AZ Gun
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 
CZ 452 Varmint

CZ 452 VARMINT

Alta qualità dei materiali, affidabilità e robustezza, sono le doti che caratterizzano i prodotti marchiati Ceska Zbrojovka, azienda di armi famosa in tutto il mondo. La CZ 452 Varmint, carabina bolt action in calibro .22 LR è uno dei suoi prodotti più apprezzati. Canna pesante, priva di mire, scatto diretto e calcio in noce turco, è da considerarsi come la scelta ideale per passare senza grossi traumi dall'aria compressa al tiro a fuoco.
Il tiro con la 22, quasi un’aria compressa.
E’ innegabile che l’ appassionato di tiro con armi ad aria compressa goda di una libertà di praticare il proprio hobby, che è del tutto sconosciuta all’appassionato di armi da fuoco. Molte armi si acquistano senza porto d’armi, non si è costretti a frequentare il poligono, e le munizioni sono economicissime, acquistabili e detenibili in numero illimitato.
CZ 452 CZ 453 Esploso
L'esploso delle parti.
L'immagine è visualizzata con una risoluzione inferiore all'originale
e potrebbe risultare non sufficientemente chiara.
Per una corretta visualizzazione cliccare sull'immagine.
Man mano che si sale con la potenza, anche le armi ad aria compressa iniziano a diventare dispendiose, dal punto di vista economico, e il buon senso, se non addirittura la legge, ci impone di utilizzarle all’interno di un poligono attrezzato. Senza contare che non tutti hanno lo spazio a disposizione per sparare in libertà, anche solo con un’arma ad aria compressa di libera vendita.
CZ 452 Varmint
A questo punto, passione o non passione, forse sarebbe il caso di pensare ad una carabina in calibro .22 LR. Le carabine in questo calibro sono decisamente economiche, così come le munizioni. La precisione è ottima e di solito superiore a quella ottenibile con una ben più costosa PCP. Senza contare che con una 22 ci libereremo dell’intralciante bombola per il rifornimento d’aria. Lo sparo è assolutamente gestibile da chiunque abbia fatto un po’ di esperienza con una carabina a molla di libera vendita. Passando dall’aria compressa al 22, rimarremo stupiti dalla pochezza del rinculo e del rilevamento, riuscendo fin da subito ad infilare un colpo dentro l’altro a 50 metri.
Il calibro .22 LR
Il calibro .22 Long Rifle è una cartuccia di tipo orlato (rimmed), a percussione anulare (rimfire). La sua designazione metrica è 5,6x15 mm R. La cartuccia a percussione anulare ha un bossolo privo di sede per l’innesco a capsula. E’ l’intero fondello del bossolo che ha la funzione di innesco, e l’accensione della miscela detonante si ottiene percuotendone l’orlatura. Le cartucce di questo tipo sono caratterizzate da una potenza esigua, in quanto le pareti del bossolo devono necessariamente essere sottili, affinché possa avvenire la percussione, e non potrebbero quindi sopportare forti pressioni.
CZ 452 Varmint
Cartucce in calibro .22 LR Fiocchi ramate da 40 grani.
E’ ancora oggi la più diffusa e venduta tra le cartucce per fucile e pistola, a causa del basso costo, delle buone prestazioni balistiche, e della semplicità ed economicità delle armi che la camerano. Come indica il nome, Rifle significa carabina o fucile a canna rigata, la munizione è stata originariamente concepita per l’utilizzo con le armi lunghe. Ed infatti per la legge italiana è considerata una cartuccia per pistola, con tutte le limitazioni di detenzione e acquisto che questo comporta. La cartuccia è stata realizzata unendo il bossolo della .22 Long, con il proiettile da 40 grani della .22 Extra Long, entrambe cartucce originariamente concepite per l’utilizzo con la polvere nera. Con l’introduzione della più performante polvere infume, si è pensato di utilizzare il proiettile più pesante unitamente al bossolo più corto, creando così la cartuccia in calibro 22 rimfire definiva, che ha soppiantato tutte le altre.
CZ 452 Varmint
Cartucce calibro .22 LR Lapua SK Standard Plus.
Stabilito che il calibro .22 LR è il miglior modo di passare dall’aria compressa al tiro con le armi fuoco, senza subire grossi traumi (anche economici), non rimane che scegliere la carabina.
CZ 452 Varmint
Il modello 452-2E ZKM prodotta dalla CZ, da tutti conosciuta semplicemente come 452, è una della carabine in calibro .22LR più apprezzate e vendute al mondo. Si tratta di un’arma lunga a ripetizione manuale, di tipo bolt action.
CZ 452 Varmint
La CZ 452 Varmint, Bolt Action calibro .22 LR.
Tra tutte le versioni, quella che attualmente sta riscuotendo il maggiore successo è la versione Varmint. Canna pesante, più corta rispetto agli altri modelli, priva di mire, con un bel calcio in noce di foggia americana con pala diritta (adatta l’utilizzo con l’ottica) e calciolo in gomma, di grande spessore e ben ammortizzato, distinguono il modello Varmint. Robustezza, semplicità, affidabilità, precisione e utilizzo di materiali di prima qualità sono le caratteristiche comuni a tutta la famiglia delle CZ 452 e CZ 453. Qualità che hanno decretato il successo a livello mondiale di queste carabine di piccolo calibro a percussione anulare. Queste armi sono ottime per il tiro informale, e con qualche semplice intervento, allo scatto e alla calciatura, possono dire la loro nei vari campionati di tiro di precisione e bench rest, risultando competitive anche nei confronti di armi di maggior costo e pregio (un nome su tutti, Anschutz). La Varmint, con la sua canna pesante, si distingue sui campi di gara per le ottime doti di precisione.
CZ 452 Varmint
La carabina viene venduta nella solita scatola di cartone. La confezione contiene la carabina equipaggiata di un solo caricatore da 5 colpi, il libretto di istruzioni, un esploso delle parti, una rosata di prova e un cd contenente i libretti di istruzioni in formato digitale in varie lingue, compreso l’italiano.
CZ 452 Varmint
La calciatura
In noce turco, trattata ad olio, la calciatura è una delle caratteristiche di maggior pregio dell’intera arma. E’ presente un comodo e ampio zigrino sull’impugnatura a pistola. Per il resto la calciatura è completamente liscia.
CZ 452 Varmint
L'impugnatura a pistola, presenta uno zigrino antiscivolo, grippante ma non fastidioso.
L’astina è diritta, con una base piatta che ben si presta all’appoggio sul rest. La pala è di disegno all’americana, diritta, e permette l’appoggio ottimale della guancia per traguardare l’ottica. Il montaggio dell’ottica è obbligatorio, in quanto la carabina, lo ricordo, è priva di mire tradizionali di tipo aperto. Si tratta di una calciatura decisamente adatta al tiro di precisione in appoggio, e al bench rest, nelle categorie che prevedono l’uso di armi quanto più possibile di serie. Le altre versioni di CZ 452, equipaggiate con mire tradizionali, sono perlopiù dotate di calciature con pala a dorso di cinghiale e astina a becco d’anatra, molto più adatte al tiro all’imbracciata e all’utilizzo delle mire aperte.
CZ 452 Varmint
La base dell’astina è sufficientemente piatta da garantire uno stabile appoggio sul rest.
CZ 452 Varmint
La pala del calcio di disegno all’americana, ideale per l’utilizzo con l’ottica.
Il calcio della Varmint è completato con un calciolo ammortizzante in gomma di notevoli dimensioni e spessore, al posto del sottile calciolo di gomma dura e lucida che equipaggia le altre versioni. Rispetto alla altre versioni, il calciolo della Varmint è più moderno e funzionale, e ne guadagna anche l’estetica d’insieme. L’accoppiamento tra calcio e calciolo non è dei più precisi, ma si tratta di difetti di poca importanza, che difficilmente si notano.
CZ 452 Varmint
Lo spesso calciolo in gomma, sovradimensionato rispetto al rinculo prodotto dalla munizione, dona all’arma un look più moderno e grintoso.
Un paio di magliette forate, una posizionata sotto la pala vicino al calciolo in gomma, e l’altra sotto al becco dell’astina, consentono l’aggancio di una cinghia di trasporto. L’attacco anteriore può essere anche utilizzato per il montaggio di un bipiede di tipo Harris.
CZ 452 Varmint
Sotto la pala del calcio è presente una maglietta di attacco per la cinghia di trasporto.
CZ 452 Varmint
Il punto di attacco anteriore per la cinghia, sotto l’astina, consente anche il rapido montaggio di un bipiede di tipo Harris.
Il sottoguardia, che ingloba ponticello del grilletto e imboccatura per il caricatore, è ricavato da un’unica lamiera brunita ripiegata. Si tratta di un particolare realizzato in maniera economica, ma tutto sommato di aspetto gradevole, visto che la lamiera è molto spessa, e ha una bella e piacevole brunitura opaca.
CZ 452 Varmint
Il sottoguardia con il ponticello incorporato. Una semplice lamiera sagomata.
In totale si contano 3 viti a taglio passanti per il sottoguardia. La più arretrata, quella dietro al ponticello, serve a fissare lo stesso sottoguardia, mentre le altre due hanno il compito di assicurare la meccanica al calcio. Tecnicamente discutibile è proprio il fissaggio della calciatura all’arma, tramite queste due viti passanti. Una delle due, quella dietro all’imboccatura del caricatore, impegna giustamente l’azione, mentre l’altra si fissa alla canna, che quindi non può essere considerata completamente flottante. Per il resto, la calciatura non va in alcun modo ad interferire con la spessa canna, perlomeno nel mio esemplare. La classica banconota di carta scorre tra canna e calciatura senza problemi.
CZ 452 Varmint
La calciatura non va ad interferire con la massiccia canna. Tuttavia la canna non può considerarsi flottante, in quanto è fissata alla calciatura tramite una vite immediatamente dopo la camera di cartuccia.
Uno degli interventi che di solito si realizzano per preparare l’arma alle gare, è appunto quello definito di “bedding”. Si tratta di accoppiare in maniera più precisa l’azione alla calciatura mediante l’utilizzo di una resina o colla bicomponente. Il foro all’interno del quale passa la vite di fissaggio tra la calciatura e l’azione viene inoltre rinforzato tramite un tubetto metallico (pillar bedding). In questa maniera il fissaggio tra azione e calciatura diventa più solido e si può eliminare del tutto la fastidiosa vite che fissa la canna, e lasciare quest’ultima del tutto flottante, con benefici in termini di precisione.
CZ 452 Varmint
Per rendere flottante la canna è necessaria l’operazione definita come “bedding”.
Per un utilizzo informale, però, questo intervento può tranquillamente essere evitato. Ho trovato l’arma già molto precisa così come esce dalla scatola.
CZ 452 Varmint
  Seguente

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
1911 Estrattore e affidabilità
Arms S400 Classic
Guancette G10 Lok Grips
NIKKO STIRLING NIGHTEATER 6-24x44
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z