AirGun Zeta
 
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 
BSA XL Tactical

BSA XL TACTICAL A RIDOTTA CAPACITA' OFFENSIVA

Abram
Precedente  

Passo ad esaminare l’assemblaggio tra cilindro e canna e mi accorgo che la spina che ferma la canna in chiusura si muove lateralmente. Resto un pò perplesso, non tanto perché questa possa sfilarsi, visto che è sotto livello rispetto all’astina, ma perché è il riferimento di posizionamento della canna chiusa. Se si muove significa che c’é un pur minimo gioco e quindi non garantisce che la canna si chiuda sempre alla stessa altezza.
Mah, staremo a vedere, per il momento sembra che non influisca sul tiro.

BSA XL Tactical

La culatta di canna è tutta particolare, almeno per me che sono abituato alla canna saldata su un blocchetto squadrato a filo con la culatta. Qui invece il blocchetto è saldato un paio di cm più sotto e fa un certo effetto vedere lo spezzone di canna sporgente con il dente di ritegno sotto.

BSA XL Tactical
La singolare estetica della culatta di canna.

Appena davanti al blocchetto comincia il raccordo inclinato del “compensatore”. E’ forse il particolare esteticamente più appariscente di questa carabina, questo grosso cilindrotto. Tra raccordo inclinato e cilindro vero e proprio c’é una godronatura, quindi, in teoria si dovrebbe svitare qualcosa ma in zona è avvitato anche l’attacco per la maglietta di un’eventuale cinghia per il trasporto e mi accorgo che ci sono tracce di collante. Evidentemente non si deve svitare un bel niente, quindi passo al cappellotto di volata che invece si svita, eccome.

BSA XL Tactical
Si nota la sbavatura di collante in corrispondenza del piolino per la maglietta.

E qui scopro un particolare che non mi sarei aspettato, secondo il mio modo di vedere. Già avevo dubbi sulla reale funzione di questo cilindrotto. Che fosse chiamato compensatore mi poteva anche star bene, ma cosa doveva compensare?
Il peso per bilanciare l’arma? Ho qualche dubbio! Deflettere l’aria? Non ci sono feritoie! A me é sempre puzzato di soppressore di rumore, alias silenziatore, alias non ammesso dalla normativa italiana. Eppure è stata bancata. E adesso viene il bello: svitato il cappellotto misuro il filetto sporgente dal compensatore e mi risulta ½”x20g UNF. Vale a dirsi lo stesso filetto dei tanti silenziatori in circolazione all’estero. Beh, se non è una tentazione questa........

BSA XL Tactical
BSA XL Tactical
Rimosso il cappellotto di volata si scopre un filetto compatibile con quelli dei silenziatori.

Altra particolarità: il foro al centro di questo filetto somiglia più alla volata di una 357 magnum che non di una .177”. Butto un’occhiata all’interno e non vedo un tubo (nel senso di niente). Prendo allora un led e una batteria da 4,5V e infilo la lucina nel foro. Ed ecco là in fondo la volata di canna con il suo buchino da 4,5 mm e le sue belle rigature. Viene a spiegarsi almeno una delle funzioni del cilindrotto. La canna in realtà non è 37,5 cm ma solo 26, gli altri 11,5 cm sono un prolungamento per poter azionare l’armamento. E ti credo, con una molla non certo da depo pura hai voglia a comprimerla con una leva di una ventina di cm.
Questo conferma indirettamente che chi sostiene che in una springer la canna “utile” si aggira sui 20 cm e tutto il di più è attrito non ha tutti i torti.

BSA XL Tactical
La volata di canna è là a 11,5 cm dall’entrata.

Ma siamo sicuri che questo cilindrotto non abbia altre funzioni? Proviamo a fare qualche calcolo: il suo diametro esterno è di 25,5 mm e supponiamo che lo spessore della parete sia, ragionevolmente, di 1 mm. Avremmo un diametro interno di 23,5 mm. La canna è arretrata rispetto al foro d’uscita di 115 mm e 23 mm sono costituiti dal tappo filettato. Questo significa che tra canna e tappo c’é un cilindro vuoto di 92 mm di lunghezza. Quindi un volume di: 11,75x11,75x3.14x92 = 39.883 mmc. La canna è lunga 260 mm con un calibro di 4,5, vale a dirsi 2,25x2,25x3.14x260 = 4.133 mmc
Ne consegue che il volume del cilindro vuoto è all’incirca 10 volte il volume di canna, non sufficiente ad espletare le funzioni di un vero e proprio silenziatore (secondo il giudice Mori serve un volume di almeno 20 volte l’anima di canna http://www.earmi.it/armi/silenzia.htm per attenuare 10 decibels) ma siamo comunque al 50%. E infatti il fonometro restituisce 89,4 dB(A), valore che le depo Gamo, le uniche a molla full che io abbia mai fonometrato, farebbero carte false per averlo così basso.

Abram
Esaminata l’arma mi metto finalmente a cercare la causa della relativamente bassa velocità dei pallini. La carabina non è spompata, basta vedere lo sforzo per comprimere la molla, non dovrebbe avere la guarnizione sacramentata, almeno spero, e tracce di grasso ci sono. Memore delle informazioni di Fabio, punto decisamente sulla Transfer Port, quel buco che permette all’aria di uscire dal cilindro e schiaffarsi nella canna, e meraviglia delle meraviglie, non c’é un buco ma si vede un cilindretto di ottone con un intaglio trasversale. Non resisto alla tentazione di inserirvi la lama di un cacciavite e di girare in senso antiorario. Senza alcuna resistenza il cilindretto si svita rivelandosi un grano con un forellino in mezzo. Lo tolgo e prendo calibro a cursore e calibro contafiletti. Intanto penso a quanto riferitomi da Fabio. In BSA non gli hanno raccontato una balla quanto a ottimizzazione. Se la TP della full ha un diametro di circa 2,5 mm, con questo sistema basta produrre tutte le carabine uguali e con il cambio di un grano e della molla possono ottenere la potenza che vogliono in modo da accontentare just in time qualsiasi cliente.
BSA XL Tactical
BSA XL Tactical
BSA XL Tactical
L’inusuale TP della carabina.

Misuro il grano che ha un diametro di 3,89 mm per 36 filetti per pollice. Non è un filetto ISO e quindi dovrebbe essere un 5/32”x36g. Provo a misurare il foro utilizzando punte da trapano in HSS: quella da 1.25 mm passa ma quella da 1,4 no. Purtroppo non ho misure intermedie, quindi, se hanno forato in mm dovrebbe essere 1,3 ma se hanno forato in misura imperiale non ne ho la più pallida idea. Noto comunque la particolarità che mentre tutti gli altri filetti, quelli delle viti anteriori di fissaggio del calcio e quello della vite di fermo della scina e del vitone posteriore di fissaggio del calcio sono metrici, questo e quello del cappellotto di volata sono imperiali.
A questo punto mi prende un raptus. Tiro fuori il cronografo e provo un tiro senza rimontare il grano: 214,21 m/s, vale a dirsi quasi 12 J, roba da galera.
Rimonto in fretta il grano ma mi ridomando cosa abbiano controllato in Commissione perché se non si può certo impedire a un malintenzionato di taroccare l’arma, bisognerebbe almeno fare in modo che il tizio debba sudare per farlo, non poter raddoppiare la potenza in pochi istanti e con un semplice cacciavite da 1 €.
Ritengo comunque di essere sulla strada giusta per portare la mia XL vicino al limite consentito dalla nostra normativa e mi metto alla ricerca di grani con lo stesso filetto.
Se vi chiedete perché non ho provato ad allargare direttamente il foro di quello originale la risposta è semplice: si può procedere per tentativi, ma ricordiamoci che una potenza maggiore non serve a nulla se aumentano in modo sensibile le reazioni. E potrebbe essere che una volta allargato il foro ci si accorga che si ottiene un J in più ma che la carabina diventa imprecisa. Se però abbiamo operato sul grano originale bisognerà necessariamente buttarlo e sperare di ottenere un ricambio dalla BSA Guns attraverso l’importatore. Meglio perciò fare le necessarie prove su copie.
Di grani da 5/32”x36g in giro nemmeno l’ombra, ma un bulloncino da un paio di cm riesco a reperirlo. Dalla passivazione esterna dovrebbe appartenere a qualche componente automobilistico, magari al carburatore della Aston Martin di James Bond.

BSA XL Tactical
Il bulloncino per i grani copia.

Al tornio e poi di seghetto, preparo due grani copia, uno forato a 1,4 e l’altro a 1,5 mm. Mi piacerebbe avere un’impronta per chiavi a brugola o per chiavi Torx in modo da tener concentrato il flusso d’aria ma mi devo accontentare dell’intaglio piatto.
Ora è solo questione di provare cosa succede.
Fuori rest e cronografo, provo con il grano con foro 1,4 e RWS Maisterkugeln da 0,53 g salendo a 6,28 J di media. Non resta che vedere se con quello con foro da 1,5 resta nei limiti o no.
Qui bisogna stare in campana perché la verifica dev’essere fatta, per quanto possibile, nelle stesse condizioni del Banco Nazionale di Prova che, da quanto si legge in giro, utilizza pallini match della H&N. In casa ho quelli da C10, ma sono da 0,53 g come i Maistekugeln mentre pare che il Banco utilizzi quelli da pistola da 0,49 o 0,50 g.
Mi fido dei dati riportati nella recensione di Alessandro sulla prova con la S400 http://airgunz.altervista.org/Air_Arms_S400_Classic/Finale_Match_LP.php e visto che ci sono provo anche con i JSB express 4,52 da 0,51 g.
Scaldo la carabina e vado con una ventina di tiri. Con i Finale match da carabina resto tranquillamente sui 7 J mentre con i JSB qualche tiro supera i 7,5 J ma la media resta sotto. La faccenda non mi preoccupa perché credo che non sia una novità per nessuno che un sacco di carabine regolarmente bancate tra le depo, sia springer che pcp, già “out the box” cavalcano il limite dei 7,5 J se vengono utilizzati i JSB al posto dei H&N match. E sappiamo che una carabina nuova aumenta gradatamente le prestazioni nei primi 100-200 colpi, mentre la meccanica si assesta e la canna s’impiomba.
Non per niente i JSB domed sono i piombini prediletti da tanti fieldisti per esprimere le migliori prestazioni velocistiche unite a una buona precisione intrinseca.

BSA XL Tactical
BSA XL Tactical

Non resta che provare se la precisione si è mantenuta buona. Il sabato successivo, vista la bella giornata, provo a tirare a 20 metri, in appoggio anteriore perché i tiri vengano influenzati il meno possibile dal tiratore. Preferisco non aggiustare l’ottica in modo da non farmi influenzare dal punto d’impatto e vai.

BSA XL Tactical

Ah, dimenticavo di dire che nel frattempo avevo preparato la calciatura in legno con astina alta, tipo FT per intenderci e i primi tiri hanno risentito del cambio ma poi sono andati tutti più o meno nello stesso posto. Purtroppo il cambio del calcio non mi ha permesso di valutare razionalmente l’eventuale cambio di reazioni della carabina. A livello epidermico non mi pare ma cambiando struttura e peso del calcio non posso giurarlo.

BSA XL Tactical
Abraam (2010)
 

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
Colt 1911, Beretta 98FS e Glock 17 a confronto
Smontaggio Arms S400 Classic
Stars & Stripes
Mil-Dot
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z