AZ Gun
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 

AZGUNPEDIA T (TOKAREV ... TUNING)

L'AZGunPedia è l'enciclopedia delle armi da fuoco e ad aria compressa. Seconda pagina dedicata alla lettera T. Per la armi storiche abbiamo la pistola russa Tokarev, mentre per la parte soft-air parliamo del produttore più famoso in assoluto, la Tokio Marui, l'azienda che ha inventato il fucile elettrico che si usa durante il gioco. Top hat, transfer port e tuning completano le definizioni.
TOKAREV
Pistola d’ordinanza Russa, ideata da Fedor Tokarev nel 1930, e adottata nel 1931 con il nome di Tokarev TT-30, per sostituire i vetusti revolver Nagant M1895. La pistola ha poi subito leggere modifiche con il modello TT-33, allo scopo di sveltirne la produzione. A livello meccanico la pistola non è altro che una copia quasi fedele della Colt Browning, della quale mantiene la stessa impostazione tecnica e il sistema di chiusura. Per il proiettile fu scelto di partire dal 7,63x25 Mauser, all’epoca il calibro per pistola più diffuso nell’esercito russo, che venne ulteriormente potenziato, e chiamato calibro 7,62x25 Tokarev. Il calibro 7,62 Tokarev mantenne per moltissimo tempo, il primato di essere la più potente cartuccia per pistola esistente al mondo. Le uniche caratteristiche di un certo pregio che distinguono la Tokarev dalla Colt 1911, sono relative al pacchetto del cane e della sua molla, che può essere estratto per la pulizia ordinaria, e la lavorazione dei bordi interni del telaio, del caricatore e della camera di cartuccia, che sono sagomati in modo da favorire il passaggio del proiettile in canna. Un’altra caratteristica è rappresentata dalle scanalature di chiusura della canna, che sono completamente circolari, in modo da essere più facili da produrre, rispetto a quelli della Colt.
Tokarev TT-33
Una Tokarev TT-33. Il suo funzionamento è identico a quello della Colt 1911.
Tokarev TT-33
Il lato destro della TT-33 con il caricatore monofilare.
Esploso Tokarev TT-33
Un esploso della TT-33. Notare come, per risparmiare, i tenoni di chiusura posti sulla canna, la circondino completamente, anziché essere presenti nella sola parte superiore.
differenze Tokarev TT-33 e TT-30
Le differenze tra la prima versione TT-30 e la successiva TT-33 si limitano al pacchetto del cane e al grilletto.
Tokegypt
Una Tokagypt la versione per l’esercito egiziano della TT-33, fabbricata in Ungheria, camerata il 9mm parabellum.
TOKYO MARUI
La Tokyo Marui è l’azienda Giapponese leader nel settore della ASG (Air Soft Gun). La sua leadership è dovuta alla vastissima gamma di fucili elettrici, che hanno rivoluzionato il modo di giocare ai combat soft-air. Dopo aver aperto la via, va dato atto all’azienda di aver sempre cercato di mantenere alto il “gap” tecnico rispetto alle aziende concorrenti perfezionando le sue repliche per renderle sempre più funzionali e robuste. Il dispositivo hop-up, oggi presente nella quasi totalità dei modelli di ASG è stato introdotto per la prima volta proprio dalla Tokyo Marui. Per parecchi anni la Tokyo Marui non ha avuto rivali nel campo della ASG elettriche. Oggi gli agguerriti “clonatori” di Taiwan e Cina, offrono prodotti paragonabili a prezzi inferiori, stanno guadagnando una sempre più ampia fascia di mercato, soprattutto in occidente. Forte della sua posizione predominante sul mercato, relativamente di recente, la Tokyo Marui ha iniziato ad invadere il campo delle repliche di armi corte a gas scarrellanti, settore di mercato per molto tempo dominato dalla Western Arms. Attualmente la produzione Marui, probabilmente la più ricca nel panorama soft-air, consiste in ASG elettriche, pistole a gas blowback e elettriche, pistole a molla e shotgun. E’ presente in catalogo anche una serie di modelli radiocomandati di carri armati in scala 1/24 in grado di sparare pallini soft-air BB da 6 mm.
Tokyo Marui Hi-Capa 5.1
Una Hi-Capa 5.1, una delle pistole a gas Marui più apprezzate dagli appassionati.
Tokyo Marui M4-System
Il fucile d’assalto M4 S-system, un moderno fucile elettrico basato sul frame dell’M16.
Tokyo Marui G18C elettrico
La prossima frontiera per la Marui è rappresentata dalle pistole elettriche. Pur avendo messo in commercio già alcuni modelli, queste pistole, però, non raggiungono ancora le prestazioni di quelle alimentate a Green Gas. Inoltre, visto l’angusto spazio nel quale devono trovare posto tutti i meccanismi, la componentistica interna non può essere simile a quella dell’arma originale, caratteristica molto apprezzata dai collezionisti.
Tokyo Marui VSR 10
Il VSR 10, un fucile monocolpo da sniper, con chiusura Bolt Action.
Tokyo Marui M14
Un’altra tipologia di prodotto; un fucile americano M14, splendidamente riprodotto.
Tokyo Marui SAmurai Edge
Questa Beretta, denominata “Samurai Edge”, è una versione speciale tratta dal videogioco “Biohazard” (Resident Evil in occidente). Le armi soft-air tratte da anime e videogiochi sono molto popolari in Giappone.
Tokyo Marui P226
Un’altra pistola scarrellante: una Sig Sauer P226 Rail. Sebbene la Marui si sia introdotta nel mercato delle pistole a gas scarrellanti relativamente da poco, il suo catalogo è già molto ampio.
Tokyo Marui Sig 552 Seal
Sig 552 Seal. Il campo della ASG elettriche rimane dominio pressoché incontrastato della Tokyo Marui.
Tokyo Marui M4A1 Carbine
Un M4A1 Carbine.
TOP HAT
Guidamolla anteriore. Si tratta di un elemento meccanico interno che può essere presente o meno nelle armi a molla. E' un guidamolla molto corto che si inserisce dalla parte opposta rispetto al guidamolla vero e proprio. Serve per favorire il corretto contraggio della molla all'interno del pistone, e di conseguenza migliora le fasi di compressione e decompressione. Non si tratta di un elemento considerato necessario e spesso non è presente di serie all'interno delle springers, ma è quasi sempre presente nei kit di elaborazione. I suoi effetti sul ciclo di sparo sono di solito considerati positivi, ma esistono casi in cui la presenza del top-hat potrebbe essere controproducente. E’ utile soprattutto quando il diametro esterno della molla è molto inferiore a quello interno del pistone. Letteralmente significa "cappello a cilindro".
Top hat
Una serie di molle complete di guidamolla e top hat.
Top hat
Un Top Hat si inserisce sulla testa della molla dal lato pistone. Letteralmente significa "cappello a cilindro" il perché appare del tutto evidente.
TORRETTE DI REGOLAZIONE
Si tratta di manopole che hanno il compito di regolare l’alzo, la deriva e a volte anche la parallasse dei cannocchiali. Queste sono generalmente posizionate al centro del tubo dell’ottica.
TRAIETTORIA
E’ la linea tracciata dal baricentro di un proiettile. Ha all’incirca la forma di una parabola, tendente verso il basso, a causa della forza di gravità che fa cadere il proiettile verso il basso. Per compensare la caduta del proiettile è necessario agire sull’alzo dell’arma.
TRANSFER BAR
Si tratta di un dispositivo di sicurezza formato da una piccola lamina d'acciaio che si interpone tra il cane e il percussore, e che ha il compito di trasferire l'energia del primo sul secondo. Questa lamina è traslante, e il suo movimento è solitamente comandato dal grilletto. Quando la lamina è abbassata, e quindi non si interpone tra cane e percussore, risulta impossibile per il cane raggiungere e colpire il percussore. Il risultato è molto simile a quello che si ottiene con la sicura automatica al percussore, che libera il percussore solo quando si preme il grilletto. In questo caso però, la sicura rende impossibile lo sparo solo nel caso di uno sgancio involontario del cane. La sicurezza dell'arma che cade a terra, ad esempio, non è affatto garantita, perché il meccanismo non blocca il percussore. Tradizionalmente questo dispositivo di sicurezza è presente nei revolver Ruger, ma non mancano applicazioni anche su altri tipi di arma.
Transfer Bar revolver
Lo schema di funzionamento della trasfer bar. Come potete vedere, nei revolver, il meccanismo viene comandato dalla pressione del grilletto.
Transfer Bar Ruger Vaquero
Il trasfer bar che equipaggia la rivoltella Ruger Vaquero.
Transfer Bar Rossi
Il transfer bar è utilizzato anche nel campo delle armi lunghe: questo è lo schema del meccanismo adottato dalla brasiliana Rossi sui suoi fucili.
Transfer Bar Umarex Colt 1911-A1
Anche nel campo dell'aria compressa è utilizzato il transfer bar. Sulla Colt 1911-A1 a CO2 prodotta dalla tedesca Umarex, il meccanismo della sicura dorsale (Grip Safety vedi), che nell'originale blocca la catena di scatto, è stato sostituito dalla transfer bar. Il questo caso, il meccanismo di sicurezza, non è comandato dal grilletto, ma dalla pressione dell'elsa della pistola. Si tratta però di una delle parti più discutibili dell'arma, e sicuramente una delle parti più soggette ad usura.
TRANSFER PORT
Nelle armi ad aria compressa è quel foro praticato nella parete del cilindro o della valvola del gas che si affaccia sull’imboccatura della canna e che permette di portate l'aria o il gas compresso dal serbatoio alla culatta. Il suo corretto dimensionamento è un fattore molto importante se non decisivo per il corretto funzionamento di un'arma ad aria o gas compresso.
Transfer Port Norica Krono
Il transfer port è quel forellino che vedete alla base del cilindro.
Transfer Port disegno Stoeger
Questo disegno, tratto da un manuale “Stoeger” indica chiaramente il transfer port. Il marchio americano, commercializza carabine ad aria compressa fabbricate in Cina. La didascalia allegata al disegno in questione, consiglia di versare una o due gocce di olio direttamente nella camera di compressione dell'arma. Questa procedura è valida solo per le armi che montano le vecchie guarnizioni in cuoio, che in questa maniera si mantengono morbide e non si seccano. Inserire olio direttamente nella camera di compressione è altamente sconsigliato nelle moderne armi ad aria compressa che montano guarnizioni di materiale sintetico. Il rischio è quello di danneggiare irreparabilmente l'arma.
TRIGGER
Grilletto (vedi), o scatto (vedi).
TRIGGER JOB
Viene definita con il termine generico "Trigger Job" ovvero “lavoro sullo scatto”, l'intera procedura di elaborazione del meccanismo di scatto, che prevede diversi passaggi, dalla lucidatura dei piani di contrasto, alla sostituzione di leve e molle.
TROMBONE
Usato soprattutto nel ‘700 e ‘800, è un corto fucile con la volata della canna allargata a tromba. La particolare forma della canna è atta a facilitare il caricamento dalla bocca del munizionamento che era a pallettoni. L’arma era nata per essere utilizzata a bordo delle navi dove la canna svasata si rivela utilissima per caricare l’arma all’interno dell’imbarcazione, in condizioni di scarsa visibilità e di equilibrio precario. Lo svaso della bocca garantiva anche una micidiale dispersione dei colpi, utilissima negli scontri ravvicinati tipici degli arrembaggi navali.
Trombone italiano
Trombone italiano
TRUGLO
Azienda americana attiva soprattutto nel campo dei sistemi di puntamento ottici. Nel catalogo dell'azienda si trovano binocoli e sistemi di mira per qualunque tipo di arma, quali cannocchiali, red-dot, mirini e tacche di mira, collimatori per armi da fuoco, ad aria compressa, lunghe o corte, per archi e balestre. L'azienda è famosa nel settore soprettutto per i suoi sistemi di mira tradizionali, tacca di mira e mirino, equipaggiati di inserti luminosi che sfruttano la tecnologia delle fibre ottiche. I mirini della Truglo sono montati sulla maggior parte delle armi di produzione attuale.
Truglo
TUNING
Termine inglese ormai diventato di uso comune anche in Italia che indica la messa a punto o accuratizzazione di un motore, meccanismo o strumento sportivo. Un intervento di tuning può interessare tanto la meccanica interna quanto la parte esteriore dell'arma. Nel secondo caso si possono effettuare migliorie non solo di tipo estetico, ma anche sull'ergonomia, importanti quanto le migliorie meccaniche, perché permettono di aumentare il feeling tra il tiratore e la sua arma.
 

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
Ruger GP 100
Smontaggio Arms S400 Classic
NightHigh Custom Hi-Power
Weihrauch Rekord
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
COMMENTI
Non si trattano argomenti riguardanti la caccia, neppure la caccia ai nocivi con armi ad aria compressa. Per questi argomenti esistono siti appositi, che li trattano in maniera seria e competente.
Non si trattano argmenti riguardo il potenziamento illegale di armi di libera vendita. Per cortesia non lasciate messaggi su questi argomenti o su altre pratiche illegali in Italia.
I messaggi riguardanti argomenti illegali o non graditi, verranno rimossi senza dare alcuna spiegazione.
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.

Commenti

Nessun commento finora
*Nome:
Email:
Notifica di nuovi commenti a questo articolo
Nascondi la mia email
*Commento:
 
 
Powered by Scriptsmill Comments Script
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.
 
 
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z