AirGun Zeta
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 
Gamo Cadet Delta

GAMO CADET DELTA - CN49

La Gamo Cadet Delta è una piccola carabina della casa spagnola, ideale soprattutto per un pubblico molto giovane o femminile. Questo genere di carabina piccola, per il suo peso e dimensioni, ultimamente è apprezzato anche per chiunque desideri applicarsi al plinking ricreativo, utilizzando un’arma leggera, facile da trasportare con la quale sparare a braccio libero senza ricercare ad ogni costo un appoggio. La scarsa potenza delle versioni “depotenziate”, infatti, per i più, non giustifica l’acquisto di una carabina di grandi dimensioni, a meno che si sia costretti dalla propria corporatura. Quindi, le “piccoline”, di ogni marca e qualità stanno conoscendo un grande successo nel campo delle “depo”. La meccanica a canna basculante, semplice, affidabile e collaudata e il calcio con montecarlo, realizzato in materiale sintetico, con calciolo in gomma sembrano evidenziare ancora di più il carattere ludico di questa produzione spagnola, e la rendono una carabina da portarsi appresso facilmente e da maltrattare senza farsi grossi problemi. La qualità meccanica, come da tradizione Gamo, è discreta, ma è sicuramente più che onesta per il prezzo a cui è venduta. Mirino regolabile in alzo e deriva, scatto in due tempi regolabile e rotaie per il montaggio dell’ottica direttamente ricavate sul cilindro completano il tutto.
Scheda tecnica
Tipo di qualifica: Carabina, libera vendita
Numero di catalogo: CN 49
Funzionamento: aria compressa, a molla con canna basculante.
Calibro: 4,5 mm
Numero colpi: monocolpo
Canna: 400 mm in acciaio ad anima rigata
Peso: 2100 g
Lunghezza: 940 mm
Mire: regolabili con inserti in fibra ottica
Sicura: automatica con disinnesto a leva sopra al grilletto
Scatto: a due tempi, regolabile
Produttore: Gamo - Po Box 16, E-08830 Sant Boi de Llobregat, Barcellona, Spagna - www.gamo.com
Distributore per l’Italia: Adinolfi - via Brennero 10, 20052 Monza (Mi) - www.adinolfi.com
Scheda di catalogazione
Numero Catalogo: cn 49

Classificazione: arma con modesta capacità offensiva

Tipo di arma Carabina

Denominazione: Gamo - Cadet delta

Calibro: mm 4,5

Numero delle canne: una

Numero colpi nel = = =:

Lunghezza canne: mm 400

Lunghezza dell'arma: mm 940

Tipo della molla: a stantuffo

Numero totale spire: 30

Diametro esterno della molla: mm 19,9

Diametro del filo: mm 3

Funzionamento: ad aria compressa a caricamento successivo e singolo (manuale)

Stato o Stati in cui l'arma è prodotta: Spagna

Stato da cui l'arma è importata: Spagna

Presentatore: Adinolfi Ermanno presidente della ditta Adinolfi S.r.l.

Classificazione: CN

Note:

Rettifiche:

Aggiornamento catalogo: 1°VF

Gazzetta Ufficiale: n. 47 Supplemento ordinario 26/02/2003

Ho scritto questa serie di schede nel tentativo di dare un'identità alle tante armi ad aria compressa a modesta capacità offensiva che hanno ricevuto il numero di conformità CN. I dati raccolti sono stati ricavati, per quanto possibile direttamente dal sito del produttore o del distributore italiano. Laddove non abbia trovato nulla in merito ad una specifica arma, perché oramai fuori produzione o il costruttore poco noto, è stato fatto riferimento ai cataloghi di vendita di qualche singola armeria. Mi scuso quindi se in molti casi i dati riportati possano essere errati, e vi prego di segnalarmi ogni eventuale inesattezza.
Esploso Gamo Cadet Delta
L'esploso delle parti.
L'immagine è visualizzata con una risoluzione inferiore all'originale
e potrebbe risultare non sufficientemente chiara.
Per una corretta visualizzazione cliccare sull'immagine.
Gamo Cadet Delta
Un particolare della calciatura della Cadet Delta.

Manuale carabine Gamo
Manuale carabine Gamo
Manuale carabine Gamo
Manuale carabine Gamo

1. CARABINA AD ARIA COMPRESSA (cfr. Fig. A, Pag 1)

1. Vivo di volata
2*. Mirino
3. Canna
4*. Tacca di mira
5. appoggiaguancia
6. Calciolo
7. Calcio
8. Impugnatura
9*. Vite del grilletto
10. Grilletto
11. Sicura manuale
12*. Slitta per cannocchiale
13*. Asta di caricamento

(*) A seconda del modello

2. NORME DI SICUREZZA
Tutte le volte che si usa una carabina ad aria compressa assicurarsi che la sicura sia in posizione “ON” e che non vi siano pallini in canna.

1. USARE SEMPRE OCCHIALI DI PROTEZIONE.
2. USARE SEMPRE CUFFIE.
3. ATTENZIONE: I fucili ad aria compressa non sono giocattoli. Devono essere sempre usati sotto la supervisione di un adulto. La sicurezza è frutto di un continuo stato mentale. L’USO NON SUPERVISIONATO DI FUCILI AD ARIA COMPRESSA E’ VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI
4. Prima pensare e poi sparare.
5. Puntare l’arma sempre e solo in una direzione sicura. NON PUNTARE MAI L’ARMA CONTRO PERSONE O ANIMALI, ANCHE SE NON E’ CARICATA
6. Tenere sempre il dito lontano dal grilletto mentre si carica o si maneggia l’arma..Tenere il dito lontano dal grilletto finché non siè pronti per sparare.
7. Essere sempre consapevoli di che cosa ci sia dietro il bersaglio. Essere sempre sicuri che il bersaglio non nasconda una persona o un oggetto che possa essere colpita o danneggiata dai colpi sparati..
8. Non sparare ad oggetti che possano provocare rimbalzi. Non sparare nell’acqua o sull’acqua.
9. Mai maneggiare questo prodotto sotto effetto di droghe o alcol.
10. Mai riutilizzare i pallini.
11. Le carabine ad aria compressa ed i pallini dovrebbero essere tenuti in posti diversi, se possibile sotto chiave.
12. Dopo l’uso e prima di una sessione di tiro accertarsi sempre che non vi siano pallini caricati nell’arma.
13. Caricare l’arma solo quando si è pronti per sparare. Non camminare, correre, saltare portando un’arma carica. Un arma carica non deve mai essere portata a bordo di un veicolo. Tenere sempre la sicura in posizione “ON”, anche quando l’arma scarica.
14. Non manomettere o modificare alcuna parte dell’’arma. In caso di malfunzionamento, consultare un armiere. Non tentare di riparare il fucile, perchè potrebbe essere pericoloso e potrebbero essere necessari utensili speciali
15. TENERE SEMPRE L’ARMA E/O LE MUNIZIONI FUORI DALLA PORTATE DEI BAMBINI
16. ATTENZIONE: Non portare o utilizzare una carabina ad aria compressa in alcuna situazione dove potrebbe essere scambiata per una vera arma da fuoco.

3. CARICAMENTO (Figure. B, C, D, e Pagina 1-2, a seconda del modello di carabina ad aria compressa)

ATTENZIONE: Prima di caricare o sparare con le carabine ad aria compressa per la prima volta, passare uno scovolo nella canna per assicurasi che sia libera da corpi estranei.

3.1 Canna pieghevole: Abbassare la canna appoggiando il calcio della carabina sulla vostra anca (vedi fig. B1), afferrare saldamente la fine della canna e tirarla in basso finché non si arma (vedi fig. B2). Da questa posizione, caricare l’arma inserendo il pallino , sempre con la punta o la parte piu’ stretta del pallino verso il vivo di volata ( vedi fig. B3), poi riportare la canna nella posizione di partenza, finché essa si blocchi.
3.2 Canna fissa con caricatore up&down: Abbassare la leva di caricamento,dopo averla sbloccata da sotto la canna ( appoggiando il calcio sulla vostra anca, vedi fig. D1), e spingerla in giù finché non si arma (vedi fig. D2). Sulla parte superiore della canna comparirà un piccolo caricatore con un buco nel quale inserire il pallino (vedi fig. D3). Inserire sempre con la punta o la parte piu’ stretta del pallino .verso
il vivo di volata. Premere verso il basso il caricatore facendolo rientrare nella posizione iniziale (vedi fig. D4). Riposizionare, ora, la leva di caricamento nella posizione originaria, assicurandosi che sia fissata in modo sicuro dal blocco sotto il vivo di volata.
3.3 Canna fissa con caricatore rotante: Sbloccare la leva di caricamento sotto la canna per aprire l’otturatore (vedi fig. E1). Abbassare la leva di caricamento,dopo averla sbloccata da sotto la canna ( appoggiando il calcio sulla vostra anca, vedi fig. D1), e spingerla in giù finché non si arma (vedi fig. E2).Ruotare il caricatore in senso anti-orario fino a fine corsa (vedi fig. E3). Inserire il pallino, sempre con la parte cava
rivolta verso il retro, finché sia completamente inserito nel caricatore (vedi fig. E4). Assicurarsi che la parte finale del pallino sia ben inserita. Chiudere il caricatore ruotandolo in senso orario finchè sia completamente chiuso (vedi fig. E5).

ATTENZIONE: Riportare sempre la leva di caricamento nella sua posizione originaria prima di sparare, altrimenti il carabina non può operare correttamente, con il conseguente rischio di danni o ferite.

ATTENZIONE: Prima di posizionare la sicura in posizione “OFF” e sparare, indossare occhiali di protezione. Usare sempre occhiali di protezione

ATTENZIONE: Ricordarsi che ora la carabina è carica ed è pronto per sparare.

ATTENZIONE: Tenere sempre il dito lontano dal grilletto e la sicura in posizione “ON” finché non si è pronti per sparare. Per sparare, mirare al bersaglio, togliere la sicura e premere con dolcezza il grilletto.

4. SCARICAMENTO

ATTENZIONE: Non toccare il viso o la bocca dopo aver maneggiato i pallini. Lavare sempre le mani dopo aver maneggiato i pallini.

ATTENZIONE: Mai tentare di rimuovere un’ostruzione nella canna sparando un altro pallino. Assicurarsi che la carabina sia scarica e che la sicura sia in posizione “ON” prima di rimuovere un’ostruzione.

4.1 Canna pieghevole: Piegare la canna verso il basso come nella procedura di caricamento. Ed inserire nell’apertura della canna una asta con scovolo di diametro appropriato. Spingere l’asta nella canna finché sia libera dal pallino.
4.2 Canna fissa con caricatore up&down: Con la leva di caricamento in posizione parallela alla canna, inserire un’astina di diametro
appropriato nel vivo di volata e spingere fino alla rimozione del pallino ,l’eventuale pallino bloccato verra’ cosi’ spinto nel caricatore; abbassare la leva di caricamento, per far uscire il caricatore stesso.
4.3 Canna fissa con caricatore rotante: Spingere verso il basso la leva di caricamento finché il meccanismo agganci e NON RIPORTARLA NELLA POSIZIONE INIZIALE PER IMPEDIRE LO SPARO ACCIDENTALE. Ruotare il caricatore in senso anti-orario fino a fine corsa. Inserire un’asta con scovolo del diametro appropriato nel vivo di volata e spingerla fino a liberare la canna. Se un pallino fosse bloccato nella canna, ora dovrebbe trovarsi nel caricatore: rimuoverlo e chiudere la camera di carico. Riportare la leva di caricamento in posizione parallela alla canna. Sparare a vuoto con le solite precauzioni. NB: RIPOSIZIONARE LA LEVA DI CARICAMENTO IN POSIZIONE PARALLELA ALLA CANNA SOLO DOPO AVER FINITO DI PULIRE LA CANNA.

PRUDENZA: Quando avete finito, pulite la canna con lo spazzolino dell’asta per rimuovere tutte le particelle di piombo che potrebbero trovarsi sul fucile.

PRUDENZA: Scartare sempre munizioni difettose o deformate. Raccomandiamo di usare munizioni GAMO per tutti i nostri fucili.

5. OPERAZIONI RIGUARDANTI LA SICURA E LA REGOLAZIONE DEL GRILLETTO (Fig.F, Pag. 2)

ATTENZIONE: Non fare affidamento su qualsiasi sicura meccanica diversa da quelle in dotazione dell’arma. Puntare la carabina sempre in direzione sicura. Mantenere sempre la sicura in posizione “ON” mentre si maneggia, si trasporta si carica/scarica il fucile.
Non premere il grilletto mentre si posiziona la sicura su “ON”.

La carabina ha una sicura manuale. Il selettore della sicura è posizionato davanti al grilletto (vedi fig. F2). La sicura è in posizione “ON”
quando la levetta è in posizione arretrata (vicino al grilletto). Per sbloccare il grilletto, spostare la levetta in posizione avanzata (lontano dal grilletto).

ATTENZIONE: Assicurarsi che la carabina non sia carica prima di regolare il grilletto.

Il il grilletto della carabina ha una regolazione che si effettua operando sulla vite (vedi fig. F1).

La regolazione può essere eseguita nel seguente modo: per ridurre la corsa, avvitare in senso orario; per aumentarla , avvitare in senso anti-orario.

6. NOTE PER IL TIRO

6.1 Esempi di mira e regolazioni (Fig. G, H, Pag. 3 , secondo il modello): Per sparare correttamente, fare riferimento agli esempi di fig. H1.
Regolazione della deriva: se il punto di impatto del tiro è a sinistra del bersaglio, girare la ghiera (vedi fig. G1 o G2, a seconda del modello) in senso orario. Se il punto di impatto è a destra del bersaglio, ruotare la ghiera il senso anti-orario.
Regolazione dell’alzo: se il colpo è troppo alto, ruotare la ghiera 2 (vedi fig. G1 o G2, a seconda del modello) in senso orario. Se il colpo è troppo basso, ruotare la ghiera in senso anti-orario

Modificare la posizione della tacca di mira: in alcuni modelli di fucile, la tacca di mira ha 4 pezzi intercambiabili. Svitare la vite 3 (vedi fig. G2) finché la tacca di mira ruota fuori dalla sua sede. Inserire il pezzo scelto. Stringere la vite 3, tenendo ferma la tacca di mira con l’altra mano, finchè si riposiziona nella sua sede.

6.2 Cannocchiale (Fig. G, Pag. 3, solo per alcuni modelli): Per sparare correttamente fare riferimento agli esempi di fig.H2.. Per tarare l’ottica, rimuovere i coperchietti delle torrette di regolazione della deriva e dell’alzo (vedi fig. 3). Assicurarsi che le viti di attacco siano serrate..
Regolazione della deriva: Ruotare la ghiera 1 della deriva (vedi fig. G3) in senso orario per spostare il punto di impatto a destra o ruotarla in senso anti-orario per spostare il punto di impatto a sinistra..
Regolazione dell’alzo: Ruotare la ghiera 2 (vedi fig. G3) in senso orario per abbassare il punto di impatto o ruotarla in senso anti-orario per alzare il punto di impatto.
Se la carabina è dotata di un cannocchiale con reticolo illuminato: Rimuovere la protezione della batteria prima dell’uso. Tirare la linguetta di plastica per permettere il contatto della batteria. La funzione di illuminazione è attivata ruotando la ghiera del reostato. Ad ogni “click” l’intensità luminosa aumenta. Per spegnere il reticolo ruotare la ghiera fino alla posizione zero. Per inserire la batteria, rimuovere il tappo sul reostato.

7. CONSERVAZIONE E CURA

7.1 Conservazione
ATTENZIONE: le carabine ad aria compressa devono essere custodite con ogni precauzione e devono essere tenute fuori dalla portata di bambini e persone non autorizzate. Prima di riporle, accertarsi che l’arma sia scarica e con la sicura in posizione “ON”.
Questi prodotti sono stati creati per sembrare ed essere utilizzati come armi ad aria compressa. Devono essere custoditi con cura e protetti da furti e conseguenti usi illeciti.

7.2 Cura (Fig. I, Pag. 4)
Custodire la carabina in un posto sicuro. Pulirla sempre prima di riporla; mai riporre la carabina sporca. Per pulire la carabina assicurarsi che la sicura sia in posizione “ON” e che sia scarica eseguire i passi in fig I. Usare sempre l’olio GAMO (vedi fig. I1), un’asta con scovolo (vedi fig.I2) e una pezzuola (vedi fig.I3)
Carabine a canna pieghevole: inserire l’astina con scovolo adatto al calibro dalla parte posteriore della canna e farla scorrere dentro essa (vedi fig. I7-1)
Carabine a canna fissa: inserire l’astina con scovolo adatto al calibro nel vivo di volata e farla scorrere dentro essa (vedi fig. I7-2).

 

Industrias El Gamo, S.A. si riserva il diritto di modificare tali caratteristiche senza preavviso.

Tratto da "Gamo Air rifles handbook".
Il testo in oggetto è stato riprodotto a solo fine divulgativo, non si intende infrangere i diritti d'autore. Tutti i diritti appartengono ai legittimi proprietari.

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
Ruger GP 100
Prova Air Arms Pro Sport
Aggiustiamo la mira
Umarex Colt 1911 Dark-Ops
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
COMMENTI
Non si trattano argomenti riguardanti la caccia, neppure la caccia ai nocivi con armi ad aria compressa. Per questi argomenti esistono siti appositi, che li trattano in maniera seria e competente.
Non si trattano argmenti riguardo il potenziamento illegale di armi di libera vendita. Per cortesia non lasciate messaggi su questi argomenti o su altre pratiche illegali in Italia.
I messaggi riguardanti argomenti illegali o non graditi, verranno rimossi senza dare alcuna spiegazione.
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.

Commenti

Oscar
18 Giu 2013, 11:58
Sono possessore della Gamo Cadet Delta da ormai un mesetto, e ne sono molto soddisfatto. I materiali sono ottimi, buona la 'plastica del calcio, bella rigida e priva di scricchiolii, ha il calcio in gomma, molto comodo, e l'impugnatura zigrinata. è molto maneggevole e leggera, è piccola, quindi adatta ai giovani tiratori o a chi vuole avere una carabina non ingombrante. Sul lato pratico, il tiro è preciso fino a 25/30 metri, le mire non mi sono piaciute molto, meglio comprare un'ottica per sfruttare al massimo la precisione. L'ho provata con piombini a punta semisferica, piatta e a "punta d'abete". Coi semisferici dà il meglio di se. Ad ogni modo oltre i 30 metri diventa difficoltoso mirare perché la precisione tende a diminuire a causa della canna corta. Son riuscito a determinare la gittata massima con i piombini semisferici (o a punta arrotondata). Con alzo massimo si arriva a 80/85 metri. Per il prezzo che ha mi sembra comunque un'ottima arma, ha il difetto delle Gamo che nello sparo "vibra" molto, ma per il barattoling a 25 metri max 30, va più che bene. Se si vogliono prestazioni migliori, bisogna chiaramente puntare a prodotti di fascia più alta.
Alessandro
31 Ott 2010, 22:10
Gamo Cadet Delta, Deltamax e Deltafox sono identiche, a perte il calcio. Differenze di potenza sono dovute solamente a tolleranze di lavorazione, che rendono ogni esemplare leggermente differente.

L'esploso della Deltamax lo trovi qui.

http://airgunz.altervista.org/CatalogoNazionale2/Gamo_DeltaMax_F_ATS.php

Quello della Deltafox invece è qui.

http://airgunz.altervista.org/CatalogoNazionale2/Gamo_Deltafox_F_ATS.php

Questo invece è quello della Cadet Delta

http://airgunz.altervista.org/CatalogoNazionale2/Gamo_Cadet_Delta_ATS.php

Come puoi vedere sono identiche, anche i numeri di serie dei pezzi meccanici interni sono gli stessi.
Paolo Rossetti
31 Ott 2010, 17:52
Leggo su internet commenti di possessori di gamo cadet deltamax che si differenzia,per potenza,dalla gamo delta.Io ho recentemente acquistato una gamo deltamax quindi né cadet né solo delta.Vorrei conoscere la differenza tra il modello da me posseduto e gli altri e se è possibile un vostro commento sul mio modello.Inoltre vorrei,se possibile,che pubblicaste l'esploso del modello in mio possesso .

Ringraziando in anticipo

Paolo Rossetti
*Nome:
Email:
Notifica di nuovi commenti a questo articolo
Nascondi la mia email
*Commento:
 
 
Powered by Scriptsmill Comments Script
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.
 
 
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z