canna, in maniera da essere assolutamente sicuri che l'arma sia effettivamente scarica.

Smontaggio Glock

La Glock non ha un sistema di disarmo del percussore, per cui occorrerà assolutamente premere il grilletto, per disattivare lo scatto, prima di smontarla. Attenzione, è a questo punto che accadono gli incidenti. Oltre a puntare l'arma in direzione sicura, occorre essere certi, oltre ogni dubbio, che la pistola sia effettivamente scarica. Vale il famoso motto dei falegnami, "misurare due volte e tagliare una". Se non siete più che sicuri, controllare di nuovo. Non fidatevi del fatto, ad esempio, che la pistola appena estratta dalla valigetta sarà certamente scarica, in quanto era scarica quando l'avevate riposta. Ogni volta che prendete l'arma in mano dopo averla riposta, anche per un tempo breve, controllate che sia scarica prima di premere il grilletto per smontarla. La Glock ha il vantaggio, rispetto ad altre pistole, di avere il grilletto che si attiva attraverso il percussore, quindi, se la pistola ha il grilletto completamente arretrato, sarà quasi certamente scarica. Ma "quasi certamente" non equivale mai a "certamente", perlomeno non quando si parla di armi. Mentre un grilletto in posizione di sparo, deve sicuramente mettere in allarme.

Smontaggio Glock

Si tira leggermene indietro il carrello, e si abbassano i cursori del blocco di smontaggio, che sono presenti da entrambi i lati del fusto.

Smontaggio Glock

Quindi si sfila il carrello fuori dal fusto.

Smontaggio Glock

Si toglie il gruppo della molla di recupero. La molla di recupero, pur essendo assemblata con più parti, è considerata un pezzo unico e non può essere ulteriormente disassemblata.

Smontaggio Glock

Ed infine si sfila la canna

Smontaggio Glock

Questo conclude il cosiddetto "smontaggio da campo" o "smontaggio di campagna", più che sufficiente per le normali operazioni di pulizia e manutenzione.

Smontaggio Glock

Per smontare il carrello occorre agire sul tubetto di guida del percussore, la cui parte iniziale si intravede attraverso la feritoia su cui scorre il piede del percussore.

Smontaggio Glock

Contemporaneamente occorre sfilare verso il basso il tappo posteriore del carrello.

Smontaggio Glock

Pera farlo si può usare un cacciaspine o un piccolo cacciavite, in quanto l'utensile di plastica in dotazione con la pistola è troppo elastico per fornire la giusta forza. Per evitare di segnare il pezzo, che è di plastica, si può utilizzare un qualunque utensile di plastica rigida o di legno, purché sia sufficientemente sottile. La plastica del tubetto è comunque estremante resistente, ed è difficile rovinarla anche usando un cacciaspine d'acciaio.

Smontaggio Glock

A questo punto è sufficiente sfilare tutto il gruppo percussore, formato dal percussore, la molla, il tubetto di guida, e un anello reggispinta della molla, che è formato da due semianelli.

Smontaggio Glock

Per dividere il gruppo si appoggia il piede del percussore sul bordo del tavolo, o su un oggetto equivalente. Nella foto ho usato una tavola di legno.

Smontaggio Glock

Si preme sull'anellino di plastica per comprimere la molla, quindi la si trattiene quando è compressa e si sfilano i due semianelli.

Smontaggio Glock

Poi si sfila la molla.

Smontaggio Glock

Ed infine anche il tubetto di guida.

Smontaggio Glock

Dal retro del carrello si estrae il gruppo molla dell'estrattore.

Smontaggio Glock

L'estrattore cade premendo sul pistoncino della sicura automatica al percussore e piegando il carrello di lato.

Smontaggio Glock

Ed infine si estrae lo stesso pistoncino della sicura automatica. Il carrello è smontato. In effetti rimarrebbero da rimuovere le mire, ma queste, a meno che non sia necessario sostituirle, è meglio non toccarle per non starare la mira. La tacca di mira è innestata a coda di rondine, e si estrare mediante un martellino di plastica, o meglio, utilizzando lo strumento dedicato prodotto dalla stessa Glock. Il mirino è avvitato con una dado esagonale, e si rimuove usando una chiave apposita. ATTENZIONE: esiste inoltre un ulteriore tubo di plastica, denominato "channel liner", interno al carrello, che è avvitato, e non può essere rimosso se non con strumenti dedicati. Va tenuto conto di questa parte, che è in plastica, prima di sottoporre il carrello a trattamenti particolari, come ad esempio il ripristino della finitura superficiale con vernici tipo Gunkote e Cerakote.

Smontaggio Glock
  Seguente

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
La storia della Beretta 92 FS
Air Arms TX 200
Guancette Punisher
Norconia P1
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z