AirGun Zeta
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 
La pulizia e la manutenzione delle armi ad aria compressa.
Pulire e lubrificare le nostre armi è un po' come coccolarle. Si tratta di una cosa piacevole e gratificante. Nessuno sa resistere al fascino di boccette di olio, scovolini, bacchette di pulizia e grassi. Ma le nostre armi ad aria compressa gradiscono? Purtroppo non sempre. A volte il modo più facile di rovinare una pistola o una carabina ad aria compressa è proprio quello di pulirla e lubrificarla in maniera eccessiva o addirittura ossessiva. In questo articolo mi ripropongo di realizzare una piccola guida per la pulizia e la manutenzione della armi ad aria compressa. Si tratta di una guida realizzata seguendo delle considerazioni personali, ricavate dalla mia esperienza. Esperienza che sarà necessariamente limitata, rispetto al vasto panorama dell'argomento che mi ripropongo di descrivere. Il lettore dovrà leggere quanto scrivo, ora e in tutte le altre occasioni, con spirito critico, traendo spunto e idee dalle mie osservazioni, ma verificandone personalmente l'effettiva validità.
Che dice il libretto di istruzioni?
Sembra una banalità, ma la maggior parte di noi non legge affatto il libretto di istruzioni contenuto nella confezione dell'arma. Questo è il primo errore che di solito si commette e che non ci permette di eseguire una corretta manutenzione. Nel libretto delle istruzioni ci sono le indicazioni per eseguire una pulizia e una lubrificazione di massima, più che sufficiente a mantenere le prestazioni dell'arma inalterate nel tempo. Spesso però l'utente medio non è in grado di interpretare in maniera corretta le istruzioni. Può anche capitare che il manuale di istruzioni contenga delle inesattezze dovute ad un difetto di traduzione. Il mio consiglio è quello di leggere più libretti di istruzioni possibile. Su internet se ne trovano molti. Per quanto riguarda le soft-air, l'utilizzo moderato di un buon olio a base di silicone è più che sufficiente. In questa sede ci riferiremo quindi alla manutenzione e alla cura di armi ad aria compressa, quelle che di solito vengono definite con il termine anglosassone di “airguns”. Occorre fare attenzione però; con il termine “airguns”, generalmente vengono definite le cosiddette armi ad aria compressa a molla “springer” o a gas o aria precompressa, PCA, PCP o CO2 in serbatoio. Le armi da divertimento funzionanti tramite bombolette usa e getta, in realtà sono costruite con materiali e tecniche leggermente differenti. Occorre quindi prestare un po' più di attenzione nella pulizia di questi particolari strumenti.
Che materiali ci servono?
Olio per armi, grassi vari, scovoli, bacchette di pulizia, panni, strisce di stoffa, carta-casa, feltrini, capsule di CO2 lubrificanti e altro.
L'olio per armi
Un elemento comune, presente in tutti i manuali, è l'olio per armi. L'idea generale, sicuramente esagerata, è che il comune olio per ami da fuoco possa attaccare la gomma. Generalmente occorre utilizzare un olio per armi privo di resine e non acido. Sono da escludersi gli oli ricavati dalla raffinazione del petrolio e i solventi. La base può essere sia minerale che sintetica. Per la pulizia esterna delle armi in acciaio brunito, è possibile utilizzare anche un olio leggermente acido. Siccome questo tipo di armi contiene all'interno guarnizioni di gomma, è preferibile non usare un olio acido, anche se in maniera blanda, per la lubrificazione interna. Quindi forse è meglio lasciar perdere, e non usarlo neppure per la pulizia esterna. Spesso si confondono gli oli minerali con gli idrocarburi e derivati dal petrolio. Gli oli minerali sono in realtà fluidi creatisi in milioni di anni esattamente come il petrolio, ma che generalmente, a differenza degli idrocarburi, non sono combustibili, se non dopo riscaldamento e vaporizzazione. Come il petrolio vengono estratti e raffinati, ma non frazionati. Come faccio a trovare un olio con le caratteristiche giuste? Semplice, con qualche ricerca su internet. Andiamo adesso ad analizzare gli oli che generalmente gli appassionati utilizzano per la pulizia e la lubrificazione.
Napier Power Airgun Oil
E' uno dei pochi oli specifici per “Airguns”. Dovrebbe essere a base minerale, ma sul sito del produttore non si trovano indicazioni utili. L'olio per armi a fuoco Napier è minerale, quindi suppongo li sia anche il Power. Non danneggia le gomme e le plastiche. E' specifico per la lubrificazione interna. Per la pulizia, la casa madre consiglia il “Napier Super Clean”, ma di solito tutti usano sempre il “Power”. La Napier produce una quantità di prodotti per la lubrificazione, la cura e la conservazione delle armi, tutti basati su un magico ingrediente: il VP-90, un agente anticorrosione dalla caratteristiche eccezionali. Da segnalare anche le bustine di VP-90 da inserire all'interno di custodie e armadi per tenere lontani umidità e agenti aggressivi. Si trova molto difficilmente in armeria, ma è l'olio preferito da chi usa le pistole a CO2.
Napier Power AirGun Oil
Kevler Ballistol
Prodotto storico e addirittura leggendario. Il Ballistol è prodotto dalla tedesca Kevler sin dal 1904 ed è un olio per armi multiuso che più multiuso non si può. Si tratta di un prodotto completamente naturale e biodegradabile, che può addirittura essere usato come disinfettante. E' un olio a base minerale, esente da resina e acido. Protegge metallo, gomma e cuoio. E' ottimo per la cura del legno. Molti armieri lo consigliano per le armi ad aria compressa, proprio perché si tratta di uno dei pochi oli per armi alcalini, che non solo non attaccano la gomma, ma possono essere utilizzati anche per la cura del calcio in legno. Anche la Kevler produce una moltitudine di prodotti adatti alla cura delle armi, e non solo. L'olio multiuso Ballistol si trova facilmente in qualunque armeria e questo è decisamente un punto che depone a suo favore. E' l'olio che solitamente uso io.
Kevler Ballistol
Kentron
Si tratta di un altro olio per armi molto famoso. Protegge e lubrifica, non resinifica e non danneggia polimeri e legno. Molti lo usano per le proprie armi ad aria compressa. Anche il Kentron è molto facile da trovare in armeria. Mi sento di consigliare l'uso di uno dei tre oli che ho appena elencato, per la pulizia delle armi ad aria compressa.
Kentron
Olio Singer
E' il classico olio nel boccettino dosatore. Molti, me compreso, lo usano senza problemi nella cura della proprie armi ad aria compressa. Ha il difetto, secondo alcuni, di attrarre un po' troppo la polvere. Non secca e non crea patine o resine. Può essere utilizzato tranquillamente per la pulizia esterna, anche se personalmente preferirei un olio più specifico, da scegliersi tra quelli presentati in precedenza. Ottimo e insostituibile per lubrificare soprattutto gli scatti. E' facile da usare localmente grazie al boccettino dosatore. Secondo me non deve mancare in casa di un appassionato di armi ad aria compressa, assieme ad uno dei tre oli che ho elencato in precedenza.
Olio Singer
CRC Gun Care
Facile da trovare, si può usare tranquillamente, soprattutto per quanto riguarda la pulizia esterna.
CRC Gun Care
WD-40
Olio spray multiuso. Si tratta di un lubrificante secco che non unge. Ha un potere lubrificante un po' limitato nel tempo, ma è ottimo per togliere ogni traccia di umidità. Va molto di moda soprattutto per pulire l'esterno dell'arma, la canna e i meccanismi interni. Nel caso venga utilizzato per la pulizia interna, deve essere poi accompagnato da un olio lubrificante tipo Singer. E' lievemente acido, quindi si può usare sulle bruniture esterne, ma se utilizzato all'interno dell'arma, occorre prestare attenzione alle guarnizioni. Evitate di utilizzarlo per la pulizia delle pistole a CO2.
WD-40
Altri oli per armi
In armeria si trovano oli che generalmente hanno lo stesso marchio delle armi. Troveremo quindi l'olio Gamo per l'aria compressa, ma anche Beretta, Browning ecc... In linea generale sono tutti adatti, fate solo molta attenzione a non acquistare un olio contenente solventi.
Olio al silicone spray
L'olio al silicone, che spesso viene consigliato da alcuni, non è affatto un olio per armi. Si tratta di un olio dall'altissimo potere protettivo, ma piuttosto poco efficace per la lubrificazione. Ha una altissima viscosità, è molto adesivo, rimane a lungo e non è facilmente dilavabile. Rimane appiccicato e impasta i meccanismi. Inoltre non è adatto per cuscinetti e alti carichi. Quindi non utilizzatelo assolutamente per la lubrificazione della chiusura delle springer break barrel, soprattutto se realizzata tramite la classica biglia d'acciaio. Generalmente, se usato come lubrificante, fa più danno che altro, proprio a causa dell'alto potere adesivo e viscosità. Però è utilissimo per la protezione delle parti in gomma, ed eventualmente in cuoio, delle armi. Io consiglio di usarlo solo localmente, spalmato con un pennellino sulle guarnizioni. In questo modo, sopra al gommino, si crea una patina di silicone, che farà scivolare via qualunque altra sostanza che dovesse finire per sbaglio sulla guarnizione. A questo scopo è meglio usare il grasso. Non spruzzatelo, per evitare che finisca dappertutto. Nei libretti di istruzioni, però non viene mai consigliato. Tenetelo a mente.
Silikon Spray
E' preferibile applicare il silicone spray solo localmente, usando un pennellino. A tale scopo potete utilizzare un tappo di acqua minerale, ben asciutto e spruzzare il prodotto lì dentro. Aspettare che l'eventuale solvente sia evaporato prima di applicare l'olio col pennello.
Olio al Teflon (PTFE)
Al pari del silicone è un polimero, ed è molto indicato per il trattamento di gomma e polimeri in genere. Le analogie con il silicone finiscono qui. Per quanto riguarda le altre caratteristiche, il Teflon può considerarsi l'esatto opposto del silicone. Ha doti di scorrevolezza eccezionali, un coefficiente di attrito bassissimo ed è antiaderente. Con queste caratteristiche dovrebbe essere un lubrificante eccezionale, molto adatto alle armi ad aria compressa. In effetti qualche azienda commercializza olio al PTFE per armi, ma nessuno specificatamente per l'aria compressa. Siccome non aderisce si esaurisce abbastanza in fretta e questo sembra essere un limite. Generalmente è venduto come lubrificante secco spray, che non unge. Anche in questo caso nessun libretto di istruzioni ne consiglia l'uso.
Birchwood Synthetic Gun Oil
Un olio per armi al PTFE.
Il grasso
Se non vi basta l'olio, potete usare il grasso. Utile soprattutto per la lubrificazione interna, e dopo uno smontaggio completo. Ma anche localmente, per tutti quei punti che, secondo voi, necessitano di una lubrificazione duratura. Ancora una volta i manuali non ne fanno accenno, ma a volte possono essere utili.
Grasso al bisolfuro di Molibdeno.
E' il grasso più utilizzato nelle springer. E' generalmente indicato come “moly”. Può essere utilizzato dappertutto, purché in zone inaccessibili e non visibili. E' nero e sporca molto. E' l'unico grasso da utilizzare per la lubrificazione del pistone. Esternamente si può utilizzare per lubrificare i piani di contatto dello scatto, le guide e i meccanismi raggiungibili. Non è particolarmente adesivo. Esistono diversi marchi di grasso al MoS2 specificatamente studiati per l'utilizzo con le armi, ma sono di difficile reperibilità qui in Italia. Spesso è quindi necessario rivolgersi ad un prodotto da banco. In questo caso, gli esperti consigliano di utilizzare solo ed esclusivamente il grasso marchiato CFG, perché non contiene additivi.
CFG grasso al bisolfuro di molibdeno
  Seguente

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
Colt Combat Elite
Baikal IZH-61
Impugnare la pistola
Mercury Air 25 Super Charger Tactical
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
COMMENTI
Non si trattano argomenti riguardanti la caccia, neppure la caccia ai nocivi con armi ad aria compressa. Per questi argomenti esistono siti appositi, che li trattano in maniera seria e competente.
Non si trattano argmenti riguardo il potenziamento illegale di armi di libera vendita. Per cortesia non lasciate messaggi su questi argomenti o su altre pratiche illegali in Italia.
I messaggi riguardanti argomenti illegali o non graditi, verranno rimossi senza dare alcuna spiegazione.
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.

Commenti

Alessandro
15 Dic 2016, 14:39
L'unico modo è smontare tutto e pulire con un solvente e asciugare.

Ciao
yak
14 Dic 2016, 09:12
per togliere lo slide che era rimasto bloccato ho usato lo SVITOL che però è entrato all'interno a contatto con le parti di gomma e plastica. Come faccio per toglierlo e sgrassare tutto ?
Pep76
30 Apr 2016, 13:06
Allora mi conviene smontarla e ripulire la testa con la guarnizione a ogni sparo esce del fumo bianco...
Alessandro
30 Apr 2016, 12:38
Non va mai messo l'olio dentro la transfer port. Era un pratica che si utilizzava quando le guarnizioni erano in cuoio. L'olio veniva assorbito dalla guarnizione e rilasciato nel tempo per lubrificare il cilindro. Le guarnizioni sintetiche non assorbono l'olio, per cui si crea solo effetto diesel.

Può anche capitare che il manuale di istruzioni contenga delle inesattezze dovute ad un difetto di traduzione, o che si riferisca a modelli vecchi con le guarnizioni in cuoio. Il mio consiglio è quello di leggere sempre qualsiasi cosa con spirito critico, cercando diverse fonti.

Dentro al pistone ci va solo grasso al bisolfuro di molibdeno in modica quantità.

ciao
Alessandro
Pep76
30 Apr 2016, 09:52
Salve come ho letto nel manuale ho messo dell'olio al PTFE nella mia carabina dal foro TP e adesso non va più bene può essere che ne ho messo troppo e poi l'olio al PTFE è dannoso per la guarnizione del pistone?
Alessandro
29 Apr 2016, 09:56
Grazie, e complimenti per il sito che #èunagioia :-)

ar
Alessandro
29 Apr 2016, 09:19
Può provare a sostituire le molle dello scatto con altre più leggere recuperate da penne o altro.

Lo scatto rimarrà lungo ma molto più leggero e sfruttabile.

Cordiali saluti

Alessandro
Alessandro
28 Apr 2016, 15:43
Alessandro Buongiorno,

avrei bisogno di un Suo consiglio. Ho una carabina Stoeger X10, di fascia medio-bassa ma sufficiente per le mie capacità e per il tempo che posso dedicare al plinking.

Noto che il meccanismo di sparo è molto duro, e dotato di una corsa lunga. In parte si può rimediare agendo sulla (unica) vite di regolazione del secondo scatto, ma i risultati non sono esaltanti. Navigando su Internet ho visto alcune alternative, ad esempio un grilletto GRT III che può essere montato sulla Stoeger, a patto di rifilare con una lima il congegno di sicura (il che non mi piace assolutamente).

Ha qualche idea da propormi?

Grazie in anticipo

alessandro
Pep76
13 Mar 2016, 21:31
Grazie per la risposta Alessandro a presto ciao..
Alessandro
13 Mar 2016, 16:53
A guardare vecchi esplosi sembrerebbe uno scatto regolabile a 4 leve, per cui non sarà malaccio.

Ciao
Alessandro
Pep76
12 Mar 2016, 12:43
Quindi per quanto riguarda il pistone e la guarnizione di testa basta solo un pizzico di grasso al moly senza sporcare la guarnizione basta passarlo sulla parte in metallo... Del resto il gruppo di scatto della Diana f240 il t5 per intenderci,lo pulito spruzzandoci il wd40
Poi ciò soffiato col compressore a bassa pressione per asciugarlo e infine ho messo un po di olio tipo singer della kibo e devo dire che sembra più leggero e fluido.. La canna la pulisco con il filo da taglia erba e con all'estremità un anello fatto con filo da pesca e uso la normale carta da tovaglioli imbevuta leggermente di wd 40...a breve vorrei comprare una carabina hatsan modello 50 sai dirmi che tipo di scatto cia? Ovviamente parlo del vecchio modello oggi fanno il 50s grazie ciao ...Peppe 76
Alessandro
11 Mar 2016, 10:26
Tutti gli spray contengono solventi, soprattutto quelli adatti alle armi. Sono i solventi che puliscono le armi dai residui dello sparo, poi rimane la parte lubrificante che protegge e lubrifica.

Le guarnizioni di culatta e soprattutto quella del pistone non devono entrare in contatto con olio di nessun tipo, perché l'olio brucia durante la compressione. Dentro al pistone non deve entrarci nulla di nulla, mentre la guarnizione di culatta può essere mantenuta morbida applicando una minima quantità di grasso al silicone. La quantità deve essere minima, la guarnizione appena unta, perché il grasso al silicone non è propriamente un grasso, ma ha una formulazione tipo gel, per cui si comporta come un liquido particolarmente denso, quindi cola e si muove. Invece il grasso si comporta come un solido, quando è a riposo, e come un olio liquido quando viene strofinato, quindi rimane dove l'hai messo fino a quando il meccanismo non se lo prende da solo.

Per il resto una goccia di olio tipo Singer, nei meccanismi dello scatto, e della bascula, o se preferisci un grasso anche al bisolfuro di molibdeno, o vaselina. Le armi ad aria compressa non generando residui allo sparo possono essere lubrificate anche con il grasso, e non è necessario lubrificarle e pulirle spesso.

La canna va pulita di tanto in tanto con feltrini o pezzuole e olio. Puoi usare'olio che hai comprato per pulire la canna, ma ricordati che quando spari la canna deve essere asciutta, per cui devi rimuoverlo prima di sparare.

Solo le bruniture vanno protette sempre dalle ditate, ogni volta che si usano o che si toccano. Per proteggere la parte esterna dalle ditate puoi usare un panno leggermente oliato, con l'olio che preferisci. Io personalmente non utilizzo olio sulle armi ad aria compressa, ma solo cera per auto in barattolo.

ciao
Alessandro
Pep76
09 Mar 2016, 18:43
Ciao Alessandro, da poco ho comprato per le mie carabine un olio spray della Svitol ideale anche per armi e contiene il bisolfuro di molibdeno,sai dirmi se questo olio contiene solventi? solo perche non voglio danneggiare lORing della culatta e la guarnizione di testa del pistone.
Pep76
02 Mar 2016, 21:49
OK, se continuerà ancora a fumare gli farò un relube con il moly grazie Alessandro ciao
Alessandro
01 Mar 2016, 15:13
Se continua a fare fumo vuol dire che hai messo troppo grasso o che il grasso cola e trafila attraverso la guarnizione.

A lungo andare potrebbe cuocerla. Essendo depotenziate probabilmente non arriveranno a bruciare la guarnizione, ma il calore eccessivo potrebbe deformarla.

Per quello che costa, forse è meglio comprare un tubetto di grasso al bisolfuro di molibdeno.

ciao
Alessandro
Pep76
01 Mar 2016, 12:49
Ho capito, il fumo è l'effetto diesel ma se non smette di uscire fumo che tipo di danno può succedere? Si danneggia la guarnizione del pistone ?
Alessandro
29 Feb 2016, 20:41
Il fumo e l'odore sono l'effetto diesel. Se l'hanno fatto solo per 50 colpi e poi hanno smesso, allora va bene. L'importante è che non facciano più fumo e odore.

ciao
Pep76
29 Feb 2016, 20:20
Grazie per la risposta...effetto diselling non ne fanno ma per circa 50 colpi esce del fumo bianco dalla canna seguito da un odore sgradevole e la potenza e sempre uguale...oltretutto ho fatto delle migliorie al pistone inserendogli dentro una camiciatura in ottone che ho copiato dal tuo sito, e devo dire che fa uno sparo secco e senza che si sente la molla vibrare. Davvero un ottima idea la tua complimenti.saluti a presto...
Alessandro
29 Feb 2016, 19:57
Se le armi vanno bene, non dovrebbero esserci grossi problemi.

Di solito è consigliato il grasso al disolfuro di molibdeno per le sue caratteristiche di lubrificante solido metallico. Dentro la pasta ci sono particelle solide di metallo che si inseriscono nelle micro cavità e formano uno stato superficiale uniforme.

Ha una consistenza leggermente differente rispetto al grasso al Litio che usi tu, e tra le dita sembra più "liscio". Non sono un grande esperto di grassi e olii, ma credo che nell'aria compressa l'importante sia evitare un perdurante effetto diesel. Magari il tuo grasso non avrà la stessa scorrevolezza, ma se non trafila e non cola, danni non ne dovrebbe fare. Il condizionale è d'obbligo, perché non l'ho mai provato per il pistone di un'arma ad aria compressa. Tutti consigliano il disolfuro di molibdeno e siccome costa poco, io ho sempre usato quello.

ciao
Alessandro
Pep76
28 Feb 2016, 18:03
Per quanto riguarda il grasso che uso per il pistone delle mie carabine stoeger x5 e Diana f240 uso quello ad alte prestazioni dell arexon e devo dire che mi ci trovo bene , ma visto che non è al bisolfuro di molibdeno può creare problemi alla guarnizione di testa?
Alessandro
14 Gen 2016, 08:12
La valvola interna della Skiff è un po' debole a causa del particolare sistema di funzionamento. Una spruzzata di olio di silicone spray può risolvere piccole perdite se le pressioni sono basse, tipo softair a green gas ma la CO2 lavora a pressioni troppo alte.

Puoi provare a smontare tutta la valvola e ad immergere completamente le guarnizioni interne in olio di silicone, e lasciarle qualche giorno. Dovrebbero gonfiarsi leggermente e ripristinare la loro funzionalità, forse.

È in ogni caso meglio lasciare sempre una capsula con un po' di pressione residua inserita, per cui il tuo comportamento è stato corretto. È la pistola che è stata progettata male.

Ciao
Alessandro

Ciao
paolo
12 Gen 2016, 18:53
salve mi chiamo Paolo, possiedo una ANICS
Skif A-3000, sono diversi anni che non sparo perchè perde gas quando inserisco la bomboletta co2, forse ho sbagliato perchè l'ho lasciata ferma per qualche mese con la bomboletta all'interno, ho letto che mettendo dell'olio al silicone si può forse rimediare, lei mi può dare qualche indicazione? La ringrazio e salutoPaolo
Bruno
14 Set 2015, 19:11
Complimenti per il tuo meraviglioso sito e, soprattutto, per la tua umiltà.
Nonostante tu sia un "guru" del settore continui a ripetere che le tue sono solo esperienze personali, che la tua esperienza è limitata e via dicendo. Non ti elevi al rango di maestro onnisciente come fanno tanti che dopo aver provato una pistola a pallini di plastica e una carabina ad elastico diventano dei superesperti di armi ad aria compressa (ed armi in generale) scaricando su internet video e consigli patetici e dannosi.

Continuo la lunga lettura...
rolando
27 Mag 2015, 08:42
Buongiorno a tutti io ho avuto armi ad aria compressa di diverso tipo sia co2 che a molla,attualmente posseggo una oserei definire meravigliosa carabina Diana 34con ottica di precisione,sono un patito delle armi in generale se posso essere utile per un consiglio a disposizione.
Andrea64
19 Mar 2014, 18:18
Dal 1984 posseggo un" auto e come lubricante per il vano motore e serrature ho sempre usato il spray CRC 6-66 Mariner che è un ottimo lubricante sbloccante a lunga durata eccellente .
Il CRC 6-66 MARINER è un "olio speciale nato è concepito per essere usato su motori marini e attrezzature marittime soggette a spruzzi di acqua salata ed ad una forte umidità sempre presente nel aria .
Il CRC 6-66 Mariner che uso per la mia auto ho provato ad usarlo anche come lubrificante per le armi da fuoco che detenevo regolarmente per lavoro .
La mia pistola CZ 85 9x21 lubricata e pulita quasi sempre usando il CRC 6-66 Mariner ha sparato 15 mila proiettili ed era come fosse nuova .
Ho usato il CRC come lubricante sulla pistola giocattolo ad aria compressa marca Diana .
Qualche volta come lubrificante - pulente per le armi che avevo ho usato del petrolio lampante o petrolio normale che mischiavo con qualche goccia di olio motore per auto (anche il petrolio và benissimo sia come pulente sia come lubricante per armi ).
Ho usato anche olio Singer và benissimo anche quello .
Alessandro
18 Feb 2013, 19:18
Un olio minerale tipo Singer, in boccetta . Ovviamente non va bene spray perché ne devi mettere giusto una goccia sulla capsula per favorite il taglio del metallo.

ciao
Alessandro
danilo
18 Feb 2013, 17:38
salve,complimenti il sito
ho sentito dire che nelle pistole co2 andrebbe lubrificata la capsula della bomboletta per non rovinare lo spillo quandola comprimiamo
se è vero che olio andrebbe usato ????
grazie in anticipo per la risposta
Alessandro
14 Set 2011, 06:26
La cosa migliore, in questi casi, è quella di iscriversi ad un forum, in modo da potersi confrontare direttamente con molti appassionati. Ce ne sono molti, io consiglio airgunsitaly.it per cortesia, disponibilità e pazienza nei confronti di chiunque, anche dei principianti, che a volte tendono a fare domande non semppre gradite.

A livello nazionale i più quotati sono, airgunsitaly.it, customairguns.it e ariacompressa.org

ciao
corrado
13 Set 2011, 19:09
Salve,sono appena entrato nel mondo dell'aria compressa e non o le idee molto chiare su molte cose,vorrei sapere se era possibile avere una mail per poter parlare con qualcuno e riuscire a colmare le mille lacune che mi sommergono....!!!
vi ringrazio in anticipo
saluti
Alessandro
24 Gen 2011, 15:07
In armeria un qualunque olio per armi, oppure nei brico e simili, WD 40 o CRC Gun Care.
Adolfo
24 Gen 2011, 14:50
Gentilissimi Paolo ed Alessandro,sono un appassionato di pistole a salve e desidererei sapere, sempre se non arreco disturbo, quale lubrificante usare per le mie pistole a salve. Mi hanno consigliato il Napier VP90. Siete d'accordo? Nell'attesa di un Vostro gentile riscontro Vi saluto cordialmente. Adolfo
Indirizzo di posta elettronica
infoadal@libero.it
PAOLO
10 Mag 2010, 09:28
CIAO ALESSANDRO,MI SAPRESTI CONSIGLIARE IL MODO MENO INVASIVO PER TOGLIERE UNA MACCHIA CHE MI SI E'CREATA SULLA CANNA DELLA MIA HW30S? PROBABILMENTE E' UNA MACCHIA DI QUALCHE SOSTANZA CORROSIVA(PROBABILMENTE SGRASSATORE DI MARSIGLIA).HO PROVATO CON I PRODOTTI CHE ELENCHI TU MA NIENTE DA FARE. CONOSCI QUALCHE ALTRO TRUCCO?? grazie buona giornata PAOLO
PAOLO
07 Apr 2010, 09:00
ok grazie buona giornata
Alessandro
06 Apr 2010, 17:53
Io l'ho presa dal ferramenta sotto casa. Dovrebbe essere facile trovarla, è uno dei grassi più usati.
PAOLO
06 Apr 2010, 17:40
CIAO ALESSANDRO DOVE POSSO TROVARE IL GRASSO DI VASELINA FILANTE??
Paolo
23 Mar 2010, 18:25
Grazie , sei stato chiarissimo Buona serata.
Alessandro
23 Mar 2010, 18:15
Con nulla. Qualcuno in effetti mette qualcosa, ma solo sullo stelo esterno, ma io non l'ho mai fatto, e mi sono sempre attenuto alla ricetta classica.
La ricetta classica dice di stendere un velo di CFG MoS2 grasso al bisolfuro di molibdeno, sulla superficie esterna del pistone, senza toccare la guarnizione. Ne serve pochissimo, hai presente un'unghia del mignolo? Ecco, la metà. Sparandno il grasso verrà sparso dappertutto, purtroppo anche sulla faccia della guarnizione. Quindi se lo metti anche sulla guarnizione, anche poco, la carabina ti assicuro che inizierà a fare fumo. E' tutto spiegato nell'articolo sullo smontaggio della HW 977.
Paolo
23 Mar 2010, 10:00
Ciao Alessandro , nel caso io debba sostituire la guarnizione testa del pistone della mia hw977 con che grasso bisogna ungerla PRIMA DEL MONTAGGIo?
*Nome:
Email:
Notifica di nuovi commenti a questo articolo
Nascondi la mia email
*Commento:
 
 
Powered by Scriptsmill Comments Script
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z