AZ Gun
 
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 
Colt MkIV Series'70 Government Model

COLT 1970-A1 MkIV Series'70 Government Model

Il ritorno di un grande classico
Colt rilancia le icone del passato, quelle che hanno fatto il mito della 1911. Direttamente dal Custom Shop di Colt, ecco la riedizione della MkIV Series ’70 Government model. Calibro .45 ACP of course.
Precedente  
Colt MkIV Series'70 Government Model
L'impressionante bocca della canna calibro .45 ACP. Il calibro .45 fu scelto a seguito dei raccapriccianti esperimenti svolti dalla commissione Thompson- La Garde, i quali stabilirono che lo stopping power di un proiettile è dato principalmente dalla sua sezione frontale e dalla sua quantità di moto. E' per questo che gli americani hanno l'abitudine di dire che una pistola non è abbastanza seria se non si riesce a ficcargli il pollice nella canna.
La finitura inox è semplicemente fantastica. Si tratta di una doppia finitura, con le parti piane spazzolate finemente, quasi lucide, molto chiare, mentre le parti bombate sono sabbiate, di colore grigio, di tonalità media. Le pistole Colt 1911 inox hanno tutte questo tipo di finitura, che mette molto in risalto le parti piane, rispetto a quelle arrotondate. In effetti anche la versione nera è così, con una brunitura che ricorda la royal blue degli anni ’70, con le superfici spazzolate e quelle sabbiate che contrastano tra di loro. Però la differenza tra le due tonalità è meno netta rispetto alla finitura inox.
Colt MkIV Series'70 Government Model
La finitura inox consiste in superfici spazzolate lucide alternate a superfici sabbiate opache più scure.
La prima Government con finitura Inox arrivò nel 1985, quando ormai la Series’70 era andata in pensione sostituita dalla Series’80, che arrivò nel 1983. L’originale quindi, non è mai stata costruita in acciaio inox, ma sempre e solo in acciaio al carbonio. Esistevano però versioni “silver” della serie ’70. Erano nichelate, con doppia finitura, come quella nera, liscia e sabbiata. Il risultato finale era però molto diverso da quello odierno inox, perché la pistola era decisamente più chiara e brillante. Esisteva anche una versione nichelata completamente lucida, che era di un brillante accecante. Si possono poi vedere foto di Government Series ’70 con finiture diverse, miste lucidate a specchio e sabbiate, oppure cromate. Le varianti sono praticamente infinite, ma la versione inox era inedita, fino ad oggi.
Colt MkIV Series'70 Government Model
Questa è Series'70 originale con finitura nichelata. Come potete vedere l'effetto finale è differente dalla odierna versione inox. Le mire, più piccole, hanno lo stesso colore del carrello. Oggi giustamente sono nero opaco.
Per questa riedizione di un classico del passato, la Colt ha preferito ugualmente montare mire dal profilo più moderno. Sono le stesse che monta la 1991-A1, oppure la Delta Elite in calibro 10 mm Auto. Alte, ben visibili, con tacca e mirino dall'indovinato rapporto prospettico. La tacca ha una finestra ampia e alta, che offre la giusta luce laterale rispetto al mirino. Il mirino ha la lama quasi orizzontale, con profilo non è eccessivamente squadrato, perché alla fine si tratta di una pistola da combattimento, non da tiro. Con la mia vista un bel mirino squadrato e netto, tipo Patridge, sarebbe stato il massimo, ma non sarebbe stato in linea con il tipo di pistola. In pratica è come se avessero preso le mire classiche della Colt 1911A1 e le avessero “stirate” verso l'alto. Contaminazione moderna indovinata, la scelta stilistica vintage non è stata in alcuna maniera compromessa, anzi l’estetica generale ne ha sicuramente giovato. Le mire sono giustamente prive di ogni riferimento colorato, ideali per un utilizzo al poligono la destinazione d’uso più probabile per la pistola, e per fortuna sono NERE, anche nella versione inox. Le Series ’70 originali, in versione “silver”, montavano mire dello stesso colore del carrello, ovvero color argento lucido, e immagino che fossero ben poco comode da traguardare. Nessuno sentirà la mancanza delle mire anni ’70, questo è sicuro!
Colt MkIV Series'70 Government ModelColt MkIV Series'70 Government Model
Le mire sono decisamente più sfruttabili rispetto a quelle originali, ma il loro profilo è ugualmente classico.
Stessa per quanto riguarda il famigerato “collet bushing” la boccola elastica montata per la prima volta proprio sulla Series ’70. Non c’è e nessuno ne sentirà la mancanza. Ha rappresentato la prima vera modifica meccanica al progetto originale della 1911, dalla sua nascita. Non è stata osteggiata come la sicura al percussore, ma oggi è superata. La boccola nuova, introdotta nel 1971, aveva 4 appendici elastiche interne, che si stringevano attorno alla canna, bloccandola saldamente quando era in chiusura. Nell’ultimo centimetro circa della volata la canna aveva un diametro leggermente superiore al resto del tubo. Per smontare la pistola era necessario utilizzare una apposita chiave. Inutile dire che il collet bushing migliorava la precisione della pistola di serie, senza l’aumento dei costi che avrebbe richiesto un accoppiamento preciso di canna e bushing, che andava fatto a mano. Di contro, era meno robusto, rispetto ad un bushing pieno, ed era soggetto a rotture. Il collet bushing fu mantenuto anche nella successiva Series ’80, e fu abbandonato nel 1988. L’introduzione di macchine a controllo numerico permetteva di ottenere tolleranze accettabili tra bushing e canna, anche con la normale produzione in serie, per cui si preferì privilegiare l’affidabilità e la durata, ritornando alla vecchia boccola piena. Nella riedizione moderna, il collet bushing è stato sostituito dalla boccola classica, ed è meglio così.
Collet Bushing
Il collet bushing montato sulla originale Series'70 stringeva con forza la canna grazie alle 4 appendici elastiche di cui era fornito. Oggi è stato sostituito con una più classica e robusta boccola piena.
Al contrario, ho sentito la mancanza delle guancette che montavano le MkIV Series ’70 originali. Le guance montate sulla pistola odierna sono del tipo denominato “double diamond”, caratterizzate da un fitto zigrino, interrotto intorno alle viti, a formare due "rombi" che ricordano appunto la forma di due diamanti. Non le produce direttamente la Colt, ma sono fornite dalla famosa azienda Chip McCormick Corporation. Guance simili equipaggiavano la prima versione della M1911, e secondo il parere di Colt, sono quelle più apprezzate dagli appassionati, per cui sono state scelte al posto di quelle originali. Il fatto che costino meno di quelle con la medaglia non avrà certamente influito sulla scelta. Sono belle, di un caldo colore tendente al rosso, e ricche di venature, però non sono quelle giuste.
Colt MkIV Series'70 Government Model
Ho sostituito le guance di serie con queste, uguali a quelle montate negli anni '70. Il colore chiaro (esistono anche scure) credo si addica maggiormente alla pistola con finitura inox.
Le guance originali, che personalmente preferisco, sono i pannelli completamente zigrinati, con al centro il medaglione Colt in colore oro. Oggi sono montate sulle Colt Gold Cup. Esistono anche delle varianti; si trovano con il medaglione color argento, miste diamanti e medaglia, di essenza lignea chiara o scura, e anche in gomma con medaglia. Uno di questi tipi di impugnatura sarebbe stato molto adatto allo stile della pistola. Così ho preferito spendere qualcosa e acquistare le guance originali Colt con le medaglie al centro. L’essenza lignea è chiara, forse più anonima rispetto al palissandro, ma decisamente più adatta all’arma, in special modo a quella inox. Anche perché una Colt deve montare guance con la medaglietta in metallo, altrimenti che Colt è? Il risultato estetico lo potete giudicare dalle foto, secondo me sono molto meglio rispetto a quelle montate di serie.
Colt MkIV Series'70 Government Model
Questa Government Series '70 di produzione 2014, nuova in scatola, è equipaggiata con anonime guancette in plastica nera e caricatore non Colt (probabilmente Mec-Gar, ma anche produttori utilizzano un pad identico). Anche in America qualcuno ha lamentato di aver acquistato la pistola in configurazione differente da quella visibile sul catalogo Colt.
I marchi della Series '70 a mio avviso sono in assoluto le scritte Colt più belle di sempre. Caratteri eleganti, scritte della giusta dimensione e soprattutto la presenza del cavallino simbolo della Colt, al centro del carrello. I primi esemplari della Series ’70 originaria avevano scritte di dimensioni maggiori, decisamente più chiassose, che coprivano quasi interamente la superficie sinistra del carrello. Poi la Colt aggiustò il tiro, e i marchi furono ridimensionati e resi più eleganti. Questi identici marchi sono stati riportati sulla riedizione moderna. Con gli ultimi modelli, proprio le scritte avevano subito una certa caduta di stile, per cui sono contento di aver ritrovato queste meravigliose scritte incise sulla mia pistola.
Colt MkIV Series'70 Government Model
I marchi impressi sul lato sinistro del carrello.
Carrello e fusto sono gli stessi utilizzati negli anni ’70. Quando si dice che la pistola non monta la sicura al percussore significa che il carrello non è neppure predisposto a contenerla. Ovviamente gli appassionati non avrebbero accettato un carrello con i fori per accogliere la sicura al percussore. La stessa cosa vale anche per il fusto, che non presenta i recessi in cui vanno ad inserirsi le leve che agiscono sul pistone della sicura al percussore.
Colt MkIV Series'70 Government Model
Il carrello è fatto come una volta, privo dell'alloggiamento della sicura al percussore. Alcune parti interne, come l'estrattore e il percussore, al contrario, sono del tipo nuovo, e presentano recessi atti ad ospitare le parti che compongono la sicura.
Che la pistola sia una vera 1911-A1 tradizionale lo si capisce anche da un altro particolare del fusto. Quando la Colt iniziò a produrre il modello Delta Elite, una versione della 1911-A1 in calibro 10 mm Auto, l’eccessiva esuberanza del proiettile, a lungo andare provocava crepe sul fusto nei dintorni dell’apertura in cui si inserisce l’appendice posteriore della leva dell’hold-open. La soluzione di Colt fu quella di tagliare via la parte superiore di questa apertura, dividendo in due la guida di scorrimento sul lato sinistro del fusto. In questa maniera il fusto guadagna di elasticità, resiste meglio al contraccolpo di una cartuccia potente come il 10mm Auto, ed è anche più economico da produrre. Da allora tutte le Colt 1911, anche di altri calibri, hanno avuto questa apertura, tagliata superiormente. I primi esemplari delle nuove Series’70 avevano mantenuto questa parte tagliata, ma ben presto la Colt ha deciso di ritornare alla vecchia versione, con la guida intera, per venire incontro alle richieste degli appassionati, che volevano una vera Colt 1911 vecchio stile.
Colt MkIV Series'70 Government Model
Nuovo fusto, contro vecchio fusto. Nel nuovo fusto, quello sotto, l'apertura dove si inserisce l'appendice posteriore della leva dello slide stop è aperta. Si noti anche l'espulsore; la Colt ne monta uno tradizionale, mentre il clone più moderno ne monta uno maggiorato.
Lo sforzo per mantenere l’assoluta fedeltà all’originale non è stato ripetuto per quanto riguarda le piccole parti interne. Percussore, estrattore e blocco del percussore, delle nuove Colt, sono leggermente diversi rispetto alle corrispondenti parti della Serie ’70, proprio per permettere l’inserimento della sicura al percussore. Ma sono perfettamente compatibili anche con le Colt più vecchie. La Colt ha semplicemente deciso che i pezzi nuovi sarebbero andati bene lo stesso, e che non era necessario produrre nuovamente le piccole parti vecchie. Non si nota nulla all’esterno dell’arma, e i pezzi hanno le stesse identiche funzionalità di quelli vecchi. I puristi possono tranquillamente sostituirli con pezzi di produttori terzi, che continuano a costruirli, visto che comunque il prezzo di queste parti è piuttosto contenuto.
Colt MkIV Series'70 Government Model
La pistola si smonta completamente in pochi minuti.
Anche il cane delle vecchie pistole, era diverso da quello attuale. In questo caso la presenza della sicura al percussore non c’entra granché. Probabilmente la modifica fu introdotta sia per motivi di sicurezza, ma forse anche per semplificare la lavorazione. Il dente della mezza monta, passò dalla tipica forma ad “uncino”, a quella più canonica di semplice scalino. Nelle vecchie 1911 la mezza monta del cane imprigionava la punta del controcane, bloccando di fatto la catena di scatto. Molti, soprattutto i mancini, usavano la mezza monta in alternativa alla sicura manuale, proprio perché bloccava lo scatto. La pistola veniva portata carica, con il colpo in canna, la sicura disinserita e il cane sulla prima monta. In questa maniera, anziché togliere la sicura, che per un mancino è dalla parte sbagliata dell'impugnatura, era sufficiente armare completamente il cane con il pollice, quando si estraeva l'arma. Semplice, funzionale, veloce, ma anche pericoloso, perché occorreva abbattere il cane manualmente, sulla camera di cartuccia carica. Con l’introduzione della Serie ’80 questa caratteristica fu eliminata, forse proprio per evitare il perpetuarsi di questa cattiva abitudine. Il cane della nuova '70 è di tipo moderno, e la mezza monta non blocca il grilletto, come accadeva sulle '70 originali. La mezza monta ha lo scopo di intercettare il cane, prima che questo colpisca la testa del percussore, nel malaugurato caso di sgancio accidentale, e nulla altro. La Series ’70 attuale monta il cane di nuovo tipo, per cui quando lo si posiziona sulla mezza monta, lo scatto non è bloccato. E' una cosa da sapere, se ci si affida a vecchi manuali; se si preme il grilletto con il cane sulla mezza monta, la pistola scatta.
Colt MkIV Series'70 Government Model
La volata con il tappo chiuso e zigrinato. Personalmente preferisco questa configurazione a quella con il guidamolla lungo, perchè la pistola si smonta senza difficoltà e senza bisogno di attrezzi.
Il cane è quello classico, conosciuto come “Spur Hammer”, rigato, del tipo sottile. In origine il cane a sperone era zigrinato, e aveva la cresta allargata. Durante la seconda guerra mondiale, Colt e gli altri fornitori che l’affiancarono durante lo sforzo bellico, hanno man mano modificato l’estetica del cane, al fine di ridurre il numero di lavorazioni. Dapprima il cane perse la cresta allargata, diventando di larghezza uniforme, quindi la fitta zigrinatura fu sostituita diagonale da una meno impegnativa rigatura diritta. Ancora oggi, sulle Colt che lo montano, lo spur hammer è fatto così. E’ accoppiato ad una sicura dorsale di tipo sottile, la stessa entrata in produzione nel 1926, con il passaggio alla 1911A1. Le Beavertail arrivarono molto più tardi. Esteticamente è la forma che preferisco, soprattutto se abbinata ad una thumb safety classica commerciale, non maggiorata, con l’appoggio per il pollice lungo e triangolare. Quando si spara però, l’accoppiata è micidiale; soprattutto quando si impugna alto, tenendo il pollice sopra la sicura, il cane tende a ferire la mano.
Cupola Colt Vecchia Fabbrica Hartford
Ad Hartford nel Connetcticut è ancora oggi possibile osservare la grande cupola blu stellata, voluta dalla stesso Samuel Colt come attrazione, che sormontava la vecchia fabbrica ormai dismessa. La nuova fabbrica è poco distante a West Hartford.
  Seguente

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie,
i disegni e i grafici, presi dalla rete,
qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
Wilson Combat Magazine
Air Arms S400 Classic Calcio Ginb
Guancette Punisher
Smontaggio Stoeger X5
 
Colt Series 70
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z