AZ Gun
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 

AZGUNPEDIA F (FONDELLO ... FUSTO)

L'AZGunPedia è l'enciclopedia delle armi da fuoco e ad aria compressa. Ancora lettera F, come Frommer Stop, un raro esempio di pistola semiautomatica funzionante a lungo rinculo di canna, come fucile d'assalto e come fucile elettrico soft air.
FONDELLO
Il “fondello” è la base del bossolo metallico dei proiettili adatti ad armi a retrocarica. A seconda del tipo di fondello, si identifica il tipo di bossolo, e spesso l’uso specifico di quel tipo di proiettile. I bossoli si possono distinguere in “rimmed”, ovvero con orlo sporgente e privi di scanalatura per l’estrattore, adatti generalmente ai revolver, “semirimmed”, con fondello poco sporgente, “rimmless”, senza bordo, o ancora “rebated” con l’orlo di diametro minore di quello del bossolo stesso, o, infine, “belted” con fondello rinforzato dopo la scanalatura su cui si aggancia l’estrattore.
FORESTRAP - FRONTSTRAP
Il “forestrap” o “frontstrap” è la parte anteriore dell’impugnatura, che inizia immediatamente sotto la guardia del grilletto e va fino alla base del calcio.
FORO DI VAMPA
E’ una piccola apertura, o aperture, ricavata nel fondello del bossolo, dalla quale passa la fiammata dell’innesco che ha il compito di investire la polvere di lancio e quindi incendiarla.
FORO PORTAPERCUSSORE
E’ quel forellino presente negli otturatori, che si affaccia alla camera di cartuccia, che è la fine del canale all’interno del quale scorre il percussore. Il foro è appunto presente perché la punta del percussore, per poter effettuare la battuta sulla capsula di innesco, deve necessariamente uscire dall'otturatore ed entrare in camera di cartuccia.
FORZAMENTO
Il forzamento di un proiettile, è, quello spessore minimo affinché quest’ultimo possa impegnarsi regolarmente nella rigatura della canna. Alcuni tipi di proiettile hanno un risalto a forma di anello, che viene appunto detto “corona di forzamento”.
FOSFATAZIONE

Trattamento superficiale dell’acciaio per le armi, ottenuto tramite l’uso di acido fosforico. Benché la fosfatazione non sia esteticamente apprezzata quanto la brunitura, questa risulta assai efficace, perché lascia la superficie opaca, e quindi evita quegli spiacevoli effetti di rifrazione della luce che potrebbero infastidire il tiratore mentre prende la mira. E’ una tecnologia molto economica, e garantisce un’ottima protezione del metallo dagli agenti corrosivi, quali agenti atmosferici e sudorazione delle mani. Per queste sue caratteristiche, la fosfatazione è molto apprezzata in ambito militare. Vengono comunemente accettati i termini "parcherizzazione", o "parkerizzazione", come sinonimi di fosfatazione, i quali sono un'italianizzazione del termine inglese "parkerized".

FOTOINCISIONE
E’ un processo economico per realizzare disegni ornamentali sulle armi. Un disegno, viene trasferito da una pellicola al metallo, mediante l’utilizzo di acidi, che intaccano la superficie metallica solo dove questa non è protetta da speciali vernici. Siccome l’effetto finale delle armi ricamate tramite la tecnica della fotoincisione, non è di alta qualità, il disegno viene spesso ripreso a mano da un incisore.
FRAME
Vedi “fusto”.
FREE BORING
E’ la corsa libera del proiettile all’interno della camera di cartuccia, prima di raggiungere ed impegnarsi nella rigatura. La camera di cartuccia è ovviamente ad anima liscia, ed ha un diametro corrispondente al calibro effettivo dell’arma, ovvero quello misurato tra i vuoti della rigatura, mentre il calibro balistico è quello misurato tra i pieni. Minore è il valore del “free boring “ e maggiore e la precisione dell’arma. E’ ovvio che ogni camera di cartuccia è realizzata per uno specifico tipo di proiettile, quindi se si vuole realizzare un’arma di precisione, con valore di free boring prossimo a zero, questa, dovrà utilizzare sempre lo stesso tipo di cartuccia, o comunque cartucce con tolleranze dimensionali molto strette anche per quanto riguarda la forma esterna della palla. Nelle armi militari, per ragioni di affidabilità e robustezza, il free boring ha una valore alto.
FRENO DI BOCCA
Il freno o deflettore di bocca consiste in una serie di feritoie inclinate realizzate in prossimità della volata dell’arma, che consentono ai gas di scarico dovuti allo sparo di fuggire attraverso di essi creando una spinta contraria al rinculo dello sparo in modo da diminuirlo. Rispetto al concetto di “compensatore di volata” che ha il compito di spingere l’arma verso il basso per compensarne il rilevamento, il “freno di bocca”, invece tende a spingere l’arma in avanti per opporsi al rinculo, che al contrario la spinge all'indietro. Spiegata in parole semplici, il compensatore è realizzato tramite feritoie posizionate sul cielo della volata, mentre nel freno di bocca i fori sono presenti tutto intorno alla volata e sono inclinati in avanti. Spesso i due concetti si fondono, per cui la maggior parte delle armi militari automatiche, hanno applicato alla volata una freno di bocca che ha anche il compito di compensare il rilevamento dell’arma per renderla maggiormente dominabile durante il tiro a raffica. (vedi anche “compensatore”).
FROMMER STOP
La Frommer Stop Pisztoly M19 è la famosa pistola adottata dall’esercito ungherese dopo la fine della Prima Guerra mondiale con il crollo dell’impero Austro-Ungarico. La pistola prende il nome di Rudolf Frommer, l’ingegnere che fu responsabile del progetto. La pistola sparava una scarsa cartuccia in calibro 7,65 mm, e utilizzava un sistema di chiusura geometrica a culatta chiusa inutilmente complicato. Nonostante questo tipo di chiusura fosse assolutamente eccessiva, vista la scarsa potenza del proiettile che lanciava, la Frommer Stop è famosa proprio per questa sua caratteristica meccanica, in quanto si tratta di uno dei rarissimi esempi di pistola funzionante a lungo rinculo di canna.

Frommer Stop
La pistola Frommer Stop, è uno dei rarissimi esempi di arma corta con funzionamento a lungo rinculo di canna.

Smontaggio Frommer Stop
La pistola in smontaggio di campagna. Notate che l’arma non ha una carrello otturatore classico, ma, canna e otturatore scorrono all’interno di un tubo solidale al fusto. Ci sono due molle di recupero situate all’interno del tubo di diametro minore situato in alto. Siccome canna e otturatore rinculano assieme praticamente fino alla fine della loro corsa, per completare il ciclo di ricarica, la canna deve ritornare in posizione prima dell’otturatore, quindi il sistema necessita di una molla di recupero per la canna e una per l’otturatore.

FRONTSTRAP
Vedi Forestrap
FUCILE
Il “fucile” è un’arma portatile lunga, da caccia o da guerra. Il termine deriva da “focile”, ovvero la scheggia di selce che veniva usata negli acciarini funzionanti a pietra focaia. Verso la fine del 1600 si diffonde il termini “fucile”, per indicare l’arma lunga da fanteria, ad anima liscia, destinata alle truppe. I corpi scelti, particolarmente ben addestrati, invece, nello stesso periodo, utilizzavano le “carabine”, ovvero della armi più corte, a canna rigata, quindi più difficili da caricare, ma, molto più precise (vedi “carabina”). Precedentemente all’utilizzo del termine “fucile”, le armi lunghe venivano indicate con il termine “moschetti”, che stava ad indicare quegli enormi e pesanti fucili a miccia, che necessitavano l’utilizzo di una forcella come appoggio, e con il termine, “archibugi”, che indicava i successivi fucili con acciarino a ruota. Interessante notare come, con il termine “moschettiere”, si indicava appunto un soldato addestrato all’utilizzo del “moschetto”. Nell’immaginario popolare, formatosi soprattutto attraverso i romanzi di Dumas, il “moschettiere” è invece identificato come un soldato particolarmente abile nell’uso della spada.
FUCILE D'ASSALTO
Si tratta di un’arma intermedia, posta tra il classico fucile pesante da fanteria, e le leggere mitragliette. Il primo fucile d’assalto fu considerato il tedesco FG 42, apparso nella seconda guerra mondiale, funzionante a raffica e a colpo singolo. La cartuccia, però, era ancora troppo potente per questo tipo di arma più compatta. Successivamente, intervenendo sulla potenza della cartuccia, i tedeschi crearono altri modelli di fucili intermedi, fino ad arrivare allo “Sturmgewehr 44”. Una volta finita al guerra, le altre potenze militari si ispirarono a quest’arma per creare i loro fucili d’assalto, come il celebre M-16 americano o l’AK-47 Sovietico. Il fucile d’assalto è diventato l’arma da fanteria più diffusa negli eserciti moderni.

Sturmgewer 44
Lo Sturmgewehr 44 tedesco, è considerato il primo fucile d’assalto moderno.

AK-4
L’AK-47, il famosissimo Kalashnikov russo, si ispirò chiaramente allo StG 44. Rispetto a quest’ultimo, però, l’AK47, era ancora ricavato dal pieno e non in lamiera stampata. Bisognerà aspettare la versione AKM per avere un Kalashnikov costruito per stampaggio.

M-16
Una serie di M-16 americani, in differenti versioni.

Beretta AR 70/70
Il Beretta AR70/70 è il fucile d’assalto che equipaggia l’esercito italiano. Ha un selettore che permette di scegliere tra il tiro a colpo singolo, il tiro a raffica, o, una raffica controllata di soli 3 colpi. In questa foto, al fucile è stata asportata la maniglia di trasporto e, al suo posto è stata montata un’ottica. I più smaliziati noteranno che il caricatore è identico, ed intercambiabile, con quello dell’M-16 americano, e in generale con la maggior parte dei fucili d’assalto NATO.

AK74
L’ultima versione di Kalashnikov, l’AK74, in calibro 5,45x39mm, è realizzato per stampaggio, e ha un caricatore in plastica semitrasparente color mattone.

FUCILE ELETTRICO
In un fucile elettrico, la carica di polvere viene fatta esplodere tramite una scintilla prodotta da una scarica elettrica. Il grilletto, in questo caso, aziona semplicemente un interruttore, quindi, non ci sono organi meccanici in movimento, a, tutto vantaggio della precisione. Sebbene l’idea e la realizzazione pratica siano antiche, il procedimento è attualmente sfruttato nelle armi sportive di precisione. Nella armi ad aria compressa da competizione, il circuito elettronico, comanda la valvola di apertura del condotto dell’aria. Nel campo militare, la scarica elettrica viene utilizzata per l’innesco delle cartucce di tipo “caseless” ovvero senza bossolo.
FUCILE ELETTRICO SOFT-AIR
Nel campo del combat, il gioco di ruolo che vede due opposte fazioni simulare una battaglia di tipo militare, il fucile elettrico è diventato ormai l’arma fondamentale, tanto che il gioco, si è praticamente sviluppato attorno all’utilizzo di questo tipo di fucili. Il funzionamento è quello tipico di un’arma ad aria compressa a molla. Il movimento di compressione della molla, avviene tramite un motore elettrico, e un opportuno selettore consente sia il tiro semiautomatico che quello automatico. Il pacchetto delle batterie ricaricabili è generalmente nascosto all’interno del calcio. Vista la progressiva miniaturizzazione e affidabilità dei componenti, le armi elettriche lunghe hanno del tutto soppiantato quelle a gas, mentre, nel campo delle armi corte, per ovvi problemi legati all’ingombro delle batterie, il gas sembra essere ancora il migliore sistema propellente. Ultimamente sono però state immesse sul mercato alcune pistole elettriche, che stanno lentamente, acquistando delle fette di mercato.

AK-74 Classic Arms
Una replica soft-air elettrica del fucile d’assalto russo AK-74. Esternamente le repliche soft-air elettriche sono perfette in ogni dettaglio.

Beta Spetsnaz Tokyo Marui
La confezione di un fucile d’assalto elettrico Tokyo-Marui

M-16 Marui
Un M-16 Marui pluriaccessoriato. Tokyo Marui è l’azienda leader di questo settore di mercato.

FUCILE MITRAGLIATORE
Si tratta di una tipologia di arma oggi superata, e consiste in un fucile automatico di grandi dimensioni e grossa potenza, ma azionabile anche da una sola persona. In pratica è una via di mezzo tra il fucile d’assalto e la mitragliatrice leggera. Oggi, si preferisce produrre i cosiddetti “sistemi d’arma”, ovvero armi nelle quali, sostituendo alcuni elementi, in particolar modo la canna, si ottengono diverse configurazioni, che vanno dalla piccola pistola mitragliatrice, al fucile d’assalto, alla mitragliatrice da squadra.
FULL
Con il termine “full” si identificano quelle armi ad aria compressa o a gas che a causa dell'energia che sviluppano, superiore ai 7,5 Joule, non rientrano all'interno della legge sulla liberalizzazione e necessitano a tutt'oggi di titolo idoneo per il loro acquisto.
FULL METAL JACKET (FMJ)
Proiettile completamente camiciato (blindato). E' formato da un nucleo di lega ternaria di piombo avvolto completamente da un mantello di metallo più duro, generalmente rame. L'acronimo, FMJ, viene utilizzato, assieme ad altre sigle, per indicare il tipo di proiettile. Ad esempio FMJTC è l'acronimo che sta ad indicare un proiettile blindato con testa tronco conica.
FULMINATI
Sono detti così gli esplosivi innescanti, sensibili agli urti, che esplodono con una velocità rapidissima, sviluppando elevatissime temperature. Sono detti così, perché in passato, era usato il “fulminato di mercurio” come innesco primario delle cartucce. Oggi, questa sostanza non è più utilizzata, perché esplodeva a temperature troppo elevate, e sprigionava vapori altamente corrosivi per l’acciaio, ed è stata sostituita dallo stifnato o azotidrato di piombo, o dal tetrazene unito al nitrato di bario.
FUSTO
Nelle armi portatili in genere si identifica con il termine “fusto” quella parte della calciatura che sostiene la canna e protegge i meccanismi.. Spesso come sinonimo di “fusto” si utilizza il termine “castello” anche se in realtà l’impugnatura non fa parte del castello. Nelle pistole semiautomatiche il termine è utilizzato per indicare la parte inferiore comprendente tutto l’apparato dei meccanismi di scatto, l’impugnatura, l’attacco delle canna e le guide di scorrimento del carrello. In molte armi il fusto viene realizzato in lega leggera, nella Beretta 92 FS, ad esempio, il fusto è realizzato in “ergal”, una lega di alluminio utilizzata in aeronautica. In molte pistole moderne il fusto è realizzato facendo largo uso di materiali plastici, per ridurne il peso e al contempo renderlo più resistente a corrosione e sporcizia. In alcune armi lunghe come ad esempio i fucili d'assalto della famiglia M16/M4, il fusto è diviso in due parti. In questo caso è ampiamente sdoganato anche in Italia l'utilizzo dell termine inglese "receiver", distinguendo tra "upper receiver" per indicare il semicastello superiore, e "lower receiver" per indicare il semicastello inferiore.

Fusto Beretta 9000S
Il fusto di una Beretta 9000S, è in gran parte realizzato in materiale plastico.


Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
9x21 Ricariche perfette
Cybergun KWC Sig Sauer P226 X-Five
Guancette G10 Lok Grips
WEIHRAUCH HW 977
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
COMMENTI
Non si trattano argomenti riguardanti la caccia, neppure la caccia ai nocivi con armi ad aria compressa. Per questi argomenti esistono siti appositi, che li trattano in maniera seria e competente.
Non si trattano argmenti riguardo il potenziamento illegale di armi di libera vendita. Per cortesia non lasciate messaggi su questi argomenti o su altre pratiche illegali in Italia.
I messaggi riguardanti argomenti illegali o non graditi, verranno rimossi senza dare alcuna spiegazione.
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.

Commenti

Nessun commento finora
*Nome:
Email:
Notifica di nuovi commenti a questo articolo
Nascondi la mia email
*Commento:
 
 
Powered by Scriptsmill Comments Script
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.
 
 
Cliccate sul titolo dell'articolo, oppure cliccate sulla fotografia per aprire la pagina che contiene una breve spiegazione sul contenuto degli articoli. Una volta aperto il link, è sufficiente cliccare sul riquadro “Scarica con il Browser”, e alla fine del download troverete il file nella cartella “Download” di Windows o nella cartella predefinita del vostro sistema operativo.
Buona lettura.
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z