AirGun Zeta
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 

PRECISIONE CHIRURGICA
CON LA POSIZIONE DI TIRO FIELD TARGET

La posizione di tiro libera, la più usata nella pratica del field target, consente di tirare con un'ottima precisione. Anche se non pratichiamo questo sport può essere divertente riuscire a colpire una moneta a 30 metri o oltre, sparando senza appoggio. Vediamo come.
Quando si spara con la carabina ad aria compressa, soprattutto da distanze medio/lunghe, riuscire a tenere ferma l'arma diventa fondamentale, se si vogliono ottenere rosate strettissime. Il sistema più comodo, veloce ed utilizzato è senz'altro quello di trovare un appoggio stabile su cui posare l'arma. Non sempre questa si rivela la soluzione ottimale per ottenere rosate strettissime. L'ideale è sempre quello di utilizzare un rest, acquistato o autocostruito e sedersi su una comoda sedia. Inutile dire che questa soluzione ci costringerà, nella stragrande maggioranza dei casi, a sparare sempre nello stesso posto, e sempre dalla stessa distanza. Trovare un appoggio improvvisato non è sempre redditizio; costruirsi o acquistare un piccolo cuscino di sabbia da utilizzare come rest è senza dubbio una soluzione pratica ed efficace. Utilizzando degli appoggi occasionali, vi sarete accorti, che per ottenere rosate da un solo buco, occorre una postazione che permetta la stabilità non solo dell'arma, ma anche del tiratore. Tirare senza riuscire ad appoggiare i gomiti, ad esempio, difficilmente ci permetterà di realizzare rosate degne di nota. Esiste però il modo di ottenere una stabilità degna del migliore rest, utilizzando come appoggio semplicemente il proprio corpo. Sparando da seduti, nella posizione definita "libera" nella pratica del Field Target, si possono ottenere risultati strabilianti. Anche se non praticate questa disciplina, riuscire ad impararne le tecniche risulta molto gratificante anche per coloro che si limitano al solo tiro informale. Inoltre, sparando senza bisogno di appoggio, potremo sparare con assoluta precisione in qualunque luogo e su qualunque tipo di terreno. L'importante è avere abbastanza spazio da riuscire a sedersi, e potremo colpire qualunque cosa, anche oggetti estremamente piccoli, come tappini, monete o pile stilo, da una distanza di 50 metri. Alcune rosate che ho pubblicato su questo sito dimostrano che utilizzando una buona carabina depotenziata, è possibile riuscire a piazzare 5 colpi da 25 metri, nel classico "buco solo".
Rosata di tiro
Una rosata ottenuta con la HW 977 da ben 25 metri.
Come è possibile riuscire ad ottenere queste belle rosate da 25 metri, senza utilizzare un appoggio? Sinceramente non posso consigliarvi alcuna tecnica infallibile. Posso però spiegarvi come faccio io.
Prima di tutto avremo bisogno di qualche aiutino, come ad esempio un cuscino. Serve ad evitare di sedersi direttamente a terra. Non è indispensabile, potete anche non usarlo, ma se c'è un terreno umido o fango, è sicuramente preferibile non bagnarsi il posteriore. Potete acquistare un cuscino adatto al Field Target. In Italia, per ora, li ho visti in vendita solo su un sito internet. E' probabile che la vostra armeria preferita non sappia neppure di che state parlando. In ogni caso lo acquisterete vuoto, e dovrete riempirvelo da soli. Di cosa non è specificato. In alternativa, va benissimo qualunque tipo di cuscino, anche se i cuscini di gommapiuma, a lungo andare diventano scomodi. Il mio, me lo sono fatto da me, e l'ho riempito di polistirolo espanso, un materiale usato nell'edilizia. Il cuscino prende subito la forma giusta e la mantiene, supportando anche leggermente la schiena. Utile anche utilizzare un tappetino. Io utilizzo uno di quelli che si mettono sopra alle sedie sdraio. Ci poso sopra la carabina, così non si rovina. Un altro aiuto, fondamentale, è senz'altro rappresentato dalla scelta della carabina. All'inizio, sparare da seduti risulta piuttosto scomodo. Difficile trovare il giusto equilibrio. Se non troviamo una posizione più che stabile e naturale, faremo troppo sforzo per allineare la carabina al bersaglio e di conseguenza avremo tremolii indesiderati. All'inizio trovavo molto più redditizio sparare in ginocchio piuttosto che da seduto. Ho trovato molto utile utilizzare una carabina leggera e maneggevole come la HW 30S. Oltretutto la carabina è anche molto precisa, caratteristica molto importante, se non addirittura decisiva per capire se stiamo facendo bene o no. Dobbiamo essere sicuri che a sbagliare siamo noi e non la carabina; con la piccola HW 30S possiamo stare certi che se manchiamo il bersaglio, la colpa sarà la nostra, non la sua.
Cuscino e carabina
Prepariamo il cuscino e posiamo la carabina di fronte a noi, in modo da poter essere presa comodamente.
il bersaglio
Il bersaglio è posizionato a 25 metri. Poi lo vedremo nel dettaglio perché è un elemento importante.
Sedersi comodi
Ci sediamo con le ginocchia raccolte, guardando il bersaglio. Le gambe sono a circa 70 gradi rispetto alla perpendicolare al bersaglio. La postura comoda e rilassata.
Caricare la carabina
Senza alzarci prendiamo la carabina e la carichiamo.
Posizionare la carabina
La sicura è ancora inserita, e il dito indice fuori dalla guardia de grilletto. Alziamo la carabina e poggiamo il gomito sinistro sul ginocchio sinistro.
Puntare la carabina
Poggiamo la carabina sull'incavo del gomito del braccio sinistro. Togliamo la sicura, ma, il dito deve rimanere ben lontano dal grilletto.
Mirare
Poggiamo il gomito destro sul ginocchio destro, e puntiamo il bersaglio. Respiriamo regolarmente. Una volta allineato il bersaglio, quando respiriamo, la carabina si solleverà e si abbasserà, ma sempre sulla sua verticale. Se abbiamo montato una bolla a livella, dovremo allineare la croce sul bersaglio e contemporaneamente mantenere in bolla la carabina.
Come si impugna la carabina
Inseriamo il dito indice all'interno della guardia.. Il modo di impugnare la carabina è quello che si vede in foto. Lo sforzo deve essere ripartito tra il pollice e il grilletto. Il pollice è posizionato lungo l'elsa della calciatura e ne segue la forma. La carabina, se di ottima fattura, rinculerà all'indietro e noi dovremo assecondarla, senza opporci al suo movimento, che risulterà in asse con la canna. Inevitabilmente il pollice si opporrà leggermente al rinculo, ma senza deviare l'arma. Le altre dita dovranno solo fasciare l'impugnatura senza stringerla.
Come non si impugna la carabina
La maniera meno efficace di stringere l'impugnatura, è anche la più istintiva. il pollice fascia completamente l'elsa dell'arma. Lo sforzo viene ripartito con le altre tre dita, che stringono l'impugnatura, e il palmo delle mani. L'indice rimane più indietro, rispetto alla posizione vista in precedenza, e arriva con più fatica al grilletto. Inoltre, quando la carabina rincula, la mano che stringe l'impugnatura potrebbe deviarla, a seconda di quanta forza esercita il palmo. Se la carabina è però piuttosto scarsa e vibra parecchio, impugnandola in questa maniera potrebbe essere anche meglio. Ma non otterremo mai risultati troppo costanti.
Sparare con la carabina
Inspiriamo profondamente. La carabina sale. Rilasciamo l'aria nei polmoni lentamente, e quando la muscolatura sarà rilassata e la carabina ben puntata sul bersaglio, tratteniamo il fiato. Annulliamo il primo tempo, e quando saremo ben fermi, aumentiamo la pressione sul grilletto fino a far partire il colpo. Rimaniamo ben fermi ed allineati fino a che non sentiremo il rumore del colpo andato a segno. Abbiamo dai 5 ai 7 secondi utili di apnea, per esplodere il colpo. Se vediamo che l'apnea si prolunga senza riuscire a trovare il giusto allineamento e la giusta calma, lasciamo perdere, e ricominciamo la respirazione da capo.
Il bersaglio
Dopo aver sparato cinque colpi andiamo a vedere il bersaglio. e' uscita un po' una schifezza, mi sa.
E' bene che il bersaglio sia posizionato all'incirca alla stessa altezza della carabina, Almeno inizialmente, una volta imparata e sviluppata una propria tecnica personale di tiro, potremo sparare efficacemente qualunque sia la posizione del bersaglio. Io consiglio di appendere il bersaglio ad un comune cavalletto da fotografo. Lo troveremo in qualunque negozio di cineserie a meno di 20 euro. Per evitare che il bersaglio di carta si strappi, è necessario usare gli appositi cartoncini, acquistabili in armeria. Se invece preferite sparare a bersagli stampati sulla normale carta, dovrete appoggiare il foglio su una qualche superficie che assorba la forza dell'impatto. Io ho usato un tagliere di plastica acquistato all'Ikea. Per realizzare ottime fotografie delle vostre rosate, consiglio di posizionare un foglio rosso sotto al bersaglio, prima di fotografarlo.
La rosata
A vederla bene, la rosata sembra decente. Un diabolo, un JSB Exact, si è conficcato nel bersaglio.
Fotografoare la rosata
Posiamo lo sfondo rosso dietro al foglio, scriviamo i dettagli del tiro e fotografiamo.
Una rosata da 25 metri con la Weihrauch
Click! Merita un posto nella "Hall of fame".
Il raccoglipallini di metallo
Il bersaglio di plastica può far rimbalzare i diabolo, cosa che risulta pericolosa, se spariamo da vicino. Fino ai 20 metri, è necessario utilizzare il raccogli pallini in metallo. Io l'ho appeso al tagliere, in modo da poter utilizzare sempre il cavalletto.
Una volta sviluppata una tecnica che vi permetta di effettuare colpi chirurgici, potete passare ad utilizzare una carabina più seria. Io ad esempio, utilizzo anche una spettacolare HW977 ottimizzata. Sono convinto che la prestigiosissima e bellissima HW 977 l'avrei potuta giusto usare per sparare ai barattoli, se non avessi imparato prima a sparare come si deve usando la HW 30S, che è una carabina che adoro, e che consiglio a tutti.

Alessandro (2009)
Una serie di rosate ottenute da 25 metri
La posizione di tiro che ho consigliato di utilizzare, consente veramente di realizzare tiri precisi e costanti al pari dell'utilizzo di un buon rest anteriore. Con il vantaggio di non avere problemi logistici. Questa è una serie di 9 bersagli ottenuti sparando da 25 metri. Come potete vedere non tutte le rosate sono notevoli, ma sono comunque tutte molto raccolte. Ho inserito le monete per avere dei riferimenti. Le peggiori rosate stanno all'incirca dentro ad una moneta da 2 euro. Su 45 tiri, nessuno è stato tanto sbagliato da finire fuori dal bersaglio, e solamente 3 tiri sono finiti fuori dal nero. ella rosata 4, ci sono ben 4 colpi nello stesso buco. Interessante la rosata numero 8, ottenuta con l'ottica con l'ingrandimento tarato a 4x. Dimostra che con un'ottima carabina è sufficiente una economica ottica 4x32, per togliersi qualche bella soddisfazione.

Bellissima la rosata numero 9. Sta tutta in soli 9mm.

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
Montaggio Remngton 1911 R1
Cybergun KWC Sig Sauer P226 X-Five
Mettiamo la sicura
WEIHRAUCH HW 40 PCA
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z