AirGun Zeta
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 
Cybergun KWC Mini UZi

Cybergun KWC Mini Uzi

Questa pistola a CO2 nasce con un solo scopo: soddisfare il desiderio di possederla. E' una replica del tutto realistica della Mini Uzi, la mitraglietta militare con il calcio ripiegabile, protagonista di numerosi film di azione. Perfettamente identica all'originale, completamente in metallo, con tutti i meccanismi ottimamente replicati e funzionanti. Manca solo la raffica, purtroppo ...
Si ringrazia l'armeria GB Verrina di Genova, che ha cortesemente fornito l'esemplare oggetto di questa prova.

http://www.gbverrina.net/

http://www.gbverrinashop.it/
Una pistola cha farà sicuramente la gioia di tutti i collezionisti e gli amanti delle armi militari. La mini Uzi di Cybergun, è costruita su licenza, quindi presenta impressi tutti i marchi originali IWI (Israel Weapons Industries). E' perfettamente simile all'originale arma da fuoco, nei limiti in cui lo può essere una replica a gas compresso, che deve necessariamente anche sparare. La precisione dei dettagli, i materiali, il peso e i meccanismi sono decisamente superiori a quelli di una replica a salve, o in calibro .22 LR. Per avere un realismo superiore occorrerebbe acquistare un modello disattivato. Ma rispetto a quest'ultimo, la replica marchiata Cybergun spara. E lo fa pure bene. Certo con i suoi 100 metri al secondo scarsi, e la canna liscia, non si possono pretendere prestazioni balistiche in linea con quelle di una vera carabina ad aria compressa, ma i risultati non sono comunque da disprezzare. La pistola spara ad otturatore aperto e scarrella come l'arma vera. Ad ogni colpo la mano che la impugna riceve un gratificante contraccolpo, e il pallino sferico in acciaio, calibro 4,5 mm, lascia il segno, quando colpisce il bersaglio. Sulla versione italiana, purtroppo, la raffica è stata disattivata, per ovvie ragioni di legge, ma anche con il solo funzionamento semiautomatico, è divertentissima, e permette di innaffiare bottiglie e lattine, scaricando tutti i 25 colpi del caricatore in una manciata di secondi.
Cybergun KWC Mini Uzi
La scatola in cartone riporta tutti i dati e le caratteristiche tecniche della replica.
Cybergun KWC Mini Uzi
La pistola al'interno della confezione.
L'arma è in realtà prodotta in oriente. La francese Cybergun si limita ad importarla in Europa, e ad applicare il suo marchio. A costruirla è la famosa azienda Taiwanese KWC, che opera ormai da oltre trent'anni nel campo delle repliche soft-air. Si perché questa pistola mitragliatrice altro non è che la versione in 4,5 mm, leggermente potenziata, dell'equivalente airsoftgun in calibro 6 mm BB. Aperta la scatola di cartone, ci troviamo di fronte al contenitore in polistirolo espanso, con gli spazi formati per contenere la pistola mitragliatrice, il caricatore, le chiavi, una a brugola per l'inserimento della capsula usa e getta di CO2 da 12 grammi, l'altra per la regolazione dell'alzo, e una scatolina di pallini sferici in acciaio calibro 4,5 mm. All'interno troviamo anche i soliti fogli di istruzioni per l'uso e di garanzia. La scatola originale può giusto essere utile per trasportare l'arma dal negozio a casa. Per i successivi trasporti è di sicuro preferibile acquistare una valigetta apposita in materiale plastico. Ricordo che non è possibile "portare" l'arma senza giustificato motivo, ma che al contrario questa può essere "trasportata" ovunque, a patto che sia ben occultata all'interno di una custodia, per non creare allarme, e che sia scarica e di non immediato utilizzo. Chiudere la custodia con un piccolo lucchetto, durante il trasporto, vi metterà al riparo da qualunque tipo di contestazione.
Cybergun KWC Mini Uzi
Il contenuto della confezione. La pistola mitragliatrice IWI Mini Uzi con il calcio ripiegato, un caricatore da 25 colpi, una chiave a brugola per l'inserimento della capsula del gas, una chiave per la regolazione del mirino, una scatola di pallini in acciaio e i vari fogli di istruzioni e di garanzia.
Cybergun KWC Mini Uzi
Il corpo della pistola è ricavato da uno scatolato di lamiera ripiegata, con nervature di rinforzo, esattamente uguale a quello dell'arma vera.
Cybergun KWC Mini Uzi
Con il calcio esteso diventa una piccola carabina.
Cybergun KWC Mini Uzi
In effetti l'unico modo per poter allineare le mire e sparare con una certa precisione, è appunto quello di usare l'arma con il calcio esteso.
Cybergun KWC Mini Uzi
Lo snodo per la chiusura del calcio. Non occorre premere nulla, il calcio si apre e si chiude con estrema facilità, ma una volta aperto rimane fissato in maniera solida.
Cybergun KWC Mini Uzi
Con il calciolo chiuso la pistola diventa compatta, ed è facile trasportarla all'interno di una comune custodia per pistola.
La pistola si presenta solida e pesante, come deve essere un'arma di derivazione militare. Pesa oltre 2 chilogrammi, ed è realizzata completamente in metallo e lamiera. Le forme dell'arma reale sono riprodotte in maniera ineccepibile. La finitura è realizzata tramite una verniciatura nera lucida, probabilmente differente dalla brunitura originale, ma del tutto credibile e realistica. Non sono presenti segni che lascino intravvedere parti prodotte per fusione, anche se per ovvi motivi di economicità l'arma è in buona parte realizzata in lega pressofusa. Le poche parti in plastica, le stesse presenti sulla mitraglietta originale, sono ben realizzate e del tutto credibili. Il calcio con apertura e chiusura a compasso, si apre in maniera solida e precisa. Non occorre premere alcun pomello, o azionare alcun tipo di meccanismo, per fissare il calcio in posizione aperta; l'incastro azionato da una molla è assolutamente stabile, ma contemporaneamente è comodo e veloce da azionare. Come nell'arma vera, non esiste alcun calciolo in gomma per mitigare il rinculo sulla spalla. Ovviamente sulla versione a CO2 non servirebbe neppure.
Cybergun KWC Mini Uzi
Il caricatore inserito all'interno della sua sede, fuoriesce in maniera consistente dal fondo dell'impugnatura.
Cybergun KWC Mini Uzi
Il caricatore riprende le forme di quello originale. E' riportata l'indicazione del numero di proiettili, e sono presenti le protuberanze per il bloccaggio all'interno dell'impugnatura.
Cybergun KWC Mini Uzi
La capsula di CO2 si inserisce direttamente all'interno del caricatore. La chiave a brugola ha il compito di serrare il collo della capsula contro lo spillo interno.
Cybergun KWC Mini Uzi
Il caricatore pieno di pallini. Ne ho contati 25, come l'originale. Con una capsula di CO2 si sparano all'incirca 2 caricatori completi. Purtroppo il gas finisce in fretta.
Cybergun KWC Mini Uzi
Dalla parte opposta del caricatore è presente lo stelo della valvola, responsabile dell'erogazione della quantità di gas necessario a sparare il colpo.
Cybergun KWC Mini Uzi
Il caricatore pieno di pallini, e carico di gas, accanto alla pistola.
Il caricatore è, come di consueto in questo tipo di repliche, realizzato in metallo pieno, anziché in semplice lamiera come quello in dotazione all'arma da fuoco. La diversità consiste nel fatte che, mentre il caricatore dell'arma vera si limita a contenere le cartucce metalliche, 25 in calibro 9mm disposte in 2 file, quello della riproduzione deve contenere sia la capsula del gas, che i pallini in acciaio. Il caricatore è in ogni caso riprodotto con dovizia di particolari. I pallini si inseriscono nella parte anteriore, dove è presente una gola percorsa da un cursore azionato dalla molla. Sulla sommità sono presenti le due labbra, che bloccano in maniera salda il primo pallino della fila, quello che verrà di volta in volta prelevato per essere inserito in canna e quindi sparato. Il funzionamento di questo particolare è risultato impeccabile; nessun pallino è fuggito dalle labbra del caricatore, e non si sono quindi verificati inceppamenti o doppie camerature, come spesso accade con le repliche soft-air in calibro 6 mm. In totale è possibile inserire 25 pallini all'interno del caricatore, la cui capacità di fuoco risulta quindi uguale a quella dell'originale. I pallini sono disposti su di un'unica fila. La capsula di CO2 si inserisce dalla parte inferiore, dove è presente il foro filettato necessario a chiudere l'alloggiamento. Un dado, con intaglio a brugola, permette di comprimere la capsula all'interno dell'alloggiamento, e di bloccarla una volta forata dallo spillo della valvola erogatrice del gas. La quantità di gas, necessaria a completare il ciclo di sparo, fuoriesce dalla parte superiore del caricatore, attraverso una guarnizione di forma quadrata, dopo che il percussore ha colpito lo stelo presente nella parte posteriore alta del caricatore stesso. Da questo punto di vista il funzionamento è identico a quello di qualunque replica soft-air, e non sono state introdotte novità ad un sistema che viene utilizzato da parecchi decenni, e che si è sempre dimostrato affidabile.
Cybergun KWC Mini Uzi
L'imbocco del caricatore, con la leva di ritegno, a compasso.
Cybergun KWC Mini Uzi
La sicura automatica che si disinserisce impugnando l'arma.
Cybergun KWC Mini Uzi
Il selettore a cursore. Nel modello importato in Italia, la raffica è stata disabilitata.
Cybergun KWC Mini Uzi
L'arma è prodotta a Taiwan dalla KWC, azienda che ha accumulato decenni di esperienza nel campo del soft-air. Il funzionamento dell'arma è ineccepibile.
Il caricatore, si inserisce al'interno dell'impugnatura a pistola dell'arma. Il bocchettone è ampio e leggermente svasato. Il ritegno è realizzato da una leva posta alla base del calcio della pistola. Non è comodo e veloce come il pulsante di sgancio di una comune pistola semiautomatica, ma risulta impossibile da azionare per errore, e garantisce sempre il perfetto e duraturo bloccaggio del caricatore all'interno della sua sede. Le guancette sono in plastica nera, avvolgenti ben fissate da due viti passanti. All'altezza dell'elsa, dove si appoggia l'incavo tra pollice e indice, è presente una sicura automatica dorsale, che viene premuta in maniera del tutto naturale, e quindi disattivata, ogni qualvolta l'arma è correttamente impugnata. Sulla parte superiore sinistra dell'impugnatura, è presente un selettore a cursore, per attivare la sicura, il colpo singolo, o la raffica. Il tiro a raffica è stato disattivato sulla replica venduta in Italia, ma è stata mantenuta la corrispondente tacca di selezione per fedeltà di riproduzione.
  Seguente

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
9x21 Ricariche perfette
Pulizia armi ad aria compressa
Impugnare la pistola
Zoraki HP-01
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
 
Cliccate sul titolo dell'articolo, oppure cliccate sulla fotografia per aprire la pagina che contiene una breve spiegazione sul contenuto degli articoli. Una volta aperto il link, è sufficiente cliccare sul riquadro “Scarica con il Browser”, e alla fine del download troverete il file nella cartella “Download” di Windows o nella cartella predefinita del vostro sistema operativo.
Buona lettura.
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z