AirGun Zeta
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 

RUOTA PER LA TORRETTA DEL PARALLASSE

Abram
Una delle mie ottiche è una BSA 8-32X44 Side Wheel. Come dice anche il nome, la regolazione del parallasse si effettua agendo sulla terza torretta, quella di sinistra della terna.
Come tutti sappiamo, se vogliamo regolare correttamente l’alzo in funzione della distanza del bersaglio quando non sappiamo a che distanza si trova, si usa portare al massimo gli ingrandimenti dell’ottica e mettere a fuoco il bersaglio agendo sulla regolazione del parallasse. Quando vedremo limpidamente il bersaglio potremo leggere sulla torretta, se non ci sono errori costruttivi nell’ottica, a che distanza si trova il nostro bersaglio.
Detto così sembra semplice, ma purtroppo il diametro delle torrette è necessariamente piuttosto esiguo, tra i 30 e i 35-36 mm e di conseguenza anche le distanze incise sulla circonferenza si limitano a step piuttosto ampi, altrimenti le incisioni dovrebbero essere in caratteri talmente piccoli da risultare difficilmente leggibili.
Se dovessimo mettere in piano le incisioni avremmo all’incirca una scala di questo tipo:
Ruota per parallasse

Risulta chiaro perciò che, specialmente sulle portate limitate delle depo, la scala incisa sulla torretta risulta poco utile sia perché mancano riferimenti intermedi nelle distanze tra i 10 e i 20 e i 30 metri, sia perché la maggior vicinanza degli scalini dai 30 metri in su ci aiuta poco visto che a quelle distanze la parabola del piombino è accentuata e anche solo 5 metri di distanza fanno una bella differenza in quanto a click da aggiungere all’alzo.
Per questo motivo chi pratica il field target applica sulla (o al posto della) torretta originaria una specie di ruota riportando sull’ampia circonferenza di questa una scala delle distanze molto più dettagliata.
Questi accessori si trovano comunemente in commercio ma a prezzi non proprio “popolari”. Nel mio caso inoltre, essendo il diametro della torretta di 36 mm, non sono riuscito a trovarne nemmeno uno.

ruota per parallasse
Come si può notare, i riferimenti sono talmente vicini che diventa un problema determinare l’esatta distanza del bersaglio.

Ho perciò deciso di costruirmi una ruota per la mia ottica puntando non sul solo risultato estetico quanto su un’estetica accettabile ma al minor costo possibile.
Nella costruzione di una ruota per la torretta del parallasse sono due le cose che dobbiamo considerare:
1) il diametro deve essere almeno di una decina di cm e lo spessore deve permetterci di poter calettare la nostra ruota sulla torretta in modo da restare ortogonale con l’asse della torretta stessa; in altre parole non deve sbandierare a destra e sinistra ruotando altrimenti c’é il rischio che vada a sfregare contro gli anelli o il tubo dell’ottica
2) il peso deve essere minimo per non rischiare di danneggiare, con le vibrazioni dello sparo, la torretta stessa; solitamente 100 grammi sono già un limite.
Il sistema di fissaggio più comunemente usato prevede che la ruota abbia un mozzo a manicotto che va a sormontare la manopola originaria della torretta (che qui chiameremo per comodità “torretta”) e che venga reso solidale a questa o con una terna di viti o mediante la chiusura del manicotto. Personalmente preferisco questo secondo sistema di serraggio perché non rovina affatto la torretta originale in quanto la serra uniformemente su tutta, o quasi, la circonferenza senza lasciare le impronte che invece lasciano le viti.
In sezione e in pianta, abbiamo una roba di questo genere

Ruota per parallasse

dove, con il quadratino nero è indicato il pezzo di anello del manicotto da asportare per permettergli di stringersi per abbracciare la torretta.
Se era chiaro che avrei dovuto costruirmi al tornio il manicotto, per diverso tempo ho cercato qualcosa che potesse costituire il disco principale della ruota, altrimenti tanto valeva costruirla in un unico pezzo.
La soluzione l’ho trovata per caso quando ho visto mia moglie buttare nel sacco della raccolta differenziata lo scatolotto di un detersivo. Non saprei dire se ho avuto subito la sensazione che era il pezzo che andavo cercando, ma tant’é che quel vivace colore fuxia del coperchio aveva attirato la mia attenzione.

Abram
Tanto per non fare pubblicità, si tratta del coperchio del Vanish ma non è l’unico, anche alcuni tipi di pasta lavamani vengono distribuiti in barattoli con lo stesso tipo di coperchio. Quello che ho usato io ha però una particolarità che torna utile per centrare il manicotto. Nella parte interna infatti, proprio a centro, c’é una specie di semisfera con diametro 8 mm, e forando al centro il manicotto con una punta da 8 abbiamo automaticamente la centratura dei due componenti.
La plastica di cui è fatto questo coperchio è sufficientemente rigida per l’uso che ne dobbiamo fare ma nello stesso tempo sufficientemente flessibile da non criccare se fosse sottoposta a flessione laterale. Il diametro del coperchio è 11 cm e la corona esterna larga 17 mm, più che sufficiente per ospitare la striscia su cui segnare le distanze. Ciliegina sulla torta la godronatura che consente un’ottima presa.
Ruota per parallasse
Il coperchio che fungerà da ruota

Ora si tratta di costruirsi il manicotto. Io ho usato uno spezzone di tondo di nylon da 50 mm ma può andar bene anche l’alluminio e perfino un pezzo di multistrati. Chi dispone di un tornio o ha sotto mano un tornitore compiacente potrà fare il manicotto tondo altrimenti può forare il multistrati con una mecchia di diametro corrispondente a quello della torretta e poi sagomare l’esterno di lima o anche tenere l’esterno quadrato per avere più materiale per la vite di serraggio.
Nel mio caso, avendo il tornio, ho forato passante al centro con una punta da 8 mm per il riferimento di centraggio.

Ruota per parallasse

Poi ho ricavato con l’utensile per interni la cava con diametro 36 mm (quello della torretta) e una ulteriore cava più piccola per ospitare il cappellotto coprivite che sporge al centro della torretta dell’ottica in questione. La profondità della cava principale è di 10 mm, cioè quanto la parte che nella torretta serve da presa per le dita o impugnatura che dir si voglia.

Ruota per parallasse

Ho quindi tagliato con la segatrice la fetta spessa 17 mm, l’ho ripresa al tornio e ho spianato la faccia opposta a quella della cava.

Ruota per parallasse

A questo punto bisogna creare la parte elastica per il serraggio. Ho perciò segnato sulla circonferenza la linea di demarcazione corrispondente al fondo della cava (cioè 10 mm da una parte e 7 dall’altra) e con il seghetto per metalli ho tagliato longitudinalmente fino al centro del tondo in modo che mezzo anello rimanga integro e nell’altra metà la parte corrispondente alla cava sia staccata dal tondo di fondo e possa chiudersi. Per permettere la chiusura si deve asportare anche un 5 mm di anello in corrispondenza di una delle due parti in cui il taglio longitudinale finisce.

Ruota per parallasse
Ruota per parallasse

Ora bisogna creare sulla circonferenza uno scasso per l’appoggio della testa della vite di serraggio e da quell’incavo forare quasi perifericamente nell’anello in modo che la vite passi nella parte solidale e vada ad avvitarsi nell’anello libero di chiudersi. Per una vite autofilettante del 4 (quella che ho usato io) si fora con una punta da 3,5 entrambi i pezzi e poi si passa con una punta da 4 fino allo spacco. In questo modo il filetto della vite prenderà solo la corona libera, tirandola e quindi stringendo il cerchio.

Ruota per parallasse
Ruota per parallasse
Ruota per parallasse
Nella prima foto è evidenziato lo scasso; nella seconda si vede lo scasso e lo spacco; nella terza la vite è già inserita e stringe il semi anello libero di chiudersi.

Dobbiamo poi fissare il manicotto alla ruota. Se non vogliamo che si vedano viti esterne possiamo incollare le due parti con colla epossidica o cianoacrilica, ma è rischioso perché non sapendo che tipo di plastica è quella del coperchio del Vanish non possiamo sapere se l’incollaggio terrà. A scanso di equivoci io ho optato per quattro piccole viti autofilettanti recuperate da componenti elettronici. Servono necessariamente viti molto corte perché non dobbiamo dimenticare che lo spessore del manicotto integrale è solo 7 mm e le viti non devono interferire con il movimento del semi anello. Volendo, le due che saranno avvitate nella metà non tagliata possono essere lunghe anche 17 mm, ma le altre due non dovranno necessariamente superare i 7 mm. Il diametro delle mie viti era di 2,78 mm
Ho posizionato il manicotto e tracciato la sua circonferenza sulla ruota. Tenendo conto che l’anello ha una larghezza di 7 mm ((50 mm di circonferenza – 36 mm di cava):2) ho segnato i 4 punti di foratura a 3,5 mm dalla traccia e forato con una punta del 3. Ho poi riportato sul manicotto i punti corrispondenti e forato con punta da 2,25 mm.

Ruota per parallasse
Ruota per parallasse

Una volta uniti i due componenti bisogna fare un’ultima operazione, cioè fare un foro da 6-8 mm nel “battistrada” della ruota in modo da poter passare con il cacciavite per avvitare-svitare la vite di serraggio. A ben vedere non sarebbe indispensabile se l’unione dei due componenti è fatto con le viti. Basterebbe montare il manicotto sulla torretta e poi avvitare la ruota al manicotto.

Ruota per parallasse

Abbiamo praticamente finito la nostra ruota per il parallasse. Non sarà il massimo dell’eleganza ma fa egregiamente il suo lavoro.


Ruota per parallasse
Ruota per parallasse

Chi poi non apprezzasse, come me, il colore fuxia sgargiante non deve fare altro che dare una spruzzata con una bomboletta di vernice acrilica che si trova comunemente in commercio a meno di 3 €. Sottolineo acrilica perché è un tipo di vernice che aderisce benissimo sulle plastiche ed ha un’ottima elasticità mentre altri tipi, come le nitro, aderiscono male e sono troppo rigide per assecondare la flessibilità del supporto.

Ruota per parallasse
Questa è la mia ruotona. Se avessi dovuto acquistare il nylon, le viti, la vernice avrei speso comunque meno di 10 € e poi, volete mettere la soddisfazione di farsela? Per inciso, la mia ruota non mette a rischio l’integrità della torretta nemmeno se la carabina fosse una full, visto che in tutto pesa meno di 40 grammi.
 

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
Ruger GP 100
Pulizia armi ad aria compressa
Colt Combat Unit
WEIHRAUCH HW30S
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
COMMENTI
Non si trattano argomenti riguardanti la caccia, neppure la caccia ai nocivi con armi ad aria compressa. Per questi argomenti esistono siti appositi, che li trattano in maniera seria e competente.
Non si trattano argmenti riguardo il potenziamento illegale di armi di libera vendita. Per cortesia non lasciate messaggi su questi argomenti o su altre pratiche illegali in Italia.
I messaggi riguardanti argomenti illegali o non graditi, verranno rimossi senza dare alcuna spiegazione.
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.

Commenti

Nessun commento finora
*Nome:
Email:
Notifica di nuovi commenti a questo articolo
Nascondi la mia email
*Commento:
 
 
Powered by Scriptsmill Comments Script
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.
 
 
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z