AirGun Zeta
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 

WEIHRAUCH HW 30S prova a 50 metri

50 metri sono troppi per una carabina di libera vendita con energia ridotta a meno di 7,5 juole? Ho fatto qualche prova e ho scoperto cose interessanti.
A livello di prestazioni energetiche la piccola HW 30S, si mantiene ancora abbastanza lontano dal limite dei 7,5 Joule, assentandosi su 6 Joule scarsi, che potrebbero diventare pieni semplicemente effettuando un relube, operazione, va detto, che al momento mi sono guardato bene dall'eseguire, per timore di rompere il magico equilibro di questo piccolo gioiellino. La bancatura, avviene utilizzando diaboli di tipo match (wadcutter) da 0,50 grammi (0,49 grammi per il produttore, ma, il calcolo è meglio farlo con 0,50 grammi, per sicurezza, visto che l'importatore invece parla di 0,50 grammi), quindi, utilizzando un pallino più performante, le prestazioni balistiche della carabina possono migliorare notevolmente. In particolare, il famoso JSB Exact, domed, di piombo tenero, ha delle eccezionali caratteristiche balistiche, che gli consentono di mantenere a lungo l'energia cinetica. Ecco dunque cosa è possibile fare con una Weihrauch HW 30S e i diabolo JSB Exact.
Una scatoletta di tonno sforacchiata dalla HW 977 da 50 metri.
Una scatoletta di tonno, forata e scalcagnata ben bene da 50 metri dalla mia HW 977. La HW 977, pur essendo anch'essa depotenziata, è un po' più potente della HW 30S.

Il buon senso suggerisce che chiunque possa prendere una di queste carabine, e provare lui stesso a sparare a bersagli posti a 50 metri, e vedere che succede. Chi però non ha questa possibilità, fa comunque fatica a credere che un fuciletto, che è praticamente un giocattolo, possa dare soddisfazioni balistiche anche a quella distanza considerata estrema anche per un'arma ad aria compressa a piena potenza. In molti casi si è anche traviati da cosiddetti "esperti", pronti a sciorinare programmi e tabelle, in grado di dimostrare che questa o quell'altra cosa sia balisticamente impossibile. Recentemente, in un forum, mi è capitato di leggere una frase che aveva un che di delirante, scritta addirittura da una persona ritenuta esperta. L'esperto di turno asseriva che non bisogna assolutamente prendere per buone le prove pratiche o sperimentali, ma, al contrario, occorre prestare fede solo a formule e programmi, che indicano, con chiarezza, le potenzialità di un'arma e di un pallino. Come dire che non serve affatto andare in un campo a sparare ai bersagli, ma, che è sufficiente sedersi davanti ad un PC, e calcolare i tiri, per verificare se il bersaglio sia stato colpito o no. Divertente, senza dubbio. Fessi tutti quelli che la domenica vanno a gareggiare nei campi di tiro. Alla stessa maniera, dico io, perché mai fare le olimpiadi, o i campionati mondiali di calcio; sarebbe sufficiente analizzare gli atleti e simulare le gare per stabilire il vincitore. Però, la curiosità la fa da padrona, e allora sono andato a vedere cosa dice un programma per PC riguardo al tiro con una carabina "depo" da 50 metri. Prima però, vorrei fare delle considerazioni, perché, di programmi di questo tipo ce ne sono tanti. Quale scegliere? Gli esperti ne indicano uno in particolare, perché? Per rispondere, occorre andare a conoscere, a grandi linee, la balistica. Consiglio quindi di leggere la seguente pagina:

http://www.earmi.it/balistica/diabolo.htm
ed in particolare anche le pagine dello stesso sito riguardanti le balistica. A questo punto occorre raccogliere un po' le idee: un calcolo balistico rigoroso sarebbe talmente complesso da essere impossibile, quindi, vari studiosi, hanno utilizzato le normali leggi della aerodinamica per sviluppare modelli matematici approssimati, sul comportamento dei proiettili. Questi modelli, però, vengono riferiti a proiettili ideali. Per ricondurre i risultati al proiettile reale, è stato introdotto il concetto di "coefficiente balistico". Il CB è un valore, ovvero un numero, che rappresenta le caratteristiche balistiche di un determinato proiettile reale. Come si calcola? Per un proiettile reale, il CB è diretta conseguenza del "fattore di forma", il quale dipende non solo falla forma del proiettile, ma è anche pesantemente influenzato dalla velocità. L'unico modo di stabilire questo valore è quello di effettuare della misurazioni sperimentali. Misurazioni che riguardano soprattutto la perdita di velocità del proiettile. Fare delle misurazioni sperimentali, significa semplicemente fare delle prove pratiche, ovvero, recarsi in un campo di tiro e provare. Detta in parole molto semplici, il Coefficiente Balistico, è un numero che serve a far venire i calcoli, ovvero, un valore, che viene utilizzato per trasformare il valore calcolato, in quello misurato sperimentalmente, e poter così fare i calcoli. E, ovviamente vale solo per uno specifico proiettile; se si cambiano anche in minima parte, le caratteristiche del proiettile, il CB va ricalcolato. Direi che già il concetto di coefficiente balistico in se, calcolato tramite prove sperimentali, sia un brutto colpo per tutti quelli convinti che, in balistica le prove pratiche non abbiano alcun valore, e che ci si debba riferire solo ai calcoli matematici. A questo punto, se abbiamo letto gli articoli di balistica che vi ho proposto di leggere, e cercato di capire perlomeno la filosofia del calcolo balistico, siamo pronti ad utilizzare un programma di balistica con minimo di spirito critico, consci di quali siano i limiti di un calcolo matematico rispetto alla realtà delle cose. A questo punto scegliamo il programma. Un programma accurato, chiederà all'utilizzatore l'inserimento di molti parametri, come il peso del diabolo, la forma, il calibro nominale, e qualche dato sperimentale, ovvero misure che avete effettuato voi stessi, relative alla perdita di velocità del proiettile in virtù della distanza. Dati utili, questi ultimi a stabilire il fattore di forma del pallino, sulla base del quale calcolare il coefficiente balistico del pellet. Al contrario, se non abbiamo a disposizione le apparecchiature necessarie a stabilire la caduta di velocità del diabolo, ci dovremmo affidare ad un programma più sofisticato, che contenga al suo interno già i dati relativi a numerosi diaboli presenti in commercio. Molti esperti consigliano di scaricare il programma gratuito "Chairgun" dotato di un ricco database.
Chairgun Pro
Chairgun Pro, o se preferite Chairgun 3, è un programma scaricabile gratuitamente, realizzato dal produttore di ottiche Hawke. Il suo scopo è quello di permettere di calcolare i click necessari a ruotare le torrette dell'ottica per raggiungere il bersaglio, o meglio, la "kill zone" di un bersaglio posto ad una certa distanza. Per questo particolare calcolo, ovviamente occorre sapere diversi parametri riguardo all'ottica, che al momento non ci interessano. A noi interessa principalmente sapere indicativamente quanti joule rimangono, o meglio quanta velocità residua ha il proiettile dopo 50 metri di volo. Scarichiamo il programma dal sito:
http://www.chairgun.com
Installiamolo e apriamolo. Noteremo immediatamente che il diabolo di riferimento è già il JSB Exact. In ogni caso, se non lo fosse, selezioniamolo, e vediamo che succede.
Schermata Hawke ChairGun Pro
Il pallino di default dovrebbe già essere il JSB Exact, in caso contrario selezioniamolo. Il database è ricco di ogni tipo di diabolo, per questo motivo il programmo è così apprezzato dagli appassionati.
Schermata Hawke ChairGun Pro
Le unità di misura imperiali sono un po' indigeste, cambiamole con quelle metriche.
Schermata Hawke ChairGun Pro
Cambiamo il calibro da 4,50 a 4,51. Il coefficiente balistico in ogni caso non cambia, il che probabilmente è errato.
Schermata Hawke ChairGun Pro
L'energia l'ho misurata con il Combro. Qualcosa bisogna pur fare da se. Ma che succede? Il programma non lo accetta, dice che per restrizioni di carattere fisico, l'energia minima deve essere di 10,96 J, come mai?
Schermata Hawke ChairGun Pro
Per qualche strana ragione l'energia è limitata dal valore di velocità, che deve essere almeno di 200 m/s. Questa limitazione non esiste affatto utilizzando le unità imperiali. Ho ragione di ritenere che si tratti solo di un bug, in quanto, utilizzando le misure imperiali, la Vo non deve essere inferiore ai 200 Ft/s, che nel sistema metrico diventano 60 m/s. Quindi, il valore della Eo, in formato metrico, doveva essere bloccato in modo che la relativa velocità non scendesse sotto i 60 m/s, invece, per errore sono rimasti 200 m/s. Infatti, nel campo riservato alla Velocità, possiamo inserire un valore inferiore, ma, non scendere sotto i 60 m/s.
Schermata Hawke ChairGun Pro
Ok, andiamo avanti, inseriamo la velocità anziché l'energia.
Schermata Hawke ChairGun Pro
Basta così, per quanto ci riguarda abbiamo inserito tutti i parametri al posto giusto. Il programma permette di effettuare calcoli sofisticati, per quanto riguarda la taratura dell'ottica, quindi qualcuno potrebbe essere interessato ad approfondire il suo funzionamento, ma, per il momento basta così. Dunque, secondo questo software, a 50 metri, il JSB Exact, viaggia ancora a 117 m/s, con ben 3,7 Joule di energia. Per fare un paragone, il proiettile lanciato dalla piccola HW 30S, ha la stessa energia che avrebbe lo stesso proiettile ALLA BOCCA di una PISTOLA a CO2. Vi stupisce ancora che sia in grado di forare un barattolo?
Schermata Hawke ChairGun Pro
A 100 metri abbiamo ancora 87 m/s ovvero 2 Joule, che se non sbaglio dovrebbe essere l'energia minima necessaria a lesionare la cute. Ad esempio, le soft-air, per legge, non possono superare 1 Joule di energia. Facendo le dovute differenze, la HW 30S a 100 metri è potente il doppio di una soft-air che spara a bruciapelo.
Schermata Hawke ChairGun Pro
A 160 metri, il diabolo viaggia a 60 m/s che è la velocità minima necessaria a lesionare l'occhio umano. Questo significa che bisogna sempre stare ben attenti a a dove si spara. Notate che, a 160 metri, l'energia è di 1 Joule. In teoria, il proiettile sarebbe ancora in grado di abbattere una sagoma di field target, che è tarata per abbattersi con 1 Joule di energia.
Il programma che ho usato è quello maggiormente consigliato dagli esperti, in virtù del discreto database di diaboli presente in memoria. Il valore del coefficiente balistico, che dovrebbe variare al variare della velocità, rimane sempre lo stesso, e questo temo sia un limite. In particolare credo che a rimanere più penalizzati dal fatto che il CB risulta costante, siano proprio i calcoli realizzati per le armi depotenziate, che hanno valori di Vo piuttosto bassi. Il software è veramente molto sofisticato, e permette di variare tutti i valori, e di crearsi un proprio database di diaboli. Non escludo quindi che in rete si possano trovare anche database personalizzati che permettano di fare calcoli più precisi. In conclusione, ritengo che l'utilizzo di questi strumenti, per l'utilizzatore medio, sia perlopiù da considerarsi una curiosità. L'utilizzo professionale è bene lasciarlo ai "Guru" dell'aria compressa, in grado di utilizzare le attrezzature necessarie ad avere un approccio scientifico e rigoroso ai problemi di balistica. Per gli altri credo che una sana prova sul campo e un po' di divertimento siano da preferire a software e tabelle.

Alessandro (2009)
 
Argomenti di interesse:
Smontaggio completo Weihrauch HW 977
Diana F20 calibro 4,5 mm libera vendita
Norconia QB78 Magazine

Non si tratta di un sito commerciale di vendite on-line.
Nessuno degli oggetti descritti è messo in vendita su questo sito.
Sito amatoriale a solo carattere divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti all'interno del sito appartengono ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
Umarex Colt 1911-A1 Dark Ops
Images Gallery
Idee, appunti e spunti dal Web
E' il gesto atletico più importante per chi spara. Impariamo a gestirlo al meglio leggendo questo articolo sul sito FTI Campania.

Lo scatto

Se avete una PCP classica inglese o tedesca, non potete non conoscere questo sito di parti aftermarket. Veramente stupende, ma occhio, i prezzi sono in sterline!

Rowan Engineering

Se vi piacciono le pistole, ecco un pagina piena zeppa di wallpapers stupendi.

Ken Lunde's Pistol Wallpaper Pages

Un bel video, chiaro e completamente realizzato in italiano ci guida allo smontaggio della Weihrauch HW 977. Ottima risorsa.

Video Smontaggio HW 977
TheHiddenPart
Lezioni di Airguns dal famoso sito PyramydAir. Una serie di filmati a tema che ci introdurranno passo passo all'aria compressa. In Inglese, ma da vedere assolutamente.

Airgun Accademy
VISUALIZZA TUTTI I LINKS
 
I commenti sono stati disabilitati.
Sono spiacente di comunicarvi che ho dovuto disabilitare il servizio di commenti a causa dell'incessante Spam.

Alessandro
 
Cliccate sul titolo dell'articolo, oppure cliccate sulla fotografia per aprire la pagina che contiene una breve spiegazione sul contenuto degli articoli. Una volta aperto il link, è sufficiente cliccare sul riquadro “Scarica con il Browser”, e alla fine del download troverete il file nella cartella “Download” di Windows o nella cartella predefinita del vostro sistema operativo.
Buona lettura.
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z