AirGun Zeta
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 
Air Arms S400 Classic

NIKKO STIRLING NIGHTEATER 8-32x60 FT

La descrizione dettagliata dell'ottica di puntamento Nikko Stirling Nighteater 8-32x60, con reticolo Field Target. Le impressioni e le valutazioni di quest'ottica di fascia bassa di prezzo, dalle caratteristiche interessanti. L'ottica è montata su una Air Arms S400 Classic.
La Nikko Stilrling sta sempre di più diventando un punto di riferimento tra gli appassionati di aria compressa. Anche se sicuramente la qualità è piuttosto lontana rispetto a quella di ottiche di fascia alta, di marchi blasonati, si tratta di prodotti del tutto onesti, proposti ad un prezzo accettabile, facili da utilizzare, e soprattutto che non deludono mai le aspettative. Questo ultimo punto non è da sottovalutare, sapete? Se da una parte su siti e forum si può trovare una qualunque informazione riguardante una qualsivoglia arma ad ria compressa, per cui è relativamente facile fare un acquisto oculato, ma non esiste altrettanta chiarezza nel campo degli strumenti di puntamento. Probabilmente questo è dovuto al fatto che l'appassionato medio di aria compressa, spesso non è disposto a spendere grosse cifre per l'acquisto dell'ottica. Mentre nel campo delle armi vere vale la regola per cui l'ottica debba costare almeno il doppio del fucile su cui andrà montata, questa mentalità fa molta fatica ad attecchire tra gli appassionati di aria compressa. Personalmente ho provato diverse ottiche di fascia economica, di quelle adatte alle armi ad aria compressa, e alla fine ho dovuto constatare che Nikko Stirling rappresenta il livello di qualità minimo in grado di accontentare tutti, o perlomeno di non deludere eccessivamente nessuno. E purtroppo, a volte, anche a comprare qualcosa in più della Nikko, si rimane scottati.

Quindi, dopo diverse prove, ho deciso di acquistare per la Air Arms S400 una Nikko Stirling Nighteater, che è una linea di fascia medio / alta dell'azienda orientale.

Inizialmente ero propenso ad acquistare una 6-24x56 con reticolo mil-dot. Prezzo intorno ai 200 €, acquistata on-line in Italia, a cui aggiungere almeno 10/15 € tra spese di spedizione e pagamento. Invece mi è capitata tra le mani, nella mia armeria preferita, una 8-32x60 con reticolo FT a 220 €. Mi è piaciuta subito, il prezzo era buono, paragonabile a quello del modello inferiore, e anche se l'otticona è tutt'altro che leggera, sulla smilza Air Arms S400 ci sta una meraviglia.
Air Arms S400 Classic
La mia Air Arms S 400 Classic, adesso equipaggia una splendida
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT. E' tutto un'altro vedere, vero?
L'ottica è venduta nella solita confezione di cartone nera e rossa che contraddistingue la serie Nighteater. Esteticamente è identica alla scatola in cui era contenuta la 6-24x44 che ho montato sulla HW 977; anche l'immagine è la stessa. Ovviamente le dimensioni dello scatolo sono decisamente maggiori. All'interno è presente l'ottica, con due tappi apribili con il fondo trasparente, un tubo prolunga parasole filettato in alluminio nero, una chiavetta a brugola per azzerare le torrette, un piccolo panno in microfibra per la pulizia delel lenti e due manuali, uno specificatamente per l'ottica, e uno che spiega il corretto uso del reticolo FT per valutare le distanze.
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT
La confezione dell'ottica è piuttosto voluminosa. L'immagine riportata sulla scatola si riferisce al modello più piccolo, la 6-24x44 con torrette basse.
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT
Il reticolo è di tipo Field Target, molto sottile.
Il reticolo è di tipo FT. La scelta è stata del tutto casuale; in negozio avevano solo questo, io ci ho guardato attraverso, mi è piaciuto e l'ho preso. Le divisioni della scala graduata, detta "stadia", sono molto ravvicinate. Queste divisioni dovrebbero essere utilizzate per valutare la distanza del bersaglio, ammesso che si conoscano a priori le dimensioni dello stesso. Io non lo uso, così come non uso il reticolo mil-dot, che equipaggia gli altri miei cannocchiali. Anche se mi limito ad usare il centro del reticolo, non mi piace molto il classico reticolo 30-30. La caratteristica che apprezzo maggiormente di questo reticolo è il fatto che è molto sottile. Mi sono accorto che è molto vantaggioso nel tiro mirato, soprattutto sui minuscoli bersagli da carabina, perché permette di concentrarsi maggiormente sul centro. Stranamente, o forse proprio a causa della mia miopia, riesco a vederlo sempre ben definito, mentre altri reticoli più spessi a volte li vedo sfocati o doppi, soprattutto quando sono molto concentrato sul bersaglio.
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT
L'ottica già montata sulla carabina. Nella confezione sono presenti il tubo antiriflesso, una pezzuola per la pulizia e una chiave a brugola per l'azzeramento delle torrette. Accanto c'è la confezione degli attacchi che ho utilizzato.
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT
Un'altra immagine dell'ottica montata; la livella a bolla non è compresa nella confezione.
L'ho aggiunta io, ovviamente
La cosa più bella, quando si acquista un'ottica di questo livello sono le torrette di regolazione di alzo e deriva. Belle grandi, prive di tappi di protezione, con una scala leggibile e dai click netti e precisi. In questo caso li disegno delle torrette è di tipo classico, con la manopola di presa sulla parte superiore e la scala graduata in quella inferiore. L'escursione è di 72 click per ogni giro, anziché i canonici 60, e la scala è divisa in 9 parti, numerate da 0 a 8, con 8 click per ogni divisione. La torretta della deriva ha invece lo zero centrale, e la scala si sviluppa simmetrica sia a sinistra che a destra; la numerazione va quindi da 0 a 4, ed è ripetuta da ambo i lati di rotazione. L'escursione massima è di ben 7 giri e mezzo, che ahimè, si sono comunque rivelati insufficienti. Ho dovuto quindi inclinare l'ottica. Per farlo ho utilizzato una tecnica che permette di sagomare gli spessori in modo che seguano l'inclinazione del tubo dell'ottica. In questa maniera non si hanno indesiderate torsioni del tubo. Infine va detto che le torrette hanno una interessante (?) funzione che permette di bloccarle semplicemente premendole verso il basso. Non serve a nulla, fa figo, però.
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT
Le torrette di alzo e deriva sono di grandi dimensioni e prive di tappi di protezione. La loro posizione può essere bloccata premendo direttamente sulla torretta. Per sbloccarla bisogna tirarla verso l'alto.
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT
La ghiera di regolazione della parallasse è piccola. Al solito la scala non è precisissima. Sarebbe preferibile montare un comando a ruota maggiorato.
Inutile dire che in questo modello il parallasse è regolabile. Il comando, come vuole la attuale moda del field target, è posizionato a lato, su quella che viene definita come terza torretta. La manopola è veramente piccola, e presenta la solita scala che non coincide perfettamente con la distanza vera. C'è da dire che la corretta messa a fuoco dipende anche da chi guarda attraverso l'ottica, però. In ogni caso prima o poi vedrò di procurarmi una ruota maggiorata, anche se in realtà, non partecipando a gare di field target, non ne vedo l'immediata necessità. La messa a fuoco però, deve essere in ogni caso molto accurata, e forse la piccola ruotina di serie è un po' inadeguata anche per un utilizzo prettamente amatoriale dell'attrezzo. Infatti l'ottica presenta una basssa profondità di campo, per cui, se non regoliamo la messa a fuoco al meglio, vedremo tutto sfuocato. Generalmente in fatto che l'ottica abbia una bassa profondità di campo è considerato un pregio per le ottica a parallasse variabile. A che serve avere la regolazione del parallasse, se posso utilizzare la stessa messa a fuoco a 10 e a 50 metri? Una messa a fuoco sensibile aiuta molto nella pratica del Field Target, in quanto serve a valutare la distanza del bersaglio. Per tutti gli altri usi è comunque utile a correggere al meglio l'errore di parallasse.
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT
La ghiera di regolazione del fattore d'ingrandimento, contrariamente a quanto lamentano molti, è piuttosto morbida da ruotare. La presa è buona.
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT
I tappi di protezione di oculare e campana. Sembrano robusti, e assolvono bene al loro compito.
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT
L'oculare con la ghiera di regolazione delle diottrie.
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT
La campana; la finitura delle lenti è verde. Si noti la filettatura interna sulla quale si può avvitare la prolunga paraluce.
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT
L'ottica senza tappo anteriore. Notate il taglio obliquo della campana. Molti preferiscono lasciare l'ottica così, senza tappo anteriore.
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FTNella parte interna, filettata, si può avvitare il tubo antiriflesso. Sicuramente spettacolare, ma finora non ha mai sentito la necessità di montarlo, perché l'ottica si comporta benone in tutte le condizioni di luce.
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT
Con il tubo antiriflesso avvitato, l'ottica diventa veramente enorme.
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT
Seguono alcune immagini della carabina con l'ottica montata.
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT
Nikko Stirling Nighteater 8-32x60 FT
Che dire? Questa volta sono completamente soddisfatto dell'ottica che ho acquistato, soprattutto in virtù della sua incredibile facilità d'uso, anche al massimo ingrandimento. Con la precedente ottica che avevo montato, della quale non ho praticamente mai parlato, una BSA 6-24x44, non riuscivo mai a capire bene quale fosse la distanza focale corretta. La tolleranza in questo senso era strettissima, ed era sufficiente un piccolo spostamento della testa per perdere completamente la visione; per questo motivo il tiro diventava troppo impegnativo e faticoso. Senza contare che era impossibile sparare con il sole di lato. Con questa sparo tranquillamente in posizione FT al massimo ingrandimento e in qualunque condizione di luce. Addirittura a volte lascio l'ingrandimento massimo anche per sparare all'imbracciata. Uso gli ingrandimenti inferiori solamente per il plinking a distanze basse, per avere una visuale allargata del bersaglio, e vederlo schizzare via. La luminosità risulta essere assolutamente soddisfacente, almeno per l'uso che ne faccio io, e ovviamente aumenta diminuendo gli ingrandimenti, permettendone l'uso anche al crepuscolo. Forse c'è un leggero "effetto nebbia" quando si spara sotto il sole in estate, ma per il momento non ho mai ritenuto necessario fare la fatica di montare il tubo paraluce. Per quanto riguarda il reticolo devo dire che è di mio gusto. Io uso solo ed esclusivamente la croce centrale, per cui tutto il resto è solo per scena, ma mi piace che ci sia. Il reticolo è veramente molto sottile, ma per il momento riesco a vederlo anche in condizioni di scarsa visibilità. Anzi, devo dire che mi trovo meglio con questo reticolo sottilissimo piuttosto che con gli altri. Certo, da buon genovese, rimango dell'idea che per un uso prettamente hobbistico una 4-12x44 sia più che sufficiente, soprattutto su una depotenziata. Però un oggetto di questo tipo da un appagamento del tutto diverso, che si traduce in un piacere di utilizzo decisamente maggiore. Il prezzo poi, non è affatto eccessivo, soprattutto considerandolo in relazione al prezzo di una PCP, e permette di concedersi uno sfizio in più.
La prova
Per la prova ho usato un rest Caldwell, come quello che vedete nella fotografia. Finalmente mi sono deciso ad acquistare un prodotto un po' più professionale, rispetto al mio rest autocostruito. Alla distanza di 25 metri, anche se all'aperto, usando entrambi i rest, anteriore e posteriore non c'è proprio divertimento: tutti i colpi finiscono nello stesso buco. Vorrà dire che userò il rest solo per le prove, cosa che averei dovuto fare fin dall'inizio, visti i pessimi risultati che di solito ottengo utilizzando il solo appoggio anteriore. Ultimamante sto usando sempre più spesso i Barracuda Match con la Air Arms S400. Anche se si tratta di una depotenziata, la PCP gradisce molto anche i pallini pesanti. Su una springer i diabolo troppo pesanti potrebbero invece stressare troppo la molla.
Caldwell rest
Il rest che ho usato per la prova.
Rosata Air Arms S400 Classic
Usando il rest, il risultato è sempre lo stesso. Oltre ad aver montato sulla carabina l'ottica Nikko Nighteater 8-32x60 FT, ho anche accuratizzato lo scatto. Praticamente la Air Arms S400 è diventata infalllibile.
Argomenti correlati:
Ottica Nikko Stirling Nighteater 6-24x44
Ruota del parallasse maggiorata per Nikko Stirling Nighteater 8-32x60
Spessori progressivi per ottica: guadagnare in alzo

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
Montaggio Remngton 1911 R1
Cybergun KWC Mini Uzi
La regolazione del trigger stop
Kalibrgun Cricket
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
COMMENTI
Non si trattano argomenti riguardanti la caccia, neppure la caccia ai nocivi con armi ad aria compressa. Per questi argomenti esistono siti appositi, che li trattano in maniera seria e competente.
Non si trattano argmenti riguardo il potenziamento illegale di armi di libera vendita. Per cortesia non lasciate messaggi su questi argomenti o su altre pratiche illegali in Italia.
I messaggi riguardanti argomenti illegali o non graditi, verranno rimossi senza dare alcuna spiegazione.
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.

Commenti

Alessandro
21 Dic 2014, 15:23
Anche quella è un'ottica che si utilizza molto nell'aria compressa. Direi che va bene anche per il tiro, ma come ti ho detto, visto che vuoi comunque spendere una cifra importante, forse è meglio chiedere direttamente a chi pratica una disciplina come la tua o simile.

Come ottica tuttofare, e non troppo da svenarsi, la Kouns M30 è molto buona. La Viper dovrebbe essere sullo stesso livello. Tieni presente che i 5-600 euro necessari per una Konus M30 sono considerati una vera "miseria" (per questo si parla di fascia economica) nel campo della caccia. Per il tiro si è in genere meno esigenti, ma sulle riviste del settore ho visto sempre montare ottiche dal prezzo decisamente più alto, su questo tipo di armi. Farsi consigliare da un vero esperto, a mio avviso è fondamentale, per non rischiare di buttare via i soldi.

ciao
Alessandro
Flavio
19 Dic 2014, 17:03
Mi sai dire qualcosa sulle optisan viper???
Alessandro
19 Dic 2014, 16:57
Non mi sento di darti un consiglio, perché è una disciplina che non pratico.

A naso direi che le Konus hanno veramente un ottimo rapporto qualità prezzo, ma come ti ho detto non mi sento di consigliarti.

Le ottiche non sono tutte uguali. Ovviamente il prezzo è un indicatore della qualità, ma tutte le lenti e le meccaniche sono frutto di compromessi. Così un'ottica va meglio per un tipo di situazione ambientale, ma per un'altra non va molto bene.

Molti si spacciano per esperti ma parlando di ottiche tengono conto genericamente della sola "luminosità" delle lenti, ma parametri come definizione, nitidezza e assenza di aberrazioni cromatiche sono forse più importanti della "luminosità", soprattutto nel tiro a segno. Ci sono tantissimi fattori da tenere in conto.

Al poligono dove sei iscritto che cosa usano? Cosa ti consigliano loro? ti sembrano esperti?

Ci sono un sacco di siti e di forum che parlano del tiro con arma lunga. Forse è meglio fare una ricerca e trovare qualcuno che pratica lo stesso tipo di tiro e che ti sembra un esperto affidabile.

ciao
Alessandro
Flavio
19 Dic 2014, 14:19
Dovrei montarla su una carabina bolt action 223 rem x sparare in poligono sui 200 mt
Alessandro
19 Dic 2014, 08:03
Dipende dall'utilizzo che intendi farne e dall'arma su cui andrebbe montata.

La Konus M30 è un prodotto di fascia economica alta, intorno ai 500 euro.

La Nikko Stirling produce ottiche che vanno da 10 euro a oltre 1000 euro. Mi sembra un range di scelta un po' troppo ampio.

ciao
Alessandro
Flavio
18 Dic 2014, 16:43
Buongiorno volevo chiedere un consiglio per l acquisto di un ottica,sono indeciso se acquistare una nikko o una konus m30
Giorgio
10 Apr 2014, 22:06
Ho da poco acquistato usata una Nikko Stirling Nighteater 8-32x60, con reticolo Field Target.
purtroppo non mi hanno allegato le istruzioni
chiedo se gentilmente se mi potete inviare una scansione

grazie

saluti Giorgio
Alessandro
28 Gen 2014, 19:26
Per azzerare le torrette devi svitare i grani che ci sono sulla circonferenza. Una volta che la torretta è libera, la ruoti sullo zero, e poi stringi i grani.

Sapere quanti giri ha fatto la torretta non serve praticamente a nulla. Un giro di torretta completo copre almeno una range di 35 metri, più che sufficienti per tirare con una depotenziata.

ciao
Alessandro
Roberto
28 Gen 2014, 13:38
Ciao Alessandro io ho la stessa ottica uguale ma 6 24x56 e vorrei sapere come si azzerano le torrette e come fare per saprere quanti giri ha fatto visto che è sprovvista di indicatore che invece è presente sulla gold crown e se si possono creare o esiste qualche kit
Alessandro
21 Set 2012, 18:03
L'ottica l'ho venduta, era troppo grande. La qualità è la tipica Nikko, con effetto nebbia a partire da 18-20x. Effetto nebbia a perte, le Nikko le giudico bene. Il loro sporco lavoro lo fanno e non ho mai avuto problemi. In questo momento monto una 3-9x44 Gold Crown sulal Pro Sport, e devo dire che funziona meglio della Hawke, almeno finora. Probabilmente la Hawke che ho preso non era adatta.

L'ottica rotta l'ho spedita, dovrebbero ripararla o sostituirla.

Infine riguardo alle carabine; non so come funziona la tua, ma sinceramente dopo la TX200 depotenziata non saprei proprio che altra springer depotenziata considerare. Le Diana che citi sono più che altro carabine adatte ad essere prese in versione full. Potenza bruta. Depotenziate non aggiungono più a quello che hai già, anzi, visto che quello che hai è il massimo, torneresti indietro. In alternativa hai pensato ad una basculante per un tiro più informale?

La PCP è ottima. Il rischio noia non credo ci possa essere, perché non è che spara da sola. Bisogna aumentare le proprie pretese di precisione. Io ad esempio non è che ottengo risultati molto superiori a quelli che ottengo con la TX200. Si tratta di un altro tipo di arma, e bisogna comunque dedicarcisi con impegno per ottenere risultati.
Filippo
20 Set 2012, 12:02
Ciao volevo sapere se fino ad oggi l'ottica si è comportata bene, mi interessa SOPRATTUTTO la nitidezza su tutta l'inquadratura, ed anche al massimo com'è?ci avrei fatto un pensierino visto che sono in procinto di scegliere una III carabina e non vorrei dissanguarmi con un'altra Hawke,attualmente ho una TX 200 MkIII con Hawke Sidewinder 8-32x60 e una HW 977 con Zos 10-50x60.
La Zos non è niente male(fortuna?)e nel timore della incostanza qualitativa di un eventuale Zos n2 avevo pensato alla Nikko.
P.S. su AirgunsItaly ho visto che ti si è rotta la Hawke... com'è finita? A me appena acquistata ne hanno sostituite 2 prima di provare la III, quella ok. Non mettevano a fuoco bene+ ghiera ingrandimenti dura
In ultimo, con la AA S 400 come ti stai trovando? Sono indeciso tra Diana 460 oppure 52 e la suddetta AA, lo so che la PCP è tutto un altro mondo ma non vorrei rimpiangere di non aver preso un'altra springer dal punto di vista della "noia" di tiro senza reazioni e senza rumore di sparo seppur limitato.
Grazie delle risposte che saprai darmi e di uovo complimenti per il bellissimo sito, una miniera d'informazioni per tutti gli appassionati.Ciao, Filippo
shoki
11 Giu 2012, 13:39
great review, thank you
Alessandro
15 Set 2011, 17:55
Personalmente non ho mai avuto problemi con le ottiche Nikko. Forse non sono luminosissime ma le ho sempre trovate perlomeno robuste. Se tutte le ottiche di quel tipo presentavano lo stesso difetto si sarà sicuramente trattato di una partita difettosa. Ad ogni modo lamentele sui prodotti Nikko difettosi se ne sono sentite parecchie, ma solitamente le critiche, a volte feroci, sono rivolte a serie meno prestigiose della Nighteater.
lupo rosso
15 Set 2011, 08:15
Leggendo questo articolo io e un mio amico, entrambi appassionati di tiro a segno, abbiamo ordinato presso un'armeria toscana 2 ottiche Nikko come quella descritta in questo servizio, ma una volta arrivate a destinazione ci siamo accorti che il reticolo (FT) era spostato in alto a sin. in entrambe i casi anche se in maniera diversa (per essere più chiari la croce di puntamento non era al centro dell'ottica). Contattato il responsabile dell'armeria per far presente quello che a noi sembrava un difetto di fabbricazione, ci ha risposto che tutte le ottiche di questa marca presenti in magazzino presentavano lo stesso inconveniente, offrendosi per altro di cambiarle con altro prodotto o restituire i soldi spesi. Chiedo se qualcuno ha avuto gli stessi problemi, in quanto mi sembra strano che la Nikko metta in commercio tale prodotto senza che nessuno (salvo noi) si sia accorto di questo difetto. Un saluto
*Nome:
Email:
Notifica di nuovi commenti a questo articolo
Nascondi la mia email
*Commento:
 
 
Powered by Scriptsmill Comments Script
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z