AirGun Zeta
 
ATTENZIONE !
AirGun Zeta World
su Facebook
E' UNA TRUFFA!!!
Airgun Zeta World non ha pagine Facebook. Airgun Zeta World, il sito originale www.airgunz.it non ha alcun legame con l'omonima "Airgun Zeta World" pagina Facebook di una improbabile "agenzia viaggi", che si spaccia per noi, utilizzando senza permesso il nome, il logo, le fotografie e i testi, del nostro sito. Non sappiano chi sono e soprattutto non sappiamo cosa fanno. Fate attenzione alle eventuali truffe. Grazie
ATTENZIONE !
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
SCHEDE
 
 
 
BSA XL Tactical

BSA XL TACTICAL A RIDOTTA CAPACITA' OFFENSIVA

Abram
BSA XL Tactical
Questa carabina springer break barrel è l’ultima che ho aggiunto in rastrelliera. Beh, forse sarebbe più corretto dire che ho dovuto aggiungere, ma penso che a chi legge poco importi del motivo e quindi sorvoliamo e passiamo subito al sodo.
Come ho già avuto modo di dire sono un appassionato delle soluzioni meccaniche applicate alle carabine ad aria compressa e ogni produttore ha indubbiamente qualche particolare caratteristica che applica alla sua produzione. Che sia un particolare tipo di scatto piuttosto che un sistema di aggancio del pistone o un diverso sistema di basculamento della canna poco importa. Ogni caratteristica, positiva o negativa che sia, è sempre e comunque una fonte di conoscenza. Una martellata su un dito fa male ma è proprio quest’esperienza traumatica che, una volta divulgata e tramandata, insegnerà a non tenere il dito sotto il martello.
Tra le carabine passatemi tra le mani di BSA neppure una e tanto meno con calciatura in polimero, cosa che per la verità non mi esalta ma alla quale riconosco comunque il pregio dell’insensibilità alle intemperie piuttosto che alle semplici variazioni di umidità.
E poi, diciamola tutta, quel rientro della parte inferiore del calcio ha un suo fascino come pure la cresta del montecarlo.
BSA XL Tactical

Sapendo che da qualche lustro la britannica BSA Guns era entrata a far parte dell’universo Gamo, prima di ordinarla ho contattato Fabio (Sniper70) e altri amici dei forum che l’avevano per acquisire informazioni, con particolare riguardo al sistema di depotenziamento. Avevo avuto modo a suo tempo di leggere l’articolo di C.M.Leoni ma non si faceva cenno al sistema adottato e quindi mi sono improvvisato novello S. Tommaso arrivando a porre lo stesso quesito anche alla stessa ditta Adinolfi, importatrice BSA Guns. Conoscendo bene la soluzione Gamo dovevo assolutamente escludere che fosse dello stesso assurdo tipo.
Appurato che il depotenziamento non era ottenuto mediante sfiatatoio al pistone, la ordinai.
Quando, dopo oltre un mese di attesa finalmente ho potuto aprire la scatola, per deformazione professionale la prima cosa che ho cercato è stato il manuale.
Mi aspettavo il solito libretto, bello o brutto che fosse, ma con qualcosa scritto nero su bianco e possibilmente intelleggibile a tutti. Ed invece che ti trovo? Il solito fumetto Gamo (ma guarda un pò) sulla sicurezza e un foglio formato A4 dove, assolutamente in inglese su recto e verso erano riportati gli aspetti salienti sull’uso generico e la regolazione del grilletto, per altro comprensivi delle variazioni per i diversi modelli di springer. Vale a dirsi, per la linea XL, una paginetta d’istruzioni. La cosa mi ha infastidito non poco, sarà perché se andiamo a comprare un frullatore da 10 € troviamo nella confezione un libretto d’istruzioni in 14 lingue, sarà perché altri produttori forniscono il libretto istruzioni almeno nelle 4 principali (inglese-francese-tedesco-spagnolo) o, come Weirhauch (o Bignami) nella lingua di Dante. Ma dico io: se si punta tanto alla sicurezza, che senso ha fornire manuali in lingue diverse da quelle dell’utilizzatore? Se uno non conosce che l’italiano, quale formazione/informazione gli viene data? E stiamo parlando di un’arma, depotenziata fin che si vuole ma sempre arma è.
Però, genialmente, viene inserito un cd-rom, molto completo nel menu ma che fa partire per ogni scelta un filmatino dove Mr. Smith o come diamine si chiama ci racconta la rava e la fava. Ovviamente in lingua anglosassone perché è ovvio che se uno ha difficoltà a capire l’inglese scritto capisce di sicuro il parlato. Ma si, dai, male che vada con il cd-rom ci gioca a frisbee. Mando giù la delusione e mi guardo la carabina. La prima cosa che mi salta all’occhio è la stampigliatura della potenza e del numero di catalogo. Dire salta all’occhio è eufemistico perché è appena leggibile e, a differenza dell’esemplare testato da Leoni è stampigliata sul lato sinistro e non sul destro della scina. Resto un pò preoccupato perché è pur vero che non sono responsabile io, ma se mi ferma qualche tutore dell’ordine vallo a spiegare che è colpa del laser incisore allineato male. Ad ogni modo, altra mail a Adinolfi e copia della segnalazione e relativa risposta stampata e inserita in custodia. Con queste cosette c’é poco da scherzare. Diamo atto per correttezza che la Adinolfi è stata sia sollecita nel rispondere sia disponibile a ripunzonare l’arma.

BSA XL Tactical

Ok, monto l’ottica che avevo riservato alla XL usando, a scanso di equivoci, un attacco Sportsmatch Dampa Mount. La scina sarà anche montata su strisce di gomma ammortizzanti, ma meglio prevenire che curare. Mettere in bolla l’ottica con la meccanica non crea difficoltà perché basta appoggiare due spessori uguali sulle prolunghe che incernierano la canna e si è sicuri di mettere a bolla il basculamento.
Provo qualche tiro e comincio a dimenticarmi l’arrabbiatura. La canna è parecchio dura, non tanto nel caricamento quanto nello sgancio del dente dal traversino di tenuta, ma i risultati sul bersaglio, anche se a soli 10 metri, lasciano piuttosto sorpresi anche perché la bimba scalcia. Non a livello di una Gamo, beninteso, ma scalcia decisamente più di una HW30, alla quale si potrebbe comparare come dimensioni e peso. Dopo qualche tiro di riscaldamento cambio bersaglio e mi concentro. Certo, non abituato al grilletto qualche strappo c’é ancora, ma una ventina di pallini finiscono in un buco.

BSA XL Tactical

Vado avanti con un centinaio di colpi e poi la metto a nanna. Se domani ci sarà tempo proverò a cronografare.
Purtroppo il tempo non ne vuol sapere di mettersi al bello e così utilizzo i momenti liberi per rodarla. Pochi tiri adesso, qualche tiro più tardi, nel giro di qualche giorno se ne va quasi una scatola di piombini. E finalmente arriva il sereno. Preparo il Chrony e il rest e vado a scaldarla. Poi comincio a cronografare usando i JSB exact 4,52 da 0,547 g......e non ci credo: diamine, velocità costanti sì, ma sui 140 m/s, vale a dirsi meno di 6 J. Meno male che Leoni aveva rilevato sfioramenti del limite!

BSA XL Tactical

Piuttosto deluso riporto la stringa in excel e comincio a domandarmi cosa sia cambiato in una anno a livello di produzione BSA Guns. Attenzione, non deluso dalla potenza in sé dell’arma, perché penso che sia meglio una potenza inferiore e precisa che una esasperata e che non fa raggruppare, ma dal fatto che a parità di prezzi già siamo penalizzati per legge da una limitazione della potenza rispetto ai molti colleghi esteri, dura lex sed lex, e se in più ci fregano ancora un 25% è una presa per i fondelli. Che poi non ho mai capito perché devono stampigliare A<7,5J; la Legge 526/99 parla di “non superiore a 7,5 J” quindi la stampigliatura dovrebbe essere, eventualmente A<=7,5J oppure, come altri fanno, 7,5 e chiusa lì. Altra analogia con Gamo.

Abram
Decido così di cercare l’inghippo, anche perché è l’occasione buona per curiosare nella meccanica della carabina.
Facendo tesoro dei dati fornitimi da Fabio e da quanto mi aveva riportato di un suo colloquio con un capoccia di BSA Guns, comincio a smontare la meccanica dal calcio contando sulle due chiavi a brugola contenute nella confezione. Pia illusione, una si adatta al vitone posteriore, ma le due viti anteriori sono di tipo Torx. Poco male, le chiavi non mi mancano di sicuro e tra queste una T10 c’é.
Separati calcio e meccanica noto che il punto di appoggio della leva di caricamento ha intaccato il sopralzo della medaglia prevista a questo scopo nel polimero. C’è solo da sperare che si fermi lì, altrimenti dovrò incollarci una lamina in acciaio.
BSA XL Tactical
Il traversino sulla medaglia rettangolare risulta smangiato.

Anche nella meccanica comincio a trovare qualche analogia con Gamo. Evidentemente o tutto il mondo è paese o si vede la mano del padrone.
La prima cosa che salta all’occhio è la sicura automatica che impedisce lo sparo a canna aperta. Mentre nelle Gamo, almeno nella Hunter c’é un’astina in lamierino che collega la leva snodata di caricamento allo scatto, qui è costituita da un filo metallico sagomato ma la funzione è la stessa: finché la leva non è tutta avanzata (e quindi la canna è chiusa) lo scatto è inoperante.

BSA XL Tactical

La sicura manuale invece agisce più come quella a traversino delle HW che non quella a leva della Gamo. Quest’ultima impedisce la discesa della cresta anteriore del grilletto mentre nella XL la leva laterale sposta un piolino che interferisce con la lama di scatto. In posizione S (safe) il piolino si sovrappone posteriormente alla lama e questa non può alzarsi eseguendo il basculamento che sgancia il pistone.

BSA XL Tactical
BSA XL Tactical
Vista laterale e posteriore della sicura manuale.

Già che ci sono controllo se la vite di fermo degli attacchi dell’ottica è solidale alla scina perché mi sembra troppo grossa per essere filettata solo in questa. Sarebbe il colmo se la scina fosse montata su supporti elastici e poi fissata con la vite al cilindro. La svito e vedo che BSA ha fatto le cose bene. La vite ha sotto la testa un distanziale ma questo è minorato rispetto al foro della scina, quindi questa è libera di muoversi sui supporti elastici.
Tolta la vite sento che dentro si muove qualcosa. Tolgo allora il cappellotto di culatta in polimero e scopro che dietro alla grossa spina che fa da fermo al guidamolla c’é un blocchetto in acciaio opportunamente sagomato forato e filettato passante in mezzeria.
Ovviamente anche il cilindro è forato passante in mezzeria in corrispondenza del foro filettato del blocchetto. Bella soluzione produttiva! In pratica sia la vite di fermo degli attacchi dell’ottica che la vite posteriore di fissaggio del calcio utilizzano il foro filettato di questo blocchetto. Penso però che se deciderò di smontare il motore dovrò farmi un apposito pressore per il compressore visto che se utilizzassi il solito cilindretto mi appoggerei alla spina e non alla molla.

BSA XL Tactical
BSA XL Tactical
BSA XL Tactical
Tolte le viti, il cappellotto e il blocchetto di culatta si vede come anche il cilindro sia forato passante in mezzeria.
  Seguente
 

Non si tratta di un sito commerciale
di vendite on-line.

Nessuno degli oggetti descritti è messo
in vendita su questo sito.

Sito amatoriale a solo carattere
divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti
all'interno del sito appartengono
ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere
alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
 
Images Gallery
 
Argomenti di interesse
La storia della Beretta 92 FS
Air Arms TX 200
Pulizia Pistole
Relube Stoeger X5
 
STI Spartan calibro .45 ACP
 
COMMENTI
Non si trattano argomenti riguardanti la caccia, neppure la caccia ai nocivi con armi ad aria compressa. Per questi argomenti esistono siti appositi, che li trattano in maniera seria e competente.
Non si trattano argmenti riguardo il potenziamento illegale di armi di libera vendita. Per cortesia non lasciate messaggi su questi argomenti o su altre pratiche illegali in Italia.
I messaggi riguardanti argomenti illegali o non graditi, verranno rimossi senza dare alcuna spiegazione.
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.

Commenti

Nessun commento finora
*Nome:
Email:
Notifica di nuovi commenti a questo articolo
Nascondi la mia email
*Commento:
 
 
Powered by Scriptsmill Comments Script
NON E' UN NEGOZIO!
NON INVIATE ORDINI.
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z