AZ Gun
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 

AZGUNPEDIA C (COMBINATO ... CZ)

L'AZGunPedia è l'enciclopedia delle armi da fuoco e ad aria compressa. E finiamo con la lettera C, con le definizioni di combinato, compensatore, cordite e cortofocale. Vediamo cos'è e come funziona un compressore per molle, parliamo della Crosman, azienda americana di armi ad aria compressa e CO2 ed infine della CZ, la fabbrica d'armi della repubblica Ceka, che produce la famosissima CZ 75.
COMBINATO
Fucile a due canne, di cui una ad anima liscia e una ad anima rigata, oppure con le due canne superiori in linea, lisce, ed una inferiore rigata.
Combinato
Un fucile combinato. In questo caso si ha una sola canna ad anima liscia, sovrapposta ad una con anima rigata.
COMPENSATORE
Il compensatore, o “freno di bocca”, è un organo meccanico che ha il compito di diminuire il rilevamento dell’arma quando spara. Il rilevamento, è la forza che fa impennare l’arma, durante lo sparo, e che dipende principalmente dal rinculo, il quale imprime all’arma una forza, che la spinge in senso contrario a quella dell’uscita del proiettile. Questa forza si propaga al corpo del tiratore, e viene principalmente assorbita dal braccio o dalla spalla. Siccome la canna è situata nella parte superiore dell’arma, e per ovvi motivi l’impugnatura è posizionata in basso, all’atto dello sparo si crea un momento angolare tra l’asse su cui agisce la forza, ovvero l’asse della canna e, i punti “fermi” che rappresentano della vere e proprie cerniere. Per le armi corte, la rotazione ha quindi come perni centrali il polso e il gomito del braccio, mentre per le armi lunghe, il centro di rotazione è la spalla. Per diminuire gli effetti dell’impennata dell’arma, si applica, in prossimità della bocca, un freno, che generalmente è realizzato da uno o più fori che hanno il compito di far “sfiatare” verso l’alto i gas compressi, che spingono la pallottola, un attimo prima che questa lasci la canna, creando così una forza che spinge la volata verso il basso. Il compensatore più famoso, e anche il più originale, è senza dubbio quello che equipaggia il fucile d’assalto russo Kalashnikov AKM, ottenuto semplicemente tagliando in diagonale la bocca della canna, conferendo al fucile la caratteristica volata detta a “fetta di salame”. Generalmente, il compensatore, si applica sulle pistole sportive come prolungamento della canna, ma, ultimamente viene spesso incorporato a certi modelli di pistola automatica da difesa o specificatamente concepite per equipaggiare i corpi speciali, allo scopo di facilitarne l’uso. In questo tipo di pistole, per non aumentarne le dimensioni, si praticano i fori direttamente sul cielo della canna, e si taglia opportunamente il carrello, per permettere lo sfogo dei gas all’esterno. Nel campo dell’aria compressa, il compensatore è utilizzato, più che per ridurre il rilevamento, praticamente inesistente, per stabilizzare l’uscita del pallino. Infatti, smorzare l’inevitabile vortice di aria che fuoriesce dalla bocca della canna subito dopo l’uscita del piombino, ha degli effetti molto positivi sulla precisione. Nelle armi corte ad aria compressa destinate al tiro ricreativo, che replicano l’aspetto di pistole vere, quali le soft-air o le repliche a CO2, il compensatore è solitamente finto, e nasconde al suo interno la parte finale della canna. E’ risaputo, infatti che le pistole da difesa o militari hanno di solito dimensioni molto compatte; applicando un finto compensatore alla volata, e inserendo all’interno della replica una canna più lunga, si hanno migliori prestazioni balistiche, e al contempo si garantisce la fedeltà della riproduzione.
STI Grand Master
Una moderna pistola da tiro dinamico. Notate il vistoso compensatore applicato alla volata dell’arma.
Volata Glock 18C
Il compensatore di volata di una Glock 18C. La pistola necessita di questo accessorio perché è in grado di sparare a raffica. Per limitarne l’ingombro, il compensatore è direttamente ricavato nel corpo dell’arma.
COMPRESSORE PER MOLLE
In inglese "spring compressor", compressore per molle, in italiano semplicemente "compressore". Si tratta di uno strumento, generalmente autocostruito che ha la funzione di permettere lo smontaggio di carabine ad aria compressa a molla in tutta sicurezza. Nella sua incarnazione più semplice è realizzato con una serie di tavole bloccate e distanziate da barre filettate che consentono di mantenere ben ferma la carabina preventivamente privata della calciatura. Una ulteriore barra filettata ha il compito di spingere un blocchetto che andrà a contatto con il tappo di chiusura del cilindro della carabina springer. In questa maniera è possibile rimuovere le spine o le viti che bloccano il tappo di chiusura, senza correre il rischio che la molla presente all'interno del tubo lo faccia schizzare via con forza. Agendo successivamente sulla barra filettata per mezzo di una semplice manopola, il tappo viene sfilato via lentamente, consentendo di accedere a molla e pistone in tutta sicurezza. Alla stessa maniera il compressore deve essere utilizzato anche per rimontare l'arma. In realtà, nella maggior parte dei casi, anche se lo smontaggio di una qualunque arma ad aria compressa è certamente pericoloso, adottando le opportune cautele è quasi sempre possibile portarlo a termine anche senza l'ausilio di un compressore. Se però la molla è molto precompressa, come sulla maggior parte delle carabine di grande potenza, il successivo rimontaggio senza l'aiuto compressore potrebbe risultare impossibile. Molto spesso il tappo di chiusura delle carabine springer viene erroneamente indicato con il nome di "culatta", termine che in realtà si riferisce alla parte iniziale della canna.
Compressore per molle.
Questa Diana modello 54, carabina di grande potenza, è stata smontata utilizzando il semplice compressore autocostruito che si vede nella parte alta della carabina.
CONGEGNO (O ORGANO) DI MIRA
E' uno strumento ottico, necessario per puntare con precisione l'arma, permettendo di allinearla perfettamente al bersaglio. Il congegno di mira più semplice è rappresentato dall'accoppiata mirino/tacca di mira. Un altro tipo di congegno di mira, molto più raffinato del precedente, è rappresentato dalla “diottra”. Si va da quelle militari, molto semplici e robuste, a quelle raffinate che equipaggiano fucili di precisione. Oggi, sia in ambito sportivo che militare, vanno per la maggiore i sistemi di puntamento dotati di cannocchiale, o anche visori notturni ad amplificazione della luce solare, o ancora, a rivelazione termica.
Diottra
Una diottra in uso nei vecchi fucili militari.
CONTROCARTELLA
La “controcartella”, come si po' facilmente immaginare è quella piastra metallica posta nella parte sinistra del fucile, a cui è fissata, tramite l'uso di viti passanti la “cartella”. In ambito militare, laddove abbiamo la “piastra” in luogo della “cartella”, avremo la “contropiastra” al posto della “controcartella”.
COPPER PLATED (CP)
Proiettile ramato. Si tratta di un proiettile in lega ternaria ricoperto da un sottile ed omegeneo strato di rame ottenuto tramite un processo galvanico. Il suo acronimo CP viene utilizzato, in unione ad altri acronimi, per identificare il tipo di proiettile. Ad esempio RNCP sta ad indicare una proiettile ramato a testa arrotondata.
COPRICANNA
Il copricanna è una parte della calciatura di un’arma lunga, realizzata in legno o materiali sintetici, che permette l’appoggio della mano debole durante lo sparo. Se è di tipo sintetico, e staccata dal resto della calciatura, l'astina copricanna può essere di tipo chiuso, cioè che avvolge completamente la canna. Vedere anche “calciatura”.
Copricanna M16
Il copricanna del fucile d’assalto americano M-16.
CORDITE
Esplosivo usato come propellente nelle cartucce, ideato da Frederick Abel nel 1889 in Inghilterra. La potenza è simile a quella della balistite, usata fino ad allora, ma, sviluppa meno calore nella combustione, e quindi risulta meno dannoso per la canna delle armi. Il suo aspetto ricorda quello delle corde degli strumenti musicali, da cui il nome.
CORTOFOCALE
Sono dette ottiche "cortofocali" i cannocchiali di puntamento destinati ad equipaggiare le armi liunghe, che consentono una distanza tra l'occhio e la lente frontale ridotta a pochi centimetri. Vedi "Cannocchiale"
CRESTA
La “cresta”, è quella parte sporgente del cane, che viene tirata indietro dal pollice, per armarlo, cioè per sollevarlo in posizione di sparo. Il nome “cresta” deriva dal fatto che molto spesso questo particolare è “zigrinato”, per offrire una migliore presa al pollice, e quindi somiglia alla cresta di un gallo.
CROSMAN
La Crosman Arms Company, di Rochester, New York, è una celebre fabbrica di armi ad aria compressa e CO2. Nata come fabbrica di armi, nel 1923, si convertì all'aria compressa, nel 1966. Attualmente la Crosman ha in catalogo numerosi fucili ad aria compressa e precompressa, pistole, che commercializza con il nome di “Benjamin Sheridan”, società che ha acquisito nel 1991, armi a CO2, numerosi accessori e pellets.
Crosman CK92
La Crosman CK92, una replica molto apprezzata della Beretta 92 FS. La sigla CK sta per Crosman-Kimar. Kimar è la fabbrica italiana, che costruisce la pistola.
Crosman T4
La Crosman T4, una riproduzione della famosa Glock 17. Il funzionamento è a CO2, con caricatore da 8 colpi calibro 4,5 mm.
Crosman Pro 77
La Crosman Pro77 è invece una blowback Co2 con caricatore da 17 colpi calibro 4,5 mm BB
CROSSHAIR
Mirino a croce, reticolo (vedi)
CULATTA
Nelle armi ad avancarica, la “culatta” è la parte iniziale della canna, ed è chiusa, per creare un appoggio per la polvere e la palla. La culatta deve fornire all’arma una robusta chiusura in grado di sopportare il picco di pressione dovuta alle prime fasi dello sparo, nonché resistere alla forza propulsiva che provoca l'avanzamento del proiettile nella canna. Per questo motivo, la canna ha una sezione maggiorata in corrispondenza della culatta. In generale, la culatta di un'arma è la perte iniziale della canna, dove si inserisce la cartuccia, o il pallino, nel caso di armi ad aria compressa. Nelle moderne armi lunghe a retrocarica, la “culatta” diventa per trasposizione quella massiccia scatola che contiene l'innesto della canna, il sistema di otturazione, lo scatto e il sistema di alimentazione. Alla stessa maniera è' diventato di uso comune estendere, forse erroneamente, il termine anche alla parte finale del cilindro di una carabina springer, perché in definitiva è in quel punto che è situata la culatta nelle armi da fuoco.
CYLINDER GAP
E' lo spazio presente tra canna e cilindro di un'arma a tamburo. Questo spazio provoca una parziale fuga dei gas che spingono il proiettile, sia che questi siano stati prodotti dall'esplosione di polvere da sparo, che da aria o gas compressi. Per ottimizzare il funzionamento di un'arma a tamburo il cylinder gap deve essere ridotto al minimo.
CZ
Ceska Zbrojovka a.s. Uhersky Brod, (CZUB), è la fabbrica di armi, prima Cecoslovacca, ora della Repubblica Ceca, situata nella piccola città di Uhersky Brod. Ha iniziato l'attività di costruzione d' armi nel 1936, producendo sia modelli militari che civili. Dopo la seconda guerra mondiale le armi costruite nello stato furono gestite da una unica agenzia centrale ed esportate con il semplice marchio BRNO. Molte le armi famose prodotte dalla fabbrica Cecoslovacca, soprattutto nel periodo della guerra fredda. Tra le più famose ricordo la pistola automatica CZ 52, basata su una particolare chiusura geometrica a rulli, e la mitraglietta VZ 61 Scorpion, vista in molti film d’azione e di spionaggio, principalmente in mano ai “cattivi”. Oggi, le armi leggere fabbricate dalla CZ sono commercializzate in oltre 60 paesi del mondo, e la CZ è diventata una delle maggiori fabbriche di armi leggere del mondo. Nella produzione attuale una menzione particolare va riservata alla pistola automatica CZ-75 e alle sue derivate. Il progetto della pistola, pur non essendo particolarmente originale, unisce le soluzioni tecniche più interessanti di pistole già apparse sul mercato. Essa adotta il sistema di chiusura “Petter”, ereditato dalla Sig P-210, ritenuta una della pistole più precise al mondo e ha un’impugnatura anatomica ospitante un capace caricatore bifilare, ispirata da quella della Browning HP-35, ma ulteriormente migliorata, tanto da essere considerata la pistola dotata del “grip” migliore in assoluto. La validità di questa pistola, creata negli anni ’70, è dimostrata dai suoi numerosi “cloni” che sono stati prodotti in tutto il mondo, come la “Bren-ten”, la IMI “Jericho”, l’italiana Tanfoglio o la svizzera Sphinx. Cloni che sono ploriferati grazie al fatto che al momento del suo debutto sul mercato, la CZ 75 non era coperta da alcun brevetto in occidente.
CZ 75 SP-01
La CZ-75 SP-01, una delle ultime versioni della famosa pistola Ceka. Notare la vistosa “scronciatura” dell’impugnatura che la rende particolarmente comoda. La pistola è stata copiata in tutto il mondo, soprattutto per l’uso sportivo.
CZ 52 smontaggio
La CZ-52 in smontaggio di campagna. Si noti il particolare sistema di chiusura stabile a “rulli”, posizionati sotto la camera di cartuccia.
Esploso CZ 52
Un interessante esploso della pistola CZ-52.
CZ 61 Skorpion
La mitraglietta CZ-61 Skorpion

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
1911 Estrattore e affidabilità
Prova Air Arms Pro Sport
Smontaggio Tanfoglio Limited Custom
WEIHRAUCH HW 40 PCA
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z