AirGun Zeta
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 

AIR ARMS TX200 PRIMO APPROCCIO

ENGLISH DO IT BETTER
Il primo approccio con quella che viene considerata come la migliore carabina springer di serie presente sul mercato. La Air Arms TX200, carabina ad aria compressa springer, calibro 4,5 mm, canna fissa con caricamento underlever. Un'arma all'altezza della sua fama, e del prezzo, praticamente doppio rispetto ad un altro mostro sacro quele la Weihrauch HW 977.
Quando nel 1985 la Weihrauch introdusse la sua mitica HW 77, incontrò immediatamente i favori del pubblico d'oltremanica per la pratica del field target. La canna fissa risolveva in maniera definitiva i problemi intrinsechi delle pur ottime carabine a canna basculante utilizzate all'epoca, e diventò ben presto un vero e proprio punto di riferimento per gli appassionati, per i preparatori, ma anche per la concorrenza. Seguendo le orme della casa tedesca, una azienda inglese del Sussex, la Air Arms, progettò una carabina che doveva rappresentare una raffinata evoluzione della rivale HW 77, mantenendone intatto lo schema di funzionamento generale, ma dotandola di soluzioni tecniche ed estetiche da fuoriserie. Oggi, questa carabina, la Air Arms TX 200, è considerata la migliore tra le springer non agonistiche presenti sul mercato.
Air Arms TX200
Air Arms TX200
La Air Arms TX 200 è una carabina a molla con leva di caricamento posizionata sotto la canna (underlever). Uno degli aspetti tanto decantati di questa carabina inglese, è rappresentato dal bilanciamento, talmente buono da farne scomparire il peso generoso; ben 3800 grammi ottica esclusa. E devo dire che questo corrisponde al vero. L'arma, nonostante non si possa definire certo un peso piuma, si maneggia con una facilità sorprendente, e rimane ben ferma sia prima che dopo lo sparo. Merito sicuramente dell'ottimo calcio che consente al tiratore di contenerla perfettamente e con facilità. Il calcio, dal classico disegno sporter all'Inglese, è dotato di montecarlo alto che consente l'allineamento dell'occhio quando si usa il cannocchiale di puntamento, accessorio assolutamente necessario, in quanto l'arma non è dotata di alcun sistema di mira tradizionale.
Air Arms TX200
Air Arms TX200
Il legno è comune faggio, ma si presenta piuttosto ben rifinito, tanto da rappresentare il segno distintivo di questa bella arma. Il poggiaguancia assume il profilo ad “onda” tipico delle carabine inglesi. L'impugnatura a pistola è impreziosita da una coccia di legno scuro, ed ha un'inclinazione ottimale, piuttosto diritta e vicina al grilletto e presenta, sul lato destro, un vistoso e comodo incavo molto accentuato su cui appoggiare il palmo della mano. Da questa caratteristiche si capisce che il calcio non è ambidestro, e i tiratori mancini dovranno acquistare la versione adatta a loro. Le zigrinature, definite “skin-fish” ovvero a squama di pesce incorniciate da motivi floreali, sono ben incise nel legno, e oltre ad offrire il giusto grip e a trasmettere un buon livello di comfort e feeling, donano un tocco veramente particolare alla carabina. Pagando un extra, piuttosto costoso per la verità, è possibile far montare un calcio in noce finito ad olio con lo stesso identico disegno.
Air Arms TX200
L'impugnatura a pistola con il zigrino skin-fish incorniciato dai motivi floreali e la coccia di legno più scuro.
Air Arms TX200
La corsa dello scatto è regolabile per entrambi i due stadi. La vite di regolazione del peso di sgancio rimane sotto al ponticello, che va rimosso per potervi accedere. I punzoni dell'importatore e della catalogazione sono riportati sotto al ponticello.
Le bruniture sono quanto di meglio si possa vedere su una carabina ad aria compressa, e sono in grado di rivaleggiare per qualità anche con quelle di armi ben più prestigiose. Le superfici metalliche sono ricoperte da una profonda brunitura nera, che più nera non si può. La canna è intubata all'interno di un manicotto esterno dalla sezione veramente massiccia. Si tratta di un particolare esteticamente molto valido e curato, che dona un tocco di modernità al disegno di questa carabina, peraltro molto classica. La canna interna, una Lothar Walther a 12 principi, il meglio che ci sia sul mercato, è di qualche centimetro più corta di quella esterna; la parte vuota funziona da camera di espansione per il flusso di aria, stabilizzando il tiro e riducendo il rumore del colpo. Il sistema di caricamento risulta inizialmente complicato, ma una volta capito il funzionamento si esegue senza indugi. La dislocazione dei dispositivi di sicurezza che il tiratore deve necessariamente azionare per completare correttamente la procedura di carica, consentono di inserire il colpo in canna con la mano destra mentre con la sinistra tiene la leva di armamento. Si tratta di un procedimento assolutamente necessario a garantire la assoluta sicurezza quando si utilizza un'arma a canna fissa di questo, la quale prevede ad un certo punto di inserire le dita dentro la culatta di un'arma con la molla carica. Tutti questi dispositivi hanno comunque il pregio di non bloccare la catena di scatto, permettendo in ogni caso il disarmo totale della carabina senza necessariamente dover sparare il colpo.
Air Arms TX200
Air Arms TX200
La brunitura è veramente nera e profonda. Un vero spettacolo. Le scritte sono splendidamente incise.
Il sistema di scatto a 3 leve più il grilletto, è quello che gli anglosassoni definiscono come un “True Two Stage Trigger”. Sia la corsa totale che la precorsa sono regolabili agendo su due grani a brugola avvitati direttamente al grilletto. Un ulteriore grano posizionato sotto la guardia consente anche di variare il peso di sgancio. Il tiratore meno smaliziato, in ogni caso, non dovrà fare nulla, in quanto lo scatto si comporta in maniera spettacolare già così come esce dalla fabbrica, con un primo tempo lungo e costante, l'entrata del secondo tempo netta e ben distinguibile, e lo sgancio secco, sensibile ed immediato. Anche il peso di sgancio è eccezionalmente leggero, e siccome c'è da pensare che sia stato volutamente regolato abbondante per questioni di sicurezza, è probabile che ci siano ancora ampie possibilità di alleggerirlo ulteriormente. La lama del grilletto è ben arcuata e posizionata alla distanza giusta dall'impugnatura. E' realizzata in lega di alluminio lasciata grezza, particolare che inizialmente indispettisce, ma che alla fine si lascia apprezzare.
Air Arms TX200
La culatta esposta per l'inserimento del pallino.
Air Arms TX200
La finestra è stata completamente ricavata sul lato destro dell'arma, per cui l'eventuale interferenza della campana dell'ottica non crea alcun problema nelle fasi di caricamento.
Quello che rende così preziosa ed apprezzata l'arma in questione, però, si trova tutto al suo interno. La meccanica è piuttosto compatta e molto serrata, la corsa del pistone è minima. Le tolleranze sono veramente ridotte. La molla è ben intestata e il top-hat, assente nella maggioranza di queste carabine, e contenuto all'interno di costosi kit di elaborazione, è in questo caso presente di serie. Ai due estremi il pistone presenta due anellature di materiale sintetico, una anteriore e una posteriore, che rendono l'azione meccanica fluida, ovattata ma soprattutto precisa. La pubblicità vorrebbe farci credere che l'arma spara come una PCP, il che ovviamente non può essere vero, ma la reazione è veramente molto contenuta, e il ciclo di sparo fulmineo.
Air Arms TX200
Air Arms TX200
SOLO 7,5 JOULE
Per la attuale legge vigente nel nostro paese, il consumatore italiano può acquistare una di queste armi a potenza ridotta, pagandole a prezzo intero, o anche qualcosa in più, rispetto al resto del mondo. Beh, non lamentiamoci troppo, visto che fino ad una decina di anni fa, neppure questo si poteva fare. Solitamente i produttori scelgono sistemi piuttosto economici e sbrigativi per adattare l'energia erogata dalle armi a molla all'energia massima prevista dalla nostra legge. Molte volte, anche se non sempre, questo modo approssimativo di lavorare accompagna l'effettiva diminuzione dell'energia cinetica erogata, con una altrettanto significativa diminuzione dell'accuratezza di tiro, e con un aumento delle reazioni e del rinculo. Per fortuna Air Arms ha deciso di non operare semplicemente castrando la sua arma, e ha deciso di adottare un sistema di depotenziamento raffinato ed efficace, che fosse all'altezza dell'arma destinata a montarlo. Il depotenziamento della Air Arms TX 200 è ottenuto allungando la coda del pistone, e quindi riducendo ulteriormente la sua corsa totale e la compressione massima della molla, che rimane quella della versione inglese da 16 Joule. Questa ulteriore accortezza, unita alle raffinate soluzioni meccaniche adottate dalle versioni a piena potenza, ovviamente mantenute anche nella versione di libera vendita per il mercato italiano, rende lo sparo della TX 200 depotenziata veramente unico nel suo genere, per un'arma rigorosamente di serie. E rende anche meno amaro il boccone al consumatore italiano, il quale invece di essere portato a pensare di avere tra le mani un'arma malamente manomessa, potrà perlomeno illudersi di possedere una carabina accuratamente preparata apposta per soddisfare i limiti imposti dalla legge. Alla fine sempre 7,5 Joule sono, ma perlomeno non si ha l'amara sensazione di aver pagato a prezzo intero una carabina che spara la metà.
Air Arms TX200
Air Arms TX200
 
Air Arms TX200
Rosata da 18 metri ottneuta da seduto, senza appoggio.
Clicca per scaricare il manuale d'uso della Air Arms TX 200 tradotto in italiano.

Quella che segue è una piccola tabellina balistica ottenuta con l'arma nuova, appena uscita dalla confezione. Sicuramente i valori di velocità erogata alla bocca saranno destinati a salire un po' durante l'uso. Il manaule di istruzioni specifica chiaramente che i migliori risultati si ottengono con l'utilizzo di pallini Air Arms Diabolo Field, pallini a testa tonda, prodotti dalla ceka JSB con peso di 0,547 grammi, identici per forma, peso e dimensioni ai diabolo venduti con il marchio della stessa JSB sotto la denominazione commerciale di Exact. Non deve stupire quindi se questi pallini si sono rivelati i migliori, non solo dal punto di vista della erogazione energetica, ma anche come sensazione e soprattutto come rumore dello sparo. Al secondo posto gli ottimi pallini da gara a testa piatta H&N Finale Match, che si sono rivelati precisi, costanti e anch'essi graditi all'arma. Tutti gli altri diabolo provati hanno avuto prestazioni mediocri, e ho avuto la sensazione di un certo disagio della carabina a spararli correttamente. In ogni caso la precisione si è rivelata più che buona con tutti i pallini.

RWS Superdome Vo = 140,6 m/s Eo = 5,33 J
DN GEco Vo = 155,3 m/s Eo = 5,66 J
H&N Field Target Trophy Vo = 142,0 m/s Eo = 5,64 J
H&N Finale Match Vo = 159,5 m/s Eo = 6,49 J
RWS Meisterkugenl Vo = 141,2 m/s Eo = 5,28 J
JSB Exact Vo 162,6 m/s Eo = 7,23 J

Alessandro (2011)

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
La storia della Colt 1911
Anics Skif-A3000
La chiusura geometrica Browning
NIKKO STIRLING NIGHTEATER 6-24x44
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
COMMENTI
Non si trattano argomenti riguardanti la caccia, neppure la caccia ai nocivi con armi ad aria compressa. Per questi argomenti esistono siti appositi, che li trattano in maniera seria e competente.
Non si trattano argmenti riguardo il potenziamento illegale di armi di libera vendita. Per cortesia non lasciate messaggi su questi argomenti o su altre pratiche illegali in Italia.
I messaggi riguardanti argomenti illegali o non graditi, verranno rimossi senza dare alcuna spiegazione.
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.

Commenti

Alessandro
04 Gen 2013, 13:24
Assolutamente no. Sarebbe una importazione clandestina di arma comune da sparo, un reato penale molto grave. Sia le leggi italiane che quelle inglesi sono molto severe in fatto di armi.

ciao
Alessandro
domenico
04 Gen 2013, 11:44
egregio alessandro vorrei delle chiarezze riguardo allatx 200.avendo io un cugino che lavora in inghilterra puo lui acquistsare la carabina e spedirmela in italia cordiali saluti
Alessandro
27 Set 2012, 21:19
Avevo capito che intendevi il legno, ma da come hai scritto pensavo che volessi spalmare il 15 percento sull'intero peso. In ogni caso mi pare che il peso specifico del legno dipenda dalla stagionatura. Diciamo che potrebbe essere un paio di etti in meno, da 4,2 a 4 Kg, al massimo. Però non conosco il legno, quindi non saprei il grado di stagionatura del faggio e del noce. 4 kg sono sempre tanti, ma ti assicuro che la TX200 è bilanciatissima, non sembra che pesi così tanto. Al confronto la Pro Sport che pesa uguale al grammo, sembra un macigno.
Enzo
27 Set 2012, 17:24
Intendevo il 15% sul legno , in base a questa fonte:

http://www.themeter.net/pesi-spec1.htm

Grazie,
Enzo
Alessandro
27 Set 2012, 17:20
Mi pare che in realtà pesi ben 4,2 Kg. I 3,8 che ho scritto li ho presi su internet. Però non l'ho mai pesata senza ottica. Però con l'ottica pesa 4900 g, quindi direi che siamo tra i 4 e i 4,2. E' più credibile. E non so neppure quanto pesi il calcio. Probabilmente il peso del calcio in noce sarà differente, ma 15 percento del totale mi pare un po' troppo.
Enzo
27 Set 2012, 13:26
Ciao Alessandro,

pensi che anche la full power dello stesso calibro pesi 3,8 Kg?
La versione in noce dovrebbe alleggerirsi di un altro 15% giusto?

Grazie,
Enzo
umberto
20 Set 2012, 08:06
ciao a tutti! le mie preferite sono la 977 (precisissima)e la piccola diana 34 anniversario (poco precisa e nervosa) voi cosa ne pensate???????
Alessandro
09 Mag 2012, 17:23
Prima di tutto va detto che negozi non ne ho. Il sito è solo a scopo informativo. Non ho idea di dove comprare nei dintorni di Cuneo e Torino, purtroppo. contattare un forum sarebbe più adatto, perché ci sono un sacco di appassionati che abitando nei dintorni saprebbero indirizzarti sicuramente.

Riguardo alle carabine, le differenze sono per lo più costruttive, ma anche legate al depotenziamento per renderle adeguate alla legge. Escluderei il 5,5 in versione 7,5 joule, perché troppo poco performante. Chi l'ha provato ci si diverte, ma non lo consiglio come prima esperienza.

La Weihrauch HW 977 o 77 è sicuramente quella che ha il miglior rapporto qualità prezzo. Meccanicamente i due modelli sono uguali, ma la 77 monta le mire e non necessita quindi di ottica, che può comunque essere montata in un secondo tempo. E' da preferire, a mio avviso il modello 77K, o la 977. La 77 ha il calcio nuovo che la rende anche molto moderna come linea, e più simile alla 977. Lo scatto è leggero e morbido, il migliore, nonnostante l'età del progetto. Il depotenziamente avvviene tramite molla tranciata, per cui la potenza si mantiene bene nel tempo, e le reazioni sono contenute.

Le Diana a canna fissa, modelli 52, 460 e derivati, depotenziate non godono dei favori degli appassionati. Si tratta di armi nate per evare potenze molto elevate. A 7,5 joule sono castrate parecchio. Hanno una molla dedicata più debole, e il foro di passaggio dell'aria (Transfer Port TP) ridotto. Hanno una cilindrata molto grande, con corsa lunga, quindi anche depotenziate sono piuttosto reattive. Niente a che vedere con le versioni a piena potenza, le depotenziate sono tranquillamente gestibili, ma in ogni caso si muovono più della concorrenza. Lo scatto nuovo è buono (T06), ma non ancora all'altezza dello scatto HW. Psicologicamente è proprio l'idea di avere un attrezzo molto snaturato che non convince gli appassionati.

La TX 200 è la Rolls Royce delle armi ad aria compressa, e purtroppo costa come tale. Si superano i 700 euro, ma mi sa che il listino verrà presto aggiornato in su. Finiture, bruniture e legni sono superiori alla concorrenza. Lo scatto è molto buono, regolabile, ma secondo molti è meglio lo scatto della Weihrauch, e su questo sono abbastanza d'accordo. La TX 200 è molto precisa, perché la meccanica è anellata, ovvero il pistone scorre su anelli di polimero, che oltre a centrare meglio l'azione, non trasmettono vibrazioni e colpi al corpo dell'arma. La canna è una Lothar Walther, canna di qualità, con sopressore di suono integrato, che stabilizza il tiro. Insomma, ogni aspetto è molto curato. La grossa differenza, rispetto alla Weihrauch, è però dovuta al depotenziamento. La Air Arms ha scelto di ridurre la corsa del pistone, per cui lo sparo è fulmineo, e il rinculo dovuto al movimento interno del pistone è di gran lunga inferiore. Veramente lo sparo è dolcissimo. Vale la spesa? Non saprei, ragionando con la testa direi proprio di no, visto che la HW 977 costa la metà, e funziona in maniera impeccabile. Se però uno non fa questione di denaro e vuole semplicemente il meglio, allora il meglio è la TX200.
antonio
09 Mag 2012, 15:38
buona sera,desiderei aver spiegazioni in breve su differenze fra air arm tx200
weihrauchhw977/77,diana 52,diana 460 magnum.tutte depotenziate.costi vantaggi
ecc differenza fra usare il 4,5 ed il5,5
se conoscite una armeria nella prov di cn o to oppure se posso acquistarla nel vostro negozio a ge.
devo precisare che oltre alla carabina
acquistero' una pistola sempre ad aria compressa e l'occorrente x sparare(bersagli,ottiche,ecc)
saluto il sig alessandro e la sua disponibilità conosciuta seguendo questa pag web grazie in anticipo
antonio
Sergio1949
11 Apr 2011, 22:08
Bella la recensione e magnifica la carabina, e anche vdere la traduzione del manuale in Italiano fa ' piacere.
Ancora complimenti
Ciao Sergio
Ps Che tu sappia c'è il manuale in Italiano della AA410.
Alessandro
08 Apr 2011, 06:57
Personalmente l'ho pagata 625 €. E' stata un po' una pazzia, ma intorno a natale avrei voluto prendere una Diana, poi mi sono detto di aspettare e prendere direttamente questa. Si tratta verament di un oggetto di gran classe.

ciao
angelo
07 Apr 2011, 23:58
Veramente bella !! complimenti Alessandro , anche la Air ti sei fatto !Ma quanto costa in Italia una meraviglia del genere?
*Nome:
Email:
Notifica di nuovi commenti a questo articolo
Nascondi la mia email
*Commento:
 
 
Powered by Scriptsmill Comments Script
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.
 
 
Cliccate sul titolo dell'articolo, oppure cliccate sulla fotografia per aprire la pagina che contiene una breve spiegazione sul contenuto degli articoli. Una volta aperto il link, è sufficiente cliccare sul riquadro “Scarica con il Browser”, e alla fine del download troverete il file nella cartella “Download” di Windows o nella cartella predefinita del vostro sistema operativo.
Buona lettura.
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z