AirGun Zeta
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 
CZ 200 T

PCP TARGET CZ 200 T

Abram
Forse perché il mio primo approccio con le carabine ad aria compressa è stato con una vecchia Diana 25 che ogni tanto un cugino maggiorenne mi permetteva di provare, quando decisi che anch’io ne avrei avuta una non ci furono dubbi di scelta: carabina a molla con canna basculante o, come va di moda oggi, springer break barrel.
Se da un lato mi ha sempre appassionato la meccanica delle armi, dall’altro non sono mai stato un amante né della polvere da sparo né, tanto meno, delle scartoffie. Da qui la decisione di optare solo per carabine a ridotta capacità offensiva o depo che dir si voglia.
Dopo una prima esperienza noviziale con una Gamo Hunter, rumorosa e reattiva alla faccia della limitata potenza, sono passato senza alcun rimpianto alle Weihrauch ben soddisfatto sia della piccola 30S che della sorella maggiore 977.
Vi chiederete allora cosa stia qui a parlare di PCP. Vuole il caso che in casa mia non sia il solo ad avere la passione per le carabine ad aria compressa perché, forse solo per emulazione, anche i figli spesso emulano i padri. Così, quando l’erede avanzò la richiesta di praticare il tiro a segno cominciai a guardarmi attorno ma fui piuttosto terrorizzato dalle cifre necessarie per comprare una carabina seria da C10. La discriminante maggiore fu però il dubbio: ma siamo sicuri che non sia un fuoco di paglia? E se così è, cosa me ne faccio poi di una match se non rivenderla rimettendoci parecchi soldini?
Un giorno, mentre in armeria si chiacchierava, un amico mi consigliò di cercare una CZ. Sapendo che Ceska Zbrojovka produceva le springer Slavia, il consiglio mi sembrò piuttosto gramo, ma tornato a casa cominciai per curiosità a sondare il web e la CZ 200 T si materializzò anche se solo virtualmente.
Appresi così, e cominciarono a fugarsi i preconcetti, che questa PCP era prodotta in collaborazione con la britannica Air Arms e che veniva distribuita un po' dappertutto, oltre che da CZ come CZ200T e CZ200S e Air Arms come S200, anche come Avanti XS40 Valiant o Daisy XS40. Per la verità le calciature non erano proprio uguali tra le S200 e le 200T mentre la Valiant ha la stessa calciatura della T.
Mi convinse inoltre all’acquisto il fatto che diottra e mirino a tunnel venissero forniti di serie con la carabina e che il serbatoio dell’aria compressa fosse separabile. Questo secondo particolare lo giudicai importante per due motivi: la possibilità di averne uno carico di riserva nel caso di lunghe sedute e soprattutto il fatto di non dover necessariamente appoggiare la carabina su appositi supporti, per non dire in terra, per la ricarica.
Fu così che la CZ 200 T entrò a far parte della famiglia facendomi scoprire un mondo diverso nell’universo A.C.
Inutile dire che la dedizione del pargolo al C10 fu di breve durata e che, di conseguenza, qualche modifica, lecita ovviamente, all’insieme è stata apportata per cui, se volete vedere l’aspetto originario dovrete curiosare su
http://www.czub.cz/en/catalog/84-air-guns-cz/VV/CZ_200_T.aspx oppure su
http://www.pyramydair.com/s/m/Daisy_Avanti_XS40_Valiant/309
Oggi la mia, nella versione C10, ha questo aspetto:
CZ 200 T

e, nella versione field, con calcio autocostruito, si presenta così:

CZ 200 T

Personalmente la considero una buona carabina, molto precisa grazie anche all’ottima canna Lothar Walter a 12 principi di rigatura. La lunghezza di canna di 48,5 cm consente un buon connubio tra diottra e tunnel nella pratica del C10 pur contenendo la lunghezza totale della carabina entro il metro. Certo, con solo 3 Kg di peso non è il massimo per la stabilità, ma non tutti gli appassionati di C10 sono dei palestrati che si possono permettere di tenere in mira attrezzi da 7 kg.
Se poi consideriamo l’aspetto puramente ludico e magari saltuario, allora il suo peso diventa veramente piacevole da maneggiare.
Se vogliamo analizzarla in dettaglio troviamo quattro parti ben distinte:
- la parte meccanica che ai nostri fini possiamo considerare monolitica anche se in realtà è composta dal receiver, dal gruppo scatto e dalla canna;
- il serbatoio dell’aria compressa, amovibile;
- l’astina, fissata da due viti allen, una avvitata al receiver e una allo stretto manicotto anteriore;
- il calcio, fissato al receiver da un tirante metallico parzialmente filettato, passante nell’impugnatura a pistola e fissato subito dietro la coccia da un dado incassato, e da una vite laterale a intaglio piatto che fissa la guancetta al receiver.

CZ 200 T
CZ 200 T

CZ fornisce in dotazione tutte le chiavi necessarie per lo smontaggio e le regolazioni, compreso il tubo dentato per rimuovere il dado incassato di fissaggio del tirante principale, ma non il cacciavite per rimuovere la vite a intaglio piano laterale. E’ un vezzo comune quello di non includere i cacciavite, come se fosse scontato che tutti ne hanno in casa della misura esatta. Già, perché è vero che si tratta di utensileria comune, ma se la lama del cacciavite non è della misura corretta il rischio di slabbrare la vite c’è ed esteticamente una vite slabbrata sta veramente male, specialmente su un’arma.
Questa carabina PCP è del tipo senza precamera, vale a dirsi che la quantità dell’aria spillata per il tiro è determinata dall’energia della massa battente che apre la valvola del serbatoio. Di primo acchito verrebbe da pensare che in questo modo l’energia erogata è casuale, ed è vero, ma in realtà le variazioni non sono rilevanti ai fini pratici.
Questo perché, restando fissa l’energia della massa battente, quando la pressione nel serbatoio è alta la resistenza della valvola è maggiore e quindi il tempo di apertura minore rispetto a quando la pressione del serbatoio gradualmente cala. In pratica si crea una sorta di compensazione tra pressione dell’aria spillata e tempo di spillaggio che vanno a bilanciarsi.
Cronografando la carabina ho rilevato scostamenti velocitari sensibili solo in situazioni di massima carica del serbatoio (170 bar) e di minima carica utile (circa 70). Tra i 150 e i 90 bar gli scostamenti velocitari sono pressoché irrilevanti.
In pratica, sia a 170 che a 70 bar la velocità del pallino è inferiore a quella che si stabilizza tra i 150 e i 90 bar.
Se dovessimo rappresentare le variazioni in forma di grafico verremmo ad ottenere una vasca da bagno rovesciata.

CZ 200 T

Ovviamente, mentre dai 170 ai 150 bar l’incremento è contenuto nell’ordine dei 2-3 m/s, dai 90 bar in poi il decremento velocitario è.....a caduta libera.
Il grilletto è regolabile sia in peso che in corse che in inclinazione. Già all’origine era molto leggero (per me abituato al rekord HW), con un primo tempo non eccessivamente lungo, un secondo tempo chiaramente percepibile e secco, senza collasso di retroscatto. Devo confessare che non mi sono mai preso la briga di pesarlo, tanto l’ho trovato rispondente alle mie necessità.
Il calcio è regolabile sia in lunghezza che in altezza mediante inserti (forniti) da inserire sui vitoni di fissaggio. Il calciolo inoltre è di tipo regolabile e ci mancherebbe non lo fosse considerando la destinazione di default della carabina.
L’astina è dotata di T track per l’hand stop o per fissarvi eventualmente un distanziatore in caso si decidesse di destinarla, allo stato d’acquisto, alla pratica del field target.
Sembrerebbe perciò una carabina perfetta, eppure qualche difetto c’è, anche se abbastanza marginale.
Il manicotto di volata, quello che supporta il mirino a tunnel, è in polimero e fissato alla canna mediante un grano allen che s’incastra in un’apposita fresatura trasversale della canna stessa. Non la ritengo una soluzione esente da inconvenienti perché l’elasticità del polimero potrebbe consentire al grano, in caso di urto, di spostarsi lateralmente nella fresatura. Anche nel caso di spostamenti minimi, e non potrebbe essere altrimenti, verrebbe compromessa la mira sia del primo sparo che di quelli immediatamente successivi perché le vibrazioni della massa battente tenderebbero a far ritornare gradualmente il grano nella posizione originaria.
Anche la fessura di caricamento, tra due spezzoni di scina per il montaggio della diottra e/o di eventuali ottiche è piuttosto stretta e non è raro che il pallino cada trasversalmente nel canale di caricamento. Air Arms ha indubbiamente migliorato questa parte ricavando nella parte piani inclinati laterali che ampliano l’accesso.

CZ 200 T
Il grilletto di tipo match completamente regolabile. Si noti la vite laterale di fissaggio del calcio e la fessura, piccola, per il caricamento del pallino
CZ 200 T
Si noti la T track nella parte bassa dell’astina, utile per il fissaggio di hand stop o distanziatori
CZ 200 T
il calcio regolabile in lunghezza, in altezza del poggia guancia e con calciolo regolabile.
CZ 200 T
Il manicotto di volata in polimero. S'intravede in alto l'unico grano di fissaggio alla canna
Trovo inoltre seccante l’indurimento dell’ultimo mezzo cm di corsa in chiusura del manettino d’armamento (ricordo che l’azione è di tipo bolt) ma, visto che questo indurimento azionando il manettino senza pallino è appena percettibile, penso dipenda dalla necessità di far acquisire la rigatura al pallino. Non avendo però esperienza di altre carabine con il medesimo tipo di azione per il momento rimane il dubbio.
Questa carabina è commercializzata tarata in potenza al limite dei 7,5 J dovendo corrispondere alle specifiche ISSF.
Di conseguenza è bancata in Italia come arma a ridotta capacità offensiva e come tale dev’essere mantenuta. In ogni caso, solo per l’eventuale taratura in caso di perdita di potenza della molla della massa battente e in caso di sostituzione della molla stessa, è possibile una regolazione fine dell’energia alla bocca in modo da poter sfruttare sempre la potenza massima senza però restare penalizzati in caso di controllo sia nella pratica del C10 sia in quella del Field Target. La vite, situata nella parte posteriore del receiver appena sotto il manettino d’armamento, è fermata da una goccia di vernice rossa che, pur garantendo la stabilità della posizione della vite, in caso di necessità permette comunque di operare aggiustamenti. Ovviamente, in questo secondo caso, è opportuno ripristinare il fissaggio della vite, dopo la regolazione, con una nuova pennellata di vernice.

Abram (2010)

CZ 200 T
Abram
 

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
CZ452 Varmint
Cybergun Colt 1911-A1 100th Anniversary
La regolazione del trigger stop
Zoraki HP-01
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
COMMENTI
Non si trattano argomenti riguardanti la caccia, neppure la caccia ai nocivi con armi ad aria compressa. Per questi argomenti esistono siti appositi, che li trattano in maniera seria e competente.
Non si trattano argmenti riguardo il potenziamento illegale di armi di libera vendita. Per cortesia non lasciate messaggi su questi argomenti o su altre pratiche illegali in Italia.
I messaggi riguardanti argomenti illegali o non graditi, verranno rimossi senza dare alcuna spiegazione.
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.

Commenti

Antonio
18 Gen 2012, 23:17
Grazie per la risposta, si è un adattatore per il modello T, purtroppo ne domino e ne tante altre armerie da me contattate lo avevano :-( per fortuna l'ho trovato da un privato.
Alessandro
16 Gen 2012, 18:22
Un'armeria molto fornita di fruste e adattatori di ricarica do ogni tipo è Domino.

http://www.dominoguns.it/gunshop/index.php?p=p_30&sName=accessori-ricarica- 200-bar

Sono già tutte visionabili sul sito, ma è meglio telefonare, specificando il modello e l'anno della CZ. Il modello T ha il serbatoio staccabile per cui immagino serva un semplice adattatore, mentre il modello S ha un attacco rapido, quindi servirà l'adattatore e una frusta di ricarica. Di sicuro alla Domino sanno cosa serve a seconda dei casi.
Antonio
16 Gen 2012, 12:24
Salve, sa dirmi dove posso trovare il raccordo per collegare il serbatoio alla bombola? l'ho presa usata e non mi è stato fornito, nn riesco a trovarlo da nessuna parte. o se conosce qualcuno che se lo venda
Abram
30 Lug 2010, 12:06
E' vero, Maurizio, se una forma mi piace non vedo perché cambiarla. Per la BSA ho solo preferito tenere il baricentro più avanzato per compensare le reazioni che nella CZ sono sostanzialmente nulle.
Sono entrambe in mogano perché era il legno migliore che avevo in casa in quel periodo e dal tassello saltavano fuori entrambi i blanks con il minor sfrido possibile (non mi piace buttare quello che madre natura ci da, anche senza considerare il costo).
Di solito li produco solo per me o per qualche amico che però possa portarmi la carabina quando devo verificare qualche quota o venire a provare l'imbraccio.
Lavorando a tempo perso e solo quando sono in vena può capitare che un calcio lo faccia in un paio di giorni come in un paio di mesi.
Ciao.
gotempno
29 Lug 2010, 15:24
ciao ennio, ti seguo...
mi stavo chiedendo,le calciature da ft che vedo in foto , sia oggi x la cz che in passato sulla tua bsa xl tac, sono di tua produzione o acq aftermarket?
proprio belle, essenziali ma apparentemente ergonomiche quanto serve e senza fronzoli... sono simili tra loro concettualmente e mi sembra che anche l' essenza sia omogenea...sono abram made, vero?
le fai solo per te od eventualmente te ne ''avanzano''...grazie.
Alessandro
13 Mar 2010, 09:38
Ho spostato la tua domanda e relativa risposta nella pagina della Norconia QB 78.
Sergio
12 Mar 2010, 22:34
Complimenti questo sito diventa sempre più bello.
Quando fai un bell'articolo su QB 78?
Ciao Grazie
peccato per le faccine
*Nome:
Email:
Notifica di nuovi commenti a questo articolo
Nascondi la mia email
*Commento:
 
 
Powered by Scriptsmill Comments Script
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.
 
 
Cliccate sul titolo dell'articolo, oppure cliccate sulla fotografia per aprire la pagina che contiene una breve spiegazione sul contenuto degli articoli. Una volta aperto il link, è sufficiente cliccare sul riquadro “Scarica con il Browser”, e alla fine del download troverete il file nella cartella “Download” di Windows o nella cartella predefinita del vostro sistema operativo.
Buona lettura.
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z