AirGun Zeta
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 
JSB d1 Killfield
I JSB Killfield, prodotti dalla famosa azienda della Repubblica Ceca, sono diabolo in piobo tenero, a testa tonda, gonna liscia e peso di 0,547 grammi. Le stesse identiche caratteristiche del prodotto di punta della casa produttrice, i JSB Exact. Ed in effetti il sospetto è che i Killfield siano i gemelli degli Exact. Peso e forma, intesa come tipologia di pallino sono identiche. Come già accade per gli Air Arms Diabolo Field, in realtà, sebbene difficilmente valutabili, le differenze tra i due prodotti esistono. Su alcuni siti e forum i due diabolo sono stati accuratamente analizzati e misurati. Io mi sono limitato ad osservarli da vicino e ho potuto osservare delle piccole differenze valutabili comunque anche ad occhio nudo. Gli esemplari in mio possesso presentano la gonna molto striata e “rugosa”, caratteristica che ho potuto osservare a volte anche nei JSB Exact. Nonostante queste striature ho potuto osservare due sottili linee di congiunzione dello stampo, posizionate a 180 gradi l'una dall'altra, lungo tutta la gonna e nella parte inferiore della testa. Caratteristica che molti attribuiscono anche agli Exact di recente costruzione, ma che personalmente non ho mai potuto osservare sul prodotto di punta di casa JSB. Avvicinando i due pallini, ho notato che gli Exact sembrano più longilinei dei Killfield. Le due teste sembrano identiche, ma la gonna degli Exact è leggermente più lunga, per cui gli Exact sono un leggermente più lunghi. Dovrebbe esserci una sorta di “corona” cilindrica tra la fine della gonna e l'inizio della testa, nei Killfield, visibile in alcune fotografie macro che si trovano nei forum, ma a causa della rugosità della superficie non sono riuscito ad individuarla. ma La gonna dei killfield ha le pareti visibilmente più spesse. La foratura interna è differente come inclinazione ed è più profonda rispetto a quella degli Exact. Il taglio finale della gonna dei Killfield è più irregolare, si notano sbavature e residui raccolti sul bordo interno. In generale, a vista, i Killfield sembrano leggermente peggiori come aspetto rispetto ai JSB Exact.
JSB d1 Killfield
La confezione è molto simile, come colore e grafica a quella degli Air Arms Diabolo Field, ed è presente, tra gli altri, anche il simbolo con la scritta “d1” racchiusa all'interno di un cerchio, che è il marchio di “Domino”, l'importatore italiano. Si tratta in effetti di una selezione prodotta in piccoli lotti proprio su richiesta dell'importatore italiano, per garantire ai propri clienti un prodotto selezionato e sempre “fresco”. Invecchiando infatti, il piombo tende ad ossidare e a perdere elasticità, peggiorando scorrevolezza all'interno della canna. L'esemplare in prova è un calibro 4.51, matricola “15001811 1 4.51” riportata come di consueto su una etichetta applicata sul fondo della confezione.
JSB d1 Killfield
Le rosate ottenute con la Air Arms TX200. Le dimensioni delle rosate vanno da un minimo di 7 ad un massimo di 17 mm.
JSB d1 Killfield
Al cronografo la deviazione standard è intorno a 1,5 m/s con uno scarto estremo poco superiore a 5 m/s. In linea con quello dei JSB Exact.
JSB d1 Killfield
Dal grafico si vede che la costanza rimane piuttosto buona, ma ad un certo punto ci sono dei colpi che “disertano” e fanno registrare valori di velocità molto lontani dagli altri.
Air Arms TX200
Molto raccolte e centrate le rosate ottenute con la Air Arms TX200. La più piccola misura solo 4x7 mm, mentre la più grande, 17x7 mm, ed è dovuta ad un tiro che è finito grossolanamente fuori centro. Escludendo questo incidente, siamo sempre o quasi sotto di 11 mm. Il cronografo però evidenzia che questi “flyers” potrebbero non essere casuali o dovuti ad un errore del tiratore. La carabina, come è lecito aspettarsi si trova a completo agio con questi diabolo, peccato che ogni tanto un colpo se ne vada un po' per i fatti suoi.
JSB d1 Killfield
Un po' meno raccolte le rosate ottenute con la HW 977. In questo caso si va da un minimo di 10 ad un massimo di 18 mm.
JSB d1 Killfield
In linea con i JSB Exact anche la prova al cronografo della HW 977.
JSB d1 Killfield
Alti e bassi. Molto frastagliato il grafico delle velocità. Rispetto al precedente grafico ottenuto con la TX 200 che rivelava un certo numero di colpi anomali, in questo l'incostanza è piuttosto una ... costante.
BSA Deerhunter 8-32x44
In questo caso la carabina che ha ottenuto i risultati peggiori con i Killfield è stata proprio la Weihrauch HW 977. Solitamente, per l'utilizzo con questa carabina, si consiglia il calibro 4,52 mm o addirittura 4,53. I pallini sparati dalla HW 977 tendono ad allargarsi, e non si ha mai la sensazione di poter ottenere buone concentrazioni di colpi. Il grafico delle velocità indica una certa incostanza di fondo. Il risultato però non deve essere letto con troppa severità. Pallino e arma esprimono il loro meglio nel tiro da “campo”, ed in effetti è per questo che sono nati. Per il tiro all'imbracciata, o seduti a terra con la carabina poggiata sul gomito o sul ginocchio, la precisione è più che abbondante. I Killfield sono ottimi pallini tuttofare, buoni per ogni occasione, magari non eccellenti nel tiro sul rest, ma sicuramente adatti e consigliati per la Weihrauch HW 977.
JSB d1 Killfield
La HW 30S a mo avviso si è comportata bene. Le rosate vanno da 11 a 17 mm.
JSB d1 Killfield
A livello di springer i risultati al cronografo sono stati quelli migliori. Deviazione Standard e scarto estremo sono risultati i più bassi.
JSB d1 Killfield
Grafico dall'andamento abbastanza costante. Anche in questo caso ci sono alcuni colpi anomali.
Weihrauch HW 30S
A mio avviso la HW 30S si è comportata meglio. Dal punto di vista numerico i risultati non sono troppo dissimili da quelli ottenuto con la sorella maggiore HW 977. Però ci sono diverse concentrazioni strette di colpi, mentre in generale le rosate sono spesso rovinate da un singolo colpo finito lontano dagli altri. La sensazione è stata di una maggiore precisione in generale, molto più di quello che dicono i numeri. Tenendo conto che 25 metri non sono certo pochi per una depotenziata, il risultato è stato molto buono. La HW 30S ha spuntato anche una velocità superiore a quella della HW 977.
JSB d1 Killfield
La Air Arms S400 Classic ha prodotto rosate comprese tra i 7 e i 12 mm.
JSB d1 Killfield
Con la Air Arms S400 i killfield si sono comportati al meglio. Raramente mi sono capitati JSB Exact che hanno fatto registrare risultati simili.
JSB d1 Killfield
Il grafico lo mette in evidenza: rispetto alle springer la costanza della PCP è veramente esemplare.
Air Arms S400 Classic
Non stupisce il fatto che la Air Arms S400 Classic ha ottenuto le rosate più strette in assoluto. A ben vedere la TX200, se si dovesse escludere l'effetto nefasto causato da un singolo colpo, ha ottenuto risultati analoghi. Solo che in questo caso ho avuto la chiara sensazione di poter fare molto meglio, e di aver gettato via parecchi colpi a causa di una scarsa concentrazione del tiro. Il cronografo ha evidenziato che questi pallini sono risultati particolarmente graditi alla PCP Air Arms S400. In generale questi pallini non mi hanno particolarmente stupito nell'utilizzo con le springer, ma con la PCP si sono rivelati ottimi, probabilmente superiori agli Exact. Veramente eccellenti.
JSB d1 Killfield
Il grafico riassuntivo delle prove cronografate.
Personalmente ho sempre sponsorizzato senza riserve l'utilizzo degli JSB Exact, soprattutto sulle carabine depotenziate. Questi Killfield sembrano essere quasi i gemelli degli Exact, in quanto identici per peso e molto simili come forma, per cui valgono all'incirca le stesse considerazioni fatte a suo tempo per gli Exact. Sebbene abbia a volte ottenuto risultati migliori con altri pallini, in termini di raggruppamento della rosata, sparando in appoggio e nelle migliori condizioni possibili, credo comunque che questi pallini, non abbiano rivali per quanto riguarda l'utilizzo sul campo. Ed in effetti l'Exact è il diabolo più utilizzato sui campi dove si pratica il Field Target. Diciamo che le altre grammature, più leggere, JSB Exact Express e RS, oppure più pesanti, JSB Exact Heavy possono competere e in alcuni casi siano addirittura da preferire, ma probabilmente la versione da 0,547 grammi rappresentano il giusto compromesso, tra precisione e prestazioni. Un pallino buono sempre, per tutti gli utilizzi. Non bisogna dimenticare che un'arma è precisa al massimo quanto gli permette di esserlo il suo tiratore, e sul campo, tirando all'imbracciata, in ginocchio, in posizione libera da Field Target, o su un appoggio improvvisato quale uno zaino o lo stesso cuscino da FT, non si può certo pretendere la precisione di che si ottiene sparando comodamente seduti al banco di tiro con l'arma in appoggio su un rest. In quelle condizioni, i JSB Exact sono pallini che sviluppano la massima energia cinetica alla bocca, la minore caduta e quindi la maggiore gittata utile, una buona tenuta della traiettoria rispetto al vento, e una precisione più che abbondante, comunque decisamente superiore a quella degli altri roundnose prodotti dalla concorrenza. Per finire sono quelli che hanno i migliori effetti terminali sul bersaglio rispetto agli altri pallini di di tipo “standard”, caratteristica di primaria importanza per tutti coloro a cui piace il plinking. Il piombo tenero di cui sono fatti sembra avere effetti magici sui bersagli, permettendo di bucare il fondo di un barattolo fino a 50 metri, utilizzando molte delle carabine di libera vendita presenti in commercio. Gli altri pallini in commercio non lo fanno, almeno, a me non è mai capitato un pallino, che non fosse un JSB, capace di bucare un barattolo a distanze superiori ai 30 metri, utilizzando una depotenziata. La precisione è sufficiente per colpire senza troppa fatica una moneta da 25 o 30 metri, sempre che arma e tiratore siano in grado di farlo. Alla fine si tratta dei pallini che spuntano la maggiore velocità, quelli che vanno più lontano, quelli che bucano di più, e anche se forse non sono i più precisi, poco ci manca. Non devono mai mancare nel cassetto di qualunque appassionato di aria compressa. A questo punto i Killfield possono essere un ottimo sostituto degli Exact, ma personalmente non perderei troppo tempo a cercarli; sebbene le differenze siano veramente minime e ben poco valutabili, a “sensazione” continuo a preferire il classico “Exact”, anche in virtù di un prezzo di vendita leggermente inferiore.
Alessandro (2011)

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
Ricarica con Kit Lee Turret Press
Air Arms TX 200
Impugnare la pistola
Umarex Walther CP 99
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
COMMENTI
Non si trattano argomenti riguardanti la caccia, neppure la caccia ai nocivi con armi ad aria compressa. Per questi argomenti esistono siti appositi, che li trattano in maniera seria e competente.
Non si trattano argmenti riguardo il potenziamento illegale di armi di libera vendita. Per cortesia non lasciate messaggi su questi argomenti o su altre pratiche illegali in Italia.
I messaggi riguardanti argomenti illegali o non graditi, verranno rimossi senza dare alcuna spiegazione.
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.

Commenti

Alessandro
09 Dic 2014, 09:45
No, quello che deve sempre rimanere a fuoco è sempre e solo il mirino. Tacca di mira e bersaglio devono necessariamente vedersi sfocati. Se si "allunga" la visione fino al bersaglio, inevitabilmente il colpo finisce un palmo più in alto rispetto al punto mirato. Devi guardare sempre e solo il mirino.

Ciao
Alessandro
Donpedro
08 Dic 2014, 00:50
Ottimo articolo Alessandro, volevo chiederti se ci sono particolari tecniche per allenare l'occhio ad acquisire e mettere a fuoco il mirino la tacca e il bersaglio
Un saluto
Pietro
Alessandro
12 Feb 2013, 17:41
Dipende da quanto la paghi. Si tratta di un'ottica molto economica, quindi la sua caratteristica principale è che costa poco. Per la qualità, uno si accontenta.
raffaele
12 Feb 2013, 15:09
salve a tutti vorrei un consiglio su un'ottica Hunter 6-18x50 AO. Secondo voi è una buona ottica?
enzo
03 Dic 2011, 12:35
eccezzionale grandissimo alwssandro hai superato i migliori tester americani per completezza e professionalita .complimenti ancora enzo
*Nome:
Email:
Notifica di nuovi commenti a questo articolo
Nascondi la mia email
*Commento:
 
 
Powered by Scriptsmill Comments Script
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z